09/02/2022

Inter-Roma, il pagellone dei campioni sono così

HANDA 10: Pare che prima della partita di ieri, Handa abbia cercato su internet "Chi cazzo è questo Maignan di cui parlano tutti??????"
E così ha scoperto il magico mondo di internet (Capitelo, è un po' boomer) e si è rivisto su youtube gli highlights dell'ultimo derby (PAZZO)

"Beh, e che ci vuole? Sono capace anche io.
È poi sinceramente il portiere avversario mi sembra molto più bravo.
Ah aspetta, ma quello sono io!".

Dunque è entrato in campo in Coppa Italia con una missione: zittire gli haters.
Con buona pace di Radu che sperava già di giocare una partita e invece nada, è destinato a rimanere un MITT a vita.

Samir ha copiato tutto il repertorio del suo rivale:
Para un tiro insidiosissimo deviato da brozo diretto verso la porta, blocca e respinge tiri da tutte le parti, è veramente insuperabile.

A un certo punto urla "HEY MAIGNAN LO SAI FARE QUESTOOOO???" e inizia a correre fuori dall'area di rigore come un pazzo, ma per fortuna Skriniar ci mette una pezza. E oltretutto era fuorigioco, ma forse Handa lo sapeva e lo ha fatto apposta, perché i campioni sono così. Cit.

BASTONI 10: Partiamo dal presupposto che lui questa partita non la doveva nemmeno giocare, poi abbiamo scoperto che si è beccato due giornate di squalifica, e quindi inzaghi lo ha messo in campo.
In realtà fino all'ultimo c'era il rischio che spuntasse fuori qualche altra squalifica dalla Coppa Italia, tipo "Atti osceni dopo il gol in rovesciata di Froggy in Inter Empoli". Ma a quanto pare il giudice sportivo non se ne è accorto, oppure ha chiuso un occhio vista la situazione in cui era effettivamente impossibile contenersi.
Basto inizia bene la gara come al solito, poi però Zaniolo si mette in testa di voler vincere il premio di "Theo Hernandez of the match" e inizia una serie di duri scontri, che termina con una brutta distorsione della caviglia di Basto. Più storta della faccia di Alvaro Pereira. Ci siamo subito allarmati pensando a un brutto infortunio, ma sentendo le notizie del giorno SEMBRA che non sia così tragica.
Ma siamo pur sempre interisti quindi aspettiamo e vediamo.

D'AMBROSIO 10: A proposito di leoni in gabbia, se c'è bisogno, D'Ambrosio c'è.
Mette la sua firma anche su questa partita come solo lui sa fare, con un intervento dei suoi che fa ripiombare tutta la tifoseria interista in un vortice di flashback di guerra di Inter Empoli.
Tutta la tribuna dietro di lui ha iniziato ad avere le allucinazioni e ha urlato NOOOOO DALBERT NOOOOOOO, mentre in tutte le città italiane è stato riscontrato un picco di ordini di tisane calmanti su Amazon.

SKRINIAR 10: lui le giornate post derby le vive particolarmente male. Se già è difficile per qualsiasi interista, immaginate per uno che si chiama Milan.
Viene schierato al centro della difesa e noi non faremo assolutamente nessun tipo di commento passivo aggressivo sul fatto che lì in mezzo ci sarebbe dovuto essere Andrea Ranocchia con la fascia al braccio, porca di quella puttana, ma come abbiamo detto, siamo abbastanza maturi e responsabili per non sollevare nessuna polemica, dopo una decisione che in fondo non era mica blasfema e sbagliata, no no, assolutamente. Dopotutto mica è merito del gol di Froggy in semirovesciata se siamo arrivati ai quarti, ci mancherebbe. Capiamo che l'allenatore fa le sue scelte e vede i ragazzi in allenamento e sicuramente avrà avuto le sue ragioni per lasciare fuori un giocatore decisivo e fortissimo come AR13. Ci piace pensare che a questo punto Mone se lo stia tenendo fresco e riposato per il Liverpool.

VIDAL 0: a volte ci fermiamo a pensare a come il 2020 sia stato un anno terribile, un anno che da un momento all'altro ci ha messo di fronte a una nuova quotidianità, in cui abbiamo dovuto cambiare il nostro stile di vita, le nostre abitudini, e tanto altro ancora.
Anche in mezzo a questa oscurità, però, c'è un raggio di luce: È bello pensare allo spirito di adattamento umano, e al fatto che, nonostante tutto, ci siamo affidati ai nostri valori più importanti e aggrappati ai nostri affetti più cari, fronteggiando questa brutta sciagura. Mi permetto di dire che la stiamo vivendo bene.
Certo, a volte ci sono momenti in cui tutto sembra perduto, e ci viene una gran nostalgia della "vita di prima" ma sappiamo anche che dobbiamo essere forti, perché prima o poi questo brutto momento finirà.
Si insomma, prima o poi il contratto di Vidal con l'inter dovrà pur finire no?

BROZOVIC 10: La disperazione di dover giocare altre due partite, che oltretutto saranno o contro la Lazio o contro il Milan (#VENDETT).
Però dai, Brozo, guarda il lato positivo e pensa che se le vincete tutte, quando tornerai a San Siro un po' invecchiato e coi capelli bianchi riceverai dal pubblico un'ovazione splendida come quella per Mourinho.
Scherzo, la riceverai a prescindere. #RINNOVAVITA

BARELLA 10: Ormai incastrare i giocatori per fare le formazioni è diventato più difficile delle regole per il covid. "Allora questo può giocare in Campionato ma non in Champions, lui può giocare in Champions ma non in Campionato…"
È difficilissimo districarsi in questo mare di regole ma è ancora più difficile sceglierne uno tra Vidal, Gaglia e Vecino per giocare la Champions.
Per favore Bare, la prossima cerca di giocarla un pelino peggio di questa, così iniziamo ad abituarci

DARMIAN 10: Prima della partita chiama a raccolta tutti: "Allora ragazzi, dopo l'ultima partita ci sono stati alcuni atteggiamenti che non mi sono piaciuti. Sono volate parole grosse, e mi hanno detto che qualcuno ha addirittura alzato le mani. Fate i bravi e dite le vostre preghierine e non peccate mai più.
E stasera il primo che si comporta male lo spedisco a fare 30 ore extra di catechismo."

Sempre Darmy durante la partita: OOOOOOH ARBITROOOOOO CHE CAZZO FISCHIIII ****

È chiuso da ieri sera in camera a pregare e flagellarsi in ginocchio sui ceci.

PERISIC 10000: Inizia alla grande con un super assist ma poi nooooo Perry cosa fai?? schiaffone a Dzeko, la prova tv ha visto tutto, cinque giornate di squalifica 🙁

EDIIIIN IL CIGNO DI SARAJEVOOOOO 100000:
gol dell'ex dopo neanche cinque minuti e che bello vedere che per una volta non siamo noi a subirlo. Dopo questo incredibile momento di gioia, ci aspettiamo già un gol in rovesciata di Juan Jesus da centrocampo, per bilanciare subito il tutto.
Andiamo in semifinale, come già detto o contro il Milan o contro la Lazio, per cui, insomma, non saranno partite banali.
Dopotutto era tutto troppo semplice e rilassante no, perché non aggiungere un po' di brio?

AMIGO LEONE SANCHEZ 10: APRITE LE GABBIEEEEE APRITE LE GABBIEEEEE ma cosa gli dobbiamo dire a questo nano trottolino chileno, che un attimo prima ti fa imprecare e quello dopo ti lascia a bocca spalancata per le sue magie!?
160 centimetri di Crazy Inter

DE VRIJ 10: Tutti si aspettavano la sua reazione dopo la partita col Milan , ma chi se ne frega del Derby, c'è qualcosa di più importante: entra in campo furioso contro tutti in modalità mamma chioccia "CHI HA TOCCATO IL MIO BAMBINOOOOOOOO???"

I CAMBI DI MONE: 10 E GUAI A CHI LI TOCCA

MONE 10: Non è facile giocarsi una partita da dentro o fuori, affrontando a San Siro allenatore più amato della storia dell'inter.
Ma aspettando che Andrea Stramaccioni torni su una panchina di Serie A, anche la Roma di Mourinho diventa un ottimo test.
Partita preparata benissimo psicologicamente e tatticamente anche meglio, ci mette pochissimo a indirizzarla sul binario giusto. Amigo, i campioni sono così.

Inter-Roma, il pagellone dei campioni sono così

HANDA 10: Pare che prima della partita di ieri, Handa abbia cercato su internet "Chi cazzo è questo Maignan di cui parlano tutti??????"
E così ha scoperto il magico mondo di internet (Capitelo, è un po' boomer) e si è rivisto su youtube gli highlights dell'ultimo derby (PAZZO)

"Beh, e che ci vuole? Sono capace anche io.
È poi sinceramente il portiere avversario mi sembra molto più bravo.
Ah aspetta, ma quello sono io!".

Dunque è entrato in campo in Coppa Italia con una missione: zittire gli haters.
Con buona pace di Radu che sperava già di giocare una partita e invece nada, è destinato a rimanere un MITT a vita.

Samir ha copiato tutto il repertorio del suo rivale:
Para un tiro insidiosissimo deviato da brozo diretto verso la porta, blocca e respinge tiri da tutte le parti, è veramente insuperabile.

A un certo punto urla "HEY MAIGNAN LO SAI FARE QUESTOOOO???" e inizia a correre fuori dall'area di rigore come un pazzo, ma per fortuna Skriniar ci mette una pezza. E oltretutto era fuorigioco, ma forse Handa lo sapeva e lo ha fatto apposta, perché i campioni sono così. Cit.

BASTONI 10: Partiamo dal presupposto che lui questa partita non la doveva nemmeno giocare, poi abbiamo scoperto che si è beccato due giornate di squalifica, e quindi inzaghi lo ha messo in campo.
In realtà fino all'ultimo c'era il rischio che spuntasse fuori qualche altra squalifica dalla Coppa Italia, tipo "Atti osceni dopo il gol in rovesciata di Froggy in Inter Empoli". Ma a quanto pare il giudice sportivo non se ne è accorto, oppure ha chiuso un occhio vista la situazione in cui era effettivamente impossibile contenersi.
Basto inizia bene la gara come al solito, poi però Zaniolo si mette in testa di voler vincere il premio di "Theo Hernandez of the match" e inizia una serie di duri scontri, che termina con una brutta distorsione della caviglia di Basto. Più storta della faccia di Alvaro Pereira. Ci siamo subito allarmati pensando a un brutto infortunio, ma sentendo le notizie del giorno SEMBRA che non sia così tragica.
Ma siamo pur sempre interisti quindi aspettiamo e vediamo.

D'AMBROSIO 10: A proposito di leoni in gabbia, se c'è bisogno, D'Ambrosio c'è.
Mette la sua firma anche su questa partita come solo lui sa fare, con un intervento dei suoi che fa ripiombare tutta la tifoseria interista in un vortice di flashback di guerra di Inter Empoli.
Tutta la tribuna dietro di lui ha iniziato ad avere le allucinazioni e ha urlato NOOOOO DALBERT NOOOOOOO, mentre in tutte le città italiane è stato riscontrato un picco di ordini di tisane calmanti su Amazon.

SKRINIAR 10: lui le giornate post derby le vive particolarmente male. Se già è difficile per qualsiasi interista, immaginate per uno che si chiama Milan.
Viene schierato al centro della difesa e noi non faremo assolutamente nessun tipo di commento passivo aggressivo sul fatto che lì in mezzo ci sarebbe dovuto essere Andrea Ranocchia con la fascia al braccio, porca di quella puttana, ma come abbiamo detto, siamo abbastanza maturi e responsabili per non sollevare nessuna polemica, dopo una decisione che in fondo non era mica blasfema e sbagliata, no no, assolutamente. Dopotutto mica è merito del gol di Froggy in semirovesciata se siamo arrivati ai quarti, ci mancherebbe. Capiamo che l'allenatore fa le sue scelte e vede i ragazzi in allenamento e sicuramente avrà avuto le sue ragioni per lasciare fuori un giocatore decisivo e fortissimo come AR13. Ci piace pensare che a questo punto Mone se lo stia tenendo fresco e riposato per il Liverpool.

VIDAL 0: a volte ci fermiamo a pensare a come il 2020 sia stato un anno terribile, un anno che da un momento all'altro ci ha messo di fronte a una nuova quotidianità, in cui abbiamo dovuto cambiare il nostro stile di vita, le nostre abitudini, e tanto altro ancora.
Anche in mezzo a questa oscurità, però, c'è un raggio di luce: È bello pensare allo spirito di adattamento umano, e al fatto che, nonostante tutto, ci siamo affidati ai nostri valori più importanti e aggrappati ai nostri affetti più cari, fronteggiando questa brutta sciagura. Mi permetto di dire che la stiamo vivendo bene.
Certo, a volte ci sono momenti in cui tutto sembra perduto, e ci viene una gran nostalgia della "vita di prima" ma sappiamo anche che dobbiamo essere forti, perché prima o poi questo brutto momento finirà.
Si insomma, prima o poi il contratto di Vidal con l'inter dovrà pur finire no?

BROZOVIC 10: La disperazione di dover giocare altre due partite, che oltretutto saranno o contro la Lazio o contro il Milan (#VENDETT).
Però dai, Brozo, guarda il lato positivo e pensa che se le vincete tutte, quando tornerai a San Siro un po' invecchiato e coi capelli bianchi riceverai dal pubblico un'ovazione splendida come quella per Mourinho.
Scherzo, la riceverai a prescindere. #RINNOVAVITA

BARELLA 10: Ormai incastrare i giocatori per fare le formazioni è diventato più difficile delle regole per il covid. "Allora questo può giocare in Campionato ma non in Champions, lui può giocare in Champions ma non in Campionato…"
È difficilissimo districarsi in questo mare di regole ma è ancora più difficile sceglierne uno tra Vidal, Gaglia e Vecino per giocare la Champions.
Per favore Bare, la prossima cerca di giocarla un pelino peggio di questa, così iniziamo ad abituarci

DARMIAN 10: Prima della partita chiama a raccolta tutti: "Allora ragazzi, dopo l'ultima partita ci sono stati alcuni atteggiamenti che non mi sono piaciuti. Sono volate parole grosse, e mi hanno detto che qualcuno ha addirittura alzato le mani. Fate i bravi e dite le vostre preghierine e non peccate mai più.
E stasera il primo che si comporta male lo spedisco a fare 30 ore extra di catechismo."

Sempre Darmy durante la partita: OOOOOOH ARBITROOOOOO CHE CAZZO FISCHIIII ****

È chiuso da ieri sera in camera a pregare e flagellarsi in ginocchio sui ceci.

PERISIC 10000: Inizia alla grande con un super assist ma poi nooooo Perry cosa fai?? schiaffone a Dzeko, la prova tv ha visto tutto, cinque giornate di squalifica 🙁

EDIIIIN IL CIGNO DI SARAJEVOOOOO 100000:
gol dell'ex dopo neanche cinque minuti e che bello vedere che per una volta non siamo noi a subirlo. Dopo questo incredibile momento di gioia, ci aspettiamo già un gol in rovesciata di Juan Jesus da centrocampo, per bilanciare subito il tutto.
Andiamo in semifinale, come già detto o contro il Milan o contro la Lazio, per cui, insomma, non saranno partite banali.
Dopotutto era tutto troppo semplice e rilassante no, perché non aggiungere un po' di brio?

AMIGO LEONE SANCHEZ 10: APRITE LE GABBIEEEEE APRITE LE GABBIEEEEE ma cosa gli dobbiamo dire a questo nano trottolino chileno, che un attimo prima ti fa imprecare e quello dopo ti lascia a bocca spalancata per le sue magie!?
160 centimetri di Crazy Inter

DE VRIJ 10: Tutti si aspettavano la sua reazione dopo la partita col Milan , ma chi se ne frega del Derby, c'è qualcosa di più importante: entra in campo furioso contro tutti in modalità mamma chioccia "CHI HA TOCCATO IL MIO BAMBINOOOOOOOO???"

I CAMBI DI MONE: 10 E GUAI A CHI LI TOCCA

MONE 10: Non è facile giocarsi una partita da dentro o fuori, affrontando a San Siro allenatore più amato della storia dell'inter.
Ma aspettando che Andrea Stramaccioni torni su una panchina di Serie A, anche la Roma di Mourinho diventa un ottimo test.
Partita preparata benissimo psicologicamente e tatticamente anche meglio, ci mette pochissimo a indirizzarla sul binario giusto. Amigo, i campioni sono così.

Notizie flash

Ultimi articoli

23/01/2023
Inter - Empoli, il prepartita della goduria

Quelli più scaramantici tra voi diranno che non devo crogiolarmi troppo nella goduria perché il karma è un attimo che torna indietro come un boomerang. Ora però, vorrei fare una domanda a tutti voi: andando a memoria, ricordate, in tutto il vostro percorso da interisti, una sola volta in cui il karma non ci abbia […]

01/02/2023
Inter - Atalanta, dieci Santini post-partita

😇 - E per una volta non sono quelli che abbiamo tirato giù durante la partita ma quelli pregati a fine partita in onore del nostro Apostolo. 😇 - Partita con l’Atalanta fatta, semifinale di Coppa Italia presa, Gasperini salutato e mandato a cogliere fiori insieme a Xavi, ora possiamo finalmente concentrare tutto il nostro odio verso […]

31/01/2023
Inter - Atalanta nel tempo di un santo caffè

PRIMO TEMPO: 0'- Benvenuti a Inter - Atalanta, una partita che è come un film già visto, con Pasalic nel ruolo di Ilicic, Boga nel ruolo di Muriel e Maehle nel ruolo di Gosens 4' - Darmy di nuovo in modalità save the world 6' - Chala invece in modalità scazzo non mi avete comprato […]

31/01/2023
Inter - Atalanta, 10 pensieri prepartita e 10 commenti cinici

1 - L’Atalanta 4 giorni prima del derby; praticamente volete farmi incontrare tutti quelli della lista delle persone più odiose del mondo. Manca solo Cuadrado ma non me lo far dire troppo forte che questo è in scadenza di contratto con una squadra che rischia la serie B e l’anno prossimo me lo ritrovo al […]

29/01/2023
Cremonese - Inter, il pagellone delle citazioni improbabili

ONANA 6.5 – Comincia la partita e collezioniamo angoli a ripetizione, tanto che ad un certo punto sono più i corner che i minuti trascorsi.Andrè se ne sta in porta, pronto ad esultare, perchè prima di venire a giocare con noi ha avuto il tempo di studiarci e sa che siamo la squadra che segna […]

29/01/2023
Cremonese - Inter, dieci tori post-partita

🐂 - È durata giusto il tempo di farsi una doccia 🐂 - Che voglia di chiudermi in camera scrivendo frasi sulla Smemo ascoltando Bella Senz’Anima di Riccardo Cocciante 🐂 - Non so cosa sia peggio questa settimana tra Skriniar alla Juv…scusate, PSG, i ricordi di Eriksen che arriva all’Inter e sapere che esiste un Epic Team dal […]

28/01/2023
Cremonese - Inter, la partita nel tempo di un caffè con Gaglia capitano

0’ - non siamo pronti a vedere Gagliardini con la fascia NON SIAMO PRONTI Primo tempo 1' - Mariani fischia dopo aver regolato i suoi sedici orologi 4’ - qui dal settore ospiti Cremona tutto ok. Tanti ravioli e tanto vino, ma ok.  Finita la birra, vi aggiorniamo. 5’ - il primo piano su dzeko […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram