23/05/2022

Inter - Sampdoria, il pagellone di fine stagione

HANDA 38 - Il Vicecap, all'ultima di campionato, si mostra in una sua versione quasi sconosciuta: il tipo da spiaggia.
Banana Daiquiri in mano, un non-sorriso d'ordinanza e si va a lasciare la conca sulla sdraio invisibile all'occhio di un comune tifoso.
Ogni tanto gli tocca scomodarsi perché qualche maleducato gli vuole ricordare che c'è ancora un avversario in campo, ma lui sbriga la questione con lo scazzo del più stereotipato fra gli impiegati statali: si alza, ti dice che hai il modulo sbagliato, che l'ufficio è chiuso e di provare a ripassare fra 3 mesi perché si è già mosso una volta e non ha più voglia di farlo per un po'.
Mi sarei divertito a vederlo nello spogliatoio a consolare Dima con un "dai, dai, dai" seguito da 3 pacchette sulla spalla come un Bratesco Sheldon Cooper, ma voglio invece sperare che abbia preso parola e, per l'occasione, abbia raccolto il coraggio e raggiunto il suo personalissimo record di parole dette di fila: 7.

SKRI+STEFY 38 - All'inizio erano i più perplessi:
"Ma come vacanze anticipate? C'è l'ultima di campionato!"
"Ma si, non vi preoccupate! Samir comunque rimane in zona, Sandrino ha voglia di correre e quindi resta…insomma, andate! Qui ci pensiamo noi!"
"E ma se il Sassuolo dovesse bat…"
"No guarda vi fermo subito perché tanto anche i loro difensori sono già in vacanza, li incontrerete lì"
Ed ecco che quindi la coppia più bella del mondo si concede una lussuosa giornata alla Spa: massaggi rilassanti, aromaterapia, bagno nel fango e tutta la quiete che la Samp sia capace di offrire.
Tornano giusto in tempo per la fine della partita per salutare tutti i tifosi presenti con una faccia rilassatissima e una pelle brillante come non mai.
Adesso, nella modern family nerazzurra, è arrivato quel momento:
Stefan si trasferirà per lavoro?
Basto riuscirà a superare la quinta liceo?
E Skri? Cederà alle lusinghe di quel bel brasiliano conosciuto in un bar a Torino?
Lo scopriremo alla prossima ansia…ehm stagione.
Stagione.

BASTO 38 - Un vecchio adagio diceva: "Se la Samp non va da Basto, Basto va dalla Samp".
No aspe non era così.
Mi pare fosse un altro forse…boh vabbè, non sarà nessuno di così importante dai.
Fatto sta che complice la partita difensivista dei liguri, Sandrino gioca da esterno di fascia fisso, dialogando con Zio Perry e cercando di farlo divertire più possibile: con la conclusione del campionato, inizia ufficialmente l'operazione Rinnov e Jerry è in prima linea per regalarci una lunga storia d'amore in famiglia come ne "Il trono di spade".

DUM DUM 38 - "EHI FIFINO"
"Io non mi chiamo Fifino. Tu chi sei?"
"Sono Ranocchiate, non mi riconosci?!"
"No, l'unica Rana che conosco è Froggy"
"E tu fai conto che noi siamo tipo i nipoti"
"Che vuol dire nipoti?"
"Nephews"
"Ah, capito. So you are like tadpoles"
"Più ranocchietti in realtà. Sai, you know…like little cra cra…"
*sguardofissodachiteconoscemainolandese*
"Coooomunque…è finita la stagione! Allora, che ne pensi? Ti sei divertito?"
"No. Abbiamo perso."
"Vabbé ma sai, all'Inter ci sta anche questo, ormai ci scherziamo su…"
"Vi piace perdere?"
"No, non è questo…è che…
…."
"Che?"
"Non lo so Fifi abbracciami ti prego, sono triste"
*rumoredialzataditacchiconditadagrugnitodisdegno*

MBARE 38 - Avete presente il ragionier Fantozzi che, con tutto l'ufficio assente, si sbatte a più non posso per far sembrare che siano tutti presenti?
Ecco togliete la parte comica e goffa e sostituitela con un clima da 300 e la determinazione di chi ha saputo rendere la tecnica della moltiplicazione del corpo una realtà ed avrete la partita di Mbare di ieri.
Ad un certo punto giurerei di aver visto 3 Mbare in campo in contemporanea, ma forse è la storia del Multiverso targato Marvel che mi ha preso un po' troppo la mano.
Brancate a parte, in questo clima di festa che mi ricorda un po' quello del giorno in cui mi è morto il primo criceto, è proprio dai suoi piedi che arriva l'assist dell'1-0, il dodicesimo della stagione.
Mica male per uno che, a detta dei telecronisti in finale di Coppa Italia, si giocava "uno scontro interessantissimo" con Rabiot.

BROZO 38 - Pronti via ed è subito disagio: una premiazione, gente che fa foto, tutti sorridenti.
Alcuni testimoni oculari raccontano di averlo visto provare a scappare, ma che sia stato acchiappato da Farris a fuga quasi riuscita.
E per la prima volta, Brozo NON SI È PENTITO DI ESSERE IN CAMPO.
Passano due minuti e BAM! Perry che sbraccia.
Gente che sbuffa, gente scazzata, tutti concentrati…sembrava quasi di essere ad una riunione della famiglia Brozovic al gran completo.
Mi è persino sembrato di vederlo sorridere, ma con tutte le lacrime versate ieri non potrei giurarlo.
Solo dopo ha scoperto che erano tutti giù di morale per via del vantaggio del Milan al Mapei ed è lí che ha capito. BISOGNA PERDERE DI PIU'NOOOOOOOO MI DISSOCIOOOO

CALHA 38 - A.A.A Cercasi Hakan disperatamente: non abbiamo più sue notizie dalla fine della partita ed iniziamo a preoccuparci seriamente.
Se qualcuno dovesse avere sue notizie, per favore chiami Fifino che inizia a sembrarmi ansioso.
(che poi la faccia è sempre quella, ma l'inclinazione delle sopracciglia è cambiata di 2,4 cm e la cosa mi spaventa)

PERRY 38 - Sai Perry, quando avevo la fortuna di poter contare su due ginocchia funzionanti, giocavo anch'io. Certo, a calcetto con gli amici e non a San Siro, ma non sottilizziamo.
Ricordo distintamente una volta in cui a fine primo tempo avevo preso 5 gol.
Ero distrutto.
Mentre sia I miei compagni che i miei avversari andavano a bere (c'erano almeno 30 gradi, quindi gesto sacrosanto), io mi sedetti da solo al centro del centrocampo e rimasi lì fino a che non iniziammo di nuovo a giocare.
Ovviamente quella partita l'abbiamo poi persa, ma la seconda parte finì 4-1 per noi e parai persino un rigore.
Ecco, tralasciando il fatto che delle mie partite a calcetto non freghi assolutamente a nessuno, quando ti ho visto seduto da solo, nel tunnel, con l'aria sconsolata di chi ha fatto una stagione clamorosa e si ritrova senza Rinnov, senza Scudetto e 0-0 con la Samp, in te ho rivisto qualcosa di me.
Ed una volta tanto, non era il desiderio di avere i tuoi addominali.
Però mi pento di non essermi giocato "Perry primo marcatore", perchè
A: ero sicuro che avresti segnato
B: Non ci avrò pensato perché nel mio cuore sei sempre stato primo marcatore.
Quei baci e quel cuore me li porto dentro, adesso vai a mettere la firma a quel contratto.
Per anni ed ingaggio non ti preoccupare, ci pensiamo noi a modificarli con Paint.

LAUTI 38 - "Guarda là Handa…"
"Cosa?"
"Due corvi, presagio di sventura"
"Va che quelli sono due piccioni, saranno passati a salutare Candreva"
"Me lo sento, oggi non segno"
E fu così che il Toro si incornò da solo e non segnò.
La morale è che non importa che tu sia un Cigno o una Lontra.
L'importante è che soffri tanto.

CORREA 38 - Una buona parte di tifosi gli stava già preparando la valigia direzione Madrid (non te la prendere Tucu, alcuni lo facevano perché si parlava di De Paul, altri solo per curiosare fra la tua biancheria intima) e lui che fa?
Doppietta nel momento più ininfluente della stagione: degna del Meme del tipo che esulta come un matto per essere arrivato al terzo posto (cosa che a sua volta mi ha ricordato gli juventini che ieri festeggiavano lo scudetto del Milan).
Boh, che dire Tucu, questa aria da Gilderoy Allock non è che mi faccia esattamente impazzire, ma finché continuerai a cucinare carne con tutti gli - ipiti in bella mostra, anche avessi qualcosa da ridire sarei immediatamente zittito da un corale "FATTIICAZZITUOIIIIIII", quindi chapeau.
Non so se l'anno prossimo farai ancora parte di questa squadra (così come l'85% della nostra rosa, a quanto leggo dai giornali), ma spero che il messaggio adesso ti possa arrivare forte e chiaro:
PUOI ANCHE SEGNARE SENZA FARE DOPPIETTA.

GOSENS 19 - Arrivato a metà stagione, si è subito messo in mostra per le grosse capacità interistiche: esterno affermato dal gol facile, giocherebbe titolare in quasi ogni squadra della Serie A (e farebbe comodo anche a tante big d'Europa, a parer mio) e non gioca praticamente mai.
Il motivo?
Il suo diretto contendente ha trasceso l'umana condizione al costo di rinunciare a mangiare decentemente per tutta la durata della sua carriera.
E quindi si, Robin. Ti sei ritrovato a fare da…Robin al signor tacchino e avocado.
Visto quanto è bello giocare all'Inter?

VIDAL 38 - Per chi non lo avesse ancora capito, oggi voto 38 a (quasi) tutti per ricordare che siamo arrivati alla fine della stagione.
Non c'era bisogno di ripeterlo ad ogni voto?
Beh, nemmeno di ritrovarmi il "pag. 365/365" ad ogni storia pubblicata il 31 dicembre, ma ehi! Eccoci qui.
Nel caso di Arturito, personaggio tragicomico degno del buon Plauto, le giornate trascorse le potrete ritrovare segnate sul muro di camera mia come fossi un prigioniero che tiene conto dei giorni in carcere: non esattamente una passeggiata a Reggio Emilia, ecco.
Detto ciò, siamo a fine anno ed un pochetto di nostalgia mi prende anche pensando a te, dopotutto.
D'altronde, chi potrebbe pubblicare video ballando con uno Shrek twerkante mentre ci si sta giocando uno Scudetto se non tu?
Hola Arturito, vai ad insegnare al Brasile che Panda>>>>>>>qualsiasi altro mezzo

DIMA 38 - Ecco uno dei 38 più 38 di tutti i 38.
Quelle lacrime a fine partita mi hanno messo a dura prova: dico io, uno si impegna nel cosplay di Handanovic e tu ci colpisci così, a tradimento?
Vabbè dai, ci sta Fede.
Anche perché tempo 0 e mi sembrava di assistere ad una puntata del Grande Fratello con tutti in lacrime.
Forse non sarai il difensore più forte. O l'esterno. O la mezzala. O l'attaccante di fascia.
Ma se a tutt'oggi nessuno ha ben capito quale sia il tuo raggio di azione, vuol dire che per sta maglia hai dato il 110% e la strada è quella giusta
Con affetto,
Un lacrimante a sua volta

CAICEDO 19? - Ah ma quindi c'era davvero!
Avevo iniziato a pensare che fosse uno spirito che si manifestava nelle situazioni più tragiche (cosa che, in effetti, anche oggi non mi sento di escludere del tutto perché manco ieri eravamo allegri, per dire), ma mi ha fatto piacere rivederlo in campo almeno per qualche minuto.
Sto ancora aspettando un suo gol decisivo a tempo scaduto: mi sa che mi toccherà prenderlo a Fifa e farlo da me.

LIMONE 38 - Beh mister?
Cosa ne pensi di questo primo assaggio da Interisti?
Ieri ti guardavo avere la mia stessa espressione dietro lo schermo: il giusto mix di "ma chi me l'ha fatta fare" e "Dio, devo amarli proprio tanto sti maledetti".
Poi sarà passato solo un anno, ma a guardarti sembra ne siano passati almeno 5: si, anche questo è nella norma.
Che dirti Limoncello bello…
Spiaze.
Ci portiamo dietro la soddisfazione di aver alzato due trofei in faccia a quelli che ieri festeggiavano lo scudetto di un'altra rivale (unica gioia dell'anno) e la consapevolezza che si, ce l'avete probabilmente messa tutta, ma sta seconda stella ce la siamo mangiata proprio da stronzi.
Poco importa, ci avete regalato gioie e sofferenze (a volte nella stessa giornata) che solo chi vive da interno può realmente capire.
Per tutto il resto, c'è l'anno prossimo.
E complimenti al Milan per lo Scudetto 2022/2023 e la seconda stella.

FROGGY 169 - Andrea, vieni qui.
Sediamoci, chiacchieriamo un po'.
Nemmeno è finita la partita che ci siamo ritrovati il commento di una mamma, nostra follower, che ci spiegava che sua figlia piangeva perché non aveva capito che la tua potrebbe essere stata l'ultima con la nostra maglia: sai, in prima battuta mi sarebbe venuto da commentare dicendole "Vai tranquilla, ancora nulla è deciso", perché è quello che ho capito dalla tua intervista post partita.
Un po' di meritatissimo riposo e a mente fredda e lucida avresti scelto, perché anche se non vorremmo mai che accadesse, sappiamo che questa possibilità aleggia da diverso tempo.
Ma la verità è che stamattina, dopo aver visto le tue storie ed i tuoi post, ho dovuto comprare un tergicristallo per riuscire a vedere qualcosa, il che mi rendo conto non sia esattamente un "buon auspicio".
Tu sai quanto hai significato per questa pagina: abbiamo iniziato questa avventura "nel tuo nome".
Così come chiunque ci abbia imparato a conoscere prima e seguire puoi, ti portiamo nel cuore a prescindere dalla logica, dalla realtà e da qualsiasi altra mera rappresentazione di fredda analisi umana.
Forse presto ci uniremo al dovuto "Pasillo d'onore virtuale" che ha già invaso i tuoi social.
Forse no, perché seppur sembri che una decisione possa già essere quasi presa, speriamo che tu possa cambiarla se questa decisione volesse significare non vederti più scendere in campo coi nostri colori.
Non so cosa ne pensi tu, ma a quella ragazza io mi sento di dire che "anche se è triste che anche le cose belle possano avere una fine, se quelle cose hanno avuto la giusta influenza, ne potranno generare sempre di nuove.
E tu, comunque vada, per noi sei e sarai la cosa più bella di tutte.

Inter - Sampdoria, il pagellone di fine stagione

HANDA 38 - Il Vicecap, all'ultima di campionato, si mostra in una sua versione quasi sconosciuta: il tipo da spiaggia.
Banana Daiquiri in mano, un non-sorriso d'ordinanza e si va a lasciare la conca sulla sdraio invisibile all'occhio di un comune tifoso.
Ogni tanto gli tocca scomodarsi perché qualche maleducato gli vuole ricordare che c'è ancora un avversario in campo, ma lui sbriga la questione con lo scazzo del più stereotipato fra gli impiegati statali: si alza, ti dice che hai il modulo sbagliato, che l'ufficio è chiuso e di provare a ripassare fra 3 mesi perché si è già mosso una volta e non ha più voglia di farlo per un po'.
Mi sarei divertito a vederlo nello spogliatoio a consolare Dima con un "dai, dai, dai" seguito da 3 pacchette sulla spalla come un Bratesco Sheldon Cooper, ma voglio invece sperare che abbia preso parola e, per l'occasione, abbia raccolto il coraggio e raggiunto il suo personalissimo record di parole dette di fila: 7.

SKRI+STEFY 38 - All'inizio erano i più perplessi:
"Ma come vacanze anticipate? C'è l'ultima di campionato!"
"Ma si, non vi preoccupate! Samir comunque rimane in zona, Sandrino ha voglia di correre e quindi resta…insomma, andate! Qui ci pensiamo noi!"
"E ma se il Sassuolo dovesse bat…"
"No guarda vi fermo subito perché tanto anche i loro difensori sono già in vacanza, li incontrerete lì"
Ed ecco che quindi la coppia più bella del mondo si concede una lussuosa giornata alla Spa: massaggi rilassanti, aromaterapia, bagno nel fango e tutta la quiete che la Samp sia capace di offrire.
Tornano giusto in tempo per la fine della partita per salutare tutti i tifosi presenti con una faccia rilassatissima e una pelle brillante come non mai.
Adesso, nella modern family nerazzurra, è arrivato quel momento:
Stefan si trasferirà per lavoro?
Basto riuscirà a superare la quinta liceo?
E Skri? Cederà alle lusinghe di quel bel brasiliano conosciuto in un bar a Torino?
Lo scopriremo alla prossima ansia…ehm stagione.
Stagione.

BASTO 38 - Un vecchio adagio diceva: "Se la Samp non va da Basto, Basto va dalla Samp".
No aspe non era così.
Mi pare fosse un altro forse…boh vabbè, non sarà nessuno di così importante dai.
Fatto sta che complice la partita difensivista dei liguri, Sandrino gioca da esterno di fascia fisso, dialogando con Zio Perry e cercando di farlo divertire più possibile: con la conclusione del campionato, inizia ufficialmente l'operazione Rinnov e Jerry è in prima linea per regalarci una lunga storia d'amore in famiglia come ne "Il trono di spade".

DUM DUM 38 - "EHI FIFINO"
"Io non mi chiamo Fifino. Tu chi sei?"
"Sono Ranocchiate, non mi riconosci?!"
"No, l'unica Rana che conosco è Froggy"
"E tu fai conto che noi siamo tipo i nipoti"
"Che vuol dire nipoti?"
"Nephews"
"Ah, capito. So you are like tadpoles"
"Più ranocchietti in realtà. Sai, you know…like little cra cra…"
*sguardofissodachiteconoscemainolandese*
"Coooomunque…è finita la stagione! Allora, che ne pensi? Ti sei divertito?"
"No. Abbiamo perso."
"Vabbé ma sai, all'Inter ci sta anche questo, ormai ci scherziamo su…"
"Vi piace perdere?"
"No, non è questo…è che…
…."
"Che?"
"Non lo so Fifi abbracciami ti prego, sono triste"
*rumoredialzataditacchiconditadagrugnitodisdegno*

MBARE 38 - Avete presente il ragionier Fantozzi che, con tutto l'ufficio assente, si sbatte a più non posso per far sembrare che siano tutti presenti?
Ecco togliete la parte comica e goffa e sostituitela con un clima da 300 e la determinazione di chi ha saputo rendere la tecnica della moltiplicazione del corpo una realtà ed avrete la partita di Mbare di ieri.
Ad un certo punto giurerei di aver visto 3 Mbare in campo in contemporanea, ma forse è la storia del Multiverso targato Marvel che mi ha preso un po' troppo la mano.
Brancate a parte, in questo clima di festa che mi ricorda un po' quello del giorno in cui mi è morto il primo criceto, è proprio dai suoi piedi che arriva l'assist dell'1-0, il dodicesimo della stagione.
Mica male per uno che, a detta dei telecronisti in finale di Coppa Italia, si giocava "uno scontro interessantissimo" con Rabiot.

BROZO 38 - Pronti via ed è subito disagio: una premiazione, gente che fa foto, tutti sorridenti.
Alcuni testimoni oculari raccontano di averlo visto provare a scappare, ma che sia stato acchiappato da Farris a fuga quasi riuscita.
E per la prima volta, Brozo NON SI È PENTITO DI ESSERE IN CAMPO.
Passano due minuti e BAM! Perry che sbraccia.
Gente che sbuffa, gente scazzata, tutti concentrati…sembrava quasi di essere ad una riunione della famiglia Brozovic al gran completo.
Mi è persino sembrato di vederlo sorridere, ma con tutte le lacrime versate ieri non potrei giurarlo.
Solo dopo ha scoperto che erano tutti giù di morale per via del vantaggio del Milan al Mapei ed è lí che ha capito. BISOGNA PERDERE DI PIU'NOOOOOOOO MI DISSOCIOOOO

CALHA 38 - A.A.A Cercasi Hakan disperatamente: non abbiamo più sue notizie dalla fine della partita ed iniziamo a preoccuparci seriamente.
Se qualcuno dovesse avere sue notizie, per favore chiami Fifino che inizia a sembrarmi ansioso.
(che poi la faccia è sempre quella, ma l'inclinazione delle sopracciglia è cambiata di 2,4 cm e la cosa mi spaventa)

PERRY 38 - Sai Perry, quando avevo la fortuna di poter contare su due ginocchia funzionanti, giocavo anch'io. Certo, a calcetto con gli amici e non a San Siro, ma non sottilizziamo.
Ricordo distintamente una volta in cui a fine primo tempo avevo preso 5 gol.
Ero distrutto.
Mentre sia I miei compagni che i miei avversari andavano a bere (c'erano almeno 30 gradi, quindi gesto sacrosanto), io mi sedetti da solo al centro del centrocampo e rimasi lì fino a che non iniziammo di nuovo a giocare.
Ovviamente quella partita l'abbiamo poi persa, ma la seconda parte finì 4-1 per noi e parai persino un rigore.
Ecco, tralasciando il fatto che delle mie partite a calcetto non freghi assolutamente a nessuno, quando ti ho visto seduto da solo, nel tunnel, con l'aria sconsolata di chi ha fatto una stagione clamorosa e si ritrova senza Rinnov, senza Scudetto e 0-0 con la Samp, in te ho rivisto qualcosa di me.
Ed una volta tanto, non era il desiderio di avere i tuoi addominali.
Però mi pento di non essermi giocato "Perry primo marcatore", perchè
A: ero sicuro che avresti segnato
B: Non ci avrò pensato perché nel mio cuore sei sempre stato primo marcatore.
Quei baci e quel cuore me li porto dentro, adesso vai a mettere la firma a quel contratto.
Per anni ed ingaggio non ti preoccupare, ci pensiamo noi a modificarli con Paint.

LAUTI 38 - "Guarda là Handa…"
"Cosa?"
"Due corvi, presagio di sventura"
"Va che quelli sono due piccioni, saranno passati a salutare Candreva"
"Me lo sento, oggi non segno"
E fu così che il Toro si incornò da solo e non segnò.
La morale è che non importa che tu sia un Cigno o una Lontra.
L'importante è che soffri tanto.

CORREA 38 - Una buona parte di tifosi gli stava già preparando la valigia direzione Madrid (non te la prendere Tucu, alcuni lo facevano perché si parlava di De Paul, altri solo per curiosare fra la tua biancheria intima) e lui che fa?
Doppietta nel momento più ininfluente della stagione: degna del Meme del tipo che esulta come un matto per essere arrivato al terzo posto (cosa che a sua volta mi ha ricordato gli juventini che ieri festeggiavano lo scudetto del Milan).
Boh, che dire Tucu, questa aria da Gilderoy Allock non è che mi faccia esattamente impazzire, ma finché continuerai a cucinare carne con tutti gli - ipiti in bella mostra, anche avessi qualcosa da ridire sarei immediatamente zittito da un corale "FATTIICAZZITUOIIIIIII", quindi chapeau.
Non so se l'anno prossimo farai ancora parte di questa squadra (così come l'85% della nostra rosa, a quanto leggo dai giornali), ma spero che il messaggio adesso ti possa arrivare forte e chiaro:
PUOI ANCHE SEGNARE SENZA FARE DOPPIETTA.

GOSENS 19 - Arrivato a metà stagione, si è subito messo in mostra per le grosse capacità interistiche: esterno affermato dal gol facile, giocherebbe titolare in quasi ogni squadra della Serie A (e farebbe comodo anche a tante big d'Europa, a parer mio) e non gioca praticamente mai.
Il motivo?
Il suo diretto contendente ha trasceso l'umana condizione al costo di rinunciare a mangiare decentemente per tutta la durata della sua carriera.
E quindi si, Robin. Ti sei ritrovato a fare da…Robin al signor tacchino e avocado.
Visto quanto è bello giocare all'Inter?

VIDAL 38 - Per chi non lo avesse ancora capito, oggi voto 38 a (quasi) tutti per ricordare che siamo arrivati alla fine della stagione.
Non c'era bisogno di ripeterlo ad ogni voto?
Beh, nemmeno di ritrovarmi il "pag. 365/365" ad ogni storia pubblicata il 31 dicembre, ma ehi! Eccoci qui.
Nel caso di Arturito, personaggio tragicomico degno del buon Plauto, le giornate trascorse le potrete ritrovare segnate sul muro di camera mia come fossi un prigioniero che tiene conto dei giorni in carcere: non esattamente una passeggiata a Reggio Emilia, ecco.
Detto ciò, siamo a fine anno ed un pochetto di nostalgia mi prende anche pensando a te, dopotutto.
D'altronde, chi potrebbe pubblicare video ballando con uno Shrek twerkante mentre ci si sta giocando uno Scudetto se non tu?
Hola Arturito, vai ad insegnare al Brasile che Panda>>>>>>>qualsiasi altro mezzo

DIMA 38 - Ecco uno dei 38 più 38 di tutti i 38.
Quelle lacrime a fine partita mi hanno messo a dura prova: dico io, uno si impegna nel cosplay di Handanovic e tu ci colpisci così, a tradimento?
Vabbè dai, ci sta Fede.
Anche perché tempo 0 e mi sembrava di assistere ad una puntata del Grande Fratello con tutti in lacrime.
Forse non sarai il difensore più forte. O l'esterno. O la mezzala. O l'attaccante di fascia.
Ma se a tutt'oggi nessuno ha ben capito quale sia il tuo raggio di azione, vuol dire che per sta maglia hai dato il 110% e la strada è quella giusta
Con affetto,
Un lacrimante a sua volta

CAICEDO 19? - Ah ma quindi c'era davvero!
Avevo iniziato a pensare che fosse uno spirito che si manifestava nelle situazioni più tragiche (cosa che, in effetti, anche oggi non mi sento di escludere del tutto perché manco ieri eravamo allegri, per dire), ma mi ha fatto piacere rivederlo in campo almeno per qualche minuto.
Sto ancora aspettando un suo gol decisivo a tempo scaduto: mi sa che mi toccherà prenderlo a Fifa e farlo da me.

LIMONE 38 - Beh mister?
Cosa ne pensi di questo primo assaggio da Interisti?
Ieri ti guardavo avere la mia stessa espressione dietro lo schermo: il giusto mix di "ma chi me l'ha fatta fare" e "Dio, devo amarli proprio tanto sti maledetti".
Poi sarà passato solo un anno, ma a guardarti sembra ne siano passati almeno 5: si, anche questo è nella norma.
Che dirti Limoncello bello…
Spiaze.
Ci portiamo dietro la soddisfazione di aver alzato due trofei in faccia a quelli che ieri festeggiavano lo scudetto di un'altra rivale (unica gioia dell'anno) e la consapevolezza che si, ce l'avete probabilmente messa tutta, ma sta seconda stella ce la siamo mangiata proprio da stronzi.
Poco importa, ci avete regalato gioie e sofferenze (a volte nella stessa giornata) che solo chi vive da interno può realmente capire.
Per tutto il resto, c'è l'anno prossimo.
E complimenti al Milan per lo Scudetto 2022/2023 e la seconda stella.

FROGGY 169 - Andrea, vieni qui.
Sediamoci, chiacchieriamo un po'.
Nemmeno è finita la partita che ci siamo ritrovati il commento di una mamma, nostra follower, che ci spiegava che sua figlia piangeva perché non aveva capito che la tua potrebbe essere stata l'ultima con la nostra maglia: sai, in prima battuta mi sarebbe venuto da commentare dicendole "Vai tranquilla, ancora nulla è deciso", perché è quello che ho capito dalla tua intervista post partita.
Un po' di meritatissimo riposo e a mente fredda e lucida avresti scelto, perché anche se non vorremmo mai che accadesse, sappiamo che questa possibilità aleggia da diverso tempo.
Ma la verità è che stamattina, dopo aver visto le tue storie ed i tuoi post, ho dovuto comprare un tergicristallo per riuscire a vedere qualcosa, il che mi rendo conto non sia esattamente un "buon auspicio".
Tu sai quanto hai significato per questa pagina: abbiamo iniziato questa avventura "nel tuo nome".
Così come chiunque ci abbia imparato a conoscere prima e seguire puoi, ti portiamo nel cuore a prescindere dalla logica, dalla realtà e da qualsiasi altra mera rappresentazione di fredda analisi umana.
Forse presto ci uniremo al dovuto "Pasillo d'onore virtuale" che ha già invaso i tuoi social.
Forse no, perché seppur sembri che una decisione possa già essere quasi presa, speriamo che tu possa cambiarla se questa decisione volesse significare non vederti più scendere in campo coi nostri colori.
Non so cosa ne pensi tu, ma a quella ragazza io mi sento di dire che "anche se è triste che anche le cose belle possano avere una fine, se quelle cose hanno avuto la giusta influenza, ne potranno generare sempre di nuove.
E tu, comunque vada, per noi sei e sarai la cosa più bella di tutte.

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram