09/12/2018

La linea sottile tra #CrisiInter e #CrisiEX, dicembre passerà

"Spalletti non ci arriva a mangiare il panettone", "addio Champions" e "Modric a gennaio non arriva perchè facciamo cagare" sono le frasi da te più lette/sentite ultimamente?

Sogni la notte il palo di Gagliardini, come Eriksen si è bevuto la nostra difesa ed Asamoah che si fa anticipare da Mandzukic come se stesse ancora giocando per loro?

Senti anche tu riecheggiare quel #RIPIGLZaniolo perchè Nainggolan è all'Humanitas un giorno si e l'altro pure (con una puntatina al bar all'ora dello Spritz)?

Ma soprattutto, QUANTA PAURA HAI OGNI VOLTA CHE VEDI UN NOSTRO EX CONTRO DI NOI?

Benvenuto nel mio mondo, fratello interista. Siamo entrati nella #CRISIINTER di dicembre, si sa come ci siamo entrati e non si sa quando ne usciremo. Visto che questo è un periodo così fortunato/prolifico per noi, possiamo affrontare in successione Roma-Tottenham-carcerati-PSV-Napoli con la stessa spensieratezza di Roy Hogdson che può rimpiazzare Centofanti con Pistone. 

Tanto, non sono mica scontri diretti. Non ci stiamo giocando una qualificazione agli ottavi di Champions, no. Ci accerteremo solo del fatto che il canguro australiano non ha finito di fare danni. Pensaci. Se solo Sainsbury, uno dei nostri cari amati ex, non avesse fatto autogol contro il Tottenham, probabilmente ora non staresti scrivendo a Babbo Natale che per quest'anno vorresti la vittoria del Barcellona e che Rosario non faccia il fenomeno come all'andata.

Rosario, non Sainsbury. In quanto geneticamente interista, so che anche tu hai paura che il canguro ricominci a saltellare proprio a nostra insaputa, descrivendo in piena regola il prototipo di ex che ti ignora, senza di te se la passa bene, ma non appena ti vede non perde l'occasione di lanciarti frecciatine per farti sentire una merda. Diciamo che questa categoria è ancora sopportabile se consideriamo che ne esiste un'altra.

L'ex che per te era tutto, ma che se n'è andato con un'altra con cui non puoi competere, quella che ha il fisico molto più tonico del tuo e che tutti si girano a guardare mentre stacca col bilanciere. E pensa, proprio lui ha il privilegio di starci.

Tu ci provi ad ignorarlo, a non pensare ai bei momenti passati insieme. Lo vedi fare con lei le stesse cose che faceva con te e capisci che non è cambiato di una virgola, anche se sembra molto più macho adesso. Ha sempre gli stessi difetti, commette sempre gli stessi errori ed è risoluto nello sfruttare gli stessi punti di forza. Perfino la tua amica, quello un po' maldestra da sempre, ma che ultimamente pare essere un po' più attenta, prova a convincerla del fatto che potete ritornare, che lasciarvi è stato un errore.

Ma lui, no, non ci sta. Anzi, regala alla sua ragazza il bracciale che aveva promesso a te e glielo consegna davanti ai tuoi occhi. E tu non puoi farci niente. (Questa sceneggiatura degna di Stanley Kubrick vuole far trapelare quanto in realtà mi manchi Joao Canc**o e quanto io abbia sofferto come un cane bastonato nel vederlo con la maglia dei criminali.)

L'ho detto. Purtroppo. D'altronde non è colpa mia se sono una persona così sensibile ed emotiva e, non negarlo, lo sei anche tu.

Ah, ma aspetta, mi ero dimenticata che noi abbiamo Danilo. Va bene, allora ritiro tutto e continuerò a dire che quello è un infame che non mi manca per niente. Anzi, neanche l'ho notato mentre era intento a baciare la sua nuova tipa, non mi sono neanche accorta che aveva lo stesso taglio di capelli di quando ci siamo lasciati MA IO DICO COME DIAVOLO TI PERMETTI A TENERE I CAPELLI CHE TI STANNO COSI' BENE ANCHE QUANDO SEI CON LEI.

Aiuto, una crisi. E non è #crisiInter, peggio. E' #crisiex.

 

La linea sottile tra #CrisiInter e #CrisiEX, dicembre passerà

"Spalletti non ci arriva a mangiare il panettone", "addio Champions" e "Modric a gennaio non arriva perchè facciamo cagare" sono le frasi da te più lette/sentite ultimamente?

Sogni la notte il palo di Gagliardini, come Eriksen si è bevuto la nostra difesa ed Asamoah che si fa anticipare da Mandzukic come se stesse ancora giocando per loro?

Senti anche tu riecheggiare quel #RIPIGLZaniolo perchè Nainggolan è all'Humanitas un giorno si e l'altro pure (con una puntatina al bar all'ora dello Spritz)?

Ma soprattutto, QUANTA PAURA HAI OGNI VOLTA CHE VEDI UN NOSTRO EX CONTRO DI NOI?

Benvenuto nel mio mondo, fratello interista. Siamo entrati nella #CRISIINTER di dicembre, si sa come ci siamo entrati e non si sa quando ne usciremo. Visto che questo è un periodo così fortunato/prolifico per noi, possiamo affrontare in successione Roma-Tottenham-carcerati-PSV-Napoli con la stessa spensieratezza di Roy Hogdson che può rimpiazzare Centofanti con Pistone. 

Tanto, non sono mica scontri diretti. Non ci stiamo giocando una qualificazione agli ottavi di Champions, no. Ci accerteremo solo del fatto che il canguro australiano non ha finito di fare danni. Pensaci. Se solo Sainsbury, uno dei nostri cari amati ex, non avesse fatto autogol contro il Tottenham, probabilmente ora non staresti scrivendo a Babbo Natale che per quest'anno vorresti la vittoria del Barcellona e che Rosario non faccia il fenomeno come all'andata.

Rosario, non Sainsbury. In quanto geneticamente interista, so che anche tu hai paura che il canguro ricominci a saltellare proprio a nostra insaputa, descrivendo in piena regola il prototipo di ex che ti ignora, senza di te se la passa bene, ma non appena ti vede non perde l'occasione di lanciarti frecciatine per farti sentire una merda. Diciamo che questa categoria è ancora sopportabile se consideriamo che ne esiste un'altra.

L'ex che per te era tutto, ma che se n'è andato con un'altra con cui non puoi competere, quella che ha il fisico molto più tonico del tuo e che tutti si girano a guardare mentre stacca col bilanciere. E pensa, proprio lui ha il privilegio di starci.

Tu ci provi ad ignorarlo, a non pensare ai bei momenti passati insieme. Lo vedi fare con lei le stesse cose che faceva con te e capisci che non è cambiato di una virgola, anche se sembra molto più macho adesso. Ha sempre gli stessi difetti, commette sempre gli stessi errori ed è risoluto nello sfruttare gli stessi punti di forza. Perfino la tua amica, quello un po' maldestra da sempre, ma che ultimamente pare essere un po' più attenta, prova a convincerla del fatto che potete ritornare, che lasciarvi è stato un errore.

Ma lui, no, non ci sta. Anzi, regala alla sua ragazza il bracciale che aveva promesso a te e glielo consegna davanti ai tuoi occhi. E tu non puoi farci niente. (Questa sceneggiatura degna di Stanley Kubrick vuole far trapelare quanto in realtà mi manchi Joao Canc**o e quanto io abbia sofferto come un cane bastonato nel vederlo con la maglia dei criminali.)

L'ho detto. Purtroppo. D'altronde non è colpa mia se sono una persona così sensibile ed emotiva e, non negarlo, lo sei anche tu.

Ah, ma aspetta, mi ero dimenticata che noi abbiamo Danilo. Va bene, allora ritiro tutto e continuerò a dire che quello è un infame che non mi manca per niente. Anzi, neanche l'ho notato mentre era intento a baciare la sua nuova tipa, non mi sono neanche accorta che aveva lo stesso taglio di capelli di quando ci siamo lasciati MA IO DICO COME DIAVOLO TI PERMETTI A TENERE I CAPELLI CHE TI STANNO COSI' BENE ANCHE QUANDO SEI CON LEI.

Aiuto, una crisi. E non è #crisiInter, peggio. E' #crisiex.

 

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram