29/11/2020

A TUTTO HAKIMI: "È un periodo di assestamento. Tanti errori? Appena a San Siro..."

Da colpaccio estivo a oggetto misterioso: strana involuzione di Achraf Hakimi dopo un inizio scoppiettante. Reduce da prestazioni non esaltanti e alcune addirittura drammatiche, anche l’esterno marocchino è sotto processo nonostante la giovane età.
Siamo andati a sentire le sue impressioni su questo inizio in nerazzurro.

-Achraf, inizio super con un gol e due assist in due presenze…poi, che succede?
Hakimi: “Ho avuto un calo, è vero. Ma credo che ci voglia tempo per abituarsi ad un metodo di allenamento e di gioco diverso. Il calcio italiano è molto tattico e qui devo vedermela con giocatori forti. Per fortuna mi alleno con il miglior terzino italiano degli ultimi dieci anni e posso prendere spunto. Grazie Dani”.

-A proposito, senti il peso di dover sostituire anche un elemento amato per anni dal pubblico interista come Candreva?
Hakimi: “Mi danno fastidio i confronti, io sono Hakimi e basta. Gli errori che faccio non sono dati dalla pressione di Candreva quanto dai binari di metallo che ci sono sulla fascia destra di San Siro, dove correva lui. Hai presente lo stop sbagliato col Torino? Ecco, ho messo lì il piede e “Fuuummm, via come un’anguilla”. Sembra quando vai in bici sui binari del tram, spero risolvano in fretta!

-Niente peso per il nome, ma quel numero sulla maglia è stato di alcuni tra i più grandi difensori della storia dell’Inter…
Hakimi: “Mi hanno avvisato anche di questo, la società ha insistito perché avessi questo numero nonostante non fosse la mia prima scelta. Mi hanno detto che non avrei fatto rimpiangere nessuno, ma non mi sentivo di prende la stessa casacca indossata dal Divino. Jonathan per quelli della mia generazione è un faro che illumina la notte. A volte mi sveglio nel sonno e mi chiedo se sia tutto vero o solo un sogno…”


A TUTTO HAKIMI: "È un periodo di assestamento. Tanti errori? Appena a San Siro..."

Da colpaccio estivo a oggetto misterioso: strana involuzione di Achraf Hakimi dopo un inizio scoppiettante. Reduce da prestazioni non esaltanti e alcune addirittura drammatiche, anche l’esterno marocchino è sotto processo nonostante la giovane età.
Siamo andati a sentire le sue impressioni su questo inizio in nerazzurro.

-Achraf, inizio super con un gol e due assist in due presenze…poi, che succede?
Hakimi: “Ho avuto un calo, è vero. Ma credo che ci voglia tempo per abituarsi ad un metodo di allenamento e di gioco diverso. Il calcio italiano è molto tattico e qui devo vedermela con giocatori forti. Per fortuna mi alleno con il miglior terzino italiano degli ultimi dieci anni e posso prendere spunto. Grazie Dani”.

-A proposito, senti il peso di dover sostituire anche un elemento amato per anni dal pubblico interista come Candreva?
Hakimi: “Mi danno fastidio i confronti, io sono Hakimi e basta. Gli errori che faccio non sono dati dalla pressione di Candreva quanto dai binari di metallo che ci sono sulla fascia destra di San Siro, dove correva lui. Hai presente lo stop sbagliato col Torino? Ecco, ho messo lì il piede e “Fuuummm, via come un’anguilla”. Sembra quando vai in bici sui binari del tram, spero risolvano in fretta!

-Niente peso per il nome, ma quel numero sulla maglia è stato di alcuni tra i più grandi difensori della storia dell’Inter…
Hakimi: “Mi hanno avvisato anche di questo, la società ha insistito perché avessi questo numero nonostante non fosse la mia prima scelta. Mi hanno detto che non avrei fatto rimpiangere nessuno, ma non mi sentivo di prende la stessa casacca indossata dal Divino. Jonathan per quelli della mia generazione è un faro che illumina la notte. A volte mi sveglio nel sonno e mi chiedo se sia tutto vero o solo un sogno…”


Notizie flash

Ultimi articoli

10/07/2021
Come affrontare i 10 disturbi più tipici dell'interismo

+++ Attenzione: questa satira potrebbe contenere tracce di articolo: ci scusiamo per il disagio ++++ SIGNORE! SIGNORI! MAMME, ZIE, PADRI ZII, FRATELLI CUGINI, QUASI NIPOTI! ACCORRETE TUTTI! Cari amici di Ranocchiate, prima di cominciare la nuova stagione, abbiamo pensato che fosse arrivato il momento adatto per una importante riflessione.Ogni giorno un interista soffre. Secondo uno […]

11/06/2021
Dieci pensieri su #Euro2020

10 - Sono talmente in astinenza da calcio che ho guardato pure tutte le amichevoli, anche in contemporanea. 9 - A questo proposito, far giocare Tino Lazaro e Christian Eriksen alla stessa ora è illegale, a meno che i due non giochino nella stessa squadra (tipo l’Inter). 8 - Possiamo passare direttamente al punto in […]

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram