Prepartita Inter-Tottenham: A riveder le stelle

Julio Cesar
Maicon Lucio Samuel Nagatomo
Stankovic
Poli Sneijder Zanetti
Milito Forlan

 

Cari amici di Ranocchiate, pronti a tornare "a rivedere le stelle"?

Sono eccitatissimo e tesissimo al tempo stesso: torniamo in Champions dopo 6 anni fra inferno e purgatorio nel nostro personalissimo Dalbert's Inferno (<3), ma lo facciamo in un girone di ferro.

Barcelona, Tottenham e PSV.

Abbiamo abbandonato la Champions con la sopracitata formazione: era il 2011/2012.
In quella occasione vincemmo 2-1 contro il Marsiglia che passò però gli ottavi finali, grazie al risultato favorevole dell'andata e al gol decisivo di BRANDAO: per noi andarono a segno il Principe Milito e Pazzini, in un'Inter guidata da Ranieri.

Mi piacerebbe dirvi che quello fu il momento che consacrò Brandao come giocatore di livello internazionale, ma ovviamente non è così, Brandao è il classico giocatore nella media che continua a seguire giusto la su' mamma.
Adesso ha 38 anni e continua a giocare nell'irreprensibile Levadeiakos.

Beh, tutto torna insomma.

Ma torniamo a parlare della partita di quest'oggi: almeno il Tottenham di illustri sconosciuti non ne ha ad esempio.
Sono tutti forti.

Sono quattro i precedenti fra Inter e Tottenham: 2 vittorie per loro, 2 per noi (una con la postilla come col Marsiglia, considerato che sancì comunque la nostra eliminazione).

La partita, secondo le statistiche, promette spettacolo: ben 19 le reti segnate nei 4 precedenti giocati.

E questo è quanto riguarda il lato dei dati, quello che potete esporre fino all'inizio della partita facendo i fighi informati sulla partita (ma potrebbe diminuire le vostre possibilità di rimorchio fino al livello Rosario Muniz).

Tornando all'attualità, certo è che se il Tottenham non naviga in ottime acque avendo perso gli scontri diretti con United e Liverpool, è pur vero che anche noi non ce la passiamo bene, considerato le nostre sconfitte negli scontri diretti con Sassuolo e Parma.

Non so voi, ma io quando ogni tanto penso che DALB possa ritrovarsi a dover marcare gente come Eriksen o Son ho degli attacchi di panico: cammino con una busta di quelle dell'aereo, per cercare di mantenere il controllo.

Che poi che cazzo, giusto il Tottenham ci doveva capitare?!
Kane, Son, Eriksen, Lucas, Dembelè, Alli e Lloris sono tutti giocatori di cui sono calcisticamente innamorato.
Non è giusto.

Sono una corazzata sia dal punto di vista del rendimento che dal punto di vista economico, c'è poco da dire.

Però dai, diciamolo, anche loro non saranno tranquilli: siamo decisamente meglio di quanto mostrato finora, lo sappiamo noi e lo sanno anche loro.

La nostra missione? Dimostrarlo nella maniera più veloce ed efficace possibile.

Spegnete i cellulari, aprite il tifo a più non posso tanto allo stadio quanto da casa.

Quella magica musichetta sta per suonare di nuovo per noi.

E' tempo di Champions League.

 

 

Prepartita Inter-Tottenham: A riveder le stelle

Julio Cesar
Maicon Lucio Samuel Nagatomo
Stankovic
Poli Sneijder Zanetti
Milito Forlan

 

Cari amici di Ranocchiate, pronti a tornare "a rivedere le stelle"?

Sono eccitatissimo e tesissimo al tempo stesso: torniamo in Champions dopo 6 anni fra inferno e purgatorio nel nostro personalissimo Dalbert's Inferno (<3), ma lo facciamo in un girone di ferro.

Barcelona, Tottenham e PSV.

Abbiamo abbandonato la Champions con la sopracitata formazione: era il 2011/2012.
In quella occasione vincemmo 2-1 contro il Marsiglia che passò però gli ottavi finali, grazie al risultato favorevole dell'andata e al gol decisivo di BRANDAO: per noi andarono a segno il Principe Milito e Pazzini, in un'Inter guidata da Ranieri.

Mi piacerebbe dirvi che quello fu il momento che consacrò Brandao come giocatore di livello internazionale, ma ovviamente non è così, Brandao è il classico giocatore nella media che continua a seguire giusto la su' mamma.
Adesso ha 38 anni e continua a giocare nell'irreprensibile Levadeiakos.

Beh, tutto torna insomma.

Ma torniamo a parlare della partita di quest'oggi: almeno il Tottenham di illustri sconosciuti non ne ha ad esempio.
Sono tutti forti.

Sono quattro i precedenti fra Inter e Tottenham: 2 vittorie per loro, 2 per noi (una con la postilla come col Marsiglia, considerato che sancì comunque la nostra eliminazione).

La partita, secondo le statistiche, promette spettacolo: ben 19 le reti segnate nei 4 precedenti giocati.

E questo è quanto riguarda il lato dei dati, quello che potete esporre fino all'inizio della partita facendo i fighi informati sulla partita (ma potrebbe diminuire le vostre possibilità di rimorchio fino al livello Rosario Muniz).

Tornando all'attualità, certo è che se il Tottenham non naviga in ottime acque avendo perso gli scontri diretti con United e Liverpool, è pur vero che anche noi non ce la passiamo bene, considerato le nostre sconfitte negli scontri diretti con Sassuolo e Parma.

Non so voi, ma io quando ogni tanto penso che DALB possa ritrovarsi a dover marcare gente come Eriksen o Son ho degli attacchi di panico: cammino con una busta di quelle dell'aereo, per cercare di mantenere il controllo.

Che poi che cazzo, giusto il Tottenham ci doveva capitare?!
Kane, Son, Eriksen, Lucas, Dembelè, Alli e Lloris sono tutti giocatori di cui sono calcisticamente innamorato.
Non è giusto.

Sono una corazzata sia dal punto di vista del rendimento che dal punto di vista economico, c'è poco da dire.

Però dai, diciamolo, anche loro non saranno tranquilli: siamo decisamente meglio di quanto mostrato finora, lo sappiamo noi e lo sanno anche loro.

La nostra missione? Dimostrarlo nella maniera più veloce ed efficace possibile.

Spegnete i cellulari, aprite il tifo a più non posso tanto allo stadio quanto da casa.

Quella magica musichetta sta per suonare di nuovo per noi.

E' tempo di Champions League.

 

 

Ultimi articoli

19/09/2020
Inter-Pisa, la partita segreta nel tempo di un caffé

Oggi in concomitanza con la prima giornata di Serie A (CHE NOIAAAAAA MA CHI SE NE FREGAAAA) è andata in scena una partita molto più importante, ma purtroppo i poteri forti hanno deciso di oscurarla. Per fortuna i 1000 tifosi interisti che hanno avuto l'occasione di tornare a San Siro potranno raccontarla... MA NON NOI, […]

15/09/2020
Inter-Lugano nel tempo di un caffé

CI SIAMO. DALLO STADIO “Campetto dietro la Pinetina”, TUTTO PRONTO PER INTER-LUGANO. IL TERZO APPUNTAMENTO CON LA PRESTIGIOSISSIMA LUGANO CUP, ORMAI UN VERO E PROPRIO CULT DEL CALCIO ESTIVO, ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. L’Inter viene da due edizioni consecutive in cui abbiamo sollevato la coppa, e non ho capito perché quest’anno si parli di “amichevole” […]

22/08/2020
Siviglia-Inter, un pagellone con tantissime lacrime

HANDANOVIC s.v: Un uomo talmente baciato dalla sfortuna che arriva in finale per la prima volta nella sua carriera e prende tre gol senza fare una parata, e uno di questi gli arriva pure dal suo centravanti. A quanto pare è la giornata dello scambio di ruoli, visto che Samir in compenso fa più passaggi […]

21/08/2020
Siviglia - Inter nel tempo di un c'abbiamo creduto

“Il Siviglia viene da 20 risultati utili consecutivi, non perde da Febbraio!”LI MORTACCI TUA MARIANÉ IO STO SOFFRENDO COME UN CANE E TU MI DICI STE COSE?!Ma Mannaggia a voi mannaggia. PRIMO TEMPO: 1’ - Un minuto di gioco, DD33 fa capire subito chi comanda con due falli E poi ci si chiede perché giochi! […]

21/08/2020
10 cose più probabili della vittoria dell’Europa League

Cari amici di Ranocchiate, siamo di nuovo qui.A 10 anni di distanza dalla vittoria della Champions League, ci giochiamo un’altra finale: solo che questa volta ci giochiamo COPPA PIÙ BELLA DEL MONDO ❤️❤️❤️Immagino che per questa occasione vorreste un articolo gasante, incoraggiante: un misto fra 300 ed Ogni maledetta domenica.AHAHAH ILLUSI. Ecco quindi, senza ulteriori […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram