10/09/2021

Sampdoria - Inter, la prova del 9

Cari brati e brate come state? È durata di più la sosta per le nazionali che quella fra un campionato e l’altro: che poi devo anche vivere con l’ansia che mi si fanno male quei cuccioli (uno a caso Sensi). Bare mi ha tolto qualche anno di vita. Dovrebbero interrompere le partite come hanno fatto fra Argentina e Brasile non appena cade a terra uno dei nostri beniamini.

Sampdoria - Inter, la prova del 9 1 Ranocchiate
ciao wall <3

Tornando a noi, quest’anno ancora non l’avevo scritto ma abbiamo delle maglie proprio belle, poi con lo scudetto cucito sul petto nel momento in cui lo stadio torna a germogliare, con i posti a sedere che si aprono di nuovo togliendo via le ragnatele che avevano preso ingiustamente il nostro posto, seduti aspettando la partita con un libro in più nelle librerie (se non sapete di cosa sto parlando cliccate qui). Finalmente si può tornare ad avere l’ansia, la paura di finire per l’ennesima volta nel baratro calcistico. Il timore di urlare di nuovo appena svegli, ancora con il caffe in mano CRISI INTER. Però lo urleremo con lo scudetto.

Sarà pur vero che una rondine non fa primavera, ma da come si era presentata la stagione con una festa per la vittoria durata 0,7 secondi a base di ZhangOut, condita con il malcontento delle partenze, un povero Christian Eriksen che mi manca manco fosse il ragù di mia nonna dopo che sono partito per un Erasmus. Senza dimenticare una sessione di calciomercato in cui non si parla di Lavezzi.

Però forse qualcosa si sta muovendo quatto quatto, striscia fra le fondamenta di appiano gentile e gira voce che una Pazza inter stia riprogettando il futuro. Voglio spiegarmi meglio: Denzel Dumfries ha un nome da Oscar dei MITT, tornano Di Marco e Cordaz, rubiamo il turco CHA CHA CHA ai cugini, con il rientro di Vidal abbiamo uno dei centrocampi più alcolizzati che si siano mai visti nella storia del nostro campionato, e prendiamo un allenatore che per l’amor del cielo mi piace, ma Simo’ fai di tutto per non essere un Benitez 2.0.

Sampdoria - Inter, la prova del 9 2 Ranocchiate
"ecco vedi quello lì che chiamano Maicon? Tu prenderai il suo posto "

Non dimentichiamoci però di lui che ci ama incondizionatamente, che veste la maglia con onore e qualche stop sbagliato di troppo. Questa è la partita di Gerrardini, che ha segnato così tante volte contro le squadre Genovesi che quando il sindaco ha tentato di renderlo cittadino onorario, consegnandogli le chiavi della città, ha tristemente scoperto che si era già preso tutto, così come i nostri cuori e le nostre bestemmie. Tutti noi sogniamo di rivederti presto in campo e di assistere ad un nuovo tuo nosense in un momento cruciale qualsiasi.

Gli scenari di questa partita si prospettano più interessanti che mai, poi pure a ora di pranzo con il ragù della nonna dopo che sono tornato, perché direi che partiamo da favoriti (forse) come l’ultima volta al Ferraris, dove loro sono state delle Ferraris e noi al massimo dei fiorini del ’96 a metano. Si risveglierà un AK87 più in forma che mai e poi, come se non bastasse, LUI è tornato più solare che mai con quel sorriso, quel maledetto sorriso che non avremmo mai più voluto rivedere…

Sampdoria - Inter, la prova del 9 3 Ranocchiate

Questa partita sarà una prova del 9, da pazza o da #nomorepazzainter non importa, perché ciò che conta è dare continuità prendendo altri tre punti come consolidamento più morale che per la classifica. Soprattutto la prova del nostro 9, del nostro cigno di Sarajevo, che non ha bisogno di farci dimenticare l’altro numero 9 (il bacia maglia) perché a quello ci pensiamo noi. A lui il compito di spiccare il volo come un vero cigno, arrivare così in alto da non sentire più le critiche negative. Critiche di chi non ha mai compreso, e forse visto, la storia del brutto anatroccolo. Ma ahimè qui non si fanno spoiler.

Sampdoria - Inter, la prova del 9 4 Ranocchiate

Sampdoria - Inter, la prova del 9

Cari brati e brate come state? È durata di più la sosta per le nazionali che quella fra un campionato e l’altro: che poi devo anche vivere con l’ansia che mi si fanno male quei cuccioli (uno a caso Sensi). Bare mi ha tolto qualche anno di vita. Dovrebbero interrompere le partite come hanno fatto fra Argentina e Brasile non appena cade a terra uno dei nostri beniamini.

Sampdoria - Inter, la prova del 9 5 Ranocchiate
ciao wall <3

Tornando a noi, quest’anno ancora non l’avevo scritto ma abbiamo delle maglie proprio belle, poi con lo scudetto cucito sul petto nel momento in cui lo stadio torna a germogliare, con i posti a sedere che si aprono di nuovo togliendo via le ragnatele che avevano preso ingiustamente il nostro posto, seduti aspettando la partita con un libro in più nelle librerie (se non sapete di cosa sto parlando cliccate qui). Finalmente si può tornare ad avere l’ansia, la paura di finire per l’ennesima volta nel baratro calcistico. Il timore di urlare di nuovo appena svegli, ancora con il caffe in mano CRISI INTER. Però lo urleremo con lo scudetto.

Sarà pur vero che una rondine non fa primavera, ma da come si era presentata la stagione con una festa per la vittoria durata 0,7 secondi a base di ZhangOut, condita con il malcontento delle partenze, un povero Christian Eriksen che mi manca manco fosse il ragù di mia nonna dopo che sono partito per un Erasmus. Senza dimenticare una sessione di calciomercato in cui non si parla di Lavezzi.

Però forse qualcosa si sta muovendo quatto quatto, striscia fra le fondamenta di appiano gentile e gira voce che una Pazza inter stia riprogettando il futuro. Voglio spiegarmi meglio: Denzel Dumfries ha un nome da Oscar dei MITT, tornano Di Marco e Cordaz, rubiamo il turco CHA CHA CHA ai cugini, con il rientro di Vidal abbiamo uno dei centrocampi più alcolizzati che si siano mai visti nella storia del nostro campionato, e prendiamo un allenatore che per l’amor del cielo mi piace, ma Simo’ fai di tutto per non essere un Benitez 2.0.

Sampdoria - Inter, la prova del 9 6 Ranocchiate
"ecco vedi quello lì che chiamano Maicon? Tu prenderai il suo posto "

Non dimentichiamoci però di lui che ci ama incondizionatamente, che veste la maglia con onore e qualche stop sbagliato di troppo. Questa è la partita di Gerrardini, che ha segnato così tante volte contro le squadre Genovesi che quando il sindaco ha tentato di renderlo cittadino onorario, consegnandogli le chiavi della città, ha tristemente scoperto che si era già preso tutto, così come i nostri cuori e le nostre bestemmie. Tutti noi sogniamo di rivederti presto in campo e di assistere ad un nuovo tuo nosense in un momento cruciale qualsiasi.

Gli scenari di questa partita si prospettano più interessanti che mai, poi pure a ora di pranzo con il ragù della nonna dopo che sono tornato, perché direi che partiamo da favoriti (forse) come l’ultima volta al Ferraris, dove loro sono state delle Ferraris e noi al massimo dei fiorini del ’96 a metano. Si risveglierà un AK87 più in forma che mai e poi, come se non bastasse, LUI è tornato più solare che mai con quel sorriso, quel maledetto sorriso che non avremmo mai più voluto rivedere…

Sampdoria - Inter, la prova del 9 7 Ranocchiate

Questa partita sarà una prova del 9, da pazza o da #nomorepazzainter non importa, perché ciò che conta è dare continuità prendendo altri tre punti come consolidamento più morale che per la classifica. Soprattutto la prova del nostro 9, del nostro cigno di Sarajevo, che non ha bisogno di farci dimenticare l’altro numero 9 (il bacia maglia) perché a quello ci pensiamo noi. A lui il compito di spiccare il volo come un vero cigno, arrivare così in alto da non sentire più le critiche negative. Critiche di chi non ha mai compreso, e forse visto, la storia del brutto anatroccolo. Ma ahimè qui non si fanno spoiler.

Sampdoria - Inter, la prova del 9 8 Ranocchiate

Notizie flash

Ultimi articoli

29/02/2024
Inter - Atalanta, il pagellone 4x4

YANN 6 - A volte un uomo è da solo perchè ha in testa strani tarliPerchè ha paura del sessoO perchè è il portiere dell'Inter BENJI 6 - ULALLA' BENJITU HA FATT UN PETIT ERROR CON SANDRIN E KRI KRI CATTIVON!MA QUELL CHE JE ME DOMAND VERAMENT: POURQUOI NON TIRE' TU LE PEINE? STEF 6 […]

28/02/2024
Inter - Atalanta nel tempo di un asterisco

Primo tempo 0’ - Gasp Sei Un Caro Amico 5’ - è da 9 partite che mi sveglio alla mattina, mi guardo allo specchio e dico ‘oggi segna Pavard’ 7' - Quante volte Pardo dirà Cavallo Pazzo Hateboer? 10' - CDK dovevi segnare domenica non adesso 11’ - Non ho mai sentito un boato a […]

28/02/2024
Inter - Atalanta, il prepartita del recupero

Che bello sarebbe stato un mercoledì di riposo… Invece non siamo la J**e o il Milan. I mercoledì sono sempre pieni, e quando non sono pieni li dobbiamo usare per i recuperi. Così ci togliamo pure dalle scatole l’asterisco. Che per carità, fa scena, fa spettacolo, ci fornisce un sacco di battute, ma mette ansia. […]

26/02/2024
Lecce - Inter, dieci leoni postpartita

🦁 Dicono che siamo bellissimi da vedere sotto la guida del demóne. Oh anche meno che da giugno metà dei top club in Europa sono senza allenatore. 🦁 Mi sei piaciuto ieri, davvero, ma puoi fare un post in cui non sembri polemico? 🦁 Akinsanmitt ancora non sappiamo come si scrive il tuo nome ma […]

26/02/2024
Lecce - Inter, il pagellone del turnover eccessivo

EMILIO 10 –  Da grande voglio fare il portiere dell’Inter. YANNERONE 9 – Ma come, mister Farris, sono già finiti gli Inter Lecce stagionali? Posso portare a casa Sansone e giocarci un po’? STEFAN 10 – Controllare Piccoli non è stato poi così difficile. Anche tornare al gol dà le sue soddisfazioni. Però adesso è […]

25/02/2024
Lecce - Inter nel tempo di un caffé leccese

0' - Domenica alle 18. Sperimentiamo nuovi orari, con il turnover massiccio, in uno dei campi peggiori della Serie A. Cosa mai potrebbe andare storto PRIMO TEMPO: 1’ - si ok bravo attaccante del Lecce, hai provato a spostare Bisteccone, ora torna a casa. 8' - Caruccio KriAslla che prova ad imitare Chala col tiro […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram