09/11/2016

Come mio padre ha fatto vincere l'Inter con il Crotone

Mio padre è sempre stato scaramantico e, con il tempo, è riuscito a contagiare anche me.

Quando ancora non esistevano Sky, tantomeno gli smartphone e noi non potevamo permetterci Telepiù le scelte per tenersi informati erano due: la diritta di Qui Studio Voi Stadio (QSVS) oppure il Televideo.

La seconda di queste scelte, nel caso in cui rincasassimo a partita finita, prevedeva un rituale studiato per scoprire il risultato.

Si andava sul televideo della RAI e si inseriva il canale della partita. In quello stesso momento si estraeva una copertina che coprisse l'intero schermo della televisione. Per prima cosa si scopriva il risultato della squadra avversaria e, solo in seguito, quello della nostra Inter.

Questo crudele rituale è stato uno dei leitmotiv della mia infanzia. Poi sono arrivate le pay tv e la possibilità di guardarsele effettivamente le partite.

Ma mio padre ha sempre mantenuto la sua indole scaramantica.

Per questa ragione non mi sono stupito quando domenica, al 65', mi ha guardato e mi ha detto "Spegniamo. Me la sento che se spegniamo la vinciamo. Fidati."

La mia risposta è stata chiara:

"Ma smettila! Non ricominciare con certe storie."

Sulle prime non ho voluto sentire ragioni, ma dieci minuti dopo mio padre mi ha strappato il telecomando dalle mani e ha spento.

Me ne sono andato in camera borbottando, promettendogli che se non fosse andata così lo avrei randellato severamente.

E niente. Abbiamo riacceso e sappiamo tutti com'è andata. Non abbiamo nemmeno vinto 1-0, ma 3-0. Quasi che qualche entità abbia voluto rendere evidente quanto mio padre avesse ragione.

Come mio padre ha fatto vincere l'Inter con il Crotone

Mio padre è sempre stato scaramantico e, con il tempo, è riuscito a contagiare anche me.

Quando ancora non esistevano Sky, tantomeno gli smartphone e noi non potevamo permetterci Telepiù le scelte per tenersi informati erano due: la diritta di Qui Studio Voi Stadio (QSVS) oppure il Televideo.

La seconda di queste scelte, nel caso in cui rincasassimo a partita finita, prevedeva un rituale studiato per scoprire il risultato.

Si andava sul televideo della RAI e si inseriva il canale della partita. In quello stesso momento si estraeva una copertina che coprisse l'intero schermo della televisione. Per prima cosa si scopriva il risultato della squadra avversaria e, solo in seguito, quello della nostra Inter.

Questo crudele rituale è stato uno dei leitmotiv della mia infanzia. Poi sono arrivate le pay tv e la possibilità di guardarsele effettivamente le partite.

Ma mio padre ha sempre mantenuto la sua indole scaramantica.

Per questa ragione non mi sono stupito quando domenica, al 65', mi ha guardato e mi ha detto "Spegniamo. Me la sento che se spegniamo la vinciamo. Fidati."

La mia risposta è stata chiara:

"Ma smettila! Non ricominciare con certe storie."

Sulle prime non ho voluto sentire ragioni, ma dieci minuti dopo mio padre mi ha strappato il telecomando dalle mani e ha spento.

Me ne sono andato in camera borbottando, promettendogli che se non fosse andata così lo avrei randellato severamente.

E niente. Abbiamo riacceso e sappiamo tutti com'è andata. Non abbiamo nemmeno vinto 1-0, ma 3-0. Quasi che qualche entità abbia voluto rendere evidente quanto mio padre avesse ragione.

Ultimi articoli

14/07/2020
Chiesti da voi: 10 cose più possibili di un ritorno di René Krhin

Scrivere correttamente Krhin al primo tentativo con la H nella posizione giusta 2. Trovare un calciatore che stia meglio con la tinta bionda 3. Vederlo approdare al Real Madrid 4. Ricordare a memoria tutte le sue 5 presenze nella stagione 2014-2015, incluse quelle in Europa League 5. Vedere Berni in campo 6. Passare un giorno […]

14/07/2020
Inter-Torino, il pagellone sbronzo

HANDANOVIC 4: Ancora non sono chiari i motivi del suo errore. Forse era già con la testa al suo compleanno, forse voleva dare un po' di carica a tutta la squadra che si stava sedendo sugli allori, forse era una trollata per quelli che lo criticano ancora e lo chiamano portiere mediocre dopo che ha […]

13/07/2020
Inter-Torino nel tempo di un caffè al semaforo

Primo tempo 1’ - Ma io mi chiedo cosa le guardo a fare certe partite: possiamo arrivare secondi quindi perdiamo sicuro Brozo è costretto a giocare sotto lo 0,54 Non gioca Eriksen Non ha MITT AGOUME 5’ - Mi sono dimenticato di inserire nella lista Ansaldi che farà il fenomeno per tutta la sera. 7’ […]

13/07/2020
10 cose più probabili di una tranquilla vittoria col Torino

10 - Una sofferta vittoria col Torino 9 - Veder passare una intera settimana senza drammi 8 - "Ma quello è Messi?" No, è Verdi 7 - Primi cambi al 60' 6 - Un sofferto pareggio col Torino 5 - Giudicare le prestazioni di Eriksen in maniera imparziale 4 - Il tribunale si pronuncia a […]

10/07/2020
Verona-Inter, il pagellone che bastaaaa quando finisce

HANDANOVIC 6: È sempre più vicino a diventare il recordman di presenze di tutti i tempi dell'Europa League. Grande Samir il nostro sogno si avvicina SKRINIAR 4: Più in difficoltà di me nelle partite su Warzone che mi sono fatto nel primo tempo per sfogare la rabbia dopo la sua puttanata nel gol. Il suo […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram