17/09/2021

Inter - Real Madrid, il pagellone che punta alla EL

HANDA 7: è difficile giocare 88 minuti sapendo che, comunque vada, al 90esimo verrai infilato da Rodrygo (anche se onestamente in questa partita sarebbe stato ancora più interista un Camavinga 90’ + 5’).
Handa, da vero interista qual è, sa già il triste destino e, nonostante tutto, tiene alto il morale della squadra facendo finta di crederci sul serio, addirittura finge di disperarsi ai gol sbagliati urlando NOOOO DAI RAGAAAA DAI CHE LA VINCIAHAHAHAH e dalla panchina Frog e Danilo ridono insieme a lui, divertiti da quanto quelli nuovi ci stiamo credendo per davvero. Tatoncini.
Inoltre, in settimana ha tentato di empatizzare maggiormente con la tifoseria interista rilasciando un’intervista in cui assicura di non tirare pietre ai cani che abbaiano e che gli fanno fastidio, più uomo spogliatoio di così si muore.
Certo che però, non dico una pietra, ma un sassolino a Rodrygo potresti lanciarglielo, Handa. (Signore Forze dell’Ordine stiamo scherzando, Ranocchiate è sempre per la pace lo sapete)

SKRINIAR 300: Da due giorni ho cambiato routine mattutina: mi alzo, prendo il caffè, mangio qualcosa, mi vesto e prima di uscire guardo la foto di Skri che combatte contro 3 del Real in contemporanea. Ora ho un problema però: le persone che incontro per strada non capiscono perché continui ad urlare QUESTO È SKRINIARRRRRRR

Inter - Real Madrid, il pagellone che punta alla EL 1 Ranocchiate

DE VRIJ 7: Bello come le foto dei culi in estate, con le frasi di Samir Bukowski che stanno avendo sempre più successo al posto di quelle classiche. In questi ultimi giorni capita sempre più spesso di leggere "Col Sassuolo è sempre difficile" "Mai fidarsi delle neo promosse" e altre cose così. Il nostro pianista preferito segue alla perfezione lo spartito della difesa interista per 89 minuti. Ma in realtà anche 90, perché l'ultima parte diceva chiaramente "solito gol di Rodrygo e tutti a casa"

BASTONI 7: Rientra in tempo per giocare da titolare, ed è un peccato perché Kolarov dopo due settimane di spiegazioni era appena riuscito a capire chi era, dove si trovava, e contro chi stavamo per giocare. Partita ordinata e quasi (dannazione) senza sbavature e non è affatto semplice giocare bene con un vecchio pazzo brizzolato che a bordo campo urla MISTEEER DAIII TUTTI AVANTII NON SI PUÒ FARE 0-0 CON LA PRO VERCELLIIII

DARMY 7: Parte con timore reverenziale. Il Real Madrid, intendo. Per Padre Darmy sono tutti come dei figli, non teme nessuno se non Buffon quando prende gol. Poi la prestazione è la solita: ha corso tanto quanto sta pregando in questo momento per espiare tutti i peccati commessi dagli interisti al gol di Rodrygo.

MBARE 7: MBARE DOVE SEI?! Francobollato a Modric. SEMPRE. A fine partita scatta la denuncia da parte di Modric SOLO PERCHÉ LO MARCAVA ANCHE PER ENTRARE IN BAGNO. Che permaloso. Vedi Luka? È colpa tua. Sai che scherzoni avreste potuto organizzare con Perry, Brozo e Mbare? Ma tu niente, hai voluto fare il serio perché il Real Madrid ha creduto in te gnegnegnegnegna. Ora ti becchi Mbare in marcatura anche per salire sull'aereo.

BROZO 77: è UBIQUO. ONNIPRESENTE. In difesa, in attacco, nella fase di impostazione, ad un certo punto ce lo siamo trovati al secondo blu mentre sorseggiava il Borghetti incurante dell’obbligo di scacchiera e mascherina. Poi, sfinito, manda la sua controfigura a rilasciare l’intervista dopo essere stato premiato come man of the match e, infatti, veniamo deliziati da circa 80.000 caratteri di frasi motivanti e speranzose. Pensavi davvero ci saremmo cascati? Insegna alla tua controfigura a sbuffare e a rispondere a monosillabi, forse così potresti farci fessi, mica siamo Modric.
Comunque, amiamoci per tutta la vita

CALHA @: ci avevano avvisati i nostri amici milanisti della sua terribile incostanza? Si
Pensavamo fosse un’unica gran rosicata? Si
Ci siamo pentiti di aver fatto l’elicottero urlando È ARRIVATO CALHANO-O-GLUUU E CHA CHA CHAAA LUI È FORTE COME UN TO-O-ROO E CHA CHA CHA? Assolutamente no.
Lo rifaremmo? Perché no.
Chris, amore bello, tornando , sono 3 partite che mi trovo in un angolino a ripetere come un mantra AHHHHH SE CI FOSSI CHRISSINO.
Torna ti prego.
E avvisaci in quali parcheggi di Milano vai che ti stanno incontrando tutti tranne noi

PERRY 7: Una volta eri l'emblema degli incontri scuola famiglia "è bravo ma non si applica", ora difendi su quella fascia come fosse casa tua e corri per tutta la partita. Perry, io non credo nei miracoli, ma credo in te: qual è il segreto? Hai fatto qualche rito particolare? Ti sei fatto coinvolgere da Brozo nelle sue corse infinite? Ti prego è da 28 anni che cerco il segreto della costanza, risp in privato.

LAUTARO 7: Ce la mette tutta. Ma proprio tutta. Gioca la seconda da titolare dopo la sosta nazionali ma corre come se fosse fresco e riposato: l'effetto è talmente credibile che quando Inzaghi lo richiama in panchina telecronisti, tifosi e pure mia mamma che il calcio non lo ha seguito mai, dicono in coro: "MA COME ESCE LAUTARO?!" Il gol non arriva perché oggi non sarebbe entrata neanche chiedendo per favore: eravamo già destinati ad un simpatico Rodrygo caldo caldo.

DZEKO 7: Un altro di quelli che non si risparmia mai, un altro di quelli che è uscito dal campo gridando "all'anima de li Courtois tua e de tu nonno in carriola". Usa tutta la sua esperienza per capire che quella palla non entrerà e decide quindi di lottare a centrocampo su ogni pallone per rivivere la sua infanzia a Sarajevo: AAAAAH, i bei vecchi tempi passati a giocare a Zabavna tučnjava za sve uzraste con tutti i suoi compagnetti di giochi Ne mogu to, previše je sjećanja

DENZEL 6: Questa cosa che continui a non rendere realtà i miei sogni proibiti in cui diventi la reincarnazione di Maicon mi sta conducendo a due cose: A esaurimento nervoso B serio rischio di innamoramento da diamante grezzo. E non ho ancora digerito Ricky Maravilla.

DIMARCO 6: Prima della partita: "eh Fede è bravo, ma adesso non è che ci possiamo sempre aspettare gol su punizione..." Sempre io ad un calcio di punizione da centrocampo: "DAI DIMAAAAA! TIRA CHE CE LA FAI TU CHE SEI BRAVO! EYES OF THE TIGER E SI VA A COMANDARE COME MARK LANDERSSSS"

VIDAL 8: Mone all’allenamento di rifinitura lo prende da parte, lo chiude in uno sgabuzzino insonorizzato e gli fa rivedere i primi 33 minuti di Inter - Real 2020, spiegandogli che l’unica cosa a lui richiesta per la partita imminente è quella di FARE TUTTO IL CONTRARIO DI QUEI MALEDETTI 33 MINUTI. Cerca qualche intervento killer gettando la gamba indietro come se fosse una katana pronta a tranciare il polpaccio dei madrileni ma si ferma sempre in tempo dimostrando di aver raggiunto finalmente una parvenza di maturità calcistica alla tenera età di 89 anni. Ci tocca però dargli un punto in meno per non aver postato il fotomontaggio pre gara, lo aspettavamo con ansia

VECINO voto A.P. : Alla Prossima

CORREA 10: Ad ogni sua entrata parte in automatico il "TUCUTUCUTUUUCUUUU" che ormai non mi si scrolla di dosso nemmeno se prendo a testate i muri. Ed ho provato, eh. Al gol di Rodrygo. Poi vabbé sono partiti i processoni dei professoroni "EEEEEE TUTTO QUI?!" Si sa che le lontre sono animali territoriali, lo dice anche Wikipedia quindi è sicuro al 100% Quindi, per facilitarvi le cose, ecco la lista di parole autorizzate ad essere associate a Correa:
Bellissimo
Bravissimo
Lontrissimo
È tutto.

MONE 6: un consiglio, Brozo Perry e Barella non si tolgono nemmeno se sono a terra esanimi che implorano pietà e si tengono la mano su una ferita alla giugulare che schizza sangue.
MAI
M A I
Nemmeno se Vecino ti guarda con quegli occhietti imploranti, non è mica il gatto di Shrek, devi riuscire a resistergli. Poi per il resto idemoooo va benissimo, già il fatto di non aver preso gol da Camavinga e di non aver dovuto giocare 60 minuti in 10 è da considerarsi un enorme upgrade.

Inter - Real Madrid, il pagellone che punta alla EL

HANDA 7: è difficile giocare 88 minuti sapendo che, comunque vada, al 90esimo verrai infilato da Rodrygo (anche se onestamente in questa partita sarebbe stato ancora più interista un Camavinga 90’ + 5’).
Handa, da vero interista qual è, sa già il triste destino e, nonostante tutto, tiene alto il morale della squadra facendo finta di crederci sul serio, addirittura finge di disperarsi ai gol sbagliati urlando NOOOO DAI RAGAAAA DAI CHE LA VINCIAHAHAHAH e dalla panchina Frog e Danilo ridono insieme a lui, divertiti da quanto quelli nuovi ci stiamo credendo per davvero. Tatoncini.
Inoltre, in settimana ha tentato di empatizzare maggiormente con la tifoseria interista rilasciando un’intervista in cui assicura di non tirare pietre ai cani che abbaiano e che gli fanno fastidio, più uomo spogliatoio di così si muore.
Certo che però, non dico una pietra, ma un sassolino a Rodrygo potresti lanciarglielo, Handa. (Signore Forze dell’Ordine stiamo scherzando, Ranocchiate è sempre per la pace lo sapete)

SKRINIAR 300: Da due giorni ho cambiato routine mattutina: mi alzo, prendo il caffè, mangio qualcosa, mi vesto e prima di uscire guardo la foto di Skri che combatte contro 3 del Real in contemporanea. Ora ho un problema però: le persone che incontro per strada non capiscono perché continui ad urlare QUESTO È SKRINIARRRRRRR

Inter - Real Madrid, il pagellone che punta alla EL 2 Ranocchiate

DE VRIJ 7: Bello come le foto dei culi in estate, con le frasi di Samir Bukowski che stanno avendo sempre più successo al posto di quelle classiche. In questi ultimi giorni capita sempre più spesso di leggere "Col Sassuolo è sempre difficile" "Mai fidarsi delle neo promosse" e altre cose così. Il nostro pianista preferito segue alla perfezione lo spartito della difesa interista per 89 minuti. Ma in realtà anche 90, perché l'ultima parte diceva chiaramente "solito gol di Rodrygo e tutti a casa"

BASTONI 7: Rientra in tempo per giocare da titolare, ed è un peccato perché Kolarov dopo due settimane di spiegazioni era appena riuscito a capire chi era, dove si trovava, e contro chi stavamo per giocare. Partita ordinata e quasi (dannazione) senza sbavature e non è affatto semplice giocare bene con un vecchio pazzo brizzolato che a bordo campo urla MISTEEER DAIII TUTTI AVANTII NON SI PUÒ FARE 0-0 CON LA PRO VERCELLIIII

DARMY 7: Parte con timore reverenziale. Il Real Madrid, intendo. Per Padre Darmy sono tutti come dei figli, non teme nessuno se non Buffon quando prende gol. Poi la prestazione è la solita: ha corso tanto quanto sta pregando in questo momento per espiare tutti i peccati commessi dagli interisti al gol di Rodrygo.

MBARE 7: MBARE DOVE SEI?! Francobollato a Modric. SEMPRE. A fine partita scatta la denuncia da parte di Modric SOLO PERCHÉ LO MARCAVA ANCHE PER ENTRARE IN BAGNO. Che permaloso. Vedi Luka? È colpa tua. Sai che scherzoni avreste potuto organizzare con Perry, Brozo e Mbare? Ma tu niente, hai voluto fare il serio perché il Real Madrid ha creduto in te gnegnegnegnegna. Ora ti becchi Mbare in marcatura anche per salire sull'aereo.

BROZO 77: è UBIQUO. ONNIPRESENTE. In difesa, in attacco, nella fase di impostazione, ad un certo punto ce lo siamo trovati al secondo blu mentre sorseggiava il Borghetti incurante dell’obbligo di scacchiera e mascherina. Poi, sfinito, manda la sua controfigura a rilasciare l’intervista dopo essere stato premiato come man of the match e, infatti, veniamo deliziati da circa 80.000 caratteri di frasi motivanti e speranzose. Pensavi davvero ci saremmo cascati? Insegna alla tua controfigura a sbuffare e a rispondere a monosillabi, forse così potresti farci fessi, mica siamo Modric.
Comunque, amiamoci per tutta la vita

CALHA @: ci avevano avvisati i nostri amici milanisti della sua terribile incostanza? Si
Pensavamo fosse un’unica gran rosicata? Si
Ci siamo pentiti di aver fatto l’elicottero urlando È ARRIVATO CALHANO-O-GLUUU E CHA CHA CHAAA LUI È FORTE COME UN TO-O-ROO E CHA CHA CHA? Assolutamente no.
Lo rifaremmo? Perché no.
Chris, amore bello, tornando , sono 3 partite che mi trovo in un angolino a ripetere come un mantra AHHHHH SE CI FOSSI CHRISSINO.
Torna ti prego.
E avvisaci in quali parcheggi di Milano vai che ti stanno incontrando tutti tranne noi

PERRY 7: Una volta eri l'emblema degli incontri scuola famiglia "è bravo ma non si applica", ora difendi su quella fascia come fosse casa tua e corri per tutta la partita. Perry, io non credo nei miracoli, ma credo in te: qual è il segreto? Hai fatto qualche rito particolare? Ti sei fatto coinvolgere da Brozo nelle sue corse infinite? Ti prego è da 28 anni che cerco il segreto della costanza, risp in privato.

LAUTARO 7: Ce la mette tutta. Ma proprio tutta. Gioca la seconda da titolare dopo la sosta nazionali ma corre come se fosse fresco e riposato: l'effetto è talmente credibile che quando Inzaghi lo richiama in panchina telecronisti, tifosi e pure mia mamma che il calcio non lo ha seguito mai, dicono in coro: "MA COME ESCE LAUTARO?!" Il gol non arriva perché oggi non sarebbe entrata neanche chiedendo per favore: eravamo già destinati ad un simpatico Rodrygo caldo caldo.

DZEKO 7: Un altro di quelli che non si risparmia mai, un altro di quelli che è uscito dal campo gridando "all'anima de li Courtois tua e de tu nonno in carriola". Usa tutta la sua esperienza per capire che quella palla non entrerà e decide quindi di lottare a centrocampo su ogni pallone per rivivere la sua infanzia a Sarajevo: AAAAAH, i bei vecchi tempi passati a giocare a Zabavna tučnjava za sve uzraste con tutti i suoi compagnetti di giochi Ne mogu to, previše je sjećanja

DENZEL 6: Questa cosa che continui a non rendere realtà i miei sogni proibiti in cui diventi la reincarnazione di Maicon mi sta conducendo a due cose: A esaurimento nervoso B serio rischio di innamoramento da diamante grezzo. E non ho ancora digerito Ricky Maravilla.

DIMARCO 6: Prima della partita: "eh Fede è bravo, ma adesso non è che ci possiamo sempre aspettare gol su punizione..." Sempre io ad un calcio di punizione da centrocampo: "DAI DIMAAAAA! TIRA CHE CE LA FAI TU CHE SEI BRAVO! EYES OF THE TIGER E SI VA A COMANDARE COME MARK LANDERSSSS"

VIDAL 8: Mone all’allenamento di rifinitura lo prende da parte, lo chiude in uno sgabuzzino insonorizzato e gli fa rivedere i primi 33 minuti di Inter - Real 2020, spiegandogli che l’unica cosa a lui richiesta per la partita imminente è quella di FARE TUTTO IL CONTRARIO DI QUEI MALEDETTI 33 MINUTI. Cerca qualche intervento killer gettando la gamba indietro come se fosse una katana pronta a tranciare il polpaccio dei madrileni ma si ferma sempre in tempo dimostrando di aver raggiunto finalmente una parvenza di maturità calcistica alla tenera età di 89 anni. Ci tocca però dargli un punto in meno per non aver postato il fotomontaggio pre gara, lo aspettavamo con ansia

VECINO voto A.P. : Alla Prossima

CORREA 10: Ad ogni sua entrata parte in automatico il "TUCUTUCUTUUUCUUUU" che ormai non mi si scrolla di dosso nemmeno se prendo a testate i muri. Ed ho provato, eh. Al gol di Rodrygo. Poi vabbé sono partiti i processoni dei professoroni "EEEEEE TUTTO QUI?!" Si sa che le lontre sono animali territoriali, lo dice anche Wikipedia quindi è sicuro al 100% Quindi, per facilitarvi le cose, ecco la lista di parole autorizzate ad essere associate a Correa:
Bellissimo
Bravissimo
Lontrissimo
È tutto.

MONE 6: un consiglio, Brozo Perry e Barella non si tolgono nemmeno se sono a terra esanimi che implorano pietà e si tengono la mano su una ferita alla giugulare che schizza sangue.
MAI
M A I
Nemmeno se Vecino ti guarda con quegli occhietti imploranti, non è mica il gatto di Shrek, devi riuscire a resistergli. Poi per il resto idemoooo va benissimo, già il fatto di non aver preso gol da Camavinga e di non aver dovuto giocare 60 minuti in 10 è da considerarsi un enorme upgrade.

Notizie flash

Ultimi articoli

20/05/2024
Inter – Lazio, il pagellone dolceamaro

MR. HUNZIKER 7 –  Con il record di clean sheet al sicuro, Yann si concentra più sul post-partita che sulle insidie di Taty Castellanos. Se a molti è apparso distratto sul tiro di Kamada, è solo perchè stava pensando che la figlia più piccola doveva cambiare il pannolino. E poi dalla società gli avevano spiegato […]

19/05/2024
Inter - Lazio nel tempo di un caffè

0’ - Non é iniziata la partita ed ho già visto una coreografia commovente e Patrick e SpongeBob allo stadioNon ci capisco nulla ma sto piangendo PRIMO TEMPO: 1' - NOI PATRICK VOI PATRIC 2’ - ma oggi dobbiamo essere felici o tristi? 3’ - Taty ma che vuoi oh?Lasciaci festeggiare per 3 minuti dico […]

19/05/2024
Inter - Lazio. Il prepartita della festa

UEEEEEEEEEEE Cazzarola Steven si parlava di festeggiamenti piuttosto importanti ma non pensavamo che avresti presa per vera la canzone delle lampadine che si canta ad ogni comunione sulla faccia della terra. LA NOSTRA FESTA NON DEVE FINIRE NON DEVE FINIRE E NON FINIRÀ AAAAAAAAAAALLELUJA ALLELUJA AAAAAAAAAAAA Vabbè ma se vogliamo continuare per noi va bene. […]

11/05/2024
Frosinone – Inter, il pagellone goleador

MR. HUNZIKER 10 –  Non si può lasciare la porta incustodita un secondo a Reggio Emilia, che i ragazzi tornano a casa con una sconfitta e, cosa ancora peggiore, il record di clean sheet a forte rischio. Allora Yann decide di prendere la situazione nel guantone e comincia a sfoderare tutto il repertorio di parate […]

10/05/2024
Frosinone - Inter nel tempo di cinque caffè

Primo tempo 1' - Mone ha le occhiaie da ansia anche oggi. Forse pensa a Laurientè 7' - un po' di Moneball per compiacere il pubblico 11’ - sembra un’amichevole estiva 11'- Con la differenza che il Frosinone si gioca la serie A 13' - Frat cambia i tacchetti per favore 16' -  cross poetico di […]

10/05/2024
Frosinone - Inter, qualche pensierino prepartita

💭 Sì andiamo in versione ridotta perché oh Lukaku può permettersi di sparire nelle partite che contano e noi non possiamo mettere qualche punto in meno al prepartita di FrosinoneCulone - Inter valevole per 'sta grandissima ceppa? Sempre con affetto eh Romè. 💭 Che poi a proposito di culoni, visto bella settimana? Manca solo che […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram