Prepartita Inter-Tottenham: A riveder le stelle

Julio Cesar
Maicon Lucio Samuel Nagatomo
Stankovic
Poli Sneijder Zanetti
Milito Forlan

 

Cari amici di Ranocchiate, pronti a tornare "a rivedere le stelle"?

Sono eccitatissimo e tesissimo al tempo stesso: torniamo in Champions dopo 6 anni fra inferno e purgatorio nel nostro personalissimo Dalbert's Inferno (<3), ma lo facciamo in un girone di ferro.

Barcelona, Tottenham e PSV.

Abbiamo abbandonato la Champions con la sopracitata formazione: era il 2011/2012.
In quella occasione vincemmo 2-1 contro il Marsiglia che passò però gli ottavi finali, grazie al risultato favorevole dell'andata e al gol decisivo di BRANDAO: per noi andarono a segno il Principe Milito e Pazzini, in un'Inter guidata da Ranieri.

Mi piacerebbe dirvi che quello fu il momento che consacrò Brandao come giocatore di livello internazionale, ma ovviamente non è così, Brandao è il classico giocatore nella media che continua a seguire giusto la su' mamma.
Adesso ha 38 anni e continua a giocare nell'irreprensibile Levadeiakos.

Beh, tutto torna insomma.

Ma torniamo a parlare della partita di quest'oggi: almeno il Tottenham di illustri sconosciuti non ne ha ad esempio.
Sono tutti forti.

Sono quattro i precedenti fra Inter e Tottenham: 2 vittorie per loro, 2 per noi (una con la postilla come col Marsiglia, considerato che sancì comunque la nostra eliminazione).

La partita, secondo le statistiche, promette spettacolo: ben 19 le reti segnate nei 4 precedenti giocati.

E questo è quanto riguarda il lato dei dati, quello che potete esporre fino all'inizio della partita facendo i fighi informati sulla partita (ma potrebbe diminuire le vostre possibilità di rimorchio fino al livello Rosario Muniz).

Tornando all'attualità, certo è che se il Tottenham non naviga in ottime acque avendo perso gli scontri diretti con United e Liverpool, è pur vero che anche noi non ce la passiamo bene, considerato le nostre sconfitte negli scontri diretti con Sassuolo e Parma.

Non so voi, ma io quando ogni tanto penso che DALB possa ritrovarsi a dover marcare gente come Eriksen o Son ho degli attacchi di panico: cammino con una busta di quelle dell'aereo, per cercare di mantenere il controllo.

Che poi che cazzo, giusto il Tottenham ci doveva capitare?!
Kane, Son, Eriksen, Lucas, Dembelè, Alli e Lloris sono tutti giocatori di cui sono calcisticamente innamorato.
Non è giusto.

Sono una corazzata sia dal punto di vista del rendimento che dal punto di vista economico, c'è poco da dire.

Però dai, diciamolo, anche loro non saranno tranquilli: siamo decisamente meglio di quanto mostrato finora, lo sappiamo noi e lo sanno anche loro.

La nostra missione? Dimostrarlo nella maniera più veloce ed efficace possibile.

Spegnete i cellulari, aprite il tifo a più non posso tanto allo stadio quanto da casa.

Quella magica musichetta sta per suonare di nuovo per noi.

E' tempo di Champions League.

 

 

Prepartita Inter-Tottenham: A riveder le stelle

Julio Cesar
Maicon Lucio Samuel Nagatomo
Stankovic
Poli Sneijder Zanetti
Milito Forlan

 

Cari amici di Ranocchiate, pronti a tornare "a rivedere le stelle"?

Sono eccitatissimo e tesissimo al tempo stesso: torniamo in Champions dopo 6 anni fra inferno e purgatorio nel nostro personalissimo Dalbert's Inferno (<3), ma lo facciamo in un girone di ferro.

Barcelona, Tottenham e PSV.

Abbiamo abbandonato la Champions con la sopracitata formazione: era il 2011/2012.
In quella occasione vincemmo 2-1 contro il Marsiglia che passò però gli ottavi finali, grazie al risultato favorevole dell'andata e al gol decisivo di BRANDAO: per noi andarono a segno il Principe Milito e Pazzini, in un'Inter guidata da Ranieri.

Mi piacerebbe dirvi che quello fu il momento che consacrò Brandao come giocatore di livello internazionale, ma ovviamente non è così, Brandao è il classico giocatore nella media che continua a seguire giusto la su' mamma.
Adesso ha 38 anni e continua a giocare nell'irreprensibile Levadeiakos.

Beh, tutto torna insomma.

Ma torniamo a parlare della partita di quest'oggi: almeno il Tottenham di illustri sconosciuti non ne ha ad esempio.
Sono tutti forti.

Sono quattro i precedenti fra Inter e Tottenham: 2 vittorie per loro, 2 per noi (una con la postilla come col Marsiglia, considerato che sancì comunque la nostra eliminazione).

La partita, secondo le statistiche, promette spettacolo: ben 19 le reti segnate nei 4 precedenti giocati.

E questo è quanto riguarda il lato dei dati, quello che potete esporre fino all'inizio della partita facendo i fighi informati sulla partita (ma potrebbe diminuire le vostre possibilità di rimorchio fino al livello Rosario Muniz).

Tornando all'attualità, certo è che se il Tottenham non naviga in ottime acque avendo perso gli scontri diretti con United e Liverpool, è pur vero che anche noi non ce la passiamo bene, considerato le nostre sconfitte negli scontri diretti con Sassuolo e Parma.

Non so voi, ma io quando ogni tanto penso che DALB possa ritrovarsi a dover marcare gente come Eriksen o Son ho degli attacchi di panico: cammino con una busta di quelle dell'aereo, per cercare di mantenere il controllo.

Che poi che cazzo, giusto il Tottenham ci doveva capitare?!
Kane, Son, Eriksen, Lucas, Dembelè, Alli e Lloris sono tutti giocatori di cui sono calcisticamente innamorato.
Non è giusto.

Sono una corazzata sia dal punto di vista del rendimento che dal punto di vista economico, c'è poco da dire.

Però dai, diciamolo, anche loro non saranno tranquilli: siamo decisamente meglio di quanto mostrato finora, lo sappiamo noi e lo sanno anche loro.

La nostra missione? Dimostrarlo nella maniera più veloce ed efficace possibile.

Spegnete i cellulari, aprite il tifo a più non posso tanto allo stadio quanto da casa.

Quella magica musichetta sta per suonare di nuovo per noi.

E' tempo di Champions League.

 

 

Ultimi articoli

27/09/2020
Inter-Fiorentina, il pagellone del VAE VICTIS

HANDANOVIC 6: Handa ai compagni nel pre-partita: "ragazzi questo è il nostro anno, finalmente possiamo vincere il campionato, è da una vita che aspetto questo momento. Siamo cresciuti, siamo maturi, non siamo più quelli del passato. Andiamo lì fuori e dimostriamolo." E dopo tre minuti Kouamé e Bonaventura varcano insieme la linea di porta mano […]

26/09/2020
Inter - Fiorentina nel tempo di un caffè

Poteva esserci qualcosa di più interista di vedere l’esordio dell’Inter a Bergamo contro la Fiorentina di camerata Biraghi? Primo tempo 0’ - Incredibile. Siamo ancora qui.Non sembra manco passata un’estate, forse perché effettivamente non lo è. 2’ - Cross di Perisic. Camilla e già in visibilio. 3’ - Gol della Fiorentina.Partito da un cross di […]

26/09/2020
10 cose più probabili di una vittoria alla prima in campionato contro la Fiorentina

10 - Non subire il gol dell'ex da Candreva alla prima occasione utile 9 - Affrontare il possibile trasferimento del Sommo con serenità e maturità (NO ANDREA NON LASCIARCIIII :'( :'( ) 8 - Pareggiare all'esordio in campionato 7 - Scoperta la causa della generosità dell'Inter nei confronti del Cagliari: Zhang e Giulini hanno una […]

23/09/2020
I 10 tipi di Interista precampionato

Cari amici di Ranocchiate, il campionato è ricominciato. Noi, tipi strani fino all'ultimo, dobbiamo però ancora fare il nostro esordio: la seconda partita del campionato sarà la nostra prima e viceversa con il prossimo turno.Niente di che a pensarci, un banale prolungamento del tempo di riposo considerato che poco più di un mese fa giocavamo […]

19/09/2020
Inter-Pisa, la partita segreta nel tempo di un caffé

Oggi in concomitanza con la prima giornata di Serie A (CHE NOIAAAAAA MA CHI SE NE FREGAAAA) è andata in scena una partita molto più importante, ma purtroppo i poteri forti hanno deciso di oscurarla. Per fortuna i 1000 tifosi interisti che hanno avuto l'occasione di tornare a San Siro potranno raccontarla... MA NON NOI, […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram