Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità

HANDANOVIC 6: Nuove regole del nuovo vicecapitano: basta buffonate sui social, basta risate, basta sorrisi inutili. D'ora in poi la parola d'ordine sarà: SE-RIE-TA'. 
Altro che uova e farina, al compleanno di froggy lo hanno riempito di mazzate, così per far capire come funziona adesso.
Ovviamente ci adegueremo anche noi, basta fare i giullari, proteggiamo lo spogliatoio.
Dobbiamo lavorare in silenzio con questa espressione qui 😐

D'AMBROSIO 7: Se qualcuno dovesse battervi sul tempo e scegliere Tommaso Berni  prima di voi come obiettivo per la propria reincarnazione, potete sempre considerare una metempsicosi in Danilone.
Look da modello, sorriso smagliante, alla sua cinquemilesima presenza in nerazzurro e con 6000 terzini destri sconfitti, D'Ambrosio è stato spesso tirato in mezzo come esempio della mediocrità interista.
Lui comunque se ne è sempre fregato e ha continuato a fare l'ignorante su quella fascia.
Per carità, le critiche ci possono stare, ma se tutti i mediocri passati all'Inter avessero giocato come lui, forse a quest'ora ce la passeremmo un po' meglio.
Almeno tra tante bestemmie ogni tanto ci fa scappare anche qualche "GOOOOOOOL".
Aveva preso le misure col Parma, ha punito oggi. 

SKRINIAR 6: Tralasciamo il casino sull'1-1 della Sampdoria, non si è ancora capito cosa sia successo, si sente solo la gioia dei #Gabbiadiners che esultano "meglio lui di Icardiiiiii  noi lo dicevamo!!!"
Per il resto la partita di Skrigno è perfetta come al solito, era riuscito anche a fare il bis di gol dell'ex contro la Sampdoria, spaccando la porta nel giorno del compleanno dell'Imperatore (AUGURI)

DE VRIJ 7: Ok, quando ai lati hai due divinità come Dambrzn e DALB diventa facile difendere, però diamo anche un po' di merito a Stefan e Skriniar. Suning ha già in mente di tappezzare la muraglia cinese con delle sue fotografie, per la prossima campagna di marketing.
Intanto è stata bella anche la mossa di mandare il primo piano di W&M per 2 minuti sul maxischermo a beccarsi i fischi. Se è una scelta della società, allora il marketing di Suning ha appena raggiunto il livello Stasi.

DALBERTO CARLOS 6: al ritorno da titolare, DALB sfodera tutto il suo talento: sbagliare qualsiasi azione sbagliabile, anche la più semplice, sempre con quegli occhi spalancati e terrorizzati come un ricciolino che attraversa la strada nel buio.
Tuttavia DALB è in fiducia, tanto che Spalletti lo sceglie come ultimo terminale di uno schema complicatissimo, che finisce con un suo potentissimo mancino indirizzato verso la Joao-Luna.
Riesce anche nell'impresa di farsi bestemmiare dietro da tutti i compagni di squadra anche senza chiamarsi Mauro Icardi. Skriniar deve fare i salti mortali quando DALB gli butta una semplicissima rimessa laterale tra i piedi in mezzo a due attaccanti avversari. Brozovic e Perisic smettono semplicemente di guardarlo e passargli il pallone già dopo 30 minuti.
A sua discolpa bisogna dire che nei minuti finali regge bene all'assedio, ma si emoziona così tanto che ogni volta che vince un contrasto va a chiedere scusa piangendo ai giocatori della Samp.

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 1 Ranocchiate

Riuscire ad evitare un'altra tripletta di Ekdal: FATTO

BROZOVIC 6: Il fatto di usare DALB come pallina antistress / punchball aiuta molto lui e il suo compare Ivan a scaricare la tensione e giocare una partita come si deve. Una prestazione così costante da parte di entrambi non si era mai vista nemmeno nella nazionale croata.

GAGLIARDINI 6: BELLISSIMO QUELL'ASSIST PER LAUTARO. Dopodiché come al solito non ha più azzeccato molto però BELLISSIMO QUELL'ASSIST PER LAUTARO

NAINGGOLAN 7: Nella settimana mondiale dell'"EH MA ZANIOLO" il Ninja ci salva dall'esaurimento psicofisico segnando il gol della vittoria contro la Samp, che ci permette di allontanare dei brutti incubi.
Nainggolan e Joao Mario >>> Zaniolo e la mamma di Zaniolo

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 2 Ranocchiate

La benedizione del Sommo
(1)

JOAO IL BELLO 5 per la partita 10+ per la bellezza: Entra dalla panchina e grazie ai suoi glutei tonici e allo sguardo magnetico dà la svolta alla partita. In realtà non ha fatto nulla di buono, MA TANTO DI BELLO.

POLITANO 5.5: STAVA MBRIACO FRACICO PO********* a un certo punto dalla stanchezza non ci ha capito più un cazzo e ha iniziato a fare i dribbling verso la propria porta, così de botto, senza senso. Probabilmente contro il Rapid si scalda Tonino, tenetevi pronti.

TONINO 6: TIENITI PRONTO

PERISIC 7: A UN CERTO PUNTO SI #PIGL ANCHE UN BEL VOTO, MANNAGGIA A LUI.
Finisce il mercato, si libera di Icardi, gli passa il mal di pancia grazie a una nuova dieta a base di fibre consigliata da Borja Valero, insomma non si sa perché dopo aver pascolato per più di metà stagione finalmente inizia a giocare, lottare, doppiopassare.
A ogni sua giocata il pensiero oscilla tra "GRANDEEE IVANNNNN" e "MA PERCHE' NON HAI GIOCATO COSI' DA SUBITO PORCODALBERT"  ma alla fine non ha senso perdere tempo ad analizzare l'andamento psicologico dei croati, quindi godiamoci la prestazione e basta.

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 3 Ranocchiate

La benedizione del Sommo (2)

EL TORO 6.5: Ecco lui è uno che anche quando non trova il gol si porta a casa comunque la sufficienza, a differenza dell'ex vice che se non segnava prendeva spesso e volentieri dei votacci. El Toro si sacrifica con grande umiltà e va a fare a sportellate (fin troppo) con tutti, incitando i compagni al grido di "Dai raga che dopo devo correre a casa a vedermi la puntata di tiki-taka" 
Prima della partita Spalletti, da paraculo professionista qual è, ha iniziato ad elogiarlo dopo che per mesi interi non lo ha mai considerato, e invece adesso eccolo qui, da #MITT a titolare. Crescono così in fretta :'(((

SPALLETTI 7 (PER LA PAZIENZA) Non bastava la CRISINTER, non bastava la CRISICARDI, adesso gli mettono pure i gattini in conferenza stampa per fargli sentire la paura di Conte.
Adesso organizziamo una bella puntata di c'è posta per te e facciamo la pace. Mauro, Uanda, Beppe, Lucio, siete tutti invitati sul twitch di Ranocchiate per chiarire la situazione una volta per tutte.  Come al solito siamo a vostra disposizione.

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 4 Ranocchiate

Uno dei motivi del risveglio di Perisic

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità

HANDANOVIC 6: Nuove regole del nuovo vicecapitano: basta buffonate sui social, basta risate, basta sorrisi inutili. D'ora in poi la parola d'ordine sarà: SE-RIE-TA'. 
Altro che uova e farina, al compleanno di froggy lo hanno riempito di mazzate, così per far capire come funziona adesso.
Ovviamente ci adegueremo anche noi, basta fare i giullari, proteggiamo lo spogliatoio.
Dobbiamo lavorare in silenzio con questa espressione qui 😐

D'AMBROSIO 7: Se qualcuno dovesse battervi sul tempo e scegliere Tommaso Berni  prima di voi come obiettivo per la propria reincarnazione, potete sempre considerare una metempsicosi in Danilone.
Look da modello, sorriso smagliante, alla sua cinquemilesima presenza in nerazzurro e con 6000 terzini destri sconfitti, D'Ambrosio è stato spesso tirato in mezzo come esempio della mediocrità interista.
Lui comunque se ne è sempre fregato e ha continuato a fare l'ignorante su quella fascia.
Per carità, le critiche ci possono stare, ma se tutti i mediocri passati all'Inter avessero giocato come lui, forse a quest'ora ce la passeremmo un po' meglio.
Almeno tra tante bestemmie ogni tanto ci fa scappare anche qualche "GOOOOOOOL".
Aveva preso le misure col Parma, ha punito oggi. 

SKRINIAR 6: Tralasciamo il casino sull'1-1 della Sampdoria, non si è ancora capito cosa sia successo, si sente solo la gioia dei #Gabbiadiners che esultano "meglio lui di Icardiiiiii  noi lo dicevamo!!!"
Per il resto la partita di Skrigno è perfetta come al solito, era riuscito anche a fare il bis di gol dell'ex contro la Sampdoria, spaccando la porta nel giorno del compleanno dell'Imperatore (AUGURI)

DE VRIJ 7: Ok, quando ai lati hai due divinità come Dambrzn e DALB diventa facile difendere, però diamo anche un po' di merito a Stefan e Skriniar. Suning ha già in mente di tappezzare la muraglia cinese con delle sue fotografie, per la prossima campagna di marketing.
Intanto è stata bella anche la mossa di mandare il primo piano di W&M per 2 minuti sul maxischermo a beccarsi i fischi. Se è una scelta della società, allora il marketing di Suning ha appena raggiunto il livello Stasi.

DALBERTO CARLOS 6: al ritorno da titolare, DALB sfodera tutto il suo talento: sbagliare qualsiasi azione sbagliabile, anche la più semplice, sempre con quegli occhi spalancati e terrorizzati come un ricciolino che attraversa la strada nel buio.
Tuttavia DALB è in fiducia, tanto che Spalletti lo sceglie come ultimo terminale di uno schema complicatissimo, che finisce con un suo potentissimo mancino indirizzato verso la Joao-Luna.
Riesce anche nell'impresa di farsi bestemmiare dietro da tutti i compagni di squadra anche senza chiamarsi Mauro Icardi. Skriniar deve fare i salti mortali quando DALB gli butta una semplicissima rimessa laterale tra i piedi in mezzo a due attaccanti avversari. Brozovic e Perisic smettono semplicemente di guardarlo e passargli il pallone già dopo 30 minuti.
A sua discolpa bisogna dire che nei minuti finali regge bene all'assedio, ma si emoziona così tanto che ogni volta che vince un contrasto va a chiedere scusa piangendo ai giocatori della Samp.

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 5 Ranocchiate

Riuscire ad evitare un'altra tripletta di Ekdal: FATTO

BROZOVIC 6: Il fatto di usare DALB come pallina antistress / punchball aiuta molto lui e il suo compare Ivan a scaricare la tensione e giocare una partita come si deve. Una prestazione così costante da parte di entrambi non si era mai vista nemmeno nella nazionale croata.

GAGLIARDINI 6: BELLISSIMO QUELL'ASSIST PER LAUTARO. Dopodiché come al solito non ha più azzeccato molto però BELLISSIMO QUELL'ASSIST PER LAUTARO

NAINGGOLAN 7: Nella settimana mondiale dell'"EH MA ZANIOLO" il Ninja ci salva dall'esaurimento psicofisico segnando il gol della vittoria contro la Samp, che ci permette di allontanare dei brutti incubi.
Nainggolan e Joao Mario >>> Zaniolo e la mamma di Zaniolo

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 6 Ranocchiate

La benedizione del Sommo
(1)

JOAO IL BELLO 5 per la partita 10+ per la bellezza: Entra dalla panchina e grazie ai suoi glutei tonici e allo sguardo magnetico dà la svolta alla partita. In realtà non ha fatto nulla di buono, MA TANTO DI BELLO.

POLITANO 5.5: STAVA MBRIACO FRACICO PO********* a un certo punto dalla stanchezza non ci ha capito più un cazzo e ha iniziato a fare i dribbling verso la propria porta, così de botto, senza senso. Probabilmente contro il Rapid si scalda Tonino, tenetevi pronti.

TONINO 6: TIENITI PRONTO

PERISIC 7: A UN CERTO PUNTO SI #PIGL ANCHE UN BEL VOTO, MANNAGGIA A LUI.
Finisce il mercato, si libera di Icardi, gli passa il mal di pancia grazie a una nuova dieta a base di fibre consigliata da Borja Valero, insomma non si sa perché dopo aver pascolato per più di metà stagione finalmente inizia a giocare, lottare, doppiopassare.
A ogni sua giocata il pensiero oscilla tra "GRANDEEE IVANNNNN" e "MA PERCHE' NON HAI GIOCATO COSI' DA SUBITO PORCODALBERT"  ma alla fine non ha senso perdere tempo ad analizzare l'andamento psicologico dei croati, quindi godiamoci la prestazione e basta.

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 7 Ranocchiate

La benedizione del Sommo (2)

EL TORO 6.5: Ecco lui è uno che anche quando non trova il gol si porta a casa comunque la sufficienza, a differenza dell'ex vice che se non segnava prendeva spesso e volentieri dei votacci. El Toro si sacrifica con grande umiltà e va a fare a sportellate (fin troppo) con tutti, incitando i compagni al grido di "Dai raga che dopo devo correre a casa a vedermi la puntata di tiki-taka" 
Prima della partita Spalletti, da paraculo professionista qual è, ha iniziato ad elogiarlo dopo che per mesi interi non lo ha mai considerato, e invece adesso eccolo qui, da #MITT a titolare. Crescono così in fretta :'(((

SPALLETTI 7 (PER LA PAZIENZA) Non bastava la CRISINTER, non bastava la CRISICARDI, adesso gli mettono pure i gattini in conferenza stampa per fargli sentire la paura di Conte.
Adesso organizziamo una bella puntata di c'è posta per te e facciamo la pace. Mauro, Uanda, Beppe, Lucio, siete tutti invitati sul twitch di Ranocchiate per chiarire la situazione una volta per tutte.  Come al solito siamo a vostra disposizione.

Inter-Sampdoria, il pagellone della quasi-tranquillità 8 Ranocchiate

Uno dei motivi del risveglio di Perisic

Ultimi articoli

01/10/2020
Benevento-Inter, il pagellone della trasgressione danese

HANDANOVIC 10: Per fortuna in mezzo a tutta questa esaltazione (KTM VIVA CHILE CONTETUMAREEEE) c'è ancora qualcuno che rimane serio. In fondo avete mai visto un qualsivoglia tifoso balcanico elogiare i suoi giocatori all'estero? Ecco. Ricordiamoci che il gioco del calcio resta prima di tutto una fonte estrema di scazzo. Così quando Samir vede i […]

30/09/2020
Benevento - Inter nel tempo di un aperitivo

1' - Oh. Che bell'orario della sequoia.18 di mercoledi, contro una neopromossa allenata da Pippo Inzaghi.Rischiamo di preLUUUUUUUKAKUUUUUUUUUCambio di campo, uno-due Sanchez/Hakimi con il cileno che la mette in mezzo per Romelone che realizza il più facile dei gol Fifa Style. 1 - 0 quindi.Ah.E si è sempre potuto fare o è legale da poco? […]

30/09/2020
Prepartido: Las diez cosas mas probabiles del Inter que gana contra el Buenoviento

HOLAAAA A TODOS LOS AMIGOS DE RANOCHIADES, UN SALVDO A TODA LA GENTE INTERISTA Y SPECIALMENTE A LOS INTERISTAS CHILENOS, LOS MEJORES DEL MUNDO! Hoy es el dia del partido.El Inter de Milan juega contra el Buenoviento de Pipo Insaghis.Este partido es el segundo que jugamos pero de verdad es el primero de la competencia […]

27/09/2020
Inter-Fiorentina, il pagellone del VAE VICTIS

HANDANOVIC 6: Handa ai compagni nel pre-partita: "ragazzi questo è il nostro anno, finalmente possiamo vincere il campionato, è da una vita che aspetto questo momento. Siamo cresciuti, siamo maturi, non siamo più quelli del passato. Andiamo lì fuori e dimostriamolo." E dopo tre minuti Kouamé e Bonaventura varcano insieme la linea di porta mano […]

26/09/2020
Inter - Fiorentina nel tempo di un caffè

Poteva esserci qualcosa di più interista di vedere l’esordio dell’Inter a Bergamo contro la Fiorentina di camerata Biraghi? Primo tempo 0’ - Incredibile. Siamo ancora qui.Non sembra manco passata un’estate, forse perché effettivamente non lo è. 2’ - Cross di Perisic. Camilla e già in visibilio. 3’ - Gol della Fiorentina.Partito da un cross di […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram