24/01/2021

Udinese - Inter, il pagellone bloccato

HANDANOVIC s.v.: All'arrivo allo stadio, subito una vagonata di ricordi.
Gli stipendi pagati in vitto e alloggio, i balletti di Armero, Asamoah che gioca, la qualificazione in Champions
Alcuni sostengono che ai tempi dell'Udinese Handa e Padelli non si parlassero nemmeno: Padelli troppo preso dal far colpo ogni qual volta respirasse, Handa troppo concentrato a diventare il più forte in circolazione per perdere tempo in futili stupidaggini come la socialità.
Qualunque sia la verità, ora sono inseparabili. Ormai il nostro Samir ha un cuore. Sono davvero orgoglioso di lui, ormai lo vedo sorridere sempre più spesso...magari sta perdendo qualche colpo, però sta maturando....
...
Ah già, la partita. Scusate, mi ero lasciato andare.
Fortunatamente per noi l'Udinese è pericoloso quanto un Magikarp e lui può passare la partita a perdersi nei ricordi.

Skriniar De Vrij Bastoni 18: Il terzetto più rovente di tutta Milano oggi si ritrova ad affrontare: uno di quelli che "da piccolo tifava per l'Inter" e ci purga ogni volta che può (Lasagna), un giocatore più volte accostato all'Inter (De Paul), un ex Milan (Deulofeu) diretti dal Maestro Gotti.
Sembrerebbe una situazione di pericolo imminente, ma lì arriva il colpo da maestro dell'allenatore friulano: non attacca.
"Ma come, nemmeno un pochino?"
"Si, ma niente di serio. Se capita..."
E quindi nulla, passano questi 90 minuti cercando di non annoiarsi: ogni tanto una chiacchiera con Samir, si parla del più e del meno e quando c'è da chiudere uno dei loro fanno a gara per chi arriva prima.
Di solito è Barella.

HAKIMI 5.5: Lui si che è un giocatore da Inter.
Giornate in cui mostra tutto il talento che lo contraddistingue, giornate in cui reinterpreta alla perfezione i suoi predecessori sulla fascia destra interista (oggi ci ha omaggiati con la fedele reinterpretazione di Schelotto).
Furbo a non cadere nella trappola di segnare su punizione, cosa che lo avrebbe condannato inevitabilmente alla panchina a vita.
Il suo unico difetto? L'umiltà. Ci vuole più arroganza, le persone devono essere grate di vederti giocare.
Per maggiori informazioni su autostima strabordante, puoi rivolgerti a...beh dai, lo sai.

BARELLA 6: Dopo una partita giocata in God Mode, oggi torna a giocare una partita normale. Una partita normale in cui corre dappertutto, gioca ovunque e per poco non fac un gol che avrebbe fatto venire giù lo stadio anche senza spettatori.
Tutto nella norma, insomma.

BROZOVIC 6 (anni): Esattamente 6 anni fa, in questo giorno, le nostre vite cambiavano per sempre. Non eravamo ancora in grado di capire. Per festeggiare il #Brozoday Udinese e Inter permettono al nostro coccodrillo preferito di esprimersi al meglio nel suo habitat naturale: una partita bloccata. E lui non delude le aspettattive.
Sbracciate come se piovesse.
Sbuffate degne di 6 ore di documentario sulla numismatica.
Io direi: facciamo contrattino a vita e la chiudiamo qui?

VIDAL s.v: Dopo la superpartita contro la Juve, oggi giornata di relax.
Il suo impatto sulla partita è praticamente nullo.
Grazie King, almeno ci risparmi la fatica di illuderci che possa funzionare fra noi due
Ottimo come sempre il suo pressing alto sulle proteste e lo spam di storie tamarre su instagram, sue vere specialità.

STRYGER LARSEN 10: GLI AMICI DI CHRIS SONO ANCHE NOSTRI AMICI.
BELLISSIMO E BRAVISSIMO.

YOUNG 10: Ormai ha disconosciuto tutti gli insegnamenti che LVI gli aveva tramandato. Ha ripreso il suo nome, si intenerisce di fronte alla richiesta di quel sexy di un Eriksen di non far sfigurare il suo amichetto (e chi non lo farebbe al posto suo) e finiscono per essere la cosa meno emozionante dai tempi dell'invenzione dell'aria.

LAUTARO 10: Avrebbe l'occasione di segnare su regalo di Becao, ma da gentiluomo qual è decide di far fare bella figura a Musso.
CAPITO UDINESE? NOI I GOL O CE LI MERITIAMO DOPO AVER GIRATO PALLA PER 15 MINUTI O NON LI ACCETTIAMO!
Lui comunque nel dubbio corre. Non si sa bene dove, ma intanto corre.
Si sacrifica tanto per la squadra, ma la magia Gottiana annulla qualsiasi tentativo d'attacco per questa partita e finisce per essere impalpabile.

LUKAKU 10 (rimproveri ai compagni): CRISINTER, LUKAKU PANTERONE MOSCIONE, NON NE SEGNA UNAAAA, SOPRAVVALUTATOOOOO, IO PER TRENTAMILA LIRE SEGNAVO DI PIUUUUUU
Vorrei vedere voi in Romelu. Entri in campo consapevole che dai e riceverai un sacco di botte. Ogni partita. Dai più grossi e più cattivi fra gli avversari.
E lui che fa? Entra in campo e fa a botte contro le difese avversarie.
Partita dopo partita.
Eroe.

PERISIC 10: Entra al posto di Young ma con i compiti di Vidal.
Lui, impeccabile, esegue.

SENSI 10: BEN 20 MINUTI IN CAMPO PER LUI!
Roba che Chris per accumularli ci mette 3/4 partite, mica male.
Le cose con lui sono due: o sono tutti apprensivi come una mamma orsa e si spaventano di tutto o lui è più fragile delle nostre chance scudetto nei mesi invernali.

SANCHEZ 6: Entra per dare imprevedibilità alla manovra, finisce per adattarsi all'andazzo di nulla assoluto.

ARSLAN 10: SENTI COSO E' INUTILE CHE TI FAI IL FIGO DI FRONTE A NOI RISCHIANDO DI PRENDERE UN ROSSO E FACENDOTI SOSTITUIRE DOPO 30 MINUTI. NON MI FAI NESSUN EFFETTO.
...
Oh ma #pigl Arslan?

GOTTI 10: Decide di non giocare, e non si gioca.
Preciso, efficace, austero.
Come piace a lui.
Così non si gioca a calcio? Forse.
Ha guadagnato 2 punti contro Atalanta ed Inter nel giro di 3 giorni? Anche.

CONTE 10: Ingabbiato tatticamente, decide di esplodere alla fine della partita perché SEISEMPRETUMARESCAAAA
SEMPRETUANCHEALVAR
SEMPRETUMARESCAAAAAAA, aggiungendo quel pizzico di drama che in una partita del genere ci sta come il cacio sui maccheroni.
Chiarito poi il motivo del litigio: 4 minuti di recupero erano pochi.
Davvero Andonio? Pochi?
Io lo avrei annullato proprio il recupero, dopo sti 90 minuti di quasiquasiorafaccioqualcosa
novabbèdaisaràperlaprossima.


Udinese - Inter, il pagellone bloccato

HANDANOVIC s.v.: All'arrivo allo stadio, subito una vagonata di ricordi.
Gli stipendi pagati in vitto e alloggio, i balletti di Armero, Asamoah che gioca, la qualificazione in Champions
Alcuni sostengono che ai tempi dell'Udinese Handa e Padelli non si parlassero nemmeno: Padelli troppo preso dal far colpo ogni qual volta respirasse, Handa troppo concentrato a diventare il più forte in circolazione per perdere tempo in futili stupidaggini come la socialità.
Qualunque sia la verità, ora sono inseparabili. Ormai il nostro Samir ha un cuore. Sono davvero orgoglioso di lui, ormai lo vedo sorridere sempre più spesso...magari sta perdendo qualche colpo, però sta maturando....
...
Ah già, la partita. Scusate, mi ero lasciato andare.
Fortunatamente per noi l'Udinese è pericoloso quanto un Magikarp e lui può passare la partita a perdersi nei ricordi.

Skriniar De Vrij Bastoni 18: Il terzetto più rovente di tutta Milano oggi si ritrova ad affrontare: uno di quelli che "da piccolo tifava per l'Inter" e ci purga ogni volta che può (Lasagna), un giocatore più volte accostato all'Inter (De Paul), un ex Milan (Deulofeu) diretti dal Maestro Gotti.
Sembrerebbe una situazione di pericolo imminente, ma lì arriva il colpo da maestro dell'allenatore friulano: non attacca.
"Ma come, nemmeno un pochino?"
"Si, ma niente di serio. Se capita..."
E quindi nulla, passano questi 90 minuti cercando di non annoiarsi: ogni tanto una chiacchiera con Samir, si parla del più e del meno e quando c'è da chiudere uno dei loro fanno a gara per chi arriva prima.
Di solito è Barella.

HAKIMI 5.5: Lui si che è un giocatore da Inter.
Giornate in cui mostra tutto il talento che lo contraddistingue, giornate in cui reinterpreta alla perfezione i suoi predecessori sulla fascia destra interista (oggi ci ha omaggiati con la fedele reinterpretazione di Schelotto).
Furbo a non cadere nella trappola di segnare su punizione, cosa che lo avrebbe condannato inevitabilmente alla panchina a vita.
Il suo unico difetto? L'umiltà. Ci vuole più arroganza, le persone devono essere grate di vederti giocare.
Per maggiori informazioni su autostima strabordante, puoi rivolgerti a...beh dai, lo sai.

BARELLA 6: Dopo una partita giocata in God Mode, oggi torna a giocare una partita normale. Una partita normale in cui corre dappertutto, gioca ovunque e per poco non fac un gol che avrebbe fatto venire giù lo stadio anche senza spettatori.
Tutto nella norma, insomma.

BROZOVIC 6 (anni): Esattamente 6 anni fa, in questo giorno, le nostre vite cambiavano per sempre. Non eravamo ancora in grado di capire. Per festeggiare il #Brozoday Udinese e Inter permettono al nostro coccodrillo preferito di esprimersi al meglio nel suo habitat naturale: una partita bloccata. E lui non delude le aspettattive.
Sbracciate come se piovesse.
Sbuffate degne di 6 ore di documentario sulla numismatica.
Io direi: facciamo contrattino a vita e la chiudiamo qui?

VIDAL s.v: Dopo la superpartita contro la Juve, oggi giornata di relax.
Il suo impatto sulla partita è praticamente nullo.
Grazie King, almeno ci risparmi la fatica di illuderci che possa funzionare fra noi due
Ottimo come sempre il suo pressing alto sulle proteste e lo spam di storie tamarre su instagram, sue vere specialità.

STRYGER LARSEN 10: GLI AMICI DI CHRIS SONO ANCHE NOSTRI AMICI.
BELLISSIMO E BRAVISSIMO.

YOUNG 10: Ormai ha disconosciuto tutti gli insegnamenti che LVI gli aveva tramandato. Ha ripreso il suo nome, si intenerisce di fronte alla richiesta di quel sexy di un Eriksen di non far sfigurare il suo amichetto (e chi non lo farebbe al posto suo) e finiscono per essere la cosa meno emozionante dai tempi dell'invenzione dell'aria.

LAUTARO 10: Avrebbe l'occasione di segnare su regalo di Becao, ma da gentiluomo qual è decide di far fare bella figura a Musso.
CAPITO UDINESE? NOI I GOL O CE LI MERITIAMO DOPO AVER GIRATO PALLA PER 15 MINUTI O NON LI ACCETTIAMO!
Lui comunque nel dubbio corre. Non si sa bene dove, ma intanto corre.
Si sacrifica tanto per la squadra, ma la magia Gottiana annulla qualsiasi tentativo d'attacco per questa partita e finisce per essere impalpabile.

LUKAKU 10 (rimproveri ai compagni): CRISINTER, LUKAKU PANTERONE MOSCIONE, NON NE SEGNA UNAAAA, SOPRAVVALUTATOOOOO, IO PER TRENTAMILA LIRE SEGNAVO DI PIUUUUUU
Vorrei vedere voi in Romelu. Entri in campo consapevole che dai e riceverai un sacco di botte. Ogni partita. Dai più grossi e più cattivi fra gli avversari.
E lui che fa? Entra in campo e fa a botte contro le difese avversarie.
Partita dopo partita.
Eroe.

PERISIC 10: Entra al posto di Young ma con i compiti di Vidal.
Lui, impeccabile, esegue.

SENSI 10: BEN 20 MINUTI IN CAMPO PER LUI!
Roba che Chris per accumularli ci mette 3/4 partite, mica male.
Le cose con lui sono due: o sono tutti apprensivi come una mamma orsa e si spaventano di tutto o lui è più fragile delle nostre chance scudetto nei mesi invernali.

SANCHEZ 6: Entra per dare imprevedibilità alla manovra, finisce per adattarsi all'andazzo di nulla assoluto.

ARSLAN 10: SENTI COSO E' INUTILE CHE TI FAI IL FIGO DI FRONTE A NOI RISCHIANDO DI PRENDERE UN ROSSO E FACENDOTI SOSTITUIRE DOPO 30 MINUTI. NON MI FAI NESSUN EFFETTO.
...
Oh ma #pigl Arslan?

GOTTI 10: Decide di non giocare, e non si gioca.
Preciso, efficace, austero.
Come piace a lui.
Così non si gioca a calcio? Forse.
Ha guadagnato 2 punti contro Atalanta ed Inter nel giro di 3 giorni? Anche.

CONTE 10: Ingabbiato tatticamente, decide di esplodere alla fine della partita perché SEISEMPRETUMARESCAAAA
SEMPRETUANCHEALVAR
SEMPRETUMARESCAAAAAAA, aggiungendo quel pizzico di drama che in una partita del genere ci sta come il cacio sui maccheroni.
Chiarito poi il motivo del litigio: 4 minuti di recupero erano pochi.
Davvero Andonio? Pochi?
Io lo avrei annullato proprio il recupero, dopo sti 90 minuti di quasiquasiorafaccioqualcosa
novabbèdaisaràperlaprossima.


Notizie flash

Ultimi articoli

28/02/2021
Inter - Genoa, dieci pensieri post-partita

10 - Premessa: non ho potuto vedere proprio tutta tutta la partita, ma ho letto il caffè, quindi ho l'autorizzazione a scrivere questo post. 9 - Eriksen ormai titolare fisso mi destabilizza, se poi me lo fa giocare pure per tutta la partita crollano tutte le mie certezze.Ma godo. 8 - Invia anche tu un […]

28/02/2021
Inter - Genoa nel tempo di un caffè a tinte bianconere

Ho un brutto presentimento.Giocare contro questo Genoa, dopo il passo falso della Juve. Non c’è niente di buono. In più ieri ha pure segnato Karamoh.Nuvole oscure ci attendono all’orizzonte. Mi manchi Yann. Primo tempo 1’ - NON CI CREDO LUKAKONEEEEEEE Progressione infinita sul lancio di Bastoni e punisce Perin senza pietà. 3’ - Che noia […]

28/02/2021
Inter - Genoa: 3 motivi per non perderti questa partita

Premessa: diamo a Cesare quel che è di Cesare. Il nostro allenatore – che è una pesantezza di uomo – già alle 17.15 di domenica scorsa diceva di essere concentrato solo sulla prossima partita, e alle 9 di lunedì mattina faceva già sputare fuoco a Vidal facendolo allenare con Zanetti. Ecco, ringraziamo il fatto che […]

22/02/2021
Milan - Inter, il pagellone che non ci si crede

HANDA 52: EUREKA! IL LASER FUNZIONA!Non esistono altre possibili spiegazioni al fatto che il tiro di Theo Hernandez non sia entrato: giuro, finché non è ripreso il gioco avrei giurato di essere stato vittima di un allucinazione.E invece no.E' TUTTO VERO.Poi però non gli basta e decide di fare 3 parate che valgono 3 gol […]

21/02/2021
Milan-Inter, dieci pensieri post-derby

10 - Buonasera buonasera buonasera buonasera, sono un'interista, sono a digiuno, e tra le 15 e le 17 circa sono morta e risorta un centinaio di volte, sono capolista e serenamente godo. 9 - MADOOOOOOOOO SIAMO PRIMI GRAZIE A UN DERBY CON TRE GOL RIFILATI AL MILAN IO GODISSIMO E SE NEEE VAAAAAAAA 8 - […]

21/02/2021
Il Derby nel tempo di tre schiaffi in faccia

Primo tempo 1’ - E niente sono già deluso. Ho aspettato invano lo scambio di strette di mano tra Lukaku e Ibra con possibile improvvisazione in scazzottata / la più bella royal rumble mai vista. E invece niente strette di mano e niente. Triste. 4’ - LA LULA COLPISCE ANCORAAAAAAAAAAAAAAAA Perché Romelu?Perché?Perché continui ad attentare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram