13/10/2021

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale

Voglio fare una premessa doverosa: questa rubrica NON nasce per prendere in giro la situazione del nostro Sensolino e mi impegnerò a evitare che questo possa minimamente trasparire. Credo che per ora l'unico modo per rendere "utile" questo triste e sfortunato elenco di infortuni sia cercare di spiegare in modo semplice le strutture del nostro corpo per scoprirne l'importanza. Potrò dirmi soddisfatto solo nel momento in cui non sarà più necessario scrivere altri articoli in merito, perché saremo troppo impegnati a guardare gli highlights dei nuovi meravigliosi gesti tecnici che ci regalerà il nostro numero 12.

Un grosso abbraccio al nostro Stefanino e al suo nuovo algoritmo per prevenire gli infortuni.
Oh, se serve qualcuno nella start up per spiegare l’anatomia degli infortuni, fammi un fischio eh!

dR.anocchio

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 1 Ranocchiate
Qui il dR.anocchio che si prepara bene la lezione per evitare di dire castronerie, come quella volta in cui era convinto di aver trovato una lesione allo scinochio di un ex numero 9 dell'Inter.

dR.anocchio, in che parte del corpo si è fatto male questa volta Sensi?

Si tratta del ginocchio, una delle articolazioni più complesse di tutto il corpo. Questa struttura è come un “ingranaggio” che si forma tra le porzioni di femore e tibia adiacenti. Permette i movimenti di flessione ed estensione della gamba rispetto alla coscia. Sono possibili anche movimenti di rotazione esterna ed interna della gamba (sì, come quando Quaresma si preparava per fare la trivela. Che ricordi). Per poter funzionare al meglio, tra le componenti dell’ingranaggio si trovano due cuscinetti per ammortizzare le forze tra le superfici, ovvero i menischi, un lubrificante, il liquido sinoviale, e una struttura che permette di isolare questo delicato ambiente interno, la capsula articolare. Da ultimo, bisogna evitare che le due superfici articolari si allontanino oppure si spostino durante i movimenti o a causa di forza esterne: in entrambi i casi sarebbe a rischio sia la corretta esecuzione del movimento, sia addirittura l’integrità delle strutture. Gli elementi che danno stabilità all’articolazione sono i muscoli della coscia con il loro tono e i loro tendini (stabilità dinamica) e, infine, i legamenti (stabilità statica) grazie alla loro incredibile resistenza

Temo che questa premessa ci tornerà utile in futuro… STAI ATTENTO STEFANINO, TI PREGO.

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 2 Ranocchiate
Ecco un ginocchio sezionato. Si vedono bene le due superfici che si articolano,
i menischi e la capsula articolare che rinchiude tutto, compreso il liquido sinoviale.


dR.anocchio, ma dov’è il legamento collaterale mediale? E a cosa serve? Si mangia?

Questo legamento si trova nella parte interna del ginocchio, teso tra la parte del femore subito sopra l’articolazione e la parte di tibia subito al di sotto. È una struttura molto resistente e non estensibile che svolge la sua funzione quando è in tensione, opponendo una forte resistenza. La sua funzione è quella di rinforzare il lato interno (mediale) del ginocchio ed evitare che l’articolazione perda il suo allineamento quando ci sono spinte eccessive dall’esterno verso l’interno o un movimento eccessivo di rotazione esterna della gamba.

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 3 Ranocchiate
In questa immagine posteriore del ginocchio, il dR.anocchio indica il protagonista
di questa lezione. Si possono vedere anche tutti gli altri legamenti dell'articolazione.

Come mai si lesiona?

In generale, si può parlare di lesione (o più comunemente di distorsione) per qualsiasi danno più o meno esteso ai legamenti del ginocchio. I legamenti si lesionano quando sono sollecitati da una forza maggiore rispetto alla resistenza massima che dovrebbero fornire mentre sono in tensione.
Esempio dinamico: un giocatore (facciamo per esempio Stefano Sensi) ha il piede saldo a terra con la gamba leggermente ruotata verso l’esterno, situazione in cui il legamento si tende per dare stabilità interna e rotatoria, quando poi un avversario lo colpisce sulla parte esterna del ginocchio esercitando una forza diretta verso l’interno. In base alla forza del contrasto, alla tensione e alla resistenza del legamento, ci può essere una lesione che può essere minima, parziale o totale.

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 4 Ranocchiate
Quella volta in cui Mauro Zarate con la sua fedele 28 ha provato a giocare a Football, ma non è andata molto bene...

Quanto è grave?

In base all’estensione della lesione, si individuano 3 tipi di lesioni, che potete osservare nell'immagine sottostante:
- 1° grado: interessamento di poche fibre
- 2° grado: lieve, se interessa meno del 50% delle fibre, grave se interessa più del 50% ma comunque senza una rottura totale del legamento
- 3° grado: rottura totale del legamento

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 5 Ranocchiate
I 3 gradi di lesione legamentosa


Dopo quanto tempo si può tornare a saltellare allegramente?

Per le lesioni di 1° e 2° grado è necessaria una prima fase di riposo con un tutore, a cui poi segue una mobilizzazione precoce per favorire la guarigione. Il ritorno all’attività ad alta intensità va dalle 2 alle 4 settimane, in base anche alle continue rivalutazioni.
Per le lesioni di 3° grado si usano invece dei tutori più robusti e che limitano i movimenti per consentire alle due estremità di ricollegarsi, ma anche in questo caso si consiglia di iniziare appena possibile la mobilizzazione. Il ritorno all'attività avverrà almeno dopo 6 settimane. La soluzione chirurgica viene effettuata solo quando c’è una contemporanea rottura del legamento crociato anteriore: purtroppo questa associazione è più frequente della lesione di 3° grado isolata del legamento collaterale mediale. In questo caso, i tempi di recupero saranno più lunghi, anche in base all'entità della lesione delle altre strutture coinvolte.

Se siete arrivati fino a qui, vi meritate un aperitivo con il vostro compagno di sventure.
Ah tranquilli, oggi non prendo le firme!
Ci vediamo alla prossima lezione!

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 6 Ranocchiate
"Oh, con questa lezione il dR.anocchio ha fatto anche Sensi...bilizzazione sugli infortuni?"
"...ma stai zitto, idiota! Cameriere, un altro Drink che devo dimenticare questa cazzata."

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale

Voglio fare una premessa doverosa: questa rubrica NON nasce per prendere in giro la situazione del nostro Sensolino e mi impegnerò a evitare che questo possa minimamente trasparire. Credo che per ora l'unico modo per rendere "utile" questo triste e sfortunato elenco di infortuni sia cercare di spiegare in modo semplice le strutture del nostro corpo per scoprirne l'importanza. Potrò dirmi soddisfatto solo nel momento in cui non sarà più necessario scrivere altri articoli in merito, perché saremo troppo impegnati a guardare gli highlights dei nuovi meravigliosi gesti tecnici che ci regalerà il nostro numero 12.

Un grosso abbraccio al nostro Stefanino e al suo nuovo algoritmo per prevenire gli infortuni.
Oh, se serve qualcuno nella start up per spiegare l’anatomia degli infortuni, fammi un fischio eh!

dR.anocchio

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 7 Ranocchiate
Qui il dR.anocchio che si prepara bene la lezione per evitare di dire castronerie, come quella volta in cui era convinto di aver trovato una lesione allo scinochio di un ex numero 9 dell'Inter.

dR.anocchio, in che parte del corpo si è fatto male questa volta Sensi?

Si tratta del ginocchio, una delle articolazioni più complesse di tutto il corpo. Questa struttura è come un “ingranaggio” che si forma tra le porzioni di femore e tibia adiacenti. Permette i movimenti di flessione ed estensione della gamba rispetto alla coscia. Sono possibili anche movimenti di rotazione esterna ed interna della gamba (sì, come quando Quaresma si preparava per fare la trivela. Che ricordi). Per poter funzionare al meglio, tra le componenti dell’ingranaggio si trovano due cuscinetti per ammortizzare le forze tra le superfici, ovvero i menischi, un lubrificante, il liquido sinoviale, e una struttura che permette di isolare questo delicato ambiente interno, la capsula articolare. Da ultimo, bisogna evitare che le due superfici articolari si allontanino oppure si spostino durante i movimenti o a causa di forza esterne: in entrambi i casi sarebbe a rischio sia la corretta esecuzione del movimento, sia addirittura l’integrità delle strutture. Gli elementi che danno stabilità all’articolazione sono i muscoli della coscia con il loro tono e i loro tendini (stabilità dinamica) e, infine, i legamenti (stabilità statica) grazie alla loro incredibile resistenza

Temo che questa premessa ci tornerà utile in futuro… STAI ATTENTO STEFANINO, TI PREGO.

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 8 Ranocchiate
Ecco un ginocchio sezionato. Si vedono bene le due superfici che si articolano,
i menischi e la capsula articolare che rinchiude tutto, compreso il liquido sinoviale.


dR.anocchio, ma dov’è il legamento collaterale mediale? E a cosa serve? Si mangia?

Questo legamento si trova nella parte interna del ginocchio, teso tra la parte del femore subito sopra l’articolazione e la parte di tibia subito al di sotto. È una struttura molto resistente e non estensibile che svolge la sua funzione quando è in tensione, opponendo una forte resistenza. La sua funzione è quella di rinforzare il lato interno (mediale) del ginocchio ed evitare che l’articolazione perda il suo allineamento quando ci sono spinte eccessive dall’esterno verso l’interno o un movimento eccessivo di rotazione esterna della gamba.

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 9 Ranocchiate
In questa immagine posteriore del ginocchio, il dR.anocchio indica il protagonista
di questa lezione. Si possono vedere anche tutti gli altri legamenti dell'articolazione.

Come mai si lesiona?

In generale, si può parlare di lesione (o più comunemente di distorsione) per qualsiasi danno più o meno esteso ai legamenti del ginocchio. I legamenti si lesionano quando sono sollecitati da una forza maggiore rispetto alla resistenza massima che dovrebbero fornire mentre sono in tensione.
Esempio dinamico: un giocatore (facciamo per esempio Stefano Sensi) ha il piede saldo a terra con la gamba leggermente ruotata verso l’esterno, situazione in cui il legamento si tende per dare stabilità interna e rotatoria, quando poi un avversario lo colpisce sulla parte esterna del ginocchio esercitando una forza diretta verso l’interno. In base alla forza del contrasto, alla tensione e alla resistenza del legamento, ci può essere una lesione che può essere minima, parziale o totale.

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 10 Ranocchiate
Quella volta in cui Mauro Zarate con la sua fedele 28 ha provato a giocare a Football, ma non è andata molto bene...

Quanto è grave?

In base all’estensione della lesione, si individuano 3 tipi di lesioni, che potete osservare nell'immagine sottostante:
- 1° grado: interessamento di poche fibre
- 2° grado: lieve, se interessa meno del 50% delle fibre, grave se interessa più del 50% ma comunque senza una rottura totale del legamento
- 3° grado: rottura totale del legamento

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 11 Ranocchiate
I 3 gradi di lesione legamentosa


Dopo quanto tempo si può tornare a saltellare allegramente?

Per le lesioni di 1° e 2° grado è necessaria una prima fase di riposo con un tutore, a cui poi segue una mobilizzazione precoce per favorire la guarigione. Il ritorno all’attività ad alta intensità va dalle 2 alle 4 settimane, in base anche alle continue rivalutazioni.
Per le lesioni di 3° grado si usano invece dei tutori più robusti e che limitano i movimenti per consentire alle due estremità di ricollegarsi, ma anche in questo caso si consiglia di iniziare appena possibile la mobilizzazione. Il ritorno all'attività avverrà almeno dopo 6 settimane. La soluzione chirurgica viene effettuata solo quando c’è una contemporanea rottura del legamento crociato anteriore: purtroppo questa associazione è più frequente della lesione di 3° grado isolata del legamento collaterale mediale. In questo caso, i tempi di recupero saranno più lunghi, anche in base all'entità della lesione delle altre strutture coinvolte.

Se siete arrivati fino a qui, vi meritate un aperitivo con il vostro compagno di sventure.
Ah tranquilli, oggi non prendo le firme!
Ci vediamo alla prossima lezione!

Lezioni di Anatomia con Stefano Sensi - Il Legamento Collaterale Mediale 12 Ranocchiate
"Oh, con questa lezione il dR.anocchio ha fatto anche Sensi...bilizzazione sugli infortuni?"
"...ma stai zitto, idiota! Cameriere, un altro Drink che devo dimenticare questa cazzata."

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram