03/02/2017

Good Luck, Andrea!

Caro Andrea ti scrivo, così mi distraggo un po’
un altro prestito secco, questa volta in Inghilterra: almeno, sarà la volta buona che ti potrai allontanare dai troppo forti pregiudizi che ti seguono qui in Italia da qualche anno a questa parte: certo, l’Hull City non sarà proprio il Chelsea, ma credo che per te sia meglio così e, probabilmente, questa cosa tu la sai già.

Sai cosa penso ti abbia sempre accomunato ai tifosi interisti?
La rabbia. La rabbia per le tue prestazioni al di sotto delle aspettative, nel tuo caso la rabbia di non riuscire a dare ciò che senti di poter offrire.

Proviamo con la mente ad estraniarci un momento da una parte della realtà: i soldi investiti, le aspettative su di te e la spietatezza tipica delle tifoserie; noi siamo come te.

Ho sempre cercato di considerare le cose oltre la loro apparenza e, tralasciando la tua carriera da calciatore, ciò che ho sempre visto è un uomo molto professionale, dedito al suo lavoro e con tanta voglia di dimostrare: questo credo possa essere testimoniato dal fatto che tu sia rimasto nella nostra squadra in questi anni, non ridimensionando le tue aspettative andando a “svernare” in squadre di medio bassa classifica; qualcuno potrebbe obiettare che al posto tuo ci starebbero tutta la vita, guadagnando milioni senza nemmeno giocare, ma cerco di non considerare come influente questa considerazione.

Sarà per la visione ottimistica della vita che continuo a mantenere tutt’oggi, sarà perché in tutto ciò che faccio cerco di metterci passione, sarà che senza la passione appunto, non riesco ad immaginare quanto piatta possa essere la mia vita.

Sarà che mi piace mettermi alla prova in determinate circostanze, come hai fatto tu dall’Arezzo fino all’Inter nell’arco della tua carriera, e come stai di nuovo facendo in questo prestito secco all’Hull.

Poco importa se i malpensanti crederanno che la tua sia la giusta occasione per “metterti in vetrina” in attesa di fortune lontane dalla nostra squadra: potrebbero aver ragione ed essere io ad avere torto.

A me piace continuare a pensare che tu possa superare i tuoi limiti e tornare ad essere il difensore che tutti ammiravano al Bari, con i nostri colori addosso.

Una cosa è certa: da oggi in poi seguirò con più curiosità la Premier League, come sono sicuro che faranno un po' tutti i tifosi interisti.
Ma probabilmente, sarà poi che mi sono sempre piaciuti troppo i lieto fine…

Good Luck, Andrea!

Caro Andrea ti scrivo, così mi distraggo un po’
un altro prestito secco, questa volta in Inghilterra: almeno, sarà la volta buona che ti potrai allontanare dai troppo forti pregiudizi che ti seguono qui in Italia da qualche anno a questa parte: certo, l’Hull City non sarà proprio il Chelsea, ma credo che per te sia meglio così e, probabilmente, questa cosa tu la sai già.

Sai cosa penso ti abbia sempre accomunato ai tifosi interisti?
La rabbia. La rabbia per le tue prestazioni al di sotto delle aspettative, nel tuo caso la rabbia di non riuscire a dare ciò che senti di poter offrire.

Proviamo con la mente ad estraniarci un momento da una parte della realtà: i soldi investiti, le aspettative su di te e la spietatezza tipica delle tifoserie; noi siamo come te.

Ho sempre cercato di considerare le cose oltre la loro apparenza e, tralasciando la tua carriera da calciatore, ciò che ho sempre visto è un uomo molto professionale, dedito al suo lavoro e con tanta voglia di dimostrare: questo credo possa essere testimoniato dal fatto che tu sia rimasto nella nostra squadra in questi anni, non ridimensionando le tue aspettative andando a “svernare” in squadre di medio bassa classifica; qualcuno potrebbe obiettare che al posto tuo ci starebbero tutta la vita, guadagnando milioni senza nemmeno giocare, ma cerco di non considerare come influente questa considerazione.

Sarà per la visione ottimistica della vita che continuo a mantenere tutt’oggi, sarà perché in tutto ciò che faccio cerco di metterci passione, sarà che senza la passione appunto, non riesco ad immaginare quanto piatta possa essere la mia vita.

Sarà che mi piace mettermi alla prova in determinate circostanze, come hai fatto tu dall’Arezzo fino all’Inter nell’arco della tua carriera, e come stai di nuovo facendo in questo prestito secco all’Hull.

Poco importa se i malpensanti crederanno che la tua sia la giusta occasione per “metterti in vetrina” in attesa di fortune lontane dalla nostra squadra: potrebbero aver ragione ed essere io ad avere torto.

A me piace continuare a pensare che tu possa superare i tuoi limiti e tornare ad essere il difensore che tutti ammiravano al Bari, con i nostri colori addosso.

Una cosa è certa: da oggi in poi seguirò con più curiosità la Premier League, come sono sicuro che faranno un po' tutti i tifosi interisti.
Ma probabilmente, sarà poi che mi sono sempre piaciuti troppo i lieto fine…

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

04/10/2022
Inter – Barcelona, 4 chiacchiere prepartita con il mister del futuro

Vivere ad Appiano ultimamente è come starnutire a Wuhan a gennaio 2020: ti guardano tutti male.Lauti e Correa non sono più liberi di fare un asado come ai vecchi tempi, Barella passa il tempo a litigare con sè stesso, Brozo sbuffa e sbraccia anche dal divano di casa. In questo clima di serenità, la dirigenza […]

02/10/2022
Inter – Roma, il Pagellone della migliore prestazione stagionale

HANDANOVIC 10 – Quale altro voto potremmo dare al nostro portierone? Resosi conto che quei cattivoni dei tifosi nerazzurri lo prendono in giro per via delle sue parate laser, Samir ha deciso dare il via ad una nuova performance: buttarsi mandandosi la palla in porta.Siamo a livelli altissimi, al punto che pure Fabio Balaso, libero […]

02/10/2022
Inter - Roma, dieci pensieri sempre più brutti post - partita

🤬 - Buongiornissimo e buona domenica con la solita playlist dei brani consigliati oggi, Maestro Bini per Ranocchiate Edition 🤬 - Descrivere la sosta nazionali senza parolacce non è stato un problema, scrivere questi dieci pensieri anche senza parole brutte non so se ce la faccio. 🤬 - La Banter Era I era più dignitosa. 🤬 - Un’ora di […]

01/10/2022
Inter - Roma nel tempo di un caffè bruciato

KRISTJAN ASLLANI TITOLARE SIGNORI Stavo pensando ad una cosa raga, appena il tizio del corto muso ha detto di togliere i titolari a Milan o Inter le due squadre di Milano hanno cominciato ad essere falcidiate da infortuni. Siamo vicini ad Ambra Angiolini, questo qui ci manda tutti in terapia. PRIMO TEMPO 0’ - BigRom […]

01/10/2022
Inter - Roma, il prepartita della resilienza

Cari amici di Ranocchiate, come sono andati questi 2190 giorni di pausa nazionale?Tutto bene? Se la risposta è sì, i miei complimenti: anni ed anni di interismo vi hanno permesso di sbloccare la "modalità distacco" e di godere a pieno del tempo libero fra un evento e l'altro.Se la risposta è no, potreste spiegare ai […]

19/09/2022
Udinese - Inter, il pagellone in sciopero

HANDANOVIC 0 - io non ho visto niente della partita e a quanto pare nemmeno lui SKRI - DE VRIJ - BASTONI 3 - ma il bonus psicologo vale anche per la terapia di gruppo? C’è un cumulativo per famiglie? ACERBI 10 - due mesi passati a pensare a come avrebbe potuto sabotarci dall’interno e […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram