11/04/2020

Milan-Inter il pagellone dell' eDerby

HANDANOVIC 6: Possiamo immaginare il suo entusiasmo per il mondo dei videogiochi, figuriamoci quando scoprirà che ha preso gol da Rafael Leao. Ai suoi tempi non ci si perdeva in simili frivolezze.

D'AMBROSIO 6: La leggenda dice che se provi a mettere un altro giocatore titolare al suo posto, si fonde immediatamente la play

DE VRIJ 4: là dietro è la sagra del liscio, soffre il gioco aggressivo del Milan e la tattica sbilanciata di mister Esposito. Ma dopotutto si vedeva che era nervosissimo e quasi in lacrime quindi si può capire. Esposito eh, non De Vrij.

SKRINIAR 4: Tenta un paio di cavalcate kamikaze alla Lucio perdendo palloni velenosissimi. Purtroppo non siamo abbastanza convincenti nei tackle, con il Milan che invece una le falciate tattiche per spezzare il ritmo, le azioni, e magari anche qualche gamba.

CANDREVA 4: Schierarlo terzino sinistro è la mossa più azzardata della partita. Si sa che a volte il confine tra follia e genio è molto sottile. Almeno ci siamo tolti il dubbio con questa simulazione e non dovremo sperimentare nella realtà. Purtroppo il problema principale è che il suo alter ego di pes ha ancora la barba, per questo gioca così.

BROZOVIC 5.5: Deve esserci per forza qualche conto in sospeso tra lui e Seba altrimenti non si spiega perché non gli faccia MAI battere una punizione come si deve e lo costringa sempre all'assist anziché al tiro

VECINO 6: Riesce a giocare titolare e a panchinare Eriksen anche qui. E noi continuiamo a essere sorpresi ogni volta. Forse c'è davvero qualcosa di cui non siamo al corrente.

BARELLA 6: Non sfigura contro un centrocampo composto da Kessie, Castillejo e Bennacer. Meno male perché sarebbe stato umiliante, anche in una partita finta.

ESPOSITO 4: Nettamente il peggiore in campo, si schiera titolare contro ogni legge metafisica della Mittanza. Subisce la pressione di dover dimostrare a tutti i costi di essere all'altezza, sbagliando alcune cose facili e peccando spesso di egoismo

LUKAKU 9: Vero dominatore della partita, stravince ogni duello fisico, segna il gol della merda con un agghiaggiandissimo palo-gol, e dedica il gol al suo idolo, l'imperatore Adriano. Sicuramente la pagina più bella di questo eDerby

LAUTARO 8: Nonostante le voci che lo vogliano al XxXTommyBarcaXxX, squadra online di un certo Tommaso di 12 anni di San Benedetto del Tronto, il Toro rimane concentratissimo e si toglie anche lo sfizio dell'illusorio gol del 2-1

ERIKSEN 8: ormai vero personaggio tragicomico dell'anno, viene panchinato da un 2002 e entra in campo per l'ultimo assalto finale di ben otto secondi. Bene così. Comunque più del periodo effettivamente trascorso in campo quest'anno

SANCHEZ 6.5: Esposito in mondovisione inizia a sudare freddo e ad innervorsi. Mette in pausa il gioco e pensa a qualche sostituzione, ci pensa per un bel po' ma alla fine deve auto sostituirsi e far entrare Sanchez. Sicuramente un momento umiliante per il nostro Mittino, ma questo è quello che succede quando provi a ribaltare le regole dell'universo. Doveva partire dalla panchina, auto mittarsi, e avremmo stravinto sicuramente.

Comunque è stata una bella partita, un esperimento riuscito. O forse siamo così annoiati che ci guarderemmo anche una partita a briscola tra Borja Valero e Pepe Reina.

Hey Inter se volete organizzarla noi ve l'abbiamo buttata lì…

Milan-Inter il pagellone dell' eDerby

HANDANOVIC 6: Possiamo immaginare il suo entusiasmo per il mondo dei videogiochi, figuriamoci quando scoprirà che ha preso gol da Rafael Leao. Ai suoi tempi non ci si perdeva in simili frivolezze.

D'AMBROSIO 6: La leggenda dice che se provi a mettere un altro giocatore titolare al suo posto, si fonde immediatamente la play

DE VRIJ 4: là dietro è la sagra del liscio, soffre il gioco aggressivo del Milan e la tattica sbilanciata di mister Esposito. Ma dopotutto si vedeva che era nervosissimo e quasi in lacrime quindi si può capire. Esposito eh, non De Vrij.

SKRINIAR 4: Tenta un paio di cavalcate kamikaze alla Lucio perdendo palloni velenosissimi. Purtroppo non siamo abbastanza convincenti nei tackle, con il Milan che invece una le falciate tattiche per spezzare il ritmo, le azioni, e magari anche qualche gamba.

CANDREVA 4: Schierarlo terzino sinistro è la mossa più azzardata della partita. Si sa che a volte il confine tra follia e genio è molto sottile. Almeno ci siamo tolti il dubbio con questa simulazione e non dovremo sperimentare nella realtà. Purtroppo il problema principale è che il suo alter ego di pes ha ancora la barba, per questo gioca così.

BROZOVIC 5.5: Deve esserci per forza qualche conto in sospeso tra lui e Seba altrimenti non si spiega perché non gli faccia MAI battere una punizione come si deve e lo costringa sempre all'assist anziché al tiro

VECINO 6: Riesce a giocare titolare e a panchinare Eriksen anche qui. E noi continuiamo a essere sorpresi ogni volta. Forse c'è davvero qualcosa di cui non siamo al corrente.

BARELLA 6: Non sfigura contro un centrocampo composto da Kessie, Castillejo e Bennacer. Meno male perché sarebbe stato umiliante, anche in una partita finta.

ESPOSITO 4: Nettamente il peggiore in campo, si schiera titolare contro ogni legge metafisica della Mittanza. Subisce la pressione di dover dimostrare a tutti i costi di essere all'altezza, sbagliando alcune cose facili e peccando spesso di egoismo

LUKAKU 9: Vero dominatore della partita, stravince ogni duello fisico, segna il gol della merda con un agghiaggiandissimo palo-gol, e dedica il gol al suo idolo, l'imperatore Adriano. Sicuramente la pagina più bella di questo eDerby

LAUTARO 8: Nonostante le voci che lo vogliano al XxXTommyBarcaXxX, squadra online di un certo Tommaso di 12 anni di San Benedetto del Tronto, il Toro rimane concentratissimo e si toglie anche lo sfizio dell'illusorio gol del 2-1

ERIKSEN 8: ormai vero personaggio tragicomico dell'anno, viene panchinato da un 2002 e entra in campo per l'ultimo assalto finale di ben otto secondi. Bene così. Comunque più del periodo effettivamente trascorso in campo quest'anno

SANCHEZ 6.5: Esposito in mondovisione inizia a sudare freddo e ad innervorsi. Mette in pausa il gioco e pensa a qualche sostituzione, ci pensa per un bel po' ma alla fine deve auto sostituirsi e far entrare Sanchez. Sicuramente un momento umiliante per il nostro Mittino, ma questo è quello che succede quando provi a ribaltare le regole dell'universo. Doveva partire dalla panchina, auto mittarsi, e avremmo stravinto sicuramente.

Comunque è stata una bella partita, un esperimento riuscito. O forse siamo così annoiati che ci guarderemmo anche una partita a briscola tra Borja Valero e Pepe Reina.

Hey Inter se volete organizzarla noi ve l'abbiamo buttata lì…

Notizie flash

Ultimi articoli

28/02/2021
Inter - Genoa, dieci pensieri post-partita

10 - Premessa: non ho potuto vedere proprio tutta tutta la partita, ma ho letto il caffè, quindi ho l'autorizzazione a scrivere questo post. 9 - Eriksen ormai titolare fisso mi destabilizza, se poi me lo fa giocare pure per tutta la partita crollano tutte le mie certezze.Ma godo. 8 - Invia anche tu un […]

28/02/2021
Inter - Genoa nel tempo di un caffè a tinte bianconere

Ho un brutto presentimento.Giocare contro questo Genoa, dopo il passo falso della Juve. Non c’è niente di buono. In più ieri ha pure segnato Karamoh.Nuvole oscure ci attendono all’orizzonte. Mi manchi Yann. Primo tempo 1’ - NON CI CREDO LUKAKONEEEEEEE Progressione infinita sul lancio di Bastoni e punisce Perin senza pietà. 3’ - Che noia […]

28/02/2021
Inter - Genoa: 3 motivi per non perderti questa partita

Premessa: diamo a Cesare quel che è di Cesare. Il nostro allenatore – che è una pesantezza di uomo – già alle 17.15 di domenica scorsa diceva di essere concentrato solo sulla prossima partita, e alle 9 di lunedì mattina faceva già sputare fuoco a Vidal facendolo allenare con Zanetti. Ecco, ringraziamo il fatto che […]

22/02/2021
Milan - Inter, il pagellone che non ci si crede

HANDA 52: EUREKA! IL LASER FUNZIONA!Non esistono altre possibili spiegazioni al fatto che il tiro di Theo Hernandez non sia entrato: giuro, finché non è ripreso il gioco avrei giurato di essere stato vittima di un allucinazione.E invece no.E' TUTTO VERO.Poi però non gli basta e decide di fare 3 parate che valgono 3 gol […]

21/02/2021
Milan-Inter, dieci pensieri post-derby

10 - Buonasera buonasera buonasera buonasera, sono un'interista, sono a digiuno, e tra le 15 e le 17 circa sono morta e risorta un centinaio di volte, sono capolista e serenamente godo. 9 - MADOOOOOOOOO SIAMO PRIMI GRAZIE A UN DERBY CON TRE GOL RIFILATI AL MILAN IO GODISSIMO E SE NEEE VAAAAAAAA 8 - […]

21/02/2021
Il Derby nel tempo di tre schiaffi in faccia

Primo tempo 1’ - E niente sono già deluso. Ho aspettato invano lo scambio di strette di mano tra Lukaku e Ibra con possibile improvvisazione in scazzottata / la più bella royal rumble mai vista. E invece niente strette di mano e niente. Triste. 4’ - LA LULA COLPISCE ANCORAAAAAAAAAAAAAAAA Perché Romelu?Perché?Perché continui ad attentare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram