26/12/2017

FROGNEWS: Arriva "Crosso Ergo Sum", la nuova autobiografia di Antonio Candreva

ARTICOLO LIBERAMENTE TRATTO DA "CROSSO ERGO SUM", LA NUOVA AUTOBIOGRAFIA DI ANTONIO CANDREVA.

"Ok, lo confesso. Ne sono consapevole, sforno cento cross a partita e la maggior parte di essi sono completamente inutili. Cosa posso farci? È più forte di me, è una dipendenza.

Lo vedo anch'io Mauro che si sbraccia in area di rigore per avere un mio assist. Potrei mettergli un pallone preciso, proprio lì sulla testa. E invece no. Lo sparo alle stelle. Così. A caso. Perché io posso.

La sera dopo le partite torno a casa e leggo i commenti sui miei cross. Mi spacco dal ridere, mi diverte.

Spalletti mi ha fatto fare anche un paio di sedute dal mental coach della squadra. Non c'è niente da fare. È più forte di me. So che molti giudicheranno ma ognuno ha il suo punto debole. Di sicuro ne avete uno anche voi.

Il mio sono i cross. Io crosso. Crosso sempre, ovunque, senza motivo. Il pallone che si infrange sulla schiena dell'avversario mi regala una sensazione quasi orgasmica, come un Raffaello, o un Picasso.

L'altra sera ho crossato le chiavi della macchina. SBAM, cross lungo sul secondo palo della luce.
Sono tornato a casa a piedi. Mia moglie mi guardava stranissimo.

Sono consapevole delle critiche, ma chi non prova non può capire. Guardate che io i cross li so fare, e anche bene. Quello di sinistro per Brozovic? Quello a Icardi nel derby? Non è mica culo. Semplicemente mi soddisfa di più un cross in curva di un assist.

La Nazionale con Ventura era uno spettacolo. Lui non diceva un cazzo a nessuno, dava solo i numeri. 4-2-4, 3-5-2, poi si piazzava lì in panchina e aspettava. E io crossavo.
Mi diceva "Antonio stai sulla fascia e crossa". Un paradiso, mi mancherà il mister.

Un altro che adoro è D'Ambrosio. Con lui in ritiro stiamo sempre in stanza assieme. Lui a differenza mia è uno che non sa crossare per davvero. Si intestardisce e si allena per ore: risultato? Vetri rotti, palloni smarriti, ha due zappe al posto dei piedi. Poi io ogni tanto gliene faccio vedere uno buono e impazzisce. "Wow frate' ma come hai fatto? Sei troppo bravo". Potrei andare avanti per ore...

"L’ho fatto per me.  Mi piaceva farlo, ed ero molto bravo, e mi sono sentito... mi sono sentito vivo."
Antonio Candreva

FROGNEWS: Arriva "Crosso Ergo Sum", la nuova autobiografia di Antonio Candreva

ARTICOLO LIBERAMENTE TRATTO DA "CROSSO ERGO SUM", LA NUOVA AUTOBIOGRAFIA DI ANTONIO CANDREVA.

"Ok, lo confesso. Ne sono consapevole, sforno cento cross a partita e la maggior parte di essi sono completamente inutili. Cosa posso farci? È più forte di me, è una dipendenza.

Lo vedo anch'io Mauro che si sbraccia in area di rigore per avere un mio assist. Potrei mettergli un pallone preciso, proprio lì sulla testa. E invece no. Lo sparo alle stelle. Così. A caso. Perché io posso.

La sera dopo le partite torno a casa e leggo i commenti sui miei cross. Mi spacco dal ridere, mi diverte.

Spalletti mi ha fatto fare anche un paio di sedute dal mental coach della squadra. Non c'è niente da fare. È più forte di me. So che molti giudicheranno ma ognuno ha il suo punto debole. Di sicuro ne avete uno anche voi.

Il mio sono i cross. Io crosso. Crosso sempre, ovunque, senza motivo. Il pallone che si infrange sulla schiena dell'avversario mi regala una sensazione quasi orgasmica, come un Raffaello, o un Picasso.

L'altra sera ho crossato le chiavi della macchina. SBAM, cross lungo sul secondo palo della luce.
Sono tornato a casa a piedi. Mia moglie mi guardava stranissimo.

Sono consapevole delle critiche, ma chi non prova non può capire. Guardate che io i cross li so fare, e anche bene. Quello di sinistro per Brozovic? Quello a Icardi nel derby? Non è mica culo. Semplicemente mi soddisfa di più un cross in curva di un assist.

La Nazionale con Ventura era uno spettacolo. Lui non diceva un cazzo a nessuno, dava solo i numeri. 4-2-4, 3-5-2, poi si piazzava lì in panchina e aspettava. E io crossavo.
Mi diceva "Antonio stai sulla fascia e crossa". Un paradiso, mi mancherà il mister.

Un altro che adoro è D'Ambrosio. Con lui in ritiro stiamo sempre in stanza assieme. Lui a differenza mia è uno che non sa crossare per davvero. Si intestardisce e si allena per ore: risultato? Vetri rotti, palloni smarriti, ha due zappe al posto dei piedi. Poi io ogni tanto gliene faccio vedere uno buono e impazzisce. "Wow frate' ma come hai fatto? Sei troppo bravo". Potrei andare avanti per ore...

"L’ho fatto per me.  Mi piaceva farlo, ed ero molto bravo, e mi sono sentito... mi sono sentito vivo."
Antonio Candreva

Notizie flash

Ultimi articoli

21/02/2021
Milan-Inter, dieci pensieri post-derby

10 - Buonasera buonasera buonasera buonasera, sono un'interista, sono a digiuno, e tra le 15 e le 17 circa sono morta e risorta un centinaio di volte, sono capolista e serenamente godo. 9 - MADOOOOOOOOO SIAMO PRIMI GRAZIE A UN DERBY CON TRE GOL RIFILATI AL MILAN IO GODISSIMO E SE NEEE VAAAAAAAA 8 - […]

21/02/2021
Il Derby nel tempo di tre schiaffi in faccia

Primo tempo 1’ - E niente sono già deluso. Ho aspettato invano lo scambio di strette di mano tra Lukaku e Ibra con possibile improvvisazione in scazzottata / la più bella royal rumble mai vista. E invece niente strette di mano e niente. Triste. 4’ - LA LULA COLPISCE ANCORAAAAAAAAAAAAAAAA Perché Romelu?Perché?Perché continui ad attentare […]

21/02/2021
Alla Ricerca del Derby Perfetto

Ho diversi anni di interismo alle spalle ed ho vissuto tantissimi derby. Molti, da bambino, attaccato alla radio e raccontati dalle voci di Sandro Ciotti ed Enrico Ameri.Diversi, da adolescente, visti in TV a casa di amici, o in un bar, in stato di ebrezza e blasfemia.Nessuno putroppo vissuto allo stadio, avendo abitato sempre a […]

19/02/2021
Milan - Inter: il Derby in 5 istantanee

Sinceramente ragazzi, il Derby di Milano è una partita così unica, particolare e ricca di aneddoti nella storia, che scegliere 5 istantanee è davvero difficile. Noi "Bauscia" (Inter squadra della borghesia) e loro "casciavitt" (Milan squadra degli operai e del popolo) siamo sempre stati in competizione, eppure mai nemici, ma sempre cugini. Grandi campioni hanno […]

15/02/2021
Inter - Lazio, il pagellone in ideogrammi

汉达诺维奇 10: Dice il saggio "Fare 5 clean sheet di fila sventure attira"Dice 汉达诺维奇: "Queste non si parano nemmeno col laser!"Anche i tifosi interisti hanno detto qualcosa in quel momento, ma manteniamo il mistero. 什克里尼亚尔, 德弗赖, 巴斯托尼 7: Nell'era dell'integrazione, del "Love is Love" e delle famiglie di ogni tipo, il QG non si lascia […]

15/02/2021
Inter-Lazio, dieci pensieri post-partita

10 - Come si scrive SPIAZE PER I RAGASSI in cinese? 9 - Bella partita, vittoria netta, ma noi tranquilli mai con Brozo, Barella e Bastoni diffidati e a rischio squalifica per il Derby in campo per 90 minuti. 8 - Antonio Conte nel frattempo: 7 - Più in alto dell'Inter capolista solo il livello […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram