03/10/2016

Pagellone di Roma-Inter, lo stoicismo tra i gladiatori del colosseo

Il pagellone di Roma-Inter dopo una prestazione da partita di FIFA. Ansaldi si integra benissimo, ma Icardi non ama le idee progressiste di Banega.

Pagellone di Roma-Inter Handa

Ecco il pagellone di Roma-Inter:

Handanovic: Prende subito gol da Dzeko, ma non si fa abbattere dalla vergogna e inizia a sfoderare grandi parate a ripetizione. Nel finale cerca gloria come Toldone qualche anno fa, ma purtroppo senza fortuna. STOICO

Murillo: Parte con il non arduo compito di non farci rimpiangere Juan Jesus. È l’unica cosa che gli riesce. ABULICO

Miranda: Nella città eterna si regala una prestazione da gladiatore: a tratti come uno vero, a tratti come quelli che fanno le foto davanti al Colosseo. SDENTATO

Ansaldi: È appena al debutto dall'esordio ma si è già ambientato in squadra: fa già le stesse cagate degli altri terzini. È la prova evidente che Salvini sbaglia quando dice che gli immigrati non si integrano. FUTURO SENATORE PD

Santon: Nella giornata dei nonni entra in campo con un vecchietto sotto braccio, prima del fischio d'inizio, si scambiano il numero dei loro fisioterapisti. In avvio di gara, nel duello con Bruno Peres rivive i fasti del 2009, quando in allenamento le prendeva da Maicon. VINTAGE

Medel: Spalletti non fa giocare Nainggolan per risparmiare uno spettacolo troppo cruento. Però con De Rossi parte lo stesso la sfida all'ultima tacchettata. SPARTACO

pagellone di roma-inter medel

Candreva: Torna all'Olimpico con la verve dei vecchi derby. Quelli persi, però. NOSTALGICO

Joao Mario: Col polpaccio mezzo dolorante, solita prestazione del portoghese che a centrocampo non fa mancare l'aiuto a chiunque abbia vicino: Medel, Banega, un raccattapalle che per lunedì aveva i compiti di fisica... Nel finale viene tolto precauzionalmente. SERVIZIO CLIENTI

Banega: Illude tutti con un tiro da fuori che sembrava un gol, ma in realtà era un palo. Illude di nuovo tutti con un gol che sembrava valere un pari, ma in realtà era una sconfitta. SEDUTTORE

Perisic: Sulla fascia di Salah e Bruno Peres anche uno veloce come lui sembra Brozovic quando fa i giri di campo. Non può fare nemmeno un doppio passo, e la prestazione ne risente. COITUS INTERRUPTUS

Icardi: L'unico guizzo quando decide di scambiarsi di ruolo con Banega, prendendo il posto di assistman per il finalizzatore. Quando l'ex-Siviglia gli chiede anche la fascia, la Rolls Royce e Wanda Nara, decide di rispedirlo al suo posto. CONSERVATORE

Gnoukouri: ok lasciamo stare

Nagatomo: ok lasciamo stare...

Jovetic: OK LASCIAMO STARE......

Franchino De Boer: Se fosse stata una partita di FIFA non ci sarebbe nulla da dire. a Fifa. Va bene non voler fare il triplo cambio per saltare il filmato del cambio, però un pensierino su Biabiany buggato con 90 di accelerazione ce lo poteva fare. SPROVVEDUTO

Ti è piaciuto il pagellone di Roma-Inter? Segui le prossime uscite.

Pagellone di Roma-Inter, lo stoicismo tra i gladiatori del colosseo

Il pagellone di Roma-Inter dopo una prestazione da partita di FIFA. Ansaldi si integra benissimo, ma Icardi non ama le idee progressiste di Banega.

Pagellone di Roma-Inter Handa

Ecco il pagellone di Roma-Inter:

Handanovic: Prende subito gol da Dzeko, ma non si fa abbattere dalla vergogna e inizia a sfoderare grandi parate a ripetizione. Nel finale cerca gloria come Toldone qualche anno fa, ma purtroppo senza fortuna. STOICO

Murillo: Parte con il non arduo compito di non farci rimpiangere Juan Jesus. È l’unica cosa che gli riesce. ABULICO

Miranda: Nella città eterna si regala una prestazione da gladiatore: a tratti come uno vero, a tratti come quelli che fanno le foto davanti al Colosseo. SDENTATO

Ansaldi: È appena al debutto dall'esordio ma si è già ambientato in squadra: fa già le stesse cagate degli altri terzini. È la prova evidente che Salvini sbaglia quando dice che gli immigrati non si integrano. FUTURO SENATORE PD

Santon: Nella giornata dei nonni entra in campo con un vecchietto sotto braccio, prima del fischio d'inizio, si scambiano il numero dei loro fisioterapisti. In avvio di gara, nel duello con Bruno Peres rivive i fasti del 2009, quando in allenamento le prendeva da Maicon. VINTAGE

Medel: Spalletti non fa giocare Nainggolan per risparmiare uno spettacolo troppo cruento. Però con De Rossi parte lo stesso la sfida all'ultima tacchettata. SPARTACO

pagellone di roma-inter medel

Candreva: Torna all'Olimpico con la verve dei vecchi derby. Quelli persi, però. NOSTALGICO

Joao Mario: Col polpaccio mezzo dolorante, solita prestazione del portoghese che a centrocampo non fa mancare l'aiuto a chiunque abbia vicino: Medel, Banega, un raccattapalle che per lunedì aveva i compiti di fisica... Nel finale viene tolto precauzionalmente. SERVIZIO CLIENTI

Banega: Illude tutti con un tiro da fuori che sembrava un gol, ma in realtà era un palo. Illude di nuovo tutti con un gol che sembrava valere un pari, ma in realtà era una sconfitta. SEDUTTORE

Perisic: Sulla fascia di Salah e Bruno Peres anche uno veloce come lui sembra Brozovic quando fa i giri di campo. Non può fare nemmeno un doppio passo, e la prestazione ne risente. COITUS INTERRUPTUS

Icardi: L'unico guizzo quando decide di scambiarsi di ruolo con Banega, prendendo il posto di assistman per il finalizzatore. Quando l'ex-Siviglia gli chiede anche la fascia, la Rolls Royce e Wanda Nara, decide di rispedirlo al suo posto. CONSERVATORE

Gnoukouri: ok lasciamo stare

Nagatomo: ok lasciamo stare...

Jovetic: OK LASCIAMO STARE......

Franchino De Boer: Se fosse stata una partita di FIFA non ci sarebbe nulla da dire. a Fifa. Va bene non voler fare il triplo cambio per saltare il filmato del cambio, però un pensierino su Biabiany buggato con 90 di accelerazione ce lo poteva fare. SPROVVEDUTO

Ti è piaciuto il pagellone di Roma-Inter? Segui le prossime uscite.

Ultimi articoli

19/09/2020
Inter-Pisa, la partita segreta nel tempo di un caffé

Oggi in concomitanza con la prima giornata di Serie A (CHE NOIAAAAAA MA CHI SE NE FREGAAAA) è andata in scena una partita molto più importante, ma purtroppo i poteri forti hanno deciso di oscurarla. Per fortuna i 1000 tifosi interisti che hanno avuto l'occasione di tornare a San Siro potranno raccontarla... MA NON NOI, […]

15/09/2020
Inter-Lugano nel tempo di un caffé

CI SIAMO. DALLO STADIO “Campetto dietro la Pinetina”, TUTTO PRONTO PER INTER-LUGANO. IL TERZO APPUNTAMENTO CON LA PRESTIGIOSISSIMA LUGANO CUP, ORMAI UN VERO E PROPRIO CULT DEL CALCIO ESTIVO, ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. L’Inter viene da due edizioni consecutive in cui abbiamo sollevato la coppa, e non ho capito perché quest’anno si parli di “amichevole” […]

22/08/2020
Siviglia-Inter, un pagellone con tantissime lacrime

HANDANOVIC s.v: Un uomo talmente baciato dalla sfortuna che arriva in finale per la prima volta nella sua carriera e prende tre gol senza fare una parata, e uno di questi gli arriva pure dal suo centravanti. A quanto pare è la giornata dello scambio di ruoli, visto che Samir in compenso fa più passaggi […]

21/08/2020
Siviglia - Inter nel tempo di un c'abbiamo creduto

“Il Siviglia viene da 20 risultati utili consecutivi, non perde da Febbraio!”LI MORTACCI TUA MARIANÉ IO STO SOFFRENDO COME UN CANE E TU MI DICI STE COSE?!Ma Mannaggia a voi mannaggia. PRIMO TEMPO: 1’ - Un minuto di gioco, DD33 fa capire subito chi comanda con due falli E poi ci si chiede perché giochi! […]

21/08/2020
10 cose più probabili della vittoria dell’Europa League

Cari amici di Ranocchiate, siamo di nuovo qui.A 10 anni di distanza dalla vittoria della Champions League, ci giochiamo un’altra finale: solo che questa volta ci giochiamo COPPA PIÙ BELLA DEL MONDO ❤️❤️❤️Immagino che per questa occasione vorreste un articolo gasante, incoraggiante: un misto fra 300 ed Ogni maledetta domenica.AHAHAH ILLUSI. Ecco quindi, senza ulteriori […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram