15/09/2018

How I Met Your Dimarco

Cari amici di Ranocchiate, è successo di nuovo.

Che dire di questa partita?
E' complicato, considerato che a differenza delle risposte che date ai vostri amici io non posso essere volgare, blasfemo o sfanculizzante: è difficile, perché oltre ai vari improperi c'è davvero poco da dire.

Beh, siamo riusciti a realizzare una serie di obiettivi non da poco:

  • Siamo riusciti a perdere ancora con un Parma che non naviga esattamente in ottime acque
  • Siamo riusciti a perdere subendo l'ennesimo gol dell'ex (roba che me li immagino tutti, gli ex Inter, allenarsi come Rocky Balboa per il momento in cui giocheranno ancora contro di noi)
  • E poi (roba da professionisti), siamo riusciti a perdere ancora una volta col Parma subendo gol (o meglio, un eurogol) dal loro terzino sinistro.

Cioè, il nostro è talento.

Sfido poi che ci odiano gli altri, fosse anche solo per i miliardi di schedine che facciamo saltare ogni anno perdendo contro squadre improbabili.

Veniamo da una pausa delle nazionali che ha come sempre messo a dura prova la resistenza di noi tifosi dipendenti dal calcio giocato e, come se non bastasse, ci sorbiamo pure la sconfitta contro una neopromossa con eurogol dell'ex.

E ditelo che ci volete vedere soffrire.

Poi dai, 90 minuti di Dalbert...ora, capisco il turnover e tutto il rsto, però io già ho i miei bei problemi cardiaci con la squadra di per sé, non posso anche morire ogni qual volta il nostro fantastico terzino brasiliano tocca palla.
Non reggo.

Avremmo potuto tranquillamente vincerla questa partita, ma l'esito sembra ineluttabile: siamo sfigati.
Tanto sfigati.

Oggi semplicemente, come troppe volte purtroppo, era anche un po' scritto perdessimo.

Chico, te lo dico con affetto come fossi un fratellino minore: lo sappiamo tutti e due che se riprovassi quel tiro altre 20 volte non entrerebbe.

E poi Gervinho? Stop fantascientifico al 90°, ne salta 2/3 e tira ad incrociare. Come se niente fosse.

Ed ora ci tocca il Tottenham.

AHAHHAHAHAHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHH.

(Scusate, piccolo sfogo da esaurimento nervoso).

Mi è capitato di leggere commenti di alcuni di voi che segnalavano come mancassi di citare mancati rigori o episodi dubbi che poi vanno a nostro sfavore, per cui credo sia anche giusto rispondervi: quando si tratta di casi eclatanti li cito anche, ma non mi ci appiglierei comunque.

Abbiamo perso col Parma, punto.
Siamo l'Inter, non il Chievo.
Non deve essere determinante un episodio arbitrale: se lo è, come oggi, il problema è a monte.

Testa bassa e pedalare: siamo a Settembre, ma il tempo del perdono è già quasi finito.

 

 

How I Met Your Dimarco

Cari amici di Ranocchiate, è successo di nuovo.

Che dire di questa partita?
E' complicato, considerato che a differenza delle risposte che date ai vostri amici io non posso essere volgare, blasfemo o sfanculizzante: è difficile, perché oltre ai vari improperi c'è davvero poco da dire.

Beh, siamo riusciti a realizzare una serie di obiettivi non da poco:

  • Siamo riusciti a perdere ancora con un Parma che non naviga esattamente in ottime acque
  • Siamo riusciti a perdere subendo l'ennesimo gol dell'ex (roba che me li immagino tutti, gli ex Inter, allenarsi come Rocky Balboa per il momento in cui giocheranno ancora contro di noi)
  • E poi (roba da professionisti), siamo riusciti a perdere ancora una volta col Parma subendo gol (o meglio, un eurogol) dal loro terzino sinistro.

Cioè, il nostro è talento.

Sfido poi che ci odiano gli altri, fosse anche solo per i miliardi di schedine che facciamo saltare ogni anno perdendo contro squadre improbabili.

Veniamo da una pausa delle nazionali che ha come sempre messo a dura prova la resistenza di noi tifosi dipendenti dal calcio giocato e, come se non bastasse, ci sorbiamo pure la sconfitta contro una neopromossa con eurogol dell'ex.

E ditelo che ci volete vedere soffrire.

Poi dai, 90 minuti di Dalbert...ora, capisco il turnover e tutto il rsto, però io già ho i miei bei problemi cardiaci con la squadra di per sé, non posso anche morire ogni qual volta il nostro fantastico terzino brasiliano tocca palla.
Non reggo.

Avremmo potuto tranquillamente vincerla questa partita, ma l'esito sembra ineluttabile: siamo sfigati.
Tanto sfigati.

Oggi semplicemente, come troppe volte purtroppo, era anche un po' scritto perdessimo.

Chico, te lo dico con affetto come fossi un fratellino minore: lo sappiamo tutti e due che se riprovassi quel tiro altre 20 volte non entrerebbe.

E poi Gervinho? Stop fantascientifico al 90°, ne salta 2/3 e tira ad incrociare. Come se niente fosse.

Ed ora ci tocca il Tottenham.

AHAHHAHAHAHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHH.

(Scusate, piccolo sfogo da esaurimento nervoso).

Mi è capitato di leggere commenti di alcuni di voi che segnalavano come mancassi di citare mancati rigori o episodi dubbi che poi vanno a nostro sfavore, per cui credo sia anche giusto rispondervi: quando si tratta di casi eclatanti li cito anche, ma non mi ci appiglierei comunque.

Abbiamo perso col Parma, punto.
Siamo l'Inter, non il Chievo.
Non deve essere determinante un episodio arbitrale: se lo è, come oggi, il problema è a monte.

Testa bassa e pedalare: siamo a Settembre, ma il tempo del perdono è già quasi finito.

 

 

Notizie flash

Ultimi articoli

28/02/2021
Inter - Genoa, dieci pensieri post-partita

10 - Premessa: non ho potuto vedere proprio tutta tutta la partita, ma ho letto il caffè, quindi ho l'autorizzazione a scrivere questo post. 9 - Eriksen ormai titolare fisso mi destabilizza, se poi me lo fa giocare pure per tutta la partita crollano tutte le mie certezze.Ma godo. 8 - Invia anche tu un […]

28/02/2021
Inter - Genoa nel tempo di un caffè a tinte bianconere

Ho un brutto presentimento.Giocare contro questo Genoa, dopo il passo falso della Juve. Non c’è niente di buono. In più ieri ha pure segnato Karamoh.Nuvole oscure ci attendono all’orizzonte. Mi manchi Yann. Primo tempo 1’ - NON CI CREDO LUKAKONEEEEEEE Progressione infinita sul lancio di Bastoni e punisce Perin senza pietà. 3’ - Che noia […]

28/02/2021
Inter - Genoa: 3 motivi per non perderti questa partita

Premessa: diamo a Cesare quel che è di Cesare. Il nostro allenatore – che è una pesantezza di uomo – già alle 17.15 di domenica scorsa diceva di essere concentrato solo sulla prossima partita, e alle 9 di lunedì mattina faceva già sputare fuoco a Vidal facendolo allenare con Zanetti. Ecco, ringraziamo il fatto che […]

22/02/2021
Milan - Inter, il pagellone che non ci si crede

HANDA 52: EUREKA! IL LASER FUNZIONA!Non esistono altre possibili spiegazioni al fatto che il tiro di Theo Hernandez non sia entrato: giuro, finché non è ripreso il gioco avrei giurato di essere stato vittima di un allucinazione.E invece no.E' TUTTO VERO.Poi però non gli basta e decide di fare 3 parate che valgono 3 gol […]

21/02/2021
Milan-Inter, dieci pensieri post-derby

10 - Buonasera buonasera buonasera buonasera, sono un'interista, sono a digiuno, e tra le 15 e le 17 circa sono morta e risorta un centinaio di volte, sono capolista e serenamente godo. 9 - MADOOOOOOOOO SIAMO PRIMI GRAZIE A UN DERBY CON TRE GOL RIFILATI AL MILAN IO GODISSIMO E SE NEEE VAAAAAAAA 8 - […]

21/02/2021
Il Derby nel tempo di tre schiaffi in faccia

Primo tempo 1’ - E niente sono già deluso. Ho aspettato invano lo scambio di strette di mano tra Lukaku e Ibra con possibile improvvisazione in scazzottata / la più bella royal rumble mai vista. E invece niente strette di mano e niente. Triste. 4’ - LA LULA COLPISCE ANCORAAAAAAAAAAAAAAAA Perché Romelu?Perché?Perché continui ad attentare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram