29/11/2020

BUM-BUM LAUTARO!!! "Barcellona? qui mi sento a casa. Lukaku è un fratello maggiore. Il rapporto con Icardi? Che la domanda la facciate a me e non ad Agustina mi riempie di gioia"

Quella tra Lautaro Martinez e il Barcellona è stata la telenovela del mercato estivo, visto il flop di quella su Messi. Una storia che andava avanti da un po’ e le prestazioni del Toro ne hanno un po’ risentito. La pandemia e i problemi finanziari e societari dei Blaugrana hanno poi raffreddato una pista che, a marzo, sembrava caliente.

-Lautaro, allora, questo rinnovo arriva o non arriva?
Lautaro Martinez: “Non ho fretta. Il mio agente, che non è mia moglie, sta parlando con la dirigenza. Non è un periodo facile per l’economia in generale e chiedere tanti soldi non vuol dire ottenerli, anche se credo di meritarmi l’aumento. Vedremo, ma qui mi sento a casa, nello spogliatoio mi trovo molto bene e sento l’affetto dell’ambiente! Non vedo perché dovrei andarmene”.

-Ottimo, una bella notizia per i tifosi. Con chi ti trovi meglio nello spogliatoio?
Lautaro Martinez: “Penso che la risposta sia abbastanza facile, Romelu! Siamo la LuLa, no? Avete tartassato le palle con sta LuLa, ci manca solo che ci stiamo antipatici. Big Rom, comunque, per me è un fratello maggiore, ogni tanto mi prende anche a schiaffi e dice che non posso giocare a COD perché sono ancora troppo piccolo”.

-Quello che hai con Romelu è lo stesso rapporto che avevi, in precedenza, con Mauro Icardi?
Lautaro Martinez: “Ma sai, si è parlato tanto di Rom e Mauro, delle loro differenze in campo…anche fuori sono molto diversi. Romelu non cerca di farsi mia sorella, mia mamma o la mia ragazza. Un giorno mi ha chiamato Maxi Lopez chiedendomi se fossi a casa con Agustina o con Maurito e quando gli ho risposto di no, mi si è gelato il sangue. Sono contento che facciate a me la domanda sul rapporto che avevamo. (sospira di sollievo ndr.)
Mauro mi ha aiutato all’inizio, poi anche i compagni hanno capito che si poteva fare a meno di lui e mi sono preso quello che è mio”.

BUM-BUM LAUTARO!!! "Barcellona? qui mi sento a casa. Lukaku è un fratello maggiore. Il rapporto con Icardi? Che la domanda la facciate a me e non ad Agustina mi riempie di gioia"

Quella tra Lautaro Martinez e il Barcellona è stata la telenovela del mercato estivo, visto il flop di quella su Messi. Una storia che andava avanti da un po’ e le prestazioni del Toro ne hanno un po’ risentito. La pandemia e i problemi finanziari e societari dei Blaugrana hanno poi raffreddato una pista che, a marzo, sembrava caliente.

-Lautaro, allora, questo rinnovo arriva o non arriva?
Lautaro Martinez: “Non ho fretta. Il mio agente, che non è mia moglie, sta parlando con la dirigenza. Non è un periodo facile per l’economia in generale e chiedere tanti soldi non vuol dire ottenerli, anche se credo di meritarmi l’aumento. Vedremo, ma qui mi sento a casa, nello spogliatoio mi trovo molto bene e sento l’affetto dell’ambiente! Non vedo perché dovrei andarmene”.

-Ottimo, una bella notizia per i tifosi. Con chi ti trovi meglio nello spogliatoio?
Lautaro Martinez: “Penso che la risposta sia abbastanza facile, Romelu! Siamo la LuLa, no? Avete tartassato le palle con sta LuLa, ci manca solo che ci stiamo antipatici. Big Rom, comunque, per me è un fratello maggiore, ogni tanto mi prende anche a schiaffi e dice che non posso giocare a COD perché sono ancora troppo piccolo”.

-Quello che hai con Romelu è lo stesso rapporto che avevi, in precedenza, con Mauro Icardi?
Lautaro Martinez: “Ma sai, si è parlato tanto di Rom e Mauro, delle loro differenze in campo…anche fuori sono molto diversi. Romelu non cerca di farsi mia sorella, mia mamma o la mia ragazza. Un giorno mi ha chiamato Maxi Lopez chiedendomi se fossi a casa con Agustina o con Maurito e quando gli ho risposto di no, mi si è gelato il sangue. Sono contento che facciate a me la domanda sul rapporto che avevamo. (sospira di sollievo ndr.)
Mauro mi ha aiutato all’inizio, poi anche i compagni hanno capito che si poteva fare a meno di lui e mi sono preso quello che è mio”.

Notizie flash

Ultimi articoli

20/10/2021
Inter - Sheriff, dieci coccodrilli post - partita

🐊 Quanto è bello svegliarsi alla mattina quando sai di essere stata la prima squadra a battere lo Sheriff Tiraspol in Champions League. Ciao Real Madrid, tu questo non lo sai fare. 🐊 Comunque mi state simpatici, amici dell’ONU datevi una mossa e riconoscete questo bellissimo stato con una popolazione magnifica, non vedo l’ora di […]

19/10/2021
Uno sceriffo strapazzato nel tempo di un caffè

Terza partita del girone e siamo già qua, a dover strappare con i denti 3 punti per non vedere già andare in frantumi il sogno europeo. Tutto molto interista. Almeno però negli ultimi anni aspettavamo l’ultima giornata. Beh, godiamoci lo spettacolo dello Sceriffo. Primo tempo 4’ - Prima discesa degli uomini dello Sceriffo e sto […]

19/10/2021
10 cose più probabili di una vittoria con lo Sheriff Tiraspol

10 – Mauro Ica**i e Max Allegri decidono di fondare una società di consulenza matrimoniale 9 – Il dR.anocchio scopre una nuova fondamentale porzione anatomica del ginocchio umano e decide di chiamarla capsula di Sensi 8 – Il Napoli vince lo scudetto a punteggio pieno 7 – Fifino Dumfries si ritira, si dà alla boxe […]

17/10/2021
Lazio - Inter, il pagellone rissoso

HANDA 6+10 - Una prestazione normale per il vicecap, che mi toglie la possibilità di difenderlo a spada tratta perché sul 3-1 decide di abbandonarci a noi stessi lasciando entrare la palla in porta. Ma nel megarissone dà il meglio di sé: lo trovi in tutte le situazioni più calde e a fine partita è […]

17/10/2021
Lazio - Inter, dieci pensieri post - partita

10 - Simon Kjaer che festeggia la qualificazione della Danimarca ai Mondiali con addosso la 10 di Chris l’unica cosa bella della sosta nazionali. 9 - Però è stato bello pensare che mi mancasse il campionato per quasi due settimane. 8 - GRAZIE SIGNORA BEST MANAGER NARA WANDA PER IL DRAMA DELLA SERATA che bello […]

16/10/2021
Lazio - Inter nel tempo di un'infamata

Primo tempo 0’ - Se non altro Pardo mi conferma che non sono l’unico ad aver perplessità a intendere la nostra formazione. 10’ - Rigoreeeeeee Mamma Mbare che giocatore che sei diventato!E ora chi cazzo lo tira il rigore? 11’ - PERRYYYYYYYYYYYY RIGORE PERFETTOChi ha bisogno 18’ - Comunque Felipe Anderson ogni volta che vede […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram