14/08/2022

Lecce - Inter, il pagellone a pressione

HANDA 110/70 - Benvenuti al primo pagellone dell'annoooo yeeeeeee
*rumore di postsofferenza acuta intensifies*
Ehm…già si. Capisco
Questo sarà  un pagellone un po' particolare: niente voti, solo valori di pressione arteriosa.
Ad esempio, il nostro articolo di mobilio prefEEHITUCHISEI? MOLLA SUBITO LA TASTIERA!
Ma guarda te questi…
Dicevo, il nostro portierone preferito, partite al cardiopalma del genere non le soffre per nulla: in confronto a tempi passati, in cui la sua pressione era 300/200 fissa, prendeva 7 caffè al giorno perché di notte non riusciva a dormire visto che gli avversari lo bersagliavano anche in camera, questo genere di match gli fanno il solletico.
Certo, tutti questi tuffi in partita li avrà pagati stamattina, quando la schiena avrà presentato il conto, ma tutto sommato, Handa è fatto così: il nostro arma letale ci prova anche a dire "Sono troppo vecchio per queste stro"…ehm…"strombazzate" diciamo, ma alla fine fa sempre tutto ciò che è in suo potere per evitare la catastrofe.
Il gol subito? Quella è tutta un'altra storia che vi spiegheremo subito qui sotto.

SKRI/DE VRIJ 300/250 - Nervi TESISSIMI nella coppia più bella di Milano.
Qualcosa si è rotto già dallo scorso anno: non sono state poche, in effetti, le volte in cui Stefan è sembrato con la testa da un'altra parte.
Skri se ne è accorto, ha reagito male lasciandosi sedurre dal riccone di turno ma senza mai combinare nulla perché, alla fine della fiera, lui ama ancora il suo Stefan.
E anche Stefan ama il suo Skri Skri.
Ma nella vita, a volte, l'amore non può bastare: ad esempio stasera la scintilla è esplosa perché Skri ha beccato Stefan guardare le storie del PSG, per vedere se avesse beccato il suo amore con loro: troppe sono state le volte in cui il suo lui non è rientrato per tutta la notte per poi presentarsi agli allenamenti come se niente fosse.
La verità è che Skri scompare di notte perché Mone, avendo paura di blitz notturni, lo costringe a dormire ad Appiano legato ad un palo della luce.
E quindi eccoci a stasera, con Ceessay e Di Francesco che sfondano la nostra difesa e Stefan e Skri coordinati come me ed una vita fatta di benessere psicofisico

DIMA 155/95 - Ecco la prima sorpresa di giornata.
Talmente sorprendente come notizia che pure lui, appena saputa la formazione, si è avvicinato al Mister per dirgli che forse aveva sbagliato, ma Mone imperturbabile ha risposto "MAAAAAAAAA….SPIAZE PER SANDRINO, MA STASERA GIOCHI TU".
Nei peggiori bar di Caracas, gira voce che il nostro mister stia volutamente schierando giocatori fuori ruolo per sottolineare la mancanza di un altro centrale in rosa (e nel caso ti capiremmo Mister, soprattutto considerato il vuoto incolmabile lasciato nei nostri piccoli e fragili cuoricini), ma noi sappiamo che così non è e a tempo debito esporremo la nostra verità.
Detto ciò Dima è il calciatore perfetto per cercare di collaborare con una coppia problematica come gli STEMI: la sua tattica del "io corro, voi fate come Katsouranis vi pare" è perfetta al punto che è proprio dal suo piede che nasce il gol dell'1-0 (nemmeno era iniziata la partita che subito fra moglie e marito non voleva mettere il dito).
Avrebbe anche l'occasione per segnare, ma capita proprio in quella fase in cui Falcone aveva sbloccato l'ultrastinto.

DARMY 85/55 - Se nella squadra campeggia con forza la pressione alta, ecco che il nostro Don preferito si ritrova a combattere con la pressione bassa.
Ormai vive solo di liquirizie da quando il mondo sta andando a rotoli: prega giorno e notte senza sosta e la fatica inizia a farsi sentire quando pur di riportare sulla retta via un infedele salentino che puntava alla nostra porta, lo abbraccia platealmente al grido di "CONVERTITIIIIIII!"
D'altronde, con un Fifino in versione Bud Spencer e con Bellanova che ancora chiama Dzeko Pavoletti, il buon Darmy era l'unica opzione possibile.
Adesso riposati, nostro eroe: con una stagione del genere davanti e senza più il nostro Andrea in rosa, abbiamo bisogno di tutte le preghiere e raccomandazioni divine possibili

BARE 170/110 - Agitato anche lui come sempre, ma la leggenda narra che Nico abbia questa pressione da quando è nato e che non vari mai nemmeno quando mangia (motivo per cui finisce in 1 minuto primo secondo contorno vino e ricino) o quando dorme (cosa che lo ha costretto a tenere un tapis roulant in camera da letto).
Ecco perché è sempre nervoso: provateci voi a fare sta vitaccia senza essere Pupi Zanetti, chiaro che poi anche se uno ti saluta finisci per mandarlo a quel paese con incomprensibili epiteti di origine sarda.
È dal suo piede che nasce il gol del 2-1, quindi alla fine dei conti…c'ha ragione lui mi sa.

BROZO UFFFFF/Coccodrillo - OVVIAMENTE la pressione di Brozo non risponde ai criteri comuni adottati dagli esseri umani.
Esiste tutta una serie di valori di riferimento che aiutano a capire lo stato del nostro sbracciatore preferito: ad esempio, UFF/Coccodrillo è un valore un po' basso, diversamente ad esempio da freccette/Epic che è invece l'equivalente del nostro 120/80.
Insomma, il nostro coccodrillo preferito era un po' debilitato e lo si capisce dal fatto che è il primo ad uscire dal campo insieme a Gosens.
Intendiamoci, nella sua serata spenta ha distribuito palloni a destra e a manca, ma tanto basta a far ricomparire i fantasmi del "eh brozo però discontinuo a volte non incide" tipici dei professoroni ricomparsi dopo la ritirata strategica dello scorso anno.

CALHA 120/80 -  "Hakan"
"Si? Dimmi tutto mister"
"Mi raccomando, oggi ti voglio bello carico"
"Vabbé mister, è una partita di precampionato…"
"NO CHE PRECAMPIONATO HAKAN, È IL CAMPIONATO!"
"Ahahahahahah bella questa"
"Hakan non sto scherzando"
"Si certo, il Campionato il 13 di Agosto…"
"Si Hakan! IL CAMPIONATO.IL 13 DI AGOSTO"
"Ahahhaha va bene Mister, come dici tu! Allora mi impegno tantissimo eh! Ahahahahahah"
*se ne va*

GOSENS Err - Purtroppo non sappiamo informarvi sullo stato della sua pressione, ma se volete in compenso sappiamo dirvi il numero di maledizioni ricevute ieri sera dal movimento unito delle vedove di Perry, dai Dimarchiani e da Gasperini (che comunque ha ovviamente cominciato da quando ha firmato con noi).
Spoiler Alert: sono parecchie.

LAUTI 140/90 - Ti sei accorto anche tu, che in questo mondo di eroi nessuno vuole essere Robin, vero?
Nemmeno Robin stesso vuole essere Robin.
E quindi a qualcuno sto ruolo di spalla toccherà pur farlo, no?
E quindi ci pensa lui a servire l'assist decisivo per il due ad uno finale, con buona pace del tabellino marcatori che vede il ritorno del suo compare, ma non il suo (anche perché se ogni santa volta che giochiamo contro una neopromossa il portiere gioca coi potenziamenti attivi, chiaro che ste robe possano succedere).
Poco importa Lauti, già il fatto che sei riuscito a rimanere in campo senza farti espellere dopo quella entrata killer, mi basta per capire che sei sulla strada giusta.

LUKAKU 150/70 - In questo caso, più che un valore di riferimento misurato in un dato momento, è una media dei valori massimi e minimi più frequenti ottenuti durante le misurazioni: corre, si sbatte, poi arranca un po' ma riprende a combattere.
E il bello è che tutto ciò non c'entra minimamente col gol segnato, frutto di un buon posizionamento e della totale dimenticanza dei difensori del Lecce che credevano giocasse ancora al Chelsea e per questo non lo hanno marcato.
Continua la sua risalita del perdono portando a termine lo step assegnatogli per questa prima partita: segnare.
Buona la prima.

MKHITAQUELLO 140/90 - No seriamente raga, non so più come fare.
Da quando è uscito il video in cui spiega come ricordarsi il suo nome lo ascolto 24 volte al giorno cercando di memorizzare ogni sfaccettatura MA È TROPPO LUNGO E COMPLICATO E OGNI VOLTA MI RITROVO A PENSARE CHE FORSE C'ERA UNA Q LÌ IN MEZZO.
"Eh ma prova col nome" mi dicono.
Cazzo c'ha 2 vocali, 2 H e 17 consonanti pure lì!
NON POSSO NEMMENO PROVARE CON UN DIMINUITIVO PERCHE LA QUASI NULLA PRESENZA DI VOCALI RISCHIA DI BLOCCARMI LA LARINGE A VITA
NON NE ESCO AIUTOOO

BASTONI 123/81 - Eccolo il nostro Sandrino 95 bellezze!
Precauzionalmente tenuto fuori da Inzaghi ad inizio partita (d'altronde, voi cosa avreste fatto con un clima così conflittuale in famiglia?), Mone lo butta nella mischia perché va bene preservare la sua salute psicologica, ma anche la nostra ad un certo punto arrivati è importante: dopo giornate spensierate passate con zio Brozo e Zio Nico, torna in campo alleggerito e fa il suo senza strafare.
Sandrino, vedrai che tutto si risolverà per il meglio e i tuoi rimarranno uniti e amorosi come prima.
…finirà così, vero?

DZEKO 80/50 - "FARRISSSSSSSS"
"Simo che hai?"
"Qui non la buttiamo dentro manco con le mani!"
"Eh lo so, il Lecce sta giocando bene e si difende ancora meglio"
"CHE FACCIAMO?!?!"
"Simo calmati, vedrai che una soluzione la troviamo…"
"NO CHE NON MI CALMO! EDIN, SCALDATI CHE ENTRI!"
"Vuoi togliere uno fra Lautaro o Lukaku?"
"No. Voglio togliere Calha."
"Ma come Calha, che c'entr…"
*sguardo da invasato selvaggio*
"Ah si, certo! Calha! È la scelta giusta! Vai Edin, vieni che ti spiego cosa fare da trequartista e non parlare col mister che non è serata"

FIFINATOR 300/280 - L'eroe che non ti aspetti.
Entra incazzato come una bestia, ara chiunque si trovi sulla sua strada, prende un palo, lotta come un dannato e segna il gol decisivo di…boh, meglio non andare ad approfondire più di tanto che siamo in fascia protetta.
Resta da capire perché sia stato inizialmente lasciato in panchina: forse Mone aveva paura di poter causare morti o feriti schierandolo dall'inizio.
E secondo me, ha ragione.

CORREA 133/74 - "Tucu cambiati ed entra"
Farris: "Ma Simo, ci sono già 3 attaccan…"
"HO DETTO ENTRAAAAAAAAAAAAA"

SCIMO 500/440 - Così indemoniato non lo vedevo da tempo.
Talmente determinato a vincere che si stava per cambiare anche lui ed entrare per gli ultimi 5 minuti, ma si è fermato quando il quarto uomo gli ha spiegato che non era consentito il suo ingresso in campo.
D'altronde, se noi abbiamo avuto la possibilità di staccare un po' durante l'estate, lui si è dovuto incatenare ai cancelli di Appiano per poter chiedere un mercato ed evitare cessioni sanguinose.
Si dice che per risparmiare non stia mangiando, tecnica a cui comunque era abituato dai tempi della Lazio quando chiedeva a Lotito di spendere 3 euro e 50 per comprare un pallone nuovo.
Mister, ci servi lucido che qui è appena cominciata.
Sappiamo come ti senti, ma per il bene della nostra squadra e del reparto di Psichiatria dell'ospedale più vicino, devi calmarti.

Lecce - Inter, il pagellone a pressione

HANDA 110/70 - Benvenuti al primo pagellone dell'annoooo yeeeeeee
*rumore di postsofferenza acuta intensifies*
Ehm…già si. Capisco
Questo sarà  un pagellone un po' particolare: niente voti, solo valori di pressione arteriosa.
Ad esempio, il nostro articolo di mobilio prefEEHITUCHISEI? MOLLA SUBITO LA TASTIERA!
Ma guarda te questi…
Dicevo, il nostro portierone preferito, partite al cardiopalma del genere non le soffre per nulla: in confronto a tempi passati, in cui la sua pressione era 300/200 fissa, prendeva 7 caffè al giorno perché di notte non riusciva a dormire visto che gli avversari lo bersagliavano anche in camera, questo genere di match gli fanno il solletico.
Certo, tutti questi tuffi in partita li avrà pagati stamattina, quando la schiena avrà presentato il conto, ma tutto sommato, Handa è fatto così: il nostro arma letale ci prova anche a dire "Sono troppo vecchio per queste stro"…ehm…"strombazzate" diciamo, ma alla fine fa sempre tutto ciò che è in suo potere per evitare la catastrofe.
Il gol subito? Quella è tutta un'altra storia che vi spiegheremo subito qui sotto.

SKRI/DE VRIJ 300/250 - Nervi TESISSIMI nella coppia più bella di Milano.
Qualcosa si è rotto già dallo scorso anno: non sono state poche, in effetti, le volte in cui Stefan è sembrato con la testa da un'altra parte.
Skri se ne è accorto, ha reagito male lasciandosi sedurre dal riccone di turno ma senza mai combinare nulla perché, alla fine della fiera, lui ama ancora il suo Stefan.
E anche Stefan ama il suo Skri Skri.
Ma nella vita, a volte, l'amore non può bastare: ad esempio stasera la scintilla è esplosa perché Skri ha beccato Stefan guardare le storie del PSG, per vedere se avesse beccato il suo amore con loro: troppe sono state le volte in cui il suo lui non è rientrato per tutta la notte per poi presentarsi agli allenamenti come se niente fosse.
La verità è che Skri scompare di notte perché Mone, avendo paura di blitz notturni, lo costringe a dormire ad Appiano legato ad un palo della luce.
E quindi eccoci a stasera, con Ceessay e Di Francesco che sfondano la nostra difesa e Stefan e Skri coordinati come me ed una vita fatta di benessere psicofisico

DIMA 155/95 - Ecco la prima sorpresa di giornata.
Talmente sorprendente come notizia che pure lui, appena saputa la formazione, si è avvicinato al Mister per dirgli che forse aveva sbagliato, ma Mone imperturbabile ha risposto "MAAAAAAAAA….SPIAZE PER SANDRINO, MA STASERA GIOCHI TU".
Nei peggiori bar di Caracas, gira voce che il nostro mister stia volutamente schierando giocatori fuori ruolo per sottolineare la mancanza di un altro centrale in rosa (e nel caso ti capiremmo Mister, soprattutto considerato il vuoto incolmabile lasciato nei nostri piccoli e fragili cuoricini), ma noi sappiamo che così non è e a tempo debito esporremo la nostra verità.
Detto ciò Dima è il calciatore perfetto per cercare di collaborare con una coppia problematica come gli STEMI: la sua tattica del "io corro, voi fate come Katsouranis vi pare" è perfetta al punto che è proprio dal suo piede che nasce il gol dell'1-0 (nemmeno era iniziata la partita che subito fra moglie e marito non voleva mettere il dito).
Avrebbe anche l'occasione per segnare, ma capita proprio in quella fase in cui Falcone aveva sbloccato l'ultrastinto.

DARMY 85/55 - Se nella squadra campeggia con forza la pressione alta, ecco che il nostro Don preferito si ritrova a combattere con la pressione bassa.
Ormai vive solo di liquirizie da quando il mondo sta andando a rotoli: prega giorno e notte senza sosta e la fatica inizia a farsi sentire quando pur di riportare sulla retta via un infedele salentino che puntava alla nostra porta, lo abbraccia platealmente al grido di "CONVERTITIIIIIII!"
D'altronde, con un Fifino in versione Bud Spencer e con Bellanova che ancora chiama Dzeko Pavoletti, il buon Darmy era l'unica opzione possibile.
Adesso riposati, nostro eroe: con una stagione del genere davanti e senza più il nostro Andrea in rosa, abbiamo bisogno di tutte le preghiere e raccomandazioni divine possibili

BARE 170/110 - Agitato anche lui come sempre, ma la leggenda narra che Nico abbia questa pressione da quando è nato e che non vari mai nemmeno quando mangia (motivo per cui finisce in 1 minuto primo secondo contorno vino e ricino) o quando dorme (cosa che lo ha costretto a tenere un tapis roulant in camera da letto).
Ecco perché è sempre nervoso: provateci voi a fare sta vitaccia senza essere Pupi Zanetti, chiaro che poi anche se uno ti saluta finisci per mandarlo a quel paese con incomprensibili epiteti di origine sarda.
È dal suo piede che nasce il gol del 2-1, quindi alla fine dei conti…c'ha ragione lui mi sa.

BROZO UFFFFF/Coccodrillo - OVVIAMENTE la pressione di Brozo non risponde ai criteri comuni adottati dagli esseri umani.
Esiste tutta una serie di valori di riferimento che aiutano a capire lo stato del nostro sbracciatore preferito: ad esempio, UFF/Coccodrillo è un valore un po' basso, diversamente ad esempio da freccette/Epic che è invece l'equivalente del nostro 120/80.
Insomma, il nostro coccodrillo preferito era un po' debilitato e lo si capisce dal fatto che è il primo ad uscire dal campo insieme a Gosens.
Intendiamoci, nella sua serata spenta ha distribuito palloni a destra e a manca, ma tanto basta a far ricomparire i fantasmi del "eh brozo però discontinuo a volte non incide" tipici dei professoroni ricomparsi dopo la ritirata strategica dello scorso anno.

CALHA 120/80 -  "Hakan"
"Si? Dimmi tutto mister"
"Mi raccomando, oggi ti voglio bello carico"
"Vabbé mister, è una partita di precampionato…"
"NO CHE PRECAMPIONATO HAKAN, È IL CAMPIONATO!"
"Ahahahahahah bella questa"
"Hakan non sto scherzando"
"Si certo, il Campionato il 13 di Agosto…"
"Si Hakan! IL CAMPIONATO.IL 13 DI AGOSTO"
"Ahahhaha va bene Mister, come dici tu! Allora mi impegno tantissimo eh! Ahahahahahah"
*se ne va*

GOSENS Err - Purtroppo non sappiamo informarvi sullo stato della sua pressione, ma se volete in compenso sappiamo dirvi il numero di maledizioni ricevute ieri sera dal movimento unito delle vedove di Perry, dai Dimarchiani e da Gasperini (che comunque ha ovviamente cominciato da quando ha firmato con noi).
Spoiler Alert: sono parecchie.

LAUTI 140/90 - Ti sei accorto anche tu, che in questo mondo di eroi nessuno vuole essere Robin, vero?
Nemmeno Robin stesso vuole essere Robin.
E quindi a qualcuno sto ruolo di spalla toccherà pur farlo, no?
E quindi ci pensa lui a servire l'assist decisivo per il due ad uno finale, con buona pace del tabellino marcatori che vede il ritorno del suo compare, ma non il suo (anche perché se ogni santa volta che giochiamo contro una neopromossa il portiere gioca coi potenziamenti attivi, chiaro che ste robe possano succedere).
Poco importa Lauti, già il fatto che sei riuscito a rimanere in campo senza farti espellere dopo quella entrata killer, mi basta per capire che sei sulla strada giusta.

LUKAKU 150/70 - In questo caso, più che un valore di riferimento misurato in un dato momento, è una media dei valori massimi e minimi più frequenti ottenuti durante le misurazioni: corre, si sbatte, poi arranca un po' ma riprende a combattere.
E il bello è che tutto ciò non c'entra minimamente col gol segnato, frutto di un buon posizionamento e della totale dimenticanza dei difensori del Lecce che credevano giocasse ancora al Chelsea e per questo non lo hanno marcato.
Continua la sua risalita del perdono portando a termine lo step assegnatogli per questa prima partita: segnare.
Buona la prima.

MKHITAQUELLO 140/90 - No seriamente raga, non so più come fare.
Da quando è uscito il video in cui spiega come ricordarsi il suo nome lo ascolto 24 volte al giorno cercando di memorizzare ogni sfaccettatura MA È TROPPO LUNGO E COMPLICATO E OGNI VOLTA MI RITROVO A PENSARE CHE FORSE C'ERA UNA Q LÌ IN MEZZO.
"Eh ma prova col nome" mi dicono.
Cazzo c'ha 2 vocali, 2 H e 17 consonanti pure lì!
NON POSSO NEMMENO PROVARE CON UN DIMINUITIVO PERCHE LA QUASI NULLA PRESENZA DI VOCALI RISCHIA DI BLOCCARMI LA LARINGE A VITA
NON NE ESCO AIUTOOO

BASTONI 123/81 - Eccolo il nostro Sandrino 95 bellezze!
Precauzionalmente tenuto fuori da Inzaghi ad inizio partita (d'altronde, voi cosa avreste fatto con un clima così conflittuale in famiglia?), Mone lo butta nella mischia perché va bene preservare la sua salute psicologica, ma anche la nostra ad un certo punto arrivati è importante: dopo giornate spensierate passate con zio Brozo e Zio Nico, torna in campo alleggerito e fa il suo senza strafare.
Sandrino, vedrai che tutto si risolverà per il meglio e i tuoi rimarranno uniti e amorosi come prima.
…finirà così, vero?

DZEKO 80/50 - "FARRISSSSSSSS"
"Simo che hai?"
"Qui non la buttiamo dentro manco con le mani!"
"Eh lo so, il Lecce sta giocando bene e si difende ancora meglio"
"CHE FACCIAMO?!?!"
"Simo calmati, vedrai che una soluzione la troviamo…"
"NO CHE NON MI CALMO! EDIN, SCALDATI CHE ENTRI!"
"Vuoi togliere uno fra Lautaro o Lukaku?"
"No. Voglio togliere Calha."
"Ma come Calha, che c'entr…"
*sguardo da invasato selvaggio*
"Ah si, certo! Calha! È la scelta giusta! Vai Edin, vieni che ti spiego cosa fare da trequartista e non parlare col mister che non è serata"

FIFINATOR 300/280 - L'eroe che non ti aspetti.
Entra incazzato come una bestia, ara chiunque si trovi sulla sua strada, prende un palo, lotta come un dannato e segna il gol decisivo di…boh, meglio non andare ad approfondire più di tanto che siamo in fascia protetta.
Resta da capire perché sia stato inizialmente lasciato in panchina: forse Mone aveva paura di poter causare morti o feriti schierandolo dall'inizio.
E secondo me, ha ragione.

CORREA 133/74 - "Tucu cambiati ed entra"
Farris: "Ma Simo, ci sono già 3 attaccan…"
"HO DETTO ENTRAAAAAAAAAAAAA"

SCIMO 500/440 - Così indemoniato non lo vedevo da tempo.
Talmente determinato a vincere che si stava per cambiare anche lui ed entrare per gli ultimi 5 minuti, ma si è fermato quando il quarto uomo gli ha spiegato che non era consentito il suo ingresso in campo.
D'altronde, se noi abbiamo avuto la possibilità di staccare un po' durante l'estate, lui si è dovuto incatenare ai cancelli di Appiano per poter chiedere un mercato ed evitare cessioni sanguinose.
Si dice che per risparmiare non stia mangiando, tecnica a cui comunque era abituato dai tempi della Lazio quando chiedeva a Lotito di spendere 3 euro e 50 per comprare un pallone nuovo.
Mister, ci servi lucido che qui è appena cominciata.
Sappiamo come ti senti, ma per il bene della nostra squadra e del reparto di Psichiatria dell'ospedale più vicino, devi calmarti.

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

02/10/2022
Inter – Roma, il Pagellone della migliore prestazione stagionale

HANDANOVIC 10 – Quale altro voto potremmo dare al nostro portierone? Resosi conto che quei cattivoni dei tifosi nerazzurri lo prendono in giro per via delle sue parate laser, Samir ha deciso dare il via ad una nuova performance: buttarsi mandandosi la palla in porta.Siamo a livelli altissimi, al punto che pure Fabio Balaso, libero […]

02/10/2022
Inter - Roma, dieci pensieri sempre più brutti post - partita

🤬 - Buongiornissimo e buona domenica con la solita playlist dei brani consigliati oggi, Maestro Bini per Ranocchiate Edition 🤬 - Descrivere la sosta nazionali senza parolacce non è stato un problema, scrivere questi dieci pensieri anche senza parole brutte non so se ce la faccio. 🤬 - La Banter Era I era più dignitosa. 🤬 - Un’ora di […]

01/10/2022
Inter - Roma nel tempo di un caffè bruciato

KRISTJAN ASLLANI TITOLARE SIGNORI Stavo pensando ad una cosa raga, appena il tizio del corto muso ha detto di togliere i titolari a Milan o Inter le due squadre di Milano hanno cominciato ad essere falcidiate da infortuni. Siamo vicini ad Ambra Angiolini, questo qui ci manda tutti in terapia. PRIMO TEMPO 0’ - BigRom […]

01/10/2022
Inter - Roma, il prepartita della resilienza

Cari amici di Ranocchiate, come sono andati questi 2190 giorni di pausa nazionale?Tutto bene? Se la risposta è sì, i miei complimenti: anni ed anni di interismo vi hanno permesso di sbloccare la "modalità distacco" e di godere a pieno del tempo libero fra un evento e l'altro.Se la risposta è no, potreste spiegare ai […]

19/09/2022
Udinese - Inter, il pagellone in sciopero

HANDANOVIC 0 - io non ho visto niente della partita e a quanto pare nemmeno lui SKRI - DE VRIJ - BASTONI 3 - ma il bonus psicologo vale anche per la terapia di gruppo? C’è un cumulativo per famiglie? ACERBI 10 - due mesi passati a pensare a come avrebbe potuto sabotarci dall’interno e […]

18/09/2022
Udinese - Inter, dieci pensieri brutti post - partita

😡 - Ho capito che avremmo perso quando abbiamo segnato dopo quattro minuti su punizione. 😡 - Grazie per questo fine settembre di pausa nazionali, sfottò e replay in loop dei gol presi oggi. 😡 - Non mi posso fidare manco più di Amadeus nella vita per colpa di voi maledetti. 😡 - E quindi il Monza ha vinto […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram