Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes

Riuscite ad immaginare Khrin che dice “Come sono brutto” davanti allo specchio?
Ovviamente no.
Allora perché continuare a ripetere “l’Inter non mi ha fatto dannare nell’anno del Triplete"?

Che tu sia figlio dell’Inter di Zaccheroni o di Simoni, del siluro di Andy RIPIGLBASTAFARELECHALLENGECONLEBOTTIGLIETORNADANOI Van Der Meyde, dello scontro Ronaldo-Iuliano e delle bestemmie a Ceccarini, il 4 novembre 2009 eri con un piede nella fossa, all’ultimo posto nel girone di Champion's.
Con tanto di Shevchenko e compagni di scuola gobbi in agguato pronti a ricordartelo in loop dal giorno prima.

Ci ripenso ogni volta che papà mi dice “Ma ci pensi se Snejider non avesse segnato quasi alla fine della partita?”.
Certo che ci penso, papà.
Il giorno dopo entrata in classe non sarei sembrata Schelotto dopo l’1-1 nel derby se non fosse successo.
Ma questo è un altro discorso.

La formazione avversaria è comprensibile quanto gli schemi di De Boer, ma rileggendo la formazione un nome in particolare mi diceva tutto e niente. Magrao.
Chissà, forse per la dolorosa assonanza con Brandao o con Lucio Maranhao.
O con Joao (#TORN).

Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes 1 Ranocchiate
Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes 2 Ranocchiate

Noi scendiamo in campo con il solito 4-3-1-2 con Deki titolare, bello come il dannato scenario decadente ucraino, ma forse un po' spaesato: probabilmente non è il tipo capace di adattarsi ad un ambiente così criminale ed intriso di bratesimo.

Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes 3 Ranocchiate

Dinamo Kiev-Inter 1-2: La partita

Wes, con la febbre alta fino a pochi giorni prima, viene recuperato e buttato in campo in extremis. DEO GRATIAS.

I primi 45’ mi hanno trasmesso la stessa gioia di vivere che avrei conosciuto solo qualche anno dopo guardando l’Inter di Mazzarri.
20’ minuti di nulla, poi lo scherzo del destino.
Sponda di petto di Milevsky, Shevchenko in gol.

Le maledizioni che ho riservato ai miei compagni di classe forse solo a Gasperini.
Poi Mourinho solito incompetente che schiera Sneijder alle spalle di Eto’o e Milito: se fosse bravo quanto il Gasp dei giorni nostri capirebbe che è un mediano. Ma lui no, nulla.
Ignorante.
Non sarai mai un vincente come lui.

Vi piacciono queste sfasature temporali?
Lo sono, sono quasi ubriacanti quanto i dribbling di Kovacic (ammetto sia abbastanza difficile essere a quel livello perché lui è TROPPO SUPERIORE), ma devo pur ravvivare un po' le cose.
Adesso gli unici rimasti in difesa sono Zanetti e Julio Cesar ma non riusciamo comunque a segnare.

Quanto è bello Lucio che scorrazza indisturbato in attAAAAA HA SEGNATO MILITOOOOOO.
COSA SI E' INVENTATO IL MEDIANACCIO OLANDESEEEE.
Manda al bar due della Dinamo, Oggdfdfkodjbcshgdd e Tadhsdghgdftafh (si, li scrivo così che tanto qualche lettera in comune coi loro nomi veri la becco sicuro), serve ALLA PERFEZIONE Milito che di sinistro spiazza Bogush all’ 85°.

Cioè noi oggi ci lamentiamo della tenuta atletica di Biraghi, ma Bogush sembra una vecchietta con l’artrosi.
Coso, devi essere scattante come Wes che SI BEVE GLI AVVERSARI COME UN CRODINOOOOOOOO.
Mamma mia che emozioni mi regala il Follettino.
Pensate che in un universo parallelo non ha vinto il Pallone d’Oro.
Infami.

Attacchiamo senza sosta. I minuti passano.
SOFFRO MALE.

Poi, un lampo accecante.

Wes scambia con Thiago Motta (ottimo #mitt), palla a Balotelli che si inventa un colpo di tacco sulla trequarti (ottimo #mitt pt.2, Josè tu si che li capisci <3 ) per Muntari che MACHETIRIDALIIII, Bogush sbaglia la paratAAAAAAMACHEE', Milito carica il destro e tira ma BOGUSH MALEDETTO LA TIENE FUORI DALLA LINEA, Wes si infila come un rapace E SIGLA L’1-2 all'89!.
E’ GOL E’ GOL E’ GOL (X3) WESLEY SNEIJDERRRRR.
Sto male. Chiamate un cardiologo.
Finisce così.

Chi era la squadra spacciata?
Quella che ha rimontato una partita in 6 minuti?
Non ci conoscete abbastanza.
CIAO GUFI, SARA' PER LA PROSSIMA.

(Si, ancora GODO pensando ai miei compagni a scuola il giorno dopo).

Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes

Riuscite ad immaginare Khrin che dice “Come sono brutto” davanti allo specchio?
Ovviamente no.
Allora perché continuare a ripetere “l’Inter non mi ha fatto dannare nell’anno del Triplete"?

Che tu sia figlio dell’Inter di Zaccheroni o di Simoni, del siluro di Andy RIPIGLBASTAFARELECHALLENGECONLEBOTTIGLIETORNADANOI Van Der Meyde, dello scontro Ronaldo-Iuliano e delle bestemmie a Ceccarini, il 4 novembre 2009 eri con un piede nella fossa, all’ultimo posto nel girone di Champion's.
Con tanto di Shevchenko e compagni di scuola gobbi in agguato pronti a ricordartelo in loop dal giorno prima.

Ci ripenso ogni volta che papà mi dice “Ma ci pensi se Snejider non avesse segnato quasi alla fine della partita?”.
Certo che ci penso, papà.
Il giorno dopo entrata in classe non sarei sembrata Schelotto dopo l’1-1 nel derby se non fosse successo.
Ma questo è un altro discorso.

La formazione avversaria è comprensibile quanto gli schemi di De Boer, ma rileggendo la formazione un nome in particolare mi diceva tutto e niente. Magrao.
Chissà, forse per la dolorosa assonanza con Brandao o con Lucio Maranhao.
O con Joao (#TORN).

Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes 4 Ranocchiate
Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes 5 Ranocchiate

Noi scendiamo in campo con il solito 4-3-1-2 con Deki titolare, bello come il dannato scenario decadente ucraino, ma forse un po' spaesato: probabilmente non è il tipo capace di adattarsi ad un ambiente così criminale ed intriso di bratesimo.

Dinamo Kiev-Inter: La resurrezione secondo Wes 6 Ranocchiate

Dinamo Kiev-Inter 1-2: La partita

Wes, con la febbre alta fino a pochi giorni prima, viene recuperato e buttato in campo in extremis. DEO GRATIAS.

I primi 45’ mi hanno trasmesso la stessa gioia di vivere che avrei conosciuto solo qualche anno dopo guardando l’Inter di Mazzarri.
20’ minuti di nulla, poi lo scherzo del destino.
Sponda di petto di Milevsky, Shevchenko in gol.

Le maledizioni che ho riservato ai miei compagni di classe forse solo a Gasperini.
Poi Mourinho solito incompetente che schiera Sneijder alle spalle di Eto’o e Milito: se fosse bravo quanto il Gasp dei giorni nostri capirebbe che è un mediano. Ma lui no, nulla.
Ignorante.
Non sarai mai un vincente come lui.

Vi piacciono queste sfasature temporali?
Lo sono, sono quasi ubriacanti quanto i dribbling di Kovacic (ammetto sia abbastanza difficile essere a quel livello perché lui è TROPPO SUPERIORE), ma devo pur ravvivare un po' le cose.
Adesso gli unici rimasti in difesa sono Zanetti e Julio Cesar ma non riusciamo comunque a segnare.

Quanto è bello Lucio che scorrazza indisturbato in attAAAAA HA SEGNATO MILITOOOOOO.
COSA SI E' INVENTATO IL MEDIANACCIO OLANDESEEEE.
Manda al bar due della Dinamo, Oggdfdfkodjbcshgdd e Tadhsdghgdftafh (si, li scrivo così che tanto qualche lettera in comune coi loro nomi veri la becco sicuro), serve ALLA PERFEZIONE Milito che di sinistro spiazza Bogush all’ 85°.

Cioè noi oggi ci lamentiamo della tenuta atletica di Biraghi, ma Bogush sembra una vecchietta con l’artrosi.
Coso, devi essere scattante come Wes che SI BEVE GLI AVVERSARI COME UN CRODINOOOOOOOO.
Mamma mia che emozioni mi regala il Follettino.
Pensate che in un universo parallelo non ha vinto il Pallone d’Oro.
Infami.

Attacchiamo senza sosta. I minuti passano.
SOFFRO MALE.

Poi, un lampo accecante.

Wes scambia con Thiago Motta (ottimo #mitt), palla a Balotelli che si inventa un colpo di tacco sulla trequarti (ottimo #mitt pt.2, Josè tu si che li capisci <3 ) per Muntari che MACHETIRIDALIIII, Bogush sbaglia la paratAAAAAAMACHEE', Milito carica il destro e tira ma BOGUSH MALEDETTO LA TIENE FUORI DALLA LINEA, Wes si infila come un rapace E SIGLA L’1-2 all'89!.
E’ GOL E’ GOL E’ GOL (X3) WESLEY SNEIJDERRRRR.
Sto male. Chiamate un cardiologo.
Finisce così.

Chi era la squadra spacciata?
Quella che ha rimontato una partita in 6 minuti?
Non ci conoscete abbastanza.
CIAO GUFI, SARA' PER LA PROSSIMA.

(Si, ancora GODO pensando ai miei compagni a scuola il giorno dopo).

Notizie flash

Ultimi articoli

15/09/2021
Inter-Real nel tempo di un pianto

Eccoci qui, cari amici di Ranocchiate.Qui, al solito bivio, quello che decide buona parte della stagione e che, immancabilmente, in pieno stile interista, affrontiamo con la stessa tranquillità d’animo di una gazzella che fugge da uno gnu mutante carnivoro alto venti metri che spara acido dalle corna. Per cui, dicevamo, eccoci qui. A giocare col […]

15/09/2021
Inter – Real Madrid, il prepartita del ritorno nella competizione sbagliata

Dame e cavalieri, bentornati al vice torneo europeo più importante di tutti i tempi, al vice palcoscenico più illuminato del mondo con la vice musichetta più iconica dell’universo. Lo so, siamo tutti un po’ delusi da questa maledetta falla del sistema delle qualificazioni che manda la vincente del campionato nazionale in prima fascia di Champions […]

13/09/2021
Sampdoria - Inter, il pagellone della Pazza Inter

HANDA 10 - Il Vicecap è ormai stella polare del nostro interismo: scende in campo e stai lì a chiederti:"Andrà bene?""Andrà male?""Quel cappellino alla Benji Price ci salverà?"Beh, bene non è andata. Però dai ci sembra esagerato dare colpe a luHANDAOUTTTT, SE NON PARI UNA DEVIAZIONE DI TACCO DI UN TUO COMPAGNO DA 20 cm […]

12/09/2021
Sampdoria-Inter, dieci pensieri post-partita

10 - Prima giornata di campionato dopo la sosta e prima giornata del Fantacalcio, ma sai che alla fine la pausa nazionali non è poi così male? 9 - Notizie dal mondo: Tino Lazaro ha fatto il suo esordio con la maglia del Benfica. Saggiamente è stato fatto entrare dopo l'uscita dal terreno di gioco […]

12/09/2021
Samp-Inter nel tempo di un caffè

Primo tempo 1’ - Avevo proprio una gran voglia di incontrare di nuovo Candreva. 2’ - Dimarco centrale difensivo mi sta già regalando emozioni che non sentivo dai tempi di Juan Jesus. 4’ - Stavo scolando la pasta e a momenti prendiamo gol. Che belle le partite alle 12.30.C’è pure Handa col cappellino. 17’ - […]

10/09/2021
dR.anocchio, la genesi

Ottobre 2017, Appiano Gentile. Uno studente di medicina si apposta all'uscita della Pinetina per aspettare i Campioni neroazzurri dopo un Derby vinto per 3 a 2. É un pomeriggio soleggiato e c'è una piccola folla che ferma le auto per salutare e strappare una foto ai propri beniamini. Il clima è molto disteso e quasi […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram