Inter - Pordenone nel tempo di un caffè (e TANTI ammazzacaffè)

Se il "Premio Simpatia" si potesse annoverare nei palmarès, la Roma avrebbe almeno una decina di scudetti in più ed il Pordenone dovrebbe portare già a casa questa Coppa.

C'è un clima giocoso che ricorda quello delle gite al liceo e noi di Ranocchiate non siamo da meno: quest'oggi ho l'onore di sostituire il solito eccezionale redattore di questa rubrica, uno dei fondatori di questa pagina; è allo stadio insieme all'altro fondatore ed a loro volta hanno l'onore di vedere il Sommo in campo dal primo minuto con la fascia di capitano.

PRIMO TEMPO:

1': Nagatomo, Ranocchia, Skriniar, Dalbert più che una difesa sembra una minaccia

Per i nostri cuori ovviamente

3': Karamoh ha toccato palla. Posso morire felice.

4': Grande occasione dal limite dell'area per Eder, Perilli si candida al ruolo di saracinesca deviando in calcio d'angolo.

Sono ancora traumatizzato da un Lecce - Inter in cui giocatori come Eto'o non riuscirono a segnare a Benassi, diventato un semidio per quella partita. Regaliamo sogni e solide realtà, alla faccia di Roberto Carlino.

18': Se Pinamonti fosse forte la metà del giocatore che diventa in qualunque Football Manager, staremmo già 2-0.

22': QUASI SEGNA KARAMOH. STAVO PER SVENIRE.

Ma Perilli non molla. Vorrà candidarsi come erede di Buffon, vedrete.

31': PALO DEL PORDENONE.

Non scherziamo con le cose serie.

34': Ogni tanto mi sorprendo a pensare a Ranocchia capitano.

E' un po' come quando da ragazzo ti innamori, anche una partita del genere diventa semplicemente indimenticabile.

43': Karamoh sfiora ancora il gol.

A tu per tu con Perilli imita il suo idolo: Robinho. Palla alta. BRUTTA. Tanto.

45': 0-0 a fine primo tempo.

Qualsiasi commento è superfluo

 

Sembra di vedere la partita alla Playstation fra il fratello più grande (che utilizza la squadra più scarsa) ed il fratellino più piccolo (che usa invece la squadra più forte).

Ma al peggio non c'è mai fine. Fuori Pinamonti, dentro Brozovic e la domanda sorge spontanea: avrà voglia il nostro eroe di giocare contro il Pordenone?

SECONDO TEMPO:

4': BROZOVIC SFIORA IL GOL.

Speriamo bene. Incrociamo tutti le dita.

7': GAGLIARDINI DA LONTANO, FUORI DI NULLA.

9': Sainz-Maza sfiora il gol, palla in calcio d'angolo.

Ok, incomincia a non essere più divertente

21': Nunzella sull'esterno della rete.

NUNZELLA. Non so se ridere o piangere

22': Perilli salva ancora su Karamoh.

E che cazzo Perilli, fallo segnare Karamoh!

23': Fuori Karamoh (Perilli ti odio) dentro Ivan.

Meno male, finalmente uno che sa giocare a calcio. Speriamo bene.

27': Sembra sia iniziato lo "Scavetto day".

Vi spiego come funziona: se ti chiami Cancelo o Brozovic e sei al limite dell'area, fai lo scavetto. Non sarai pericoloso, ma l'idea sarà sempre bella.

Solo quella, però.

29': Perisic già quasi segna. Meno male che Ivan c'è.

34': Fa ridere vedere che siamo ancora sullo 0-0.

E' bello essere tornati ai bei tempi andati in cui riuscivamo a complicarci la vita in situazioni semplici.

35' :Dentro Mauro al posto di Dalbert.

Non ho parole.

41': Mauro sbaglia da buona posizione. Non è destino.

47': Incredibile ma vero. Si va ai supplementari.

 

Col Pordenone. Stiamo andando ai supplementari col Pordenone.

L'interista che è in me scalpita nel vedere una favola del genere. Il Pordenone sta rapendo il mio cuore.

AMMAZZACAFFE'

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE:

4': Ammonito Perilli per perdita di tempo.

Ma si, dai! Perdi tempo! Ok che tu fai il tuo, ma è già un'agonia sta partita!

8': Sto guardando un video dal cellulare: "Se i cantanti non sapessero cantare".

Per tre minuti ho preferito guardare quello, piuttosto che calciatori che non sanno giocare.

10': Eder ci prova, Perilli dice No. Punto.

14': PALO DI ICARDI.

SCUSATE?! POSSIAMO SEGNARE PER FAVORE?!

16': Il Sommo ci prova, ma oggi Perilli è raccomandato.

Se non ci riesce nemmeno Andrea ragazzi...è la fine

17': Fine primo tempo supplementare. ANCORA 0-0.

 

Curiosa la statistica a questo punto della partita, ovvero "Palle perse" 2: le mie.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE

(che agonia)

2': Perisic ci prova, ma oggi non entrerà mai.

4': Crampi

10': Crampi

13': BROZOVIC TI ODIO

17': Ancora 0-0, si va ai calci di rigore.

Se esistesse una giustizia divina, dovrebbe passare il Pordenone.

Misuraca (o, come mi piace chiamarlo, il Roberto Baggio del Pordenone, considerato che è l'unico che si ricordano un po' tutti) sul dischetto: PADELLI PARA ED ESULTA.

Samir, sconsolato, non approva queste dimostrazioni. Non sarà mai un grande robot come lui.

Forse una giustizia divina esiste, il primo dei nostri è Brozovic: tira e non lascia scampo, siamo avanti!

Grazie Marcelo. Almeno il rigore lo hai voluto tirare bene.

Burrai: Gol

Perisic: Gol

Magnaghi: Gol

Skriniar: Parata. Rigoraccio. Ho paura.

Lulli: Alto!

Meno male.

Gagliardini: Parato.

Perilli, ci parli tu col mio cardiologo poi, eh!

Stefani: Gol.

Icardi: Gol.

SI VA AD OLTRANZA

Ormai l'esaurimento nervoso ha fatto il suo naturale decorso, ora rido.

Ciurria: Gol

Vecino: Gol

Parodi: PARATO! PARATO! PARATO! CAMPIONI DEL MONDO! Ah, no.

Scusate, mi sono emozionato

NAGATOMO TIRA IL RIGORE DECISIVO.

E lo segna pure!

La degna conclusione di una partita che non ha avuto senso. L'uomo che non ti aspetti risolve la partita che non ti aspetti.

 

... meglio raccontarla così, non credete?

 

 

Inter - Pordenone nel tempo di un caffè (e TANTI ammazzacaffè)

Se il "Premio Simpatia" si potesse annoverare nei palmarès, la Roma avrebbe almeno una decina di scudetti in più ed il Pordenone dovrebbe portare già a casa questa Coppa.

C'è un clima giocoso che ricorda quello delle gite al liceo e noi di Ranocchiate non siamo da meno: quest'oggi ho l'onore di sostituire il solito eccezionale redattore di questa rubrica, uno dei fondatori di questa pagina; è allo stadio insieme all'altro fondatore ed a loro volta hanno l'onore di vedere il Sommo in campo dal primo minuto con la fascia di capitano.

PRIMO TEMPO:

1': Nagatomo, Ranocchia, Skriniar, Dalbert più che una difesa sembra una minaccia

Per i nostri cuori ovviamente

3': Karamoh ha toccato palla. Posso morire felice.

4': Grande occasione dal limite dell'area per Eder, Perilli si candida al ruolo di saracinesca deviando in calcio d'angolo.

Sono ancora traumatizzato da un Lecce - Inter in cui giocatori come Eto'o non riuscirono a segnare a Benassi, diventato un semidio per quella partita. Regaliamo sogni e solide realtà, alla faccia di Roberto Carlino.

18': Se Pinamonti fosse forte la metà del giocatore che diventa in qualunque Football Manager, staremmo già 2-0.

22': QUASI SEGNA KARAMOH. STAVO PER SVENIRE.

Ma Perilli non molla. Vorrà candidarsi come erede di Buffon, vedrete.

31': PALO DEL PORDENONE.

Non scherziamo con le cose serie.

34': Ogni tanto mi sorprendo a pensare a Ranocchia capitano.

E' un po' come quando da ragazzo ti innamori, anche una partita del genere diventa semplicemente indimenticabile.

43': Karamoh sfiora ancora il gol.

A tu per tu con Perilli imita il suo idolo: Robinho. Palla alta. BRUTTA. Tanto.

45': 0-0 a fine primo tempo.

Qualsiasi commento è superfluo

 

Sembra di vedere la partita alla Playstation fra il fratello più grande (che utilizza la squadra più scarsa) ed il fratellino più piccolo (che usa invece la squadra più forte).

Ma al peggio non c'è mai fine. Fuori Pinamonti, dentro Brozovic e la domanda sorge spontanea: avrà voglia il nostro eroe di giocare contro il Pordenone?

SECONDO TEMPO:

4': BROZOVIC SFIORA IL GOL.

Speriamo bene. Incrociamo tutti le dita.

7': GAGLIARDINI DA LONTANO, FUORI DI NULLA.

9': Sainz-Maza sfiora il gol, palla in calcio d'angolo.

Ok, incomincia a non essere più divertente

21': Nunzella sull'esterno della rete.

NUNZELLA. Non so se ridere o piangere

22': Perilli salva ancora su Karamoh.

E che cazzo Perilli, fallo segnare Karamoh!

23': Fuori Karamoh (Perilli ti odio) dentro Ivan.

Meno male, finalmente uno che sa giocare a calcio. Speriamo bene.

27': Sembra sia iniziato lo "Scavetto day".

Vi spiego come funziona: se ti chiami Cancelo o Brozovic e sei al limite dell'area, fai lo scavetto. Non sarai pericoloso, ma l'idea sarà sempre bella.

Solo quella, però.

29': Perisic già quasi segna. Meno male che Ivan c'è.

34': Fa ridere vedere che siamo ancora sullo 0-0.

E' bello essere tornati ai bei tempi andati in cui riuscivamo a complicarci la vita in situazioni semplici.

35' :Dentro Mauro al posto di Dalbert.

Non ho parole.

41': Mauro sbaglia da buona posizione. Non è destino.

47': Incredibile ma vero. Si va ai supplementari.

 

Col Pordenone. Stiamo andando ai supplementari col Pordenone.

L'interista che è in me scalpita nel vedere una favola del genere. Il Pordenone sta rapendo il mio cuore.

AMMAZZACAFFE'

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE:

4': Ammonito Perilli per perdita di tempo.

Ma si, dai! Perdi tempo! Ok che tu fai il tuo, ma è già un'agonia sta partita!

8': Sto guardando un video dal cellulare: "Se i cantanti non sapessero cantare".

Per tre minuti ho preferito guardare quello, piuttosto che calciatori che non sanno giocare.

10': Eder ci prova, Perilli dice No. Punto.

14': PALO DI ICARDI.

SCUSATE?! POSSIAMO SEGNARE PER FAVORE?!

16': Il Sommo ci prova, ma oggi Perilli è raccomandato.

Se non ci riesce nemmeno Andrea ragazzi...è la fine

17': Fine primo tempo supplementare. ANCORA 0-0.

 

Curiosa la statistica a questo punto della partita, ovvero "Palle perse" 2: le mie.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE

(che agonia)

2': Perisic ci prova, ma oggi non entrerà mai.

4': Crampi

10': Crampi

13': BROZOVIC TI ODIO

17': Ancora 0-0, si va ai calci di rigore.

Se esistesse una giustizia divina, dovrebbe passare il Pordenone.

Misuraca (o, come mi piace chiamarlo, il Roberto Baggio del Pordenone, considerato che è l'unico che si ricordano un po' tutti) sul dischetto: PADELLI PARA ED ESULTA.

Samir, sconsolato, non approva queste dimostrazioni. Non sarà mai un grande robot come lui.

Forse una giustizia divina esiste, il primo dei nostri è Brozovic: tira e non lascia scampo, siamo avanti!

Grazie Marcelo. Almeno il rigore lo hai voluto tirare bene.

Burrai: Gol

Perisic: Gol

Magnaghi: Gol

Skriniar: Parata. Rigoraccio. Ho paura.

Lulli: Alto!

Meno male.

Gagliardini: Parato.

Perilli, ci parli tu col mio cardiologo poi, eh!

Stefani: Gol.

Icardi: Gol.

SI VA AD OLTRANZA

Ormai l'esaurimento nervoso ha fatto il suo naturale decorso, ora rido.

Ciurria: Gol

Vecino: Gol

Parodi: PARATO! PARATO! PARATO! CAMPIONI DEL MONDO! Ah, no.

Scusate, mi sono emozionato

NAGATOMO TIRA IL RIGORE DECISIVO.

E lo segna pure!

La degna conclusione di una partita che non ha avuto senso. L'uomo che non ti aspetti risolve la partita che non ti aspetti.

 

... meglio raccontarla così, non credete?

 

 

Notizie flash

Ultimi articoli

19/01/2022
Inter – Empoli: cosa potrebbe mai andare storto?

Per il tifoso meno esperto, Inter – Empoli, specialmente di Coppa Italia, potrebbe essere una partita di poco interesse. Un match non degno di attenzioni in un freddo mercoledì sera di Gennaio.  Tuttavia questo non vale certo per il tifoso interista. Perché noi, gli interisti, di serate tranquille  di Coppa Italia ce ne intendiamo fin troppo bene. […]

17/01/2022
Atalanta - Inter, il pagellone delle occasioni mancate

HANDANOVIC 10 – “DLIN DLON: Si avvisa il signor Onana che può accomodarsi in panchina insieme ai signori Cordaz e Radu. A fine partita potrà lucidare i guantoni del nostro n.1” Non è che adesso basta far firmare un foglio al primo portiere che passa per pensare che Samir possa perdere il posto. Handa è […]

17/01/2022
Atalanta - Inter, dieci pensieri post - partita

10 - OOOOOOH finalmente una non vittoria, tutto questo tempo e persino dicembre e gennaio senza un minimo di profumo di CRISIINTER mi stava troppo destabilizzando. 9 - Ah, dobbiamo sempre recuperare una partita?E comunque non abbiamo perso?Quindi non siamo ancora in CRISIINTER?Ah, ok. 8 - Io: madonna ma basta che schifo io con questi […]

16/01/2022
Atalanta - Inter nel tempo di un caffè

Primo tempo 0’ - Eccoci qui di nuovo per la più bella partita dell’anno per tutti coloro che non tifano. Per me, interista in terra bergamasca, una tassa, un supplizio che mi tocca pagare ogni anno. 8’ - Siamo già a 3 occasioni per l’Atalanta che la prospettiva ha fatto sembrare gol. 15’ - Dzeko […]

16/01/2022
Le 5 statistiche più ansiogene di Atalanta - Inter

Sarà la Supercoppa vinta contro la J**e, dopo aver recuperato uno svantaggio con un rigore a favore e vinta al 120’ con un gol del giocatore più umile della storia, sarà la vittoria con la Lazio che ha avuto tanto il sapore della #VENDETT, sarà che si parla di scippare ai nostri acerrimi nemici il […]

13/01/2022
Inter - Juventus, il pagellone del fallo tattico

HANDA 10 - Quanti feels ieri sera con il vicecap: vederlo con quel capello brizzolato da anni di Inter e di tasche piene di sassi mi ha riportato alla mente Francesco Toldo, mio primo amore calcistico.Forse non tutti se ne saranno accorti, ma ieri Handa ha fatto il primo vero tentativo di carriera postcalcistica: la […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram