20/07/2022

Goodbye my Froggy

Cari amici di Ranocchiate, non so più come si scrive.
Sento già i più simpatici fra voi rispondere "Ma perché, lo hai mai saputo fare? EHEHEHEHEHEH"
No, ipotetica piccola medusa attaccata ai miei penduli.
Non è quello il punto.
Prima però di chiarire quale sia, sento il bisogno di sfogare un po' di orrori per rimettermi in pari:

  • Che io conosci
  • Dove hai stato?
  • Se non sai le cose non le dovrebbi dire
  • Tonali > Barella

Ok dovrei esserci.
Mi scuso con i più sensibili fra voi, so di esserci andato giù pesante, ma l'argomento in questione merita una pulizia mentale degna del nostro ultimo momento di spensieratezza (la nostra nascita, ovviamente):
FROGGY CI HA LASCIATO.
Si lo so, è accaduto da un bel po', ma spero capiate che per poter scrivere è necessario non rompere tastiere su tastiere lacrimando come fossimo protagonisti di una soap-opera, motivo per cui abbiamo avuto bisogno di un po' di tempo: oltretutto abbiamo sperato in una dichiarazione a sorpresa del tipo "AHAHAHHAH SCHERZONEEEEE CI SIETE CASCATIIII" fino all'ultimo.
*piccola pausa del non piangere, sii forte*
Avevamo già provato a metabolizzare a caldo questa possibilità, senza però nascondere la speranza che la parola "Fine", sebbene sembrasse già scritta, potesse essere rimandata di un altro po': si sa, quando l'amore è il collante che ci unisce in una relazione con gli altri, non si è mai realmente pronti a salutarsi.
Ma come dice un grande adagio in voga fra i tredicenni più vissuti nel mondo del webbe "Non piangere perché è finita, sii felice perché è accaduto", quindi noi… *singhiozzo pesantissimo quasi come colpo di tosse*…vogliamo essere felici per questa *singhiozzissimo* avventura di Frog e ripercorrere insieme i momenti più belli vissuti insieme al nostro Andrea *scoppia in un pianto tanto forte quanto imbarazzante*
Prego regia, possiamo pure partire con la nostra raccolta studiata ed ordinata con il solito meticoloso membro di segugio.

Lo sbarco

Goodbye my Froggy 1 Ranocchiate

Date importanti da ricordare:

  • La vostra data di nascita
  • Un evento extracalcistico fondamentale nella vostra vita (uno, non di più)
  • 22 maggio 2010
  • 3 Gennaio 2011

E non venite a parlarmi di anniversarsi, compleanni di morose, mamme zii cugini o quel che sia perché già vi ho concesso una data extracalcistica oltre la vostra venuta al mondo, se non utilizzate i reminder di Facebook come le persone normali non è colpa mia

Il salvataggio sulla linea contro il Bayern

Goodbye my Froggy 2 Ranocchiate

Ovvero, il momento in cui Froggy decise di manifestarsi davanti a noi in tutta la sua magnificenza: questo era un punto che non vedevo l'ora di nominare perché lo avrete visto almeno mille volte.
Non è così? Beh, sapete cosa fare per le prossime 24 ore.

La fascia di Capitano

Goodbye my Froggy 3 Ranocchiate

Ricordate Walter Mazzarri?
Per i meno informati fra i nostri lettori, Walterone Mazzarri per i più è passato alla storia per tre grandi motivi:
1 - L'eroica salvezza raggiunta con la Reggina post-Calciopoli
2 - La guida del Napoli dei tre tenori (Hamsik-Lavezzi-Cavani)

Gia che ci siamo #piglElPocho
3 - La capacità di lamentarsi di cose impensabili quali intensità del vento o una colorazione di capelli degli avversari troppo appariscente.
Ovviamente non credo si sia mai lamentato proprio di queste due cose nello specifico (ma se andando ad indagare mi rendessi conto che invece è successo, credo non rimarrei troppo sorpreso).
Ad ogni modo, il vero grande merito di Walter Mazzarri è aver scelto Andrea Ranocchia come capitano della sua Inter, motivo per cui meriterebbe di essere considerato il miglior allenatore della storia.
Poi certo, l'ho odiato per Zanetti e ciò mi ha portato a sviluppare verso di lui un rapporto amore-odio che non vorrei approfondire più di tanto perché siamo interisti e a spiegarci su ste robe non ci facciamo una gran figura a livello logico quindi shhhh

Il momento più difficile

Goodbye my Froggy 4 Ranocchiate

I più grandi fra voi sicuramente ricorderanno il momento più complicato della carriera del nostro Froggy: dopo una carriera in continua ascesa, qualcosa incomincia a non andare più come prima.
Andrea, insieme ad altri membri della squadra, viene bersagliato dalle critiche dei tifosi.
San Siro e l'Inter sembrano sempre più allontanarsi da quel porto sicuro che erano stati fino a quel momento, cosa che lo porterà anche a provare una esperienza in un'altra squadra di Serie A prima (la Sampdoria) e all'estero poi con l'Hull City, avventura per cui scrissi una lettera di in bocca al lupo, tra l'altro uno dei miei primissimi articoli per questa pagina

La consacrazione di Matrix

Goodbye my Froggy 5 Ranocchiate
"Quali consigli? C'è poco da dirgli, sta dimostrando quello che sa fare, sta rispondendo sul campo, questa è la risposta migliore che possa dare. Conosco le sue qualità, non le ho mai messe in dubbio, e lui adesso sta rispondendo a chi l'ha denigrato".
 Ma cosa manca a Ranocchia che invece Materazzi aveva? "Un po' della sua cattiveria, Marco me lo dice sempre...".

"No, tu te ne devi andare!"

Goodbye my Froggy 6 Ranocchiate

Esistono momenti nella vita in cui si crea un vero e proprio spartiacque: Andrea, dopo le difficoltà dichiarate con molta umiltà persino ai giornali, sta lavorando per recuperare la versione migliore di sé stesso.
Ed è proprio dopo i due prestiti secchi che l'incantesimo sembra spezzarsi definitivamente.
Siamo nel 2017 a Riscone di Brunico: dopo uno degli anni più travagliati della recente storia interista, caratterizzato dalla presenza di 4 allenatori (Mancini, De Boer, Vecchi, Pioli) in 5 diversi momenti della stagione, alla guida dell'Inter in vista della nuova stagione c'è Luciano Spalletti, uno che in quanto a comunicazione (e non solo) potrebbe fare scuola a tanti suoi colleghi.
Durante il ritiro, un tifoso urla a gran voce contro Ranocchia "Te ne devi andare!": Spalletti sente tutto, va verso il tifoso e invita lui ad andarsene, raccogliendo l'apprezzamento di tutti gli altri tifosi presenti (e le successive scuse del tifoso rivoltoso)
Non posso sapere cosa sia passato nella mente di Andrea in quel momento, ma guardando a come è proseguita successivamente la sua carriera, probabilmente sarà stato un pensiero al gusto catarsi.

Il festeggiamento post scudetto

Goodbye my Froggy 7 Ranocchiate

La rovesciata Panini

Goodbye my Froggy 8 Ranocchiate

Il primo trofeo

Goodbye my Froggy 9 Ranocchiate
In ordine sparso: Giampaolo Pazzini, un difensore che ha scritto la storia dell'Inter e Cordoba

Gli ultimi trofei nerazzurri

Goodbye my Froggy 10 Ranocchiate

RanoCotoletta di compleanno

Quella sua domanda equivoca ft. Padelli

RANOCCHIATE PRESENTS BEST COLLABS EVER: MARCELO BROZOVIC FT ANDREA RANOCCHIA

Goodbye my Froggy 11 Ranocchiate

La nostra richiesta di auguri per il compleanno di Frog

Goodbye my Froggy 12 Ranocchiate

La vendetta è un piatto che va servito sui social

Last, but not Least

ANDREA RANOCCHIA FT. RANOCCHIATE

La prefazione del libro scudetto

Galeotto fu l'amore su Inter TV

La maglia autografata

Goodbye my Froggy 13 Ranocchiate

Dulcis in fundo, ecco la perfetta rappresentazione della straordinaria umanità del nostro Andrea: quella che vedete in foto è la mia maglia, arrivatami a casa con tanto di dedica (e di rischio infarto per la gioia).
La sua generosità non si è (ovviamente) fermata solo a me, ma a tutti coloro che (in quel momento) facevano parte dello staff di questa pagina.
La custodisco come una reliquia: un po' perché è l'unica maglia autografata che ho, un po' perché rientrerà per sempre nei ricordi tangibili di questa fantastica avventura chiamata Ranocchiate, ma soprattutto perché è la maglia di chi, oltre al talento, per questa maglia ci ha messo tutto l'impegno e il cuore che aveva.

E qui si conclude questa piccola ma (speriamo) rappresentativa carrellata su Andrea Ranocchia.
Capitano, è facile affermare che tu sia cresciuto e maturato con i nostri colori addosso, ma la tua è stata un'influenza talmente forte e significativa che anche noi, umili tifosi, siamo riusciti a crescere e maturare insieme a te.
Socrate (non il medico-calciatore brasiliano, ma l'onnipresente riferimento di quelli che hanno condotto studi di stampo umanistico) diceva che "Cadere non è un fallimento. Fallimento è rimanere là dove si è caduti" e tu, tutto ciò, ce lo hai fattualmente dimostrato ogni giorno della tua carriera.
In bocca al lupo, Andrea.
Ci rivedremo presto in campo.

Goodbye my Froggy

Cari amici di Ranocchiate, non so più come si scrive.
Sento già i più simpatici fra voi rispondere "Ma perché, lo hai mai saputo fare? EHEHEHEHEHEH"
No, ipotetica piccola medusa attaccata ai miei penduli.
Non è quello il punto.
Prima però di chiarire quale sia, sento il bisogno di sfogare un po' di orrori per rimettermi in pari:

  • Che io conosci
  • Dove hai stato?
  • Se non sai le cose non le dovrebbi dire
  • Tonali > Barella

Ok dovrei esserci.
Mi scuso con i più sensibili fra voi, so di esserci andato giù pesante, ma l'argomento in questione merita una pulizia mentale degna del nostro ultimo momento di spensieratezza (la nostra nascita, ovviamente):
FROGGY CI HA LASCIATO.
Si lo so, è accaduto da un bel po', ma spero capiate che per poter scrivere è necessario non rompere tastiere su tastiere lacrimando come fossimo protagonisti di una soap-opera, motivo per cui abbiamo avuto bisogno di un po' di tempo: oltretutto abbiamo sperato in una dichiarazione a sorpresa del tipo "AHAHAHHAH SCHERZONEEEEE CI SIETE CASCATIIII" fino all'ultimo.
*piccola pausa del non piangere, sii forte*
Avevamo già provato a metabolizzare a caldo questa possibilità, senza però nascondere la speranza che la parola "Fine", sebbene sembrasse già scritta, potesse essere rimandata di un altro po': si sa, quando l'amore è il collante che ci unisce in una relazione con gli altri, non si è mai realmente pronti a salutarsi.
Ma come dice un grande adagio in voga fra i tredicenni più vissuti nel mondo del webbe "Non piangere perché è finita, sii felice perché è accaduto", quindi noi… *singhiozzo pesantissimo quasi come colpo di tosse*…vogliamo essere felici per questa *singhiozzissimo* avventura di Frog e ripercorrere insieme i momenti più belli vissuti insieme al nostro Andrea *scoppia in un pianto tanto forte quanto imbarazzante*
Prego regia, possiamo pure partire con la nostra raccolta studiata ed ordinata con il solito meticoloso membro di segugio.

Lo sbarco

Goodbye my Froggy 14 Ranocchiate

Date importanti da ricordare:

  • La vostra data di nascita
  • Un evento extracalcistico fondamentale nella vostra vita (uno, non di più)
  • 22 maggio 2010
  • 3 Gennaio 2011

E non venite a parlarmi di anniversarsi, compleanni di morose, mamme zii cugini o quel che sia perché già vi ho concesso una data extracalcistica oltre la vostra venuta al mondo, se non utilizzate i reminder di Facebook come le persone normali non è colpa mia

Il salvataggio sulla linea contro il Bayern

Goodbye my Froggy 15 Ranocchiate

Ovvero, il momento in cui Froggy decise di manifestarsi davanti a noi in tutta la sua magnificenza: questo era un punto che non vedevo l'ora di nominare perché lo avrete visto almeno mille volte.
Non è così? Beh, sapete cosa fare per le prossime 24 ore.

La fascia di Capitano

Goodbye my Froggy 16 Ranocchiate

Ricordate Walter Mazzarri?
Per i meno informati fra i nostri lettori, Walterone Mazzarri per i più è passato alla storia per tre grandi motivi:
1 - L'eroica salvezza raggiunta con la Reggina post-Calciopoli
2 - La guida del Napoli dei tre tenori (Hamsik-Lavezzi-Cavani)

Gia che ci siamo #piglElPocho
3 - La capacità di lamentarsi di cose impensabili quali intensità del vento o una colorazione di capelli degli avversari troppo appariscente.
Ovviamente non credo si sia mai lamentato proprio di queste due cose nello specifico (ma se andando ad indagare mi rendessi conto che invece è successo, credo non rimarrei troppo sorpreso).
Ad ogni modo, il vero grande merito di Walter Mazzarri è aver scelto Andrea Ranocchia come capitano della sua Inter, motivo per cui meriterebbe di essere considerato il miglior allenatore della storia.
Poi certo, l'ho odiato per Zanetti e ciò mi ha portato a sviluppare verso di lui un rapporto amore-odio che non vorrei approfondire più di tanto perché siamo interisti e a spiegarci su ste robe non ci facciamo una gran figura a livello logico quindi shhhh

Il momento più difficile

Goodbye my Froggy 17 Ranocchiate

I più grandi fra voi sicuramente ricorderanno il momento più complicato della carriera del nostro Froggy: dopo una carriera in continua ascesa, qualcosa incomincia a non andare più come prima.
Andrea, insieme ad altri membri della squadra, viene bersagliato dalle critiche dei tifosi.
San Siro e l'Inter sembrano sempre più allontanarsi da quel porto sicuro che erano stati fino a quel momento, cosa che lo porterà anche a provare una esperienza in un'altra squadra di Serie A prima (la Sampdoria) e all'estero poi con l'Hull City, avventura per cui scrissi una lettera di in bocca al lupo, tra l'altro uno dei miei primissimi articoli per questa pagina

La consacrazione di Matrix

Goodbye my Froggy 18 Ranocchiate
"Quali consigli? C'è poco da dirgli, sta dimostrando quello che sa fare, sta rispondendo sul campo, questa è la risposta migliore che possa dare. Conosco le sue qualità, non le ho mai messe in dubbio, e lui adesso sta rispondendo a chi l'ha denigrato".
 Ma cosa manca a Ranocchia che invece Materazzi aveva? "Un po' della sua cattiveria, Marco me lo dice sempre...".

"No, tu te ne devi andare!"

Goodbye my Froggy 19 Ranocchiate

Esistono momenti nella vita in cui si crea un vero e proprio spartiacque: Andrea, dopo le difficoltà dichiarate con molta umiltà persino ai giornali, sta lavorando per recuperare la versione migliore di sé stesso.
Ed è proprio dopo i due prestiti secchi che l'incantesimo sembra spezzarsi definitivamente.
Siamo nel 2017 a Riscone di Brunico: dopo uno degli anni più travagliati della recente storia interista, caratterizzato dalla presenza di 4 allenatori (Mancini, De Boer, Vecchi, Pioli) in 5 diversi momenti della stagione, alla guida dell'Inter in vista della nuova stagione c'è Luciano Spalletti, uno che in quanto a comunicazione (e non solo) potrebbe fare scuola a tanti suoi colleghi.
Durante il ritiro, un tifoso urla a gran voce contro Ranocchia "Te ne devi andare!": Spalletti sente tutto, va verso il tifoso e invita lui ad andarsene, raccogliendo l'apprezzamento di tutti gli altri tifosi presenti (e le successive scuse del tifoso rivoltoso)
Non posso sapere cosa sia passato nella mente di Andrea in quel momento, ma guardando a come è proseguita successivamente la sua carriera, probabilmente sarà stato un pensiero al gusto catarsi.

Il festeggiamento post scudetto

Goodbye my Froggy 20 Ranocchiate

La rovesciata Panini

Goodbye my Froggy 21 Ranocchiate

Il primo trofeo

Goodbye my Froggy 22 Ranocchiate
In ordine sparso: Giampaolo Pazzini, un difensore che ha scritto la storia dell'Inter e Cordoba

Gli ultimi trofei nerazzurri

Goodbye my Froggy 23 Ranocchiate

RanoCotoletta di compleanno

Quella sua domanda equivoca ft. Padelli

RANOCCHIATE PRESENTS BEST COLLABS EVER: MARCELO BROZOVIC FT ANDREA RANOCCHIA

Goodbye my Froggy 24 Ranocchiate

La nostra richiesta di auguri per il compleanno di Frog

Goodbye my Froggy 25 Ranocchiate

La vendetta è un piatto che va servito sui social

Last, but not Least

ANDREA RANOCCHIA FT. RANOCCHIATE

La prefazione del libro scudetto

Galeotto fu l'amore su Inter TV

La maglia autografata

Goodbye my Froggy 26 Ranocchiate

Dulcis in fundo, ecco la perfetta rappresentazione della straordinaria umanità del nostro Andrea: quella che vedete in foto è la mia maglia, arrivatami a casa con tanto di dedica (e di rischio infarto per la gioia).
La sua generosità non si è (ovviamente) fermata solo a me, ma a tutti coloro che (in quel momento) facevano parte dello staff di questa pagina.
La custodisco come una reliquia: un po' perché è l'unica maglia autografata che ho, un po' perché rientrerà per sempre nei ricordi tangibili di questa fantastica avventura chiamata Ranocchiate, ma soprattutto perché è la maglia di chi, oltre al talento, per questa maglia ci ha messo tutto l'impegno e il cuore che aveva.

E qui si conclude questa piccola ma (speriamo) rappresentativa carrellata su Andrea Ranocchia.
Capitano, è facile affermare che tu sia cresciuto e maturato con i nostri colori addosso, ma la tua è stata un'influenza talmente forte e significativa che anche noi, umili tifosi, siamo riusciti a crescere e maturare insieme a te.
Socrate (non il medico-calciatore brasiliano, ma l'onnipresente riferimento di quelli che hanno condotto studi di stampo umanistico) diceva che "Cadere non è un fallimento. Fallimento è rimanere là dove si è caduti" e tu, tutto ciò, ce lo hai fattualmente dimostrato ogni giorno della tua carriera.
In bocca al lupo, Andrea.
Ci rivedremo presto in campo.

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

02/10/2022
Inter – Roma, il Pagellone della migliore prestazione stagionale

HANDANOVIC 10 – Quale altro voto potremmo dare al nostro portierone? Resosi conto che quei cattivoni dei tifosi nerazzurri lo prendono in giro per via delle sue parate laser, Samir ha deciso dare il via ad una nuova performance: buttarsi mandandosi la palla in porta.Siamo a livelli altissimi, al punto che pure Fabio Balaso, libero […]

02/10/2022
Inter - Roma, dieci pensieri sempre più brutti post - partita

🤬 - Buongiornissimo e buona domenica con la solita playlist dei brani consigliati oggi, Maestro Bini per Ranocchiate Edition 🤬 - Descrivere la sosta nazionali senza parolacce non è stato un problema, scrivere questi dieci pensieri anche senza parole brutte non so se ce la faccio. 🤬 - La Banter Era I era più dignitosa. 🤬 - Un’ora di […]

01/10/2022
Inter - Roma nel tempo di un caffè bruciato

KRISTJAN ASLLANI TITOLARE SIGNORI Stavo pensando ad una cosa raga, appena il tizio del corto muso ha detto di togliere i titolari a Milan o Inter le due squadre di Milano hanno cominciato ad essere falcidiate da infortuni. Siamo vicini ad Ambra Angiolini, questo qui ci manda tutti in terapia. PRIMO TEMPO 0’ - BigRom […]

01/10/2022
Inter - Roma, il prepartita della resilienza

Cari amici di Ranocchiate, come sono andati questi 2190 giorni di pausa nazionale?Tutto bene? Se la risposta è sì, i miei complimenti: anni ed anni di interismo vi hanno permesso di sbloccare la "modalità distacco" e di godere a pieno del tempo libero fra un evento e l'altro.Se la risposta è no, potreste spiegare ai […]

19/09/2022
Udinese - Inter, il pagellone in sciopero

HANDANOVIC 0 - io non ho visto niente della partita e a quanto pare nemmeno lui SKRI - DE VRIJ - BASTONI 3 - ma il bonus psicologo vale anche per la terapia di gruppo? C’è un cumulativo per famiglie? ACERBI 10 - due mesi passati a pensare a come avrebbe potuto sabotarci dall’interno e […]

18/09/2022
Udinese - Inter, dieci pensieri brutti post - partita

😡 - Ho capito che avremmo perso quando abbiamo segnato dopo quattro minuti su punizione. 😡 - Grazie per questo fine settembre di pausa nazionali, sfottò e replay in loop dei gol presi oggi. 😡 - Non mi posso fidare manco più di Amadeus nella vita per colpa di voi maledetti. 😡 - E quindi il Monza ha vinto […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram