24/12/2020

Verona-Inter, il pagellone delle Buone Feste

HANDANOVIC 5: Purtroppo l'età si fa sentire sempre di più per il nostro Samir.
Ha avuto un calo di reattività? In realtà neanche troppo, contro il Napoli lo ha dimostrato, non è quello il problema.... Il problema è che con l'età si diventa SENSIBILI.
Il pregio del miglior Handanovic dei tempi d'oro era la sua freddezza, il fatto di essere impassibile, a tratti stronzo, a prima vista anche antipatico, perché no. Forse è stata proprio questa freddezza a farlo uscire indenne da anni bui di umiliazioni.
Un uomo tutto d'un pezzo, uno che non si commuove davanti a smancerie da due soldi come può essere un cucciolo di foca, un film di Natale, o Christian Eriksen.
Per alcuni era un difetto, ma in realtà è la sua forza.

Però adesso è diventato un dato di fatto obiettivo: l'età si fa sentire.
Sulla chat di Appiano spopolano le gif dei gattini glitterati e i "kondividi se hai un cuore". E la presenza di nuovi compagni boomer come Vidal e Kolarov non lo aiuta di certo a mantenersi giovane.

Così può capitare che, durante una partita tranquillissima che stranamente stiamo vincendo senza troppi problemi, se ne esca con un "Dai ora gli faccio fare un gol al mio amico Ilicic che è sloveno come me ed è pure depresso".
In realtà, Skri, che è lì a due passi da lui, ci prova anche a farlo ragionare "Guarda che non è Ilicic, è Ilic"
"Chi?"
"Un ragazzino del City"
"Ah ma allora facciamoglielo fare il primo gol in Serie A, no? Perché a Roberto Piccoli sì e a Ilic no? Vieni qui caro, tieni: segna ed esulta con i tuoi amici, Buon Natale!"

SKRINIAR 7.5: Forse vi sarà capitato di imbattervi in una video-anteprima che sta circolando in queste ore riguardo "Game of Chrisi", un nuovo documentario che racconta la stagione dell'Inter dall'interno, come accaduto al Sunderland (pagateci Alvarez, stronzi!), al Tottenham e a varie altre squadre, che sarà in onda per gli abbonati di Ranocchiate Prime Video a partire dal 2021 (categoria thriller-psicologico).

Ecco, uno dei momenti più importanti della serie è la scena in cui Skriniar è a colloquio con Conte e Marotta e dice "voglio andare al Tottenham, non è per i soldi, credo che sia la scelta più giusta per me considerando l'allenatore e il modulo".
A quel punto si vede Eriksen che compare dal nulla, irrompe nella stanza e urla "NOOOO non farlo non cambiare il corso degli eventi!"

E Skriniar incredulo chiede "ma scusa ma te non eri felice al Tottenham? Perché me lo sconsiglieresti?"
E a quel punto si sente Chris urlare "cazzo ho sbagliato ufficio" prima di svanire magicamente in una nuvola di fumo.
Ecco, meno male che è successo questo fatto, se no oggi Skriniar non sarebbe più all'Inter.

DE VRIJ 7: Oggi celebra con una grande prestazione le 100 partite con l'Inter.
In realtà sono 101 se si conta Lazio Inter del 20 maggio 2018, ma non è il caso di fare i pignoli.

Complimenti Stefan, le prime 100 partite sono un gran traguardo, noi ci siamo gia passati anni fa e sappiamo cosa si prova.. di solito i primi sintomi sono sbalzi di umore, cali di concentrazione, attacchi di panico, tremori vari, spaesamento, difficoltà a dormire e altre cose.
Insomma, all'inizio è sempre difficile. Ma più o meno quando si arriva intorno alle 500-600 ci si fa l'abitudine e diventa tutto più semplice.
Più o meno.
A volte certe ricadute le abbiamo anche noi più navigati.

BASTONI 7: Oggi non era facile con tre ex MITT in campo del calibro di Eddy Salcedo, Dimarco e Faraoni. Gente che si è costruita una reputazione incredibile tra noi interisti a furia di gol da centrocampo col Parma (giocando con loro o contro, dipende dai casi) e che sono sempre tra i più citati e affezionati #RIPIGL per noi tifosi interisti. Addirittura c'era anche Juric che era il vice di Gasp, quindi un EX MITT BRATE ALLENATORE. Comunque in un modo o nell'altro li abbiamo tenuti tutti a bada. Poi ci siamo fatti gol da soli, ma quello è un altro discorso.

YOUNG 6.5: Youngy te tra la prestazione dell'altra sera del nostro italico DVX CBXXXIV, e questa sagra della mittanza sugli esterni dell'Hellas, non sai quanto hai rischiato il posto... Però ti vogliamo bene anche così dai.

HAKIMI 9: Continua la sfida a distanza a colpi di telefono tra lui e Theo Hernandez e a sto punto la domanda è una sola, ed è più che lecita: che cazzo avranno da dirsi? ma soprattutto chi è che fa ancora le telefonate nel 2020 quasi 2021?
Di sicuro comunque il gesto del telefono dimostra personalità, magari un terzino destro umile alla Darmian avrebbe detto "vabbé prima di chiamare e disturbare provo a mandare un'email, o un messaggio, o un trillo su msn"
Invece no, Hakimi ha fatto vedere di essere un giocatore superiore, uno con personalità, che corre sulla fascia avanti e indietro fino al novantesimo e oltre, piazzando assist precisi, giocate utili... insomma è proprio il prototipo del terzino perfetto, un Vrsaljko fisicamente integro, un Cedric Soares, senza porno-baffetto, ma con quei centimetri in più di altezza che fanno la differenza.
Insomma ti vogliamo bene continua così. Buone feste

DARMIAN 10: Comunque Darmy non ti preoccupare, pure a me quando c'è da telefonare per ordinare le pizze sale un'ansia terribile, è normale.

BARELLA 7: Oggi anche la città di Verona ha avuto l'onore di sentire un emozionantissimo AAAAAAHHHHHH di dolore mentre Mbare si rotolava a terra. Nemmeno Pavarotti all'Arena emozionava così, o qualche povero cristo mangiato dai leoni nell'antica Roma.
Comunque questo Barella considerando il suo periodo di forma se li mangerebbe i leoni, e pure Pavarotti.

BROZOVIC 7.5: Sottolineiamo la felicità di Brozo, che finisce anche questa noiosissima e tediante partita e adesso finalmente si può godere UNA SETTIMANA DI FERIEEEEEEEEEE.
E Conte (Giuseppe) ha messo zona rossa, arancione, gialla, non si può uscire, non si capisce niente su cosa si può fare MA CHI SE NE FREGAAAA MEGLIO COSÌ, SI STA A CASAAAAA, NIENTE CENONI, NIENTE "COSA FAI A CAPODANNO?", NIENTE ROTTURE DI SCATOLE, FINALMENTE UN PERIODO DI TREGUA, STACCO IL TELEFONO, STACCO TUTTO, ADIOS CI SENTIAMO COL CROTONEEEE CIAOOOO

(Ti copierò Brozo, sei un grandissimo MOOD)

PERISIC 7: Continua la sua odissea di ruoli improbabili, giocando a turno in tutti quanti quelli che non sa fare, e mai nell'unico in cui forse è (o è stato) capace. Arriverà il punto in cui si dimenticherà anche quello e sarà un eterno incompiuto, sì insomma un Eriksen della situazione, l'ho detto... Oppure un giocatore duttile e capace di fare un po' tutto all'occorrenza, scegliete voi.

LUKAKU 10: Porca miseria che sofferenza contro sto Magnani, avevamo già tutti i flashback di guerra per il suo gol col Sassuolo. (Il primo in serie A non si scorda mai soprattutto se è contro l'Inter).
Beh, per fortuna Lukaku si è vendicato e ti ha dato pure tutte le botte che ti meritavi per chiamarti GIANGIACOMO.
E comunque il 3-1 era regolare.

Un saluto a tutti i Giangiacomi che ci seguono, era una battuta, vi vogliamo bene.
Bisogna portare rispetto per tutti i nomi, tranne a quelli che si chiamano Amantino.

LAUTARO 10: Era visibilmente carico dopo la partita della Juve dell'altro ieri.
Ma proprio della serie che ha passato il pomeriggio su Twitter a seguire tutto il processo del 3-0 a tavolino, e poi tutta la sera a godersi il 3-0 non a tavolino. E poi tutta la notte a sfottere gli amici gobbi.
Pensavamo che fosse scarico dopo una giornata così intensa, e invece no.
Anche se l'intesa con Perisic sulla trequarti non è che abbia funzionato così bene, quasi peggio di quella tra Ivan e Wanda Nara.
La "PELA" non suona così bene. Peccato per il gol di Theo altrimenti ci sarebbe andato giù pesante anche con i milanisti e con il vario parentame durante le feste.
Ma probabilmente succederà lo stesso, taggateci in qualche storia e raccontateci il meglio del peggio degli sfottò che usciranno nelle prossime ore nelle vostre case.

VIDAL 6: Beh che dire, è rientrato dall'infortunio. Come lo zio/cugino/cognato antipatico, juventino e pure no-vax, che vedi una volta ogni morte di papa per Natale, e gli devi dire pure fare la scenetta del tipo ooooooh ma come mi sei mancatooooo che bello rivederti

GAGLIARDINI 10000000000000000000000: Una partita senza di lui non è la stessa cosa, manca fisicamente qualcosa.
Una centrocampo senza Gagliardini titolare è come un Natale senza Una poltrona per due.
Non può esistere.

CONTE 7: A metà del primo tempo riceve un SMS che gli svolta tutta la giornata. Una foto di Chris, stanco ma sorridente, con la cuffiettina azzurra in sala parto e il messaggio "Buon Natale dalla famiglia Eriksen, compresa la piccola Antonia. Con infinita e profonda stima nei suoi confronti. Sono felice per questo 3421, con questo modulo ci divertiremo insieme. A presto,
CE24"

Un messaggio così non poteva che farlo piangere.. Dal ridere
AHAHAHAHAHAHAH BENSA ANGORA DI GIOGARE SDO GREDINO AHAHAHAHA

Dopodiché Eriksen è stato giustamente cazziato dalla moglie. "Te lo dicevo io che non avrebbe funzionato, ora corri all'anagrafe e mettile un nome normale".

Un saluto anche alle Antonie, si scherza, vi vogliamo bene. Rispetto per tutti, tranne Amantini e Juan Guillermi.
Buon Natale da Ranocchiate

Verona-Inter, il pagellone delle Buone Feste

HANDANOVIC 5: Purtroppo l'età si fa sentire sempre di più per il nostro Samir.
Ha avuto un calo di reattività? In realtà neanche troppo, contro il Napoli lo ha dimostrato, non è quello il problema.... Il problema è che con l'età si diventa SENSIBILI.
Il pregio del miglior Handanovic dei tempi d'oro era la sua freddezza, il fatto di essere impassibile, a tratti stronzo, a prima vista anche antipatico, perché no. Forse è stata proprio questa freddezza a farlo uscire indenne da anni bui di umiliazioni.
Un uomo tutto d'un pezzo, uno che non si commuove davanti a smancerie da due soldi come può essere un cucciolo di foca, un film di Natale, o Christian Eriksen.
Per alcuni era un difetto, ma in realtà è la sua forza.

Però adesso è diventato un dato di fatto obiettivo: l'età si fa sentire.
Sulla chat di Appiano spopolano le gif dei gattini glitterati e i "kondividi se hai un cuore". E la presenza di nuovi compagni boomer come Vidal e Kolarov non lo aiuta di certo a mantenersi giovane.

Così può capitare che, durante una partita tranquillissima che stranamente stiamo vincendo senza troppi problemi, se ne esca con un "Dai ora gli faccio fare un gol al mio amico Ilicic che è sloveno come me ed è pure depresso".
In realtà, Skri, che è lì a due passi da lui, ci prova anche a farlo ragionare "Guarda che non è Ilicic, è Ilic"
"Chi?"
"Un ragazzino del City"
"Ah ma allora facciamoglielo fare il primo gol in Serie A, no? Perché a Roberto Piccoli sì e a Ilic no? Vieni qui caro, tieni: segna ed esulta con i tuoi amici, Buon Natale!"

SKRINIAR 7.5: Forse vi sarà capitato di imbattervi in una video-anteprima che sta circolando in queste ore riguardo "Game of Chrisi", un nuovo documentario che racconta la stagione dell'Inter dall'interno, come accaduto al Sunderland (pagateci Alvarez, stronzi!), al Tottenham e a varie altre squadre, che sarà in onda per gli abbonati di Ranocchiate Prime Video a partire dal 2021 (categoria thriller-psicologico).

Ecco, uno dei momenti più importanti della serie è la scena in cui Skriniar è a colloquio con Conte e Marotta e dice "voglio andare al Tottenham, non è per i soldi, credo che sia la scelta più giusta per me considerando l'allenatore e il modulo".
A quel punto si vede Eriksen che compare dal nulla, irrompe nella stanza e urla "NOOOO non farlo non cambiare il corso degli eventi!"

E Skriniar incredulo chiede "ma scusa ma te non eri felice al Tottenham? Perché me lo sconsiglieresti?"
E a quel punto si sente Chris urlare "cazzo ho sbagliato ufficio" prima di svanire magicamente in una nuvola di fumo.
Ecco, meno male che è successo questo fatto, se no oggi Skriniar non sarebbe più all'Inter.

DE VRIJ 7: Oggi celebra con una grande prestazione le 100 partite con l'Inter.
In realtà sono 101 se si conta Lazio Inter del 20 maggio 2018, ma non è il caso di fare i pignoli.

Complimenti Stefan, le prime 100 partite sono un gran traguardo, noi ci siamo gia passati anni fa e sappiamo cosa si prova.. di solito i primi sintomi sono sbalzi di umore, cali di concentrazione, attacchi di panico, tremori vari, spaesamento, difficoltà a dormire e altre cose.
Insomma, all'inizio è sempre difficile. Ma più o meno quando si arriva intorno alle 500-600 ci si fa l'abitudine e diventa tutto più semplice.
Più o meno.
A volte certe ricadute le abbiamo anche noi più navigati.

BASTONI 7: Oggi non era facile con tre ex MITT in campo del calibro di Eddy Salcedo, Dimarco e Faraoni. Gente che si è costruita una reputazione incredibile tra noi interisti a furia di gol da centrocampo col Parma (giocando con loro o contro, dipende dai casi) e che sono sempre tra i più citati e affezionati #RIPIGL per noi tifosi interisti. Addirittura c'era anche Juric che era il vice di Gasp, quindi un EX MITT BRATE ALLENATORE. Comunque in un modo o nell'altro li abbiamo tenuti tutti a bada. Poi ci siamo fatti gol da soli, ma quello è un altro discorso.

YOUNG 6.5: Youngy te tra la prestazione dell'altra sera del nostro italico DVX CBXXXIV, e questa sagra della mittanza sugli esterni dell'Hellas, non sai quanto hai rischiato il posto... Però ti vogliamo bene anche così dai.

HAKIMI 9: Continua la sfida a distanza a colpi di telefono tra lui e Theo Hernandez e a sto punto la domanda è una sola, ed è più che lecita: che cazzo avranno da dirsi? ma soprattutto chi è che fa ancora le telefonate nel 2020 quasi 2021?
Di sicuro comunque il gesto del telefono dimostra personalità, magari un terzino destro umile alla Darmian avrebbe detto "vabbé prima di chiamare e disturbare provo a mandare un'email, o un messaggio, o un trillo su msn"
Invece no, Hakimi ha fatto vedere di essere un giocatore superiore, uno con personalità, che corre sulla fascia avanti e indietro fino al novantesimo e oltre, piazzando assist precisi, giocate utili... insomma è proprio il prototipo del terzino perfetto, un Vrsaljko fisicamente integro, un Cedric Soares, senza porno-baffetto, ma con quei centimetri in più di altezza che fanno la differenza.
Insomma ti vogliamo bene continua così. Buone feste

DARMIAN 10: Comunque Darmy non ti preoccupare, pure a me quando c'è da telefonare per ordinare le pizze sale un'ansia terribile, è normale.

BARELLA 7: Oggi anche la città di Verona ha avuto l'onore di sentire un emozionantissimo AAAAAAHHHHHH di dolore mentre Mbare si rotolava a terra. Nemmeno Pavarotti all'Arena emozionava così, o qualche povero cristo mangiato dai leoni nell'antica Roma.
Comunque questo Barella considerando il suo periodo di forma se li mangerebbe i leoni, e pure Pavarotti.

BROZOVIC 7.5: Sottolineiamo la felicità di Brozo, che finisce anche questa noiosissima e tediante partita e adesso finalmente si può godere UNA SETTIMANA DI FERIEEEEEEEEEE.
E Conte (Giuseppe) ha messo zona rossa, arancione, gialla, non si può uscire, non si capisce niente su cosa si può fare MA CHI SE NE FREGAAAA MEGLIO COSÌ, SI STA A CASAAAAA, NIENTE CENONI, NIENTE "COSA FAI A CAPODANNO?", NIENTE ROTTURE DI SCATOLE, FINALMENTE UN PERIODO DI TREGUA, STACCO IL TELEFONO, STACCO TUTTO, ADIOS CI SENTIAMO COL CROTONEEEE CIAOOOO

(Ti copierò Brozo, sei un grandissimo MOOD)

PERISIC 7: Continua la sua odissea di ruoli improbabili, giocando a turno in tutti quanti quelli che non sa fare, e mai nell'unico in cui forse è (o è stato) capace. Arriverà il punto in cui si dimenticherà anche quello e sarà un eterno incompiuto, sì insomma un Eriksen della situazione, l'ho detto... Oppure un giocatore duttile e capace di fare un po' tutto all'occorrenza, scegliete voi.

LUKAKU 10: Porca miseria che sofferenza contro sto Magnani, avevamo già tutti i flashback di guerra per il suo gol col Sassuolo. (Il primo in serie A non si scorda mai soprattutto se è contro l'Inter).
Beh, per fortuna Lukaku si è vendicato e ti ha dato pure tutte le botte che ti meritavi per chiamarti GIANGIACOMO.
E comunque il 3-1 era regolare.

Un saluto a tutti i Giangiacomi che ci seguono, era una battuta, vi vogliamo bene.
Bisogna portare rispetto per tutti i nomi, tranne a quelli che si chiamano Amantino.

LAUTARO 10: Era visibilmente carico dopo la partita della Juve dell'altro ieri.
Ma proprio della serie che ha passato il pomeriggio su Twitter a seguire tutto il processo del 3-0 a tavolino, e poi tutta la sera a godersi il 3-0 non a tavolino. E poi tutta la notte a sfottere gli amici gobbi.
Pensavamo che fosse scarico dopo una giornata così intensa, e invece no.
Anche se l'intesa con Perisic sulla trequarti non è che abbia funzionato così bene, quasi peggio di quella tra Ivan e Wanda Nara.
La "PELA" non suona così bene. Peccato per il gol di Theo altrimenti ci sarebbe andato giù pesante anche con i milanisti e con il vario parentame durante le feste.
Ma probabilmente succederà lo stesso, taggateci in qualche storia e raccontateci il meglio del peggio degli sfottò che usciranno nelle prossime ore nelle vostre case.

VIDAL 6: Beh che dire, è rientrato dall'infortunio. Come lo zio/cugino/cognato antipatico, juventino e pure no-vax, che vedi una volta ogni morte di papa per Natale, e gli devi dire pure fare la scenetta del tipo ooooooh ma come mi sei mancatooooo che bello rivederti

GAGLIARDINI 10000000000000000000000: Una partita senza di lui non è la stessa cosa, manca fisicamente qualcosa.
Una centrocampo senza Gagliardini titolare è come un Natale senza Una poltrona per due.
Non può esistere.

CONTE 7: A metà del primo tempo riceve un SMS che gli svolta tutta la giornata. Una foto di Chris, stanco ma sorridente, con la cuffiettina azzurra in sala parto e il messaggio "Buon Natale dalla famiglia Eriksen, compresa la piccola Antonia. Con infinita e profonda stima nei suoi confronti. Sono felice per questo 3421, con questo modulo ci divertiremo insieme. A presto,
CE24"

Un messaggio così non poteva che farlo piangere.. Dal ridere
AHAHAHAHAHAHAH BENSA ANGORA DI GIOGARE SDO GREDINO AHAHAHAHA

Dopodiché Eriksen è stato giustamente cazziato dalla moglie. "Te lo dicevo io che non avrebbe funzionato, ora corri all'anagrafe e mettile un nome normale".

Un saluto anche alle Antonie, si scherza, vi vogliamo bene. Rispetto per tutti, tranne Amantini e Juan Guillermi.
Buon Natale da Ranocchiate

Notizie flash

Ultimi articoli

11/04/2021
Inter - Cagliari, dieci pensieri post-partita

10 - Buona serata a tutti gli amici catenaccisti e contropedisti, siamo ancora a +11, da domani tutti a comprare la quarta maglia griffata MD36. 9 - Non posso usare questo spazio per bestemmiare contro DAZN, non posso usare questo spazio per bestemmiare contro DAZN, non posso usare questo spazio per bestemmiare contro DAZN, non […]

11/04/2021
Inter-Cagliari nel tempo di un caffè

Primo tempo 1' - Comunque questa formazione del Cagliari regala dei feels fortissimi. 3' - Che poi sarebbe anche bello vederli giocare 'sti feels ma DAZN mi regala solo l'immagine di Lukaku in loop. Non che non mi piaccia ammirare Romelone per ore e ore, però... 7' - Ascanietto, ho visto a malapena 30 secondi […]

11/04/2021
Inter Cagliari, il prepartita contro i facili entusiasmi

"Drobbo Endusiasmo!" continua a ripetere il MisDer da alcuni giorni."Ma Mister, sono 10 partite di fila che vinciamo, cosa ti aspettavi?" gli risponde Lele Oriali."Sì, vabbè, ma zitti e pedalare"."Non siamo al Giro d’Italia"."E’ un modo di dire, Lele. Come dice il mio MaesDro Arrigo, ci vuole umiltè"."I maestri di questo periodo non portano bene, […]

08/04/2021
Inter - Sassuolo, il pagellone del +11

HANDA 6: Povero Handa. Non so cosa tu abbia fatto di male nella tua vita precedente per meritarti questo castigo divino, ma così sarebbe troppo per chiunque. Lui ci prova anche a non subire gol, ma poi De Zerbi schiera Oddei, Traoré, Kyriakopoulos, Karamoko e Haraslin l'Exodia della Mittanza scende in campo in tutta la […]

08/04/2021
Inter - Sassuolo, dieci pensieri post - partita

10 - Innanzitutto buongiorno buongiorno buongiorno buongiornissimo caffè a tutti, ma a chi sta a +11 in classifica con tutte le partite giocate un po' di più. 9 - X: Ma dai, come fai ad essere in ansia per una partita contro il Sassuolo, voi siete primi, loro noni, e hanno mezza squadra fuori...Io: 8 […]

07/04/2021
Inter - Sassuolo nel tempo di un caffè

Primo tempo 4' - Prima Djuricic, poi Obiang Sasòl, sarà mica che avete fretta di purgarci 6' - Se vabbé come se potessimo segnare alla prima vera occasione. Saremo anche primi ma siamo sempre l'inter 7' - Ammonito per un fallo duro su Young… Consigli.Sento l'eco delle bestemmie di chi lo ha messo al fanta […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram