30/10/2018

L'EPICOCCODRILLISMO

Quando ho letto gli 11 titolari nella mia mente si sono palesati gli scenari più catastrofici.

  • Joao Mario che prende un rosso al decimo ed esce sculettando dal campo.
  • Miranda che fa autogol.
  • Gol di Patric. Se non avete idea di chi sia ecco, avete centrato il punto.
  • Vrsa che si infortuna e ci condanna a Dalbert titolare a vita.
  • Lautaro che scappa via con Wanda per la troppa noia in panchina.
  • Titoloni sulla Gazzetta ‘INTER E' CRISI. I NEROAZZURRI NON RIESCONO PIU’ A VINCERE, SPALLETTI OUT, ZHANG DELUSIONE, ICARDI VIA, SCARPINI SCEMO.’
  • Ad un certo punto ho pure temuto che il troppo vento ci potesse portare via Polinano.

Cattive sensazioni, bad vibes, chiamatele come volete.

 

I primi 10 minuti ho guardato la partita con un occhio socchiuso, quasi a volermi riparare dallo schiaffo imminente che mi sarebbe arrivato, nelle forme di cui sopra.

E invece no.

94 minuti di serenità.

Non pensavo potessero esistere, per noi, serate così.

Una partita che inizia tranquilla e finisce tranquilla.

E nell’intermezzo troviamo (in ordine sparso):

  • Doppietta di Mauro che però continua a non aiutare la squadra e continua a giocare male, Higuain ne avrebbe fatti comunque tre.
  • Joao Mario che sale in cattedra ed impartisce lezioni a Immobile su come diventare il sex symbol incontrastato della squadra.
  • Immobile che non se lo fila, non per cattiveria, ma perché tenta di bendare le caviglie morse ininterrottamente dai nostri due centrali.
  • Perisic che pare essersi risvegliato dal suo letargo semestrale (forse anche qualcosa di più), è ancora intorpidito ma almeno risponde agli stimoli, ad esempio si accorge quando gli passano la palla.
  • Questo.

L'EPICOCCODRILLISMO 1 Ranocchiate

Inoltre, abbiamo avuto l'affermazione di una nuova religione;

Mercoledì è sembrato un episodio.

Ieri invece c’è stata la santificazione.

Benvenuti nella nuova epoca dell’EPICOCCODRILLISMO.

Dobbiamo ancora parlare in pvt con Brozo per stendere un manifesto del nuovo credo, ma vi garantisco che sovvertirà la vostra scala di valori e convinzioni.

E sarà bellissimo, quasi come lui.

L'EPICOCCODRILLISMO 2 Ranocchiate

Dunque, 0-3 secco.

Niente #VENDETT laziale, niente riapparizione mistica di Milinkovic-Savic, niente rotture di palle di Ciro Immobile.

Tutti i telecronisti fanno i complimenti alla squadra, esaltano l'agonismo e il bel gioco. Sono tornati a chiamarci l'ANTIJUVE e si sono ricordati che Icardi non è poi così male.

Oserei dire QUASI noioso.

In mezzo a questa felicità che a noi interisti (di natura pessimisti e catastrofici) inizia a spaventare, voglio ricordarvi che Perisic non ha messo nessun post su Instagram dopo la vittoria.

Potremmo parlare di CRISIVAN. Che suona benissimo.

Finché c'è crisi, c'è vita.

Noi, intanto, ci godiamo questo serenissimo martedì.

 

L'EPICOCCODRILLISMO

Quando ho letto gli 11 titolari nella mia mente si sono palesati gli scenari più catastrofici.

  • Joao Mario che prende un rosso al decimo ed esce sculettando dal campo.
  • Miranda che fa autogol.
  • Gol di Patric. Se non avete idea di chi sia ecco, avete centrato il punto.
  • Vrsa che si infortuna e ci condanna a Dalbert titolare a vita.
  • Lautaro che scappa via con Wanda per la troppa noia in panchina.
  • Titoloni sulla Gazzetta ‘INTER E' CRISI. I NEROAZZURRI NON RIESCONO PIU’ A VINCERE, SPALLETTI OUT, ZHANG DELUSIONE, ICARDI VIA, SCARPINI SCEMO.’
  • Ad un certo punto ho pure temuto che il troppo vento ci potesse portare via Polinano.

Cattive sensazioni, bad vibes, chiamatele come volete.

 

I primi 10 minuti ho guardato la partita con un occhio socchiuso, quasi a volermi riparare dallo schiaffo imminente che mi sarebbe arrivato, nelle forme di cui sopra.

E invece no.

94 minuti di serenità.

Non pensavo potessero esistere, per noi, serate così.

Una partita che inizia tranquilla e finisce tranquilla.

E nell’intermezzo troviamo (in ordine sparso):

  • Doppietta di Mauro che però continua a non aiutare la squadra e continua a giocare male, Higuain ne avrebbe fatti comunque tre.
  • Joao Mario che sale in cattedra ed impartisce lezioni a Immobile su come diventare il sex symbol incontrastato della squadra.
  • Immobile che non se lo fila, non per cattiveria, ma perché tenta di bendare le caviglie morse ininterrottamente dai nostri due centrali.
  • Perisic che pare essersi risvegliato dal suo letargo semestrale (forse anche qualcosa di più), è ancora intorpidito ma almeno risponde agli stimoli, ad esempio si accorge quando gli passano la palla.
  • Questo.

L'EPICOCCODRILLISMO 3 Ranocchiate

Inoltre, abbiamo avuto l'affermazione di una nuova religione;

Mercoledì è sembrato un episodio.

Ieri invece c’è stata la santificazione.

Benvenuti nella nuova epoca dell’EPICOCCODRILLISMO.

Dobbiamo ancora parlare in pvt con Brozo per stendere un manifesto del nuovo credo, ma vi garantisco che sovvertirà la vostra scala di valori e convinzioni.

E sarà bellissimo, quasi come lui.

L'EPICOCCODRILLISMO 4 Ranocchiate

Dunque, 0-3 secco.

Niente #VENDETT laziale, niente riapparizione mistica di Milinkovic-Savic, niente rotture di palle di Ciro Immobile.

Tutti i telecronisti fanno i complimenti alla squadra, esaltano l'agonismo e il bel gioco. Sono tornati a chiamarci l'ANTIJUVE e si sono ricordati che Icardi non è poi così male.

Oserei dire QUASI noioso.

In mezzo a questa felicità che a noi interisti (di natura pessimisti e catastrofici) inizia a spaventare, voglio ricordarvi che Perisic non ha messo nessun post su Instagram dopo la vittoria.

Potremmo parlare di CRISIVAN. Che suona benissimo.

Finché c'è crisi, c'è vita.

Noi, intanto, ci godiamo questo serenissimo martedì.

 

Notizie flash

Ultimi articoli

21/02/2021
Milan-Inter, dieci pensieri post-derby

10 - Buonasera buonasera buonasera buonasera, sono un'interista, sono a digiuno, e tra le 15 e le 17 circa sono morta e risorta un centinaio di volte, sono capolista e serenamente godo. 9 - MADOOOOOOOOO SIAMO PRIMI GRAZIE A UN DERBY CON TRE GOL RIFILATI AL MILAN IO GODISSIMO E SE NEEE VAAAAAAAA 8 - […]

21/02/2021
Il Derby nel tempo di tre schiaffi in faccia

Primo tempo 1’ - E niente sono già deluso. Ho aspettato invano lo scambio di strette di mano tra Lukaku e Ibra con possibile improvvisazione in scazzottata / la più bella royal rumble mai vista. E invece niente strette di mano e niente. Triste. 4’ - LA LULA COLPISCE ANCORAAAAAAAAAAAAAAAA Perché Romelu?Perché?Perché continui ad attentare […]

21/02/2021
Alla Ricerca del Derby Perfetto

Ho diversi anni di interismo alle spalle ed ho vissuto tantissimi derby. Molti, da bambino, attaccato alla radio e raccontati dalle voci di Sandro Ciotti ed Enrico Ameri.Diversi, da adolescente, visti in TV a casa di amici, o in un bar, in stato di ebrezza e blasfemia.Nessuno putroppo vissuto allo stadio, avendo abitato sempre a […]

19/02/2021
Milan - Inter: il Derby in 5 istantanee

Sinceramente ragazzi, il Derby di Milano è una partita così unica, particolare e ricca di aneddoti nella storia, che scegliere 5 istantanee è davvero difficile. Noi "Bauscia" (Inter squadra della borghesia) e loro "casciavitt" (Milan squadra degli operai e del popolo) siamo sempre stati in competizione, eppure mai nemici, ma sempre cugini. Grandi campioni hanno […]

15/02/2021
Inter - Lazio, il pagellone in ideogrammi

汉达诺维奇 10: Dice il saggio "Fare 5 clean sheet di fila sventure attira"Dice 汉达诺维奇: "Queste non si parano nemmeno col laser!"Anche i tifosi interisti hanno detto qualcosa in quel momento, ma manteniamo il mistero. 什克里尼亚尔, 德弗赖, 巴斯托尼 7: Nell'era dell'integrazione, del "Love is Love" e delle famiglie di ogni tipo, il QG non si lascia […]

15/02/2021
Inter-Lazio, dieci pensieri post-partita

10 - Come si scrive SPIAZE PER I RAGASSI in cinese? 9 - Bella partita, vittoria netta, ma noi tranquilli mai con Brozo, Barella e Bastoni diffidati e a rischio squalifica per il Derby in campo per 90 minuti. 8 - Antonio Conte nel frattempo: 7 - Più in alto dell'Inter capolista solo il livello […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram