05/04/2018

Questione di occasioni

Cari amici di Ranocchiate, dire che sono incazzato è decisamente l'eufemismo dell'anno.
Un pareggio in un derby ci può certamente stare, ma guardando alla partita di ieri questo punto ci sta decisamente stretto.

Era LA partita di cartello di giornata, di quella maledetta giornata rimandata per via della tragica scomparsa di Astori: incredibile quanto siano cambiate le cose nel giro di un mese, considerato che appunto il mese scorso noi eravamo in balia di una crisi di cui non si vedeva la fine, mentre i nostri poco amati cugini avevano ingranato la quarta, fra Europa League e Campionato; ieri, invece, gli scenari erano completamente ribaltati, considerato che il Milan ha affrontato non poche disfatte in questi 30 giorni, mentre noi siamo riusciti a far tornare il sereno, recuperando quasi totalmente la fiducia nei nostri mesi.

Una cosa non è cambiata: un mese fa come ieri, si giocava per 3 punti importantissimi per le speranze europee.

Sono scesi in campo i soliti 11 visti nelle ultime uscite: squadra che vince non si cambia è da sempre un principio molto apprezzato dal buon Luciano.

Pronti,via e siamo subito su dei ritmi tambureggianti: una lotta su tutti i palloni a centrocampo, con le squadre che fanno fatica a rendersi pericolose ma che danno la sensazione di poterne fare anche 3 per parte.
Prima Handanovic si candida alla santità con un intervento mostruoso su colpo di testa di Bonucci e poi, sul finire del primo tempo, Candreva inventa un assist geniale per Icardi che la mette dentro senza alcun problema; sembra poter essere la svolta, ma la punta della scarpa di Icardi si trova in fuorigioco al momento del passaggio.

 

Punto e a capo quindi, aver sprecato un'occasione del genere fa però tanta rabbia.
Ci si sente abbastanza ebeti ad esultare per un gol che finisce poi per essere annullato, ma ho compensato con le imprecazioni (come probabilmente tutti voi).

Il gol annullato mi ha fatto salire ancor di più l'ansia, perché a quanto pare quella non è mai abbastanza. Evviva.

Poi, nel secondo tempo, momento revival: Rafinha inventa per Candreva, Candreva la mette in mezzo per Icardi, ma l'arbitro fischia il fuorigico.
Che poi ero talmente incazzato per il fuorigioco inesistente che non mi sono nemmeno reso conto che Icardi l'avesse mandata fuori. Tutto molto bene

Da lì in poi una serie di occasioni da una parte e dall'altra, e proprio all'ultima occasione disponibile, Cancelo riesce a far filtrare un ottimo passaggio per Mauro che, a porta vuota, arriva male sulla palla e la spedisce a lato.

Sono rimasto fermo con la mano ed il busto protesi in avanti pronto per esultare, ma ghiacciato da quanto avevo visto, per buoni 3 minuti.

Avremmo decisamente potuto ottenere di più, è fuor di dubbio, ma al di là della prestazione, alcune volte gira ed alcune volte no, purtroppo.

Note liete di ieri:
Brozovic nel nuovo ruolo di regista arretrato sembra aver trovato la giusta continuità, ieri quasi ogni suo lancio era millimetrico, ogni copertura sempre decisiva.
Cancelo ha faticato difensivamente in alcune fasi, ma un terzino come lui va riscattato e blindato il prima possibile

Sul finire, permettetemi di citare l'onestà sempre disarmante del mio corregionale Ringhio, che ha ammesso senza alcuna remora che avremmo meritato certamente di più, alla faccia delle dichiarazioni di rito post-partita.

E' andata così, meglio un punto che nulla in mano certamente.
Ma da adesso in poi non possiamo più permetterci errori se vogliamo arrivare in Champion's.

Sono rimaste 8 finali da giocare al meglio ed ho una tremenda voglia di rivedere i nostri in campo contro le migliori d'Europa. Possiamo farcela.

Questione di occasioni

Cari amici di Ranocchiate, dire che sono incazzato è decisamente l'eufemismo dell'anno.
Un pareggio in un derby ci può certamente stare, ma guardando alla partita di ieri questo punto ci sta decisamente stretto.

Era LA partita di cartello di giornata, di quella maledetta giornata rimandata per via della tragica scomparsa di Astori: incredibile quanto siano cambiate le cose nel giro di un mese, considerato che appunto il mese scorso noi eravamo in balia di una crisi di cui non si vedeva la fine, mentre i nostri poco amati cugini avevano ingranato la quarta, fra Europa League e Campionato; ieri, invece, gli scenari erano completamente ribaltati, considerato che il Milan ha affrontato non poche disfatte in questi 30 giorni, mentre noi siamo riusciti a far tornare il sereno, recuperando quasi totalmente la fiducia nei nostri mesi.

Una cosa non è cambiata: un mese fa come ieri, si giocava per 3 punti importantissimi per le speranze europee.

Sono scesi in campo i soliti 11 visti nelle ultime uscite: squadra che vince non si cambia è da sempre un principio molto apprezzato dal buon Luciano.

Pronti,via e siamo subito su dei ritmi tambureggianti: una lotta su tutti i palloni a centrocampo, con le squadre che fanno fatica a rendersi pericolose ma che danno la sensazione di poterne fare anche 3 per parte.
Prima Handanovic si candida alla santità con un intervento mostruoso su colpo di testa di Bonucci e poi, sul finire del primo tempo, Candreva inventa un assist geniale per Icardi che la mette dentro senza alcun problema; sembra poter essere la svolta, ma la punta della scarpa di Icardi si trova in fuorigioco al momento del passaggio.

 

Punto e a capo quindi, aver sprecato un'occasione del genere fa però tanta rabbia.
Ci si sente abbastanza ebeti ad esultare per un gol che finisce poi per essere annullato, ma ho compensato con le imprecazioni (come probabilmente tutti voi).

Il gol annullato mi ha fatto salire ancor di più l'ansia, perché a quanto pare quella non è mai abbastanza. Evviva.

Poi, nel secondo tempo, momento revival: Rafinha inventa per Candreva, Candreva la mette in mezzo per Icardi, ma l'arbitro fischia il fuorigico.
Che poi ero talmente incazzato per il fuorigioco inesistente che non mi sono nemmeno reso conto che Icardi l'avesse mandata fuori. Tutto molto bene

Da lì in poi una serie di occasioni da una parte e dall'altra, e proprio all'ultima occasione disponibile, Cancelo riesce a far filtrare un ottimo passaggio per Mauro che, a porta vuota, arriva male sulla palla e la spedisce a lato.

Sono rimasto fermo con la mano ed il busto protesi in avanti pronto per esultare, ma ghiacciato da quanto avevo visto, per buoni 3 minuti.

Avremmo decisamente potuto ottenere di più, è fuor di dubbio, ma al di là della prestazione, alcune volte gira ed alcune volte no, purtroppo.

Note liete di ieri:
Brozovic nel nuovo ruolo di regista arretrato sembra aver trovato la giusta continuità, ieri quasi ogni suo lancio era millimetrico, ogni copertura sempre decisiva.
Cancelo ha faticato difensivamente in alcune fasi, ma un terzino come lui va riscattato e blindato il prima possibile

Sul finire, permettetemi di citare l'onestà sempre disarmante del mio corregionale Ringhio, che ha ammesso senza alcuna remora che avremmo meritato certamente di più, alla faccia delle dichiarazioni di rito post-partita.

E' andata così, meglio un punto che nulla in mano certamente.
Ma da adesso in poi non possiamo più permetterci errori se vogliamo arrivare in Champion's.

Sono rimaste 8 finali da giocare al meglio ed ho una tremenda voglia di rivedere i nostri in campo contro le migliori d'Europa. Possiamo farcela.

Notizie flash

Ultimi articoli

03/05/2021
Crotone - Inter, il pagellone dei Campioni d'Italia

HANDA 7: Accendo in ritardo la partita e me lo ritrovo che si lancia ad anticipare un avversario del Crotone come fosse il superman de no altri. Col passare dei minuti il Crotone non si vede più dalle sue parti e può dedicarsi al suo passatempo preferito: la lettura del capolavoro "100 portieri meno #bdun […]

02/05/2021
Crotone - Inter, dieci pensieri post-partita

10 - Mille sfumature di Christian Eriksen per cominciare bene questi dieci pensieri e benedire la vostra giornata. 9 - I pali delle porte entrano di diritto nella top 3 della lista delle cose che odio di più al mondo. 8 - EEEEEE SE NEEE VAAAAAAAAAA LA CAPOLISTA SE NE VAAAAAAAAAAA LA CAPOLISTA SE NE […]

01/05/2021
Crotone - Inter nel tempo di un peperoncino danese

Considerazioni pre partita a caldo: 1) Una volta ci cantavano "avete solo la nebbia". Ora c'è la nebbia pure a Crotone… È proprio vero che chi disprezza ama. 2) Loro hanno Rino Gaetano come inno e noi Povia. Piango assai. Primo tempo 1’ - Ma, che, davvero? Sensi.Titolare. Sono confuso. 3’ - Tutto molto confondente. […]

01/05/2021
Crotone - Inter, 10 cose che ci fanno ben sperare

Siamo interisti e stiamo per vincere uno Scudetto dopo undici anni. AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA QUESTO PAZZO COGLI*NE COSA STA DICENDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO????? FERMATELOOOOO!!! NON FATELO ANDARE AVANTI!! Dai ragazz*. Non fate come lo Zio Beppe! Vi capisco, ne abbiamo viste di cotte e di crude nella nostra storia nerazzurra e ammetto di essere anch'io uno di quelli che finché […]

29/04/2021
I dolori del giovane Brozo: Moja voljena Hvratska!

Tuto komincia 29 anni fa.Ero epico spermatozoo hvratski nato per kaso: tuti brati morti e durante giro mensijle io ritrovato in pancia mamma Brozo.All'inizio tuto bello: mangijo e dormo. Dormo e mangijo. Poi quando nato cambija tuto: noi bambini Hvratska diversi da bambini qui Italia. Lí se non parli in mesetto dicono tu rotto. Ricordo […]

26/04/2021
Inter - Hellas Verona, il pagellone della santa trinità

HANDA 10: Ci ha preso gusto. Da vero capitano, si innalza a difesa dell'interismo vecchia scuola anche a costo di rovinarsi la carriera: ecco perché aspetta che la palla ricada con la stessa sicurezza con cui aspetto il prossimo disastro ferroviario che mi complicherà la vita.Lui lo fa per noi. Credo.È bello incominciare a urlare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram