22/05/2017

Lazio-Inter, il pagellone di quelli che finalmente hanno vinto anche se non si sa come

HANDANOVIC 6: Lo abbiamo visto spesso nelle vesti del “pararigori che alla fine perde la partita”, per questa volta lo ammiriamo in versione “Non paro i rigori però almeno una ogni tanto la vinco”


D’AMBROSIO 6:
Il ragionamento con Danilo è sempre il solito: meno ti accorgi della sua presenza in campo, meglio è.


MEDEL 5.5:
Fa le magie in campo: Non che giochi particolarmente bene, ma riesce a trasformare un rigore su Keita in un giallo per simulazione.


MURILLO 0:
Seriamente, lo cambiamo sto nome o no?!


NAGATOMO 6:
Vederlo in marcatura su Felipe Anderson è uno spettacolo abbastanza triste. Però c'è da dire che non lo molla praticamente mai. Tranquillo Felipe, ti capiamo, sono 6 anni che non molla noi.


SANTON 6:
 L'ultimo nominato nella “ititolarifannopenamaiostosempreinpanchina challenge”


ANDREOLLI 10:
Un grande interista, un gran professionista, si merita sul serio tutti i complimenti.


GAGLIARDINI 6:
Si risveglia un po’ dallo stordimento generale delle ultimi giorni, settimane, o forse mesi. Abbiamo perso anche la cognizione del tempo con questo schifo.


BROZOVIC 6:
Sembra sempre che ci faccia un favore a giocare, ma ormai ci siamo abituati. Ricambiamo approssivamente il favore con la sua pagella: boh...sì...ok.

CANDREVA 6.5: Ci tiene a fare bella figura contro la sua ex squadra, e i suoi tifosi, vedendo in che guaio si è andato a cacciare, non vogliono nemmeno infierire fischiandolo.

BANEGA 5: Sospinto da un inspiegabile moto di generosità, decide di non esagerare col 4-1, bensì di riconsegnare il pallone al portiere. Volemose bene.


PERISIC 6:
Vampate.. (No, ricominciamo da capo perché questa parola mi ricorda troppo Vampeta).
Sprazzi di cose positive in mezzo a momenti di annebbiamento. Ormai gioca sempre così da quando il campionato, così come forse anche la sua esperienza all’Inter, è agli sgoccioli.


PINAMONTI 6:
 Festeggia il suo diciottesimo scendendo in campo in Serie A. Una cosetta semplice insomma. Bravo Andrea!


EDER 6:
Prende il posto di Icardi, l’unico che riesce ad essere più immobile anche di Ciro Immobile, e finalmente torniamo a vedere dei movimenti in fase offensiva.
Il 3-1 inutile è un suo marchio di fabbrica, ma la community di Ranocchiate aveva previsto anche questo…


VECCHI 6:
Dopo due settimane si inizia ad intravedere la mano del nostro piccolo Mourinho bergamasco, che si conferma il miglior allenatore della stagione.

 

Lazio-Inter, il pagellone di quelli che finalmente hanno vinto anche se non si sa come

HANDANOVIC 6: Lo abbiamo visto spesso nelle vesti del “pararigori che alla fine perde la partita”, per questa volta lo ammiriamo in versione “Non paro i rigori però almeno una ogni tanto la vinco”


D’AMBROSIO 6:
Il ragionamento con Danilo è sempre il solito: meno ti accorgi della sua presenza in campo, meglio è.


MEDEL 5.5:
Fa le magie in campo: Non che giochi particolarmente bene, ma riesce a trasformare un rigore su Keita in un giallo per simulazione.


MURILLO 0:
Seriamente, lo cambiamo sto nome o no?!


NAGATOMO 6:
Vederlo in marcatura su Felipe Anderson è uno spettacolo abbastanza triste. Però c'è da dire che non lo molla praticamente mai. Tranquillo Felipe, ti capiamo, sono 6 anni che non molla noi.


SANTON 6:
 L'ultimo nominato nella “ititolarifannopenamaiostosempreinpanchina challenge”


ANDREOLLI 10:
Un grande interista, un gran professionista, si merita sul serio tutti i complimenti.


GAGLIARDINI 6:
Si risveglia un po’ dallo stordimento generale delle ultimi giorni, settimane, o forse mesi. Abbiamo perso anche la cognizione del tempo con questo schifo.


BROZOVIC 6:
Sembra sempre che ci faccia un favore a giocare, ma ormai ci siamo abituati. Ricambiamo approssivamente il favore con la sua pagella: boh...sì...ok.

CANDREVA 6.5: Ci tiene a fare bella figura contro la sua ex squadra, e i suoi tifosi, vedendo in che guaio si è andato a cacciare, non vogliono nemmeno infierire fischiandolo.

BANEGA 5: Sospinto da un inspiegabile moto di generosità, decide di non esagerare col 4-1, bensì di riconsegnare il pallone al portiere. Volemose bene.


PERISIC 6:
Vampate.. (No, ricominciamo da capo perché questa parola mi ricorda troppo Vampeta).
Sprazzi di cose positive in mezzo a momenti di annebbiamento. Ormai gioca sempre così da quando il campionato, così come forse anche la sua esperienza all’Inter, è agli sgoccioli.


PINAMONTI 6:
 Festeggia il suo diciottesimo scendendo in campo in Serie A. Una cosetta semplice insomma. Bravo Andrea!


EDER 6:
Prende il posto di Icardi, l’unico che riesce ad essere più immobile anche di Ciro Immobile, e finalmente torniamo a vedere dei movimenti in fase offensiva.
Il 3-1 inutile è un suo marchio di fabbrica, ma la community di Ranocchiate aveva previsto anche questo…


VECCHI 6:
Dopo due settimane si inizia ad intravedere la mano del nostro piccolo Mourinho bergamasco, che si conferma il miglior allenatore della stagione.

 

Notizie flash

Ultimi articoli

10/07/2021
Come affrontare i 10 disturbi più tipici dell'interismo

+++ Attenzione: questa satira potrebbe contenere tracce di articolo: ci scusiamo per il disagio ++++ SIGNORE! SIGNORI! MAMME, ZIE, PADRI ZII, FRATELLI CUGINI, QUASI NIPOTI! ACCORRETE TUTTI! Cari amici di Ranocchiate, prima di cominciare la nuova stagione, abbiamo pensato che fosse arrivato il momento adatto per una importante riflessione.Ogni giorno un interista soffre. Secondo uno […]

11/06/2021
Dieci pensieri su #Euro2020

10 - Sono talmente in astinenza da calcio che ho guardato pure tutte le amichevoli, anche in contemporanea. 9 - A questo proposito, far giocare Tino Lazaro e Christian Eriksen alla stessa ora è illegale, a meno che i due non giochino nella stessa squadra (tipo l’Inter). 8 - Possiamo passare direttamente al punto in […]

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram