18/04/2018

Lo strano caso del Dottor Inter e del signor Epic

Cari amici di Ranocchiate, tutto molto bello. Tutto troppo bello.

Quasi non c'era gusto a guardare la partita, che ho in effetti guardato distrattamente (fino a che Spalletti non ha tolto Karamoh e poco dopo messo Ranocchia, lì non ho più staccato gli occhi dallo schermo in preda ad un turbine di emozioni travolgenti): siamo entrati in campo ed abbiamo spazzato via una squadra decisamente inferiore alla nostra, come da copione della gente coerente.

Cioè capite?! Abbiamo fatto la figura della grande squadra!
E' una cosa che non smetterà mai di stupirmi.

 

Devo farvi una confessione, avevo paura di questo articolo: avete presente quei casi in cui passate ore a parlare con un amico di quelle tragedie che voi per comodità chiamate vita, poi vi separate per un po' per ritrovarvi in una combriccola di amici con tanta voglia di cazzeggiare poco dopo?
Tu guardi lui, lui guarda te: sapete entrambi che c'avete l'umore sotto i tacchi manco vi fossero morti 5 gatti di fronte in quel momento, ma senza nemmeno un cenno d'intesa comincerete entrambi a ridere e a scherzare manco foste al terzo Negroni; che disagio.

Ecco, a me l'idea di scrivere quest'articolo faceva un po' pensare a questa cosa: sabato scorso abbiamo visto una non-partita, siamo in una fase in cui si lotta per ogni singolo punto ed io avrei dovuto comunque potenzialmente trovare un modo per scrivere altre stronzate che vi potessero tirare su il morale; la mia reazione facciale a questa considerazione si potrebbe facilmente tradurre in un " 😀 " che sembrerebbe un sorriso, ma sarebbe in realtà una paresi.

(Spero di non essere l'unico ad avere familiarità con questa cosa, non vorrei essere l'unico che prende il tè con i pasticcini con il disagio)

Comunque, tralasciando il mio invidiabile score in "pippe mentali ad ostacoli", ieri è invece andato tutto bene.

Si è tornati alla difesa a 4, pochi minuti ed eravamo già in vantaggio...
... Karamoh era in campo dal primo minuto ed è entrato in partita come un iradiddio, sfiorando più volte il gol...
...il Cagliari non si è visto quasi mai: bontà loro, per farci fare una partita come si deve hanno deciso di non giocare proprio; grazie <3.

Boh, sono tutt'ora un po' perplesso, lo ammetto: cioè sabato scorso sembravamo la squadra di 60enni che giocano a calcetto il sabato pomeriggio (con Borja Valero capitano), ieri eravamo talmente sciolti da sembrare quello che dovremmo essere, ovvero una squadra che merita l'ingresso in Champions.

Poi però ho capito, è tornato Marcelo: inizio seriamente a sospettare che sia lui in questo momento il vero trascinatore della squadra, ma non tanto per via delle sue belle prestazioni o del suo talento; è che vederlo così impegnato e disciplinato in campo fa un effetto troppo strano, quasi responsabilizza.

Bene così quindi, Ranocchia è persino entrato al posto di Miranda regalandoci quel "e vissero felici e contenti" che tutta la Redazione ha colto come un regalo da parte dei nostri, nella "Inter Social Night".

E' il bello di essere interisti: vinci una partita 4-0, poi non segni per le quattro partite successive e così via, coerenti nella nostra incoerenza, ma alla fine Karamoh ha giocato e quindi è comunque tutto già bello così.

Lo strano caso del Dottor Inter e del signor Epic

Cari amici di Ranocchiate, tutto molto bello. Tutto troppo bello.

Quasi non c'era gusto a guardare la partita, che ho in effetti guardato distrattamente (fino a che Spalletti non ha tolto Karamoh e poco dopo messo Ranocchia, lì non ho più staccato gli occhi dallo schermo in preda ad un turbine di emozioni travolgenti): siamo entrati in campo ed abbiamo spazzato via una squadra decisamente inferiore alla nostra, come da copione della gente coerente.

Cioè capite?! Abbiamo fatto la figura della grande squadra!
E' una cosa che non smetterà mai di stupirmi.

 

Devo farvi una confessione, avevo paura di questo articolo: avete presente quei casi in cui passate ore a parlare con un amico di quelle tragedie che voi per comodità chiamate vita, poi vi separate per un po' per ritrovarvi in una combriccola di amici con tanta voglia di cazzeggiare poco dopo?
Tu guardi lui, lui guarda te: sapete entrambi che c'avete l'umore sotto i tacchi manco vi fossero morti 5 gatti di fronte in quel momento, ma senza nemmeno un cenno d'intesa comincerete entrambi a ridere e a scherzare manco foste al terzo Negroni; che disagio.

Ecco, a me l'idea di scrivere quest'articolo faceva un po' pensare a questa cosa: sabato scorso abbiamo visto una non-partita, siamo in una fase in cui si lotta per ogni singolo punto ed io avrei dovuto comunque potenzialmente trovare un modo per scrivere altre stronzate che vi potessero tirare su il morale; la mia reazione facciale a questa considerazione si potrebbe facilmente tradurre in un " 😀 " che sembrerebbe un sorriso, ma sarebbe in realtà una paresi.

(Spero di non essere l'unico ad avere familiarità con questa cosa, non vorrei essere l'unico che prende il tè con i pasticcini con il disagio)

Comunque, tralasciando il mio invidiabile score in "pippe mentali ad ostacoli", ieri è invece andato tutto bene.

Si è tornati alla difesa a 4, pochi minuti ed eravamo già in vantaggio...
... Karamoh era in campo dal primo minuto ed è entrato in partita come un iradiddio, sfiorando più volte il gol...
...il Cagliari non si è visto quasi mai: bontà loro, per farci fare una partita come si deve hanno deciso di non giocare proprio; grazie <3.

Boh, sono tutt'ora un po' perplesso, lo ammetto: cioè sabato scorso sembravamo la squadra di 60enni che giocano a calcetto il sabato pomeriggio (con Borja Valero capitano), ieri eravamo talmente sciolti da sembrare quello che dovremmo essere, ovvero una squadra che merita l'ingresso in Champions.

Poi però ho capito, è tornato Marcelo: inizio seriamente a sospettare che sia lui in questo momento il vero trascinatore della squadra, ma non tanto per via delle sue belle prestazioni o del suo talento; è che vederlo così impegnato e disciplinato in campo fa un effetto troppo strano, quasi responsabilizza.

Bene così quindi, Ranocchia è persino entrato al posto di Miranda regalandoci quel "e vissero felici e contenti" che tutta la Redazione ha colto come un regalo da parte dei nostri, nella "Inter Social Night".

E' il bello di essere interisti: vinci una partita 4-0, poi non segni per le quattro partite successive e così via, coerenti nella nostra incoerenza, ma alla fine Karamoh ha giocato e quindi è comunque tutto già bello così.

Ultimi articoli

23/09/2020
I 10 tipi di Interista precampionato

Cari amici di Ranocchiate, il campionato è ricominciato. Noi, tipi strani fino all'ultimo, dobbiamo però ancora fare il nostro esordio: la seconda partita del campionato sarà la nostra prima e viceversa con il prossimo turno.Niente di che a pensarci, un banale prolungamento del tempo di riposo considerato che poco più di un mese fa giocavamo […]

19/09/2020
Inter-Pisa, la partita segreta nel tempo di un caffé

Oggi in concomitanza con la prima giornata di Serie A (CHE NOIAAAAAA MA CHI SE NE FREGAAAA) è andata in scena una partita molto più importante, ma purtroppo i poteri forti hanno deciso di oscurarla. Per fortuna i 1000 tifosi interisti che hanno avuto l'occasione di tornare a San Siro potranno raccontarla... MA NON NOI, […]

15/09/2020
Inter-Lugano nel tempo di un caffé

CI SIAMO. DALLO STADIO “Campetto dietro la Pinetina”, TUTTO PRONTO PER INTER-LUGANO. IL TERZO APPUNTAMENTO CON LA PRESTIGIOSISSIMA LUGANO CUP, ORMAI UN VERO E PROPRIO CULT DEL CALCIO ESTIVO, ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. L’Inter viene da due edizioni consecutive in cui abbiamo sollevato la coppa, e non ho capito perché quest’anno si parli di “amichevole” […]

22/08/2020
Siviglia-Inter, un pagellone con tantissime lacrime

HANDANOVIC s.v: Un uomo talmente baciato dalla sfortuna che arriva in finale per la prima volta nella sua carriera e prende tre gol senza fare una parata, e uno di questi gli arriva pure dal suo centravanti. A quanto pare è la giornata dello scambio di ruoli, visto che Samir in compenso fa più passaggi […]

21/08/2020
Siviglia - Inter nel tempo di un c'abbiamo creduto

“Il Siviglia viene da 20 risultati utili consecutivi, non perde da Febbraio!”LI MORTACCI TUA MARIANÉ IO STO SOFFRENDO COME UN CANE E TU MI DICI STE COSE?!Ma Mannaggia a voi mannaggia. PRIMO TEMPO: 1’ - Un minuto di gioco, DD33 fa capire subito chi comanda con due falli E poi ci si chiede perché giochi! […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram