19/09/2018

La RIPRESA nerazzurra

Metro lilla, direzione S.Siro.

Noi tifosi interisti avevamo la stessa disinvoltura di Benitez quando doveva andare davanti alle telecamere a giustificare l’ennesima partita di merda.

benitez faccia da pirla

Bestie al macello, sembravamo.
3 notti passate a sognare il tiro di Dimarco da ogni angolatura diversa.
3 notti passate a sognare Kane che da l’addio alla sua personalissima #CRISIKANE segnandoci pure di coccige.

Tutti concentrati sulla partita delle 18.55 (orario scomodo ma – SPOILER ALERT- tanto l’ha presa Vecino alla fine quindi tutto bello e tutto ok), una sorta di ansia da prestazione che non si scollava di dosso e che non si sentiva da tanto.

SEI ANNI.
L’ultima nostra apparizione, come ricordiamo bene tutti, risale al 2012.
Nel lontano 2012 si cantava in spiaggia P.E.S., non si usava Instagram e si aveva in panchina quel bell’ometto di Ranieri, intervenuto per sostituire colui che l’Inter, pur non essendo una grande squadra, ha maltrattato per tutta la sua permanenza da allenatore.
(Gasp, vai a fare in culo, di grazia).
Nella nostra mente i pensieri erano confusi.

⦁ Ma secondo voi i telecronisti stranieri metteranno tutti al corrente della nostra #CRISIINTER ?
⦁ Potrebbero eventualmente andare nello specifico e accennare al nostro inconveniente con il Parma?
⦁ E con il Sassuolo?
⦁ Cosa ne sanno gli inglesi di dove sia Sassuolo.
⦁ Brozo poteva farsi pure la barba bionda.
⦁ Per caso potrebbero accorgersi che Skriniar in realtà non è un terzino ma che sia stato messo lì perché dell’unico non infortunato ci vergogniamo talmente tanto che l’abbiamo lasciato fuori dalla Lista Champions?
⦁ Che ansia.
⦁ Ma in Champions hanno il VAR?
⦁ Ma sanno questi che è da 6 anni che non mettiamo piede in Champions? Non è che si potrebbe avvisarli e farci dare, che ne so, 2 gol di vantaggio.

Schivo il venditore dei maledetti bracciali neroazzurri che in una scala da 1 a Thohir-con-nipoti porta sfiga Thohir-con-nipoti-che-hanno-rotto-uno-specchio; birra, salamella e finalmente sugli spalti.

L’attesa della musichetta della Champions inizia a farsi snervante.
Nessuno allo stadio è pienamente pronto.
Cerchiamo di liberare la testa e i polmoni con ‘C’è solo l’Inter’, ma stavolta no, non funziona.
San Siro è una bolgia, le squadre sono in campo, ed eccola.

THECHAMPIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOONS

In quel momento tutto l’autocontrollo che pensavo di avere è andato a spasso come Van Buyten con Milito. (Eh eh, non c’è bisogno che vi dica quando.)

L’urlo liberatorio dei tifosi ha buttato fuori tutto quello che è successo in questi anni.

eurogol di icardi

Le dichiarazioni di Gasperini, Juan Jesus capitano, le partite con il Sassuolo, il Sommo tenuto in panchina, l’ultimo rigore di Nagatomo, l’addio di Zanetti e il benvenuto a Dalbert, il sacrificio di Kovacic, Icardi biondo, ZDRAVKO KUZMANOVIC, i mille allenatori, l’Hapoel Beer Sheva...

(Beh avete capito, smetto perché sto andando in panico solo a pensarle queste cose.)

Ah, anche il cambio Santon – Icardi.

Ho visto gente piangere, abbracciarsi, alzare il pugno al cielo.
Dopo SEI anni, noi eravamo di nuovo lì.
Tendo ad essere sempre poco romantica, ma chi ieri era allo stadio concorderà con me che l’esperienza sia stata mistica.

Per quanto riguarda la partita, la carambola di Perisic di faccia sul tiro di Marusic è stata veramente una sfiga.
Il ruggito di D’Ambrosio ha ristabilito l’equilibrio fino a quand…Ah no scusate, non è Lazio-Inter.

Vabbè, alla fine LA RIPRENDE VECINOOO LA RIPRENDE VECINOOO, DUE A UNO PER L’INTEEEEER, NON E’ POSSIBILEEEE E’ L’UOMO DELLA CHAMPIOOOONS, MATIAS VECINO, DUE A UNO PER L’INTEEEER, LA GARRA CHARRUAAAAA

vecino skriniar keita esultano

Il Tottenham è solo una Lazio che ce l’ha fatta.
Ad arrivare in Champions.
Ma noi abbiamo Vecino.
Goodbye, Spurs.

(facciamo i gradassi ma è palese che ce la stiamo facendo sotto all’idea di giocare da loro MA CHISSENE FREGA TANTO ABBIAMO VECINO e soprattutto MAUROGOL che ha una media presenze/marcature in Champions superiore a Messi, Ronaldo, Salah e Kane.
TREMATE).

Bentornati alle notti magiche e alle mattinate passate a pensare come insultare gli ospiti nella loro lingua d’origine,
Bentornati ad avere di fronte Kane e Messi al posto di Falcinelli,
Bentornati a non sentirvi più dire ‘tu stasera cosa guardi? La prova del cuoco?’,
Bentornati a perdere la voce in settimana e a presentarvi in quelle condizioni al lavoro,
Bentornati al nostro posto.

INTER IS HERE!

La RIPRESA nerazzurra

Metro lilla, direzione S.Siro.

Noi tifosi interisti avevamo la stessa disinvoltura di Benitez quando doveva andare davanti alle telecamere a giustificare l’ennesima partita di merda.

benitez faccia da pirla

Bestie al macello, sembravamo.
3 notti passate a sognare il tiro di Dimarco da ogni angolatura diversa.
3 notti passate a sognare Kane che da l’addio alla sua personalissima #CRISIKANE segnandoci pure di coccige.

Tutti concentrati sulla partita delle 18.55 (orario scomodo ma – SPOILER ALERT- tanto l’ha presa Vecino alla fine quindi tutto bello e tutto ok), una sorta di ansia da prestazione che non si scollava di dosso e che non si sentiva da tanto.

SEI ANNI.
L’ultima nostra apparizione, come ricordiamo bene tutti, risale al 2012.
Nel lontano 2012 si cantava in spiaggia P.E.S., non si usava Instagram e si aveva in panchina quel bell’ometto di Ranieri, intervenuto per sostituire colui che l’Inter, pur non essendo una grande squadra, ha maltrattato per tutta la sua permanenza da allenatore.
(Gasp, vai a fare in culo, di grazia).
Nella nostra mente i pensieri erano confusi.

⦁ Ma secondo voi i telecronisti stranieri metteranno tutti al corrente della nostra #CRISIINTER ?
⦁ Potrebbero eventualmente andare nello specifico e accennare al nostro inconveniente con il Parma?
⦁ E con il Sassuolo?
⦁ Cosa ne sanno gli inglesi di dove sia Sassuolo.
⦁ Brozo poteva farsi pure la barba bionda.
⦁ Per caso potrebbero accorgersi che Skriniar in realtà non è un terzino ma che sia stato messo lì perché dell’unico non infortunato ci vergogniamo talmente tanto che l’abbiamo lasciato fuori dalla Lista Champions?
⦁ Che ansia.
⦁ Ma in Champions hanno il VAR?
⦁ Ma sanno questi che è da 6 anni che non mettiamo piede in Champions? Non è che si potrebbe avvisarli e farci dare, che ne so, 2 gol di vantaggio.

Schivo il venditore dei maledetti bracciali neroazzurri che in una scala da 1 a Thohir-con-nipoti porta sfiga Thohir-con-nipoti-che-hanno-rotto-uno-specchio; birra, salamella e finalmente sugli spalti.

L’attesa della musichetta della Champions inizia a farsi snervante.
Nessuno allo stadio è pienamente pronto.
Cerchiamo di liberare la testa e i polmoni con ‘C’è solo l’Inter’, ma stavolta no, non funziona.
San Siro è una bolgia, le squadre sono in campo, ed eccola.

THECHAMPIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOONS

In quel momento tutto l’autocontrollo che pensavo di avere è andato a spasso come Van Buyten con Milito. (Eh eh, non c’è bisogno che vi dica quando.)

L’urlo liberatorio dei tifosi ha buttato fuori tutto quello che è successo in questi anni.

eurogol di icardi

Le dichiarazioni di Gasperini, Juan Jesus capitano, le partite con il Sassuolo, il Sommo tenuto in panchina, l’ultimo rigore di Nagatomo, l’addio di Zanetti e il benvenuto a Dalbert, il sacrificio di Kovacic, Icardi biondo, ZDRAVKO KUZMANOVIC, i mille allenatori, l’Hapoel Beer Sheva...

(Beh avete capito, smetto perché sto andando in panico solo a pensarle queste cose.)

Ah, anche il cambio Santon – Icardi.

Ho visto gente piangere, abbracciarsi, alzare il pugno al cielo.
Dopo SEI anni, noi eravamo di nuovo lì.
Tendo ad essere sempre poco romantica, ma chi ieri era allo stadio concorderà con me che l’esperienza sia stata mistica.

Per quanto riguarda la partita, la carambola di Perisic di faccia sul tiro di Marusic è stata veramente una sfiga.
Il ruggito di D’Ambrosio ha ristabilito l’equilibrio fino a quand…Ah no scusate, non è Lazio-Inter.

Vabbè, alla fine LA RIPRENDE VECINOOO LA RIPRENDE VECINOOO, DUE A UNO PER L’INTEEEEER, NON E’ POSSIBILEEEE E’ L’UOMO DELLA CHAMPIOOOONS, MATIAS VECINO, DUE A UNO PER L’INTEEEER, LA GARRA CHARRUAAAAA

vecino skriniar keita esultano

Il Tottenham è solo una Lazio che ce l’ha fatta.
Ad arrivare in Champions.
Ma noi abbiamo Vecino.
Goodbye, Spurs.

(facciamo i gradassi ma è palese che ce la stiamo facendo sotto all’idea di giocare da loro MA CHISSENE FREGA TANTO ABBIAMO VECINO e soprattutto MAUROGOL che ha una media presenze/marcature in Champions superiore a Messi, Ronaldo, Salah e Kane.
TREMATE).

Bentornati alle notti magiche e alle mattinate passate a pensare come insultare gli ospiti nella loro lingua d’origine,
Bentornati ad avere di fronte Kane e Messi al posto di Falcinelli,
Bentornati a non sentirvi più dire ‘tu stasera cosa guardi? La prova del cuoco?’,
Bentornati a perdere la voce in settimana e a presentarvi in quelle condizioni al lavoro,
Bentornati al nostro posto.

INTER IS HERE!

Ultimi articoli

24/05/2020
L'universo alternativo in cui abbiamo vinto il campionato

24/05/2020Che tristezza le domeniche senza Serie A. Ma per fortuna c'è un continuum spazio temporale diverso in cui tutto è andato secondo i piani, un universo in cui siamo CAMP19NI D'ITALIA Un universo un cui alle ore 15.00 di questa domenica è andata in scena, come da programma, Atalanta-Inter e in cui ci siamo aggiudicati, […]

24/05/2020
Inter-Atalanta tra rigori, risse, triplette e follie

7 aprile 2013. Sette anni fa a San Siro va in scena una delle partite più belle degli ultimi anni.L'Inter guidata dal suo mitico condottiero Strama si trova tanto per cambiare in Crisi e scende in campo con un avveniristico 3-5-2 con Handa in porta, the wall difensivo con Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; centrocampo con […]

24/05/2020
Crotone-Inter e la mossa volante di Kondogbia

9 aprile 2017 L'Inter è ospite in trasferta a Crotone per la prima volta nella storia e decide di rendere onore a questo avvenimento epico indossando la maglia Sprite delle grandi occasioni. Dopotutto noi siamo ancora in piena "rincorsa Champions" che in realtà è più un "cerchiamo di evitarci i preliminari di Europa League". Che […]

24/05/2020
Torino-Inter tra gol dell'ex e milze

8 aprile 2018 L'Inter di Spalletti continua la sua pazza corsa verso la qualificazione in Champions, ogni partita è un testa a testa, la tensione è incredibile, non possiamo permetterci passi falsi. Ogni giornata è il panico puro, con gli occhi alla Marotta a guardare da un lato quello che facciamo noi e da un […]

22/05/2020
Inter-Bayern 2010: il pagellone degli Eroi di Madrid

JULIO CESAR 10: Quando arrivi a giocarti una finale sai che gli interventi saranno pochi ma decisivi. Ecco i due migliori di Julione di questa sera: prima la parata su Muller, al termine di una bella combinazione dell'attacco bavarese, poi un riflesso sul più classico dei tiri a giro di Robben.Parte da un suo rinvio […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram