19/02/2017

Bologna - Inter, il pagellone con Gabi...BOL!

HANDANOVIC 10: Passa tutta la partita a guardare le punizioni di Verdi sorvolare la traversa, ma quando arriva il momento decisivo salva il risultato. SAMIR-NO-GOL

MURILLO 5.5: Fa una bella chiusura in area di rigore, e poi passa il resto del tempo a scivolare. A un certo punto Pioli si ricorda che lui non è tra i diffidati, e per coerenza lo toglie.

MEDEL 6: Parte in difficoltà con Petkovic più o meno come Lotito nel 2014, poi si ricorda che il croato fa panchina a Destro, perciò non può essere tanto difficile da marcare.

MIRANDA 5.5: Dopo aver avuto duemila occasioni per farsi ammonire decide di prendersi un weekend di riposo proprio contro la Roma. Poco male, cangurone Sainsbury, siamo con te!

D’AMBROSIO 6: Garantisce lo stesso (basso) livello di prestazioni sia sulla sinistra che sulla destra. L’assist per Gabigol comunque non poteva che essere suo.

GAGLIARDINI 6.5: Oggi gioca a ritmi parecchio più bassi del solito, ma sono comunque sufficienti a risultare il più dinamico tra i 22 in campo.

JOAO MARIO 6: Inutile aver passato dieci minuti a dire a Mazzoleni che il fallo era stato commesso da lui e non da Miranda, non ci è cascato.

PERISIC 6: Solita energia di quando torni a lavoro dopo due settimane di ferie.

PALACIO 5: Giustamente nel lunch match si divora un gol già fatto.

EDER 5.5 Al ruolo da trequartista preferisce quello da capotavola. Quando nella ripresa entra Krafth si mette a pensare alle sottilette e non gioca più.

CANDREVA 5.5: Prestazione fantasmagorica. Più fantasma che gorica.

GABIBOL 10: Esordio col Bologna, prima da titolare col Bologna, primo gol (decisivo) col Bologna. D’ora in poi chiamatelo Gabi-Bol.

BANEGA 7.5: Buona parte della “volontà di Dio” citata sempre da Gabi oggi passa dai suoi piedi.

ANSALDI 7: Per una volta che fa mezza partita senza cazzate premiamolo un po’.

PIOLI 6.5: Il confine tra “Sbaglia la formazione” e “Indovina i cambi” è sempre labile, ma noi siamo col mister.

Bologna - Inter, il pagellone con Gabi...BOL!

HANDANOVIC 10: Passa tutta la partita a guardare le punizioni di Verdi sorvolare la traversa, ma quando arriva il momento decisivo salva il risultato. SAMIR-NO-GOL

MURILLO 5.5: Fa una bella chiusura in area di rigore, e poi passa il resto del tempo a scivolare. A un certo punto Pioli si ricorda che lui non è tra i diffidati, e per coerenza lo toglie.

MEDEL 6: Parte in difficoltà con Petkovic più o meno come Lotito nel 2014, poi si ricorda che il croato fa panchina a Destro, perciò non può essere tanto difficile da marcare.

MIRANDA 5.5: Dopo aver avuto duemila occasioni per farsi ammonire decide di prendersi un weekend di riposo proprio contro la Roma. Poco male, cangurone Sainsbury, siamo con te!

D’AMBROSIO 6: Garantisce lo stesso (basso) livello di prestazioni sia sulla sinistra che sulla destra. L’assist per Gabigol comunque non poteva che essere suo.

GAGLIARDINI 6.5: Oggi gioca a ritmi parecchio più bassi del solito, ma sono comunque sufficienti a risultare il più dinamico tra i 22 in campo.

JOAO MARIO 6: Inutile aver passato dieci minuti a dire a Mazzoleni che il fallo era stato commesso da lui e non da Miranda, non ci è cascato.

PERISIC 6: Solita energia di quando torni a lavoro dopo due settimane di ferie.

PALACIO 5: Giustamente nel lunch match si divora un gol già fatto.

EDER 5.5 Al ruolo da trequartista preferisce quello da capotavola. Quando nella ripresa entra Krafth si mette a pensare alle sottilette e non gioca più.

CANDREVA 5.5: Prestazione fantasmagorica. Più fantasma che gorica.

GABIBOL 10: Esordio col Bologna, prima da titolare col Bologna, primo gol (decisivo) col Bologna. D’ora in poi chiamatelo Gabi-Bol.

BANEGA 7.5: Buona parte della “volontà di Dio” citata sempre da Gabi oggi passa dai suoi piedi.

ANSALDI 7: Per una volta che fa mezza partita senza cazzate premiamolo un po’.

PIOLI 6.5: Il confine tra “Sbaglia la formazione” e “Indovina i cambi” è sempre labile, ma noi siamo col mister.

Notizie flash

Ultimi articoli

10/07/2021
Come affrontare i 10 disturbi più tipici dell'interismo

+++ Attenzione: questa satira potrebbe contenere tracce di articolo: ci scusiamo per il disagio ++++ SIGNORE! SIGNORI! MAMME, ZIE, PADRI ZII, FRATELLI CUGINI, QUASI NIPOTI! ACCORRETE TUTTI! Cari amici di Ranocchiate, prima di cominciare la nuova stagione, abbiamo pensato che fosse arrivato il momento adatto per una importante riflessione.Ogni giorno un interista soffre. Secondo uno […]

11/06/2021
Dieci pensieri su #Euro2020

10 - Sono talmente in astinenza da calcio che ho guardato pure tutte le amichevoli, anche in contemporanea. 9 - A questo proposito, far giocare Tino Lazaro e Christian Eriksen alla stessa ora è illegale, a meno che i due non giochino nella stessa squadra (tipo l’Inter). 8 - Possiamo passare direttamente al punto in […]

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram