20/09/2017

Post-sbronza

Cari amici di Ranocchiate, sono ancora sotto shock.
Avete presente quando uscite il sabato sera, promettendo di tornare presto e di bere solo una birra, per poi finire a far baldoria in un pullman organizzato da  Paolo Brosio verso Medjugorje?
Io no, ma nella vita non si sa mai.
E metti caso che avessi le foto di tutto ciò, in modo da poter disdegnare la tua strana presenza da lercio bevitore.

Ora, probabilmente nessuno si è mai realmente ritrovato ad intonare “Una madonna, c’è solo una madonna” con un gruppo di suore, ma di stupidaggini ne abbiamo fatte tutti.

Può capitare.

Come può capitare di portare a termine un campionato in maniera impeccabile, riuscire a portare a casa 4 vittorie su 4 (battendo fra le altre Fiorentina e Roma) e pareggiare contro il Bologna.

Ovviamente, però, sarebbe auspicabile che la partita si giochi comunque, piuttosto che aiutare Verdi a trasformarsi in Cristiano Ronaldo.

 

Lo ammetto, ieri ho rivisto tutti i fantasmi delle passate stagioni, sarà anche perché nel prepartita ho dovuto subire il trauma di vedere la formazione 2015/2016 (Kondogbia, Santon, Nagatomo titolari, tutti contemporaneamente), cosa che riapre ferite mai del tutto guarite.

Prendeteci per stupidi, ma siamo fatti così: abbiamo sofferto tanto, abbiamo paura che ci tocchi soffrire ancora molto, vedere l’Inter riuscire a sbloccare la partita solo grazie ad un calcio di rigore ci fa giustamente preoccupare.

 

Dobbiamo però rimanere compatti e mantenere i piedi per terra. Abbiamo giocato una brutta partita, meglio archiviarla subito.

Di una partita del genere c’è veramente poco da dire, abbiamo giocato 200 volte al di sotto delle nostre potenzialità e 100 volte al di sotto di quanto finora mostrato: meglio archiviare subito la cosa.

Il mantra è sempre lo stesso, testa bassa e lavorare, soprattutto considerato che ieri sembravano tutti un po' troppo distratti per svolgere i loro compiti.
Ripartire subito o restare inghiottiti dal vortice.
Ragazzi, Big Luciano, non sbagliate ancora: noi, dal canto nostro, non smetteremo di amarvi e sostenervi.

Amala, anche quando un pareggio sa di sconfitta.

P.S: Ma Icardi quante scommesse starà perdendo, secondo voi?

Post-sbronza

Cari amici di Ranocchiate, sono ancora sotto shock.
Avete presente quando uscite il sabato sera, promettendo di tornare presto e di bere solo una birra, per poi finire a far baldoria in un pullman organizzato da  Paolo Brosio verso Medjugorje?
Io no, ma nella vita non si sa mai.
E metti caso che avessi le foto di tutto ciò, in modo da poter disdegnare la tua strana presenza da lercio bevitore.

Ora, probabilmente nessuno si è mai realmente ritrovato ad intonare “Una madonna, c’è solo una madonna” con un gruppo di suore, ma di stupidaggini ne abbiamo fatte tutti.

Può capitare.

Come può capitare di portare a termine un campionato in maniera impeccabile, riuscire a portare a casa 4 vittorie su 4 (battendo fra le altre Fiorentina e Roma) e pareggiare contro il Bologna.

Ovviamente, però, sarebbe auspicabile che la partita si giochi comunque, piuttosto che aiutare Verdi a trasformarsi in Cristiano Ronaldo.

 

Lo ammetto, ieri ho rivisto tutti i fantasmi delle passate stagioni, sarà anche perché nel prepartita ho dovuto subire il trauma di vedere la formazione 2015/2016 (Kondogbia, Santon, Nagatomo titolari, tutti contemporaneamente), cosa che riapre ferite mai del tutto guarite.

Prendeteci per stupidi, ma siamo fatti così: abbiamo sofferto tanto, abbiamo paura che ci tocchi soffrire ancora molto, vedere l’Inter riuscire a sbloccare la partita solo grazie ad un calcio di rigore ci fa giustamente preoccupare.

 

Dobbiamo però rimanere compatti e mantenere i piedi per terra. Abbiamo giocato una brutta partita, meglio archiviarla subito.

Di una partita del genere c’è veramente poco da dire, abbiamo giocato 200 volte al di sotto delle nostre potenzialità e 100 volte al di sotto di quanto finora mostrato: meglio archiviare subito la cosa.

Il mantra è sempre lo stesso, testa bassa e lavorare, soprattutto considerato che ieri sembravano tutti un po' troppo distratti per svolgere i loro compiti.
Ripartire subito o restare inghiottiti dal vortice.
Ragazzi, Big Luciano, non sbagliate ancora: noi, dal canto nostro, non smetteremo di amarvi e sostenervi.

Amala, anche quando un pareggio sa di sconfitta.

P.S: Ma Icardi quante scommesse starà perdendo, secondo voi?

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram