16/12/2020

Inter - Napoli nel tempo di... Zzzzzzzzzz

‘sta settimana è proprio dura.
Non basta la vita, lo studio, il lavoro, lamm*erda che cade dal cielo ogni giorno.

Ci tocca soffrire pure di mercoledì.

Primo tempo

1’ - Oh madre mia Caressa ha già detto che stasera si sente benissimo da bordocampo e che “ci andremo spesso”.

Eh no. Io spengo l’audio.
‘Tacci tua.

8’ - Per sette minuti circa ho pensato che stasera potesse andare a tutto bene stasera.

Ora sto iniziando a dubitarne.

13’ - Mertens si fa male da solo ed è costretto ad uscire.

Ora ci tocca subire di nuovo gol da Petagna.

16’ - No. No. No.
Il Napoli in uscita bassa fa quello che di solito facciamo noi, ovvero regalare palla a campo aperto. Barella intercetta e serve Lautaro che dai nove metri si gira e... la butta fuori. Solo. Col portiere immobile.

Questa squadra è maleducata.
Non accettare regali è segno di maleducazione, tutte le altre squadre lo sanno.

30’ - Perla di rara saggezza di Caressa:
“Si rialza Barella che ha anche un segno sull’occhio destro.”

Peccato che ce l’abbia dalla scorsa partita.

39’ - Mi chiedo come si possa segnare se ogni volta che abbiamo la palla il nostro allenatore urla ai giocatori di non forzare la giocata.

Siamo più soporifero del lexotan.

Secondo tempo

5’ - Ah è ricominciato il secondo tempo?

Mi ero preso bene con lo Snooker su Eurosport. Rispetto a ‘sta partita è davvero avvincente.

17’ - Lozano mi fa sussultare il cuore per un secondo, ma era in fuorigioco.

Niente, sta partita non regala proprio emozioni.

23’ - Paratona di Handa sul colpo di tacco impressionate di Insigne.

Infine un sussulto.

25’ - RIGOREEEEEEEE!
Eccolo il sussulto!

Solito controllo var di dieci minuti, ma nel frattempo succede di tutto. L’arbitro espelle Insigne per motivi talmente dubbi che persino Lautaro sembra chiedersi che minchia sta facendo.

Importa solo che Lukaku è di pietra e spiazza Ospina.

Uno a zero in un mare di nulla.

28’ - Boh brati sono stupefatto.

Che il nostro eterno contrappasso morale sia finito?

32’ - Ok. Io cerco sempre di mantenere la lucidità, perlomeno quella poca che mi porto solitamente appresso.

Ma che minchia sto guardando?
Ma che siamo? Il Chievo?
541? Hakimi per Lautaro.
Con l’uomo in più?
Lukaku allibito almeno quanto me.

Boh.

34’ - Miracolo di Handanovic sull’avvelenatissima dell’ex Politano.

LA STIAMO GESTENDO BENE ANDÒ

40’ - Mai vista una squadra giocare così.
In vantaggio.
In superiorità numerica.

Aiuto.

41’ - Politano di nuovo non ci punisce per pochissimo.

Si ma non reggiamo così.

44’ - Altra parata salvifica di Handanovic che mura Di Lorenza che - grazie signore - non vede Petagna solo soletto in mezzo.

45’ + 1’ - PALO CLAMOROSO DI PETAGNA.

Non mi sono mai sentito in imbarazzo all’idea di vincere una partita.

45’ + 4’ - E invece questo mercoledì ci tocca sentirci delle merde anche dopo una vittoria.

GRAZIE INTER.

Inter - Napoli nel tempo di... Zzzzzzzzzz

‘sta settimana è proprio dura.
Non basta la vita, lo studio, il lavoro, lamm*erda che cade dal cielo ogni giorno.

Ci tocca soffrire pure di mercoledì.

Primo tempo

1’ - Oh madre mia Caressa ha già detto che stasera si sente benissimo da bordocampo e che “ci andremo spesso”.

Eh no. Io spengo l’audio.
‘Tacci tua.

8’ - Per sette minuti circa ho pensato che stasera potesse andare a tutto bene stasera.

Ora sto iniziando a dubitarne.

13’ - Mertens si fa male da solo ed è costretto ad uscire.

Ora ci tocca subire di nuovo gol da Petagna.

16’ - No. No. No.
Il Napoli in uscita bassa fa quello che di solito facciamo noi, ovvero regalare palla a campo aperto. Barella intercetta e serve Lautaro che dai nove metri si gira e... la butta fuori. Solo. Col portiere immobile.

Questa squadra è maleducata.
Non accettare regali è segno di maleducazione, tutte le altre squadre lo sanno.

30’ - Perla di rara saggezza di Caressa:
“Si rialza Barella che ha anche un segno sull’occhio destro.”

Peccato che ce l’abbia dalla scorsa partita.

39’ - Mi chiedo come si possa segnare se ogni volta che abbiamo la palla il nostro allenatore urla ai giocatori di non forzare la giocata.

Siamo più soporifero del lexotan.

Secondo tempo

5’ - Ah è ricominciato il secondo tempo?

Mi ero preso bene con lo Snooker su Eurosport. Rispetto a ‘sta partita è davvero avvincente.

17’ - Lozano mi fa sussultare il cuore per un secondo, ma era in fuorigioco.

Niente, sta partita non regala proprio emozioni.

23’ - Paratona di Handa sul colpo di tacco impressionate di Insigne.

Infine un sussulto.

25’ - RIGOREEEEEEEE!
Eccolo il sussulto!

Solito controllo var di dieci minuti, ma nel frattempo succede di tutto. L’arbitro espelle Insigne per motivi talmente dubbi che persino Lautaro sembra chiedersi che minchia sta facendo.

Importa solo che Lukaku è di pietra e spiazza Ospina.

Uno a zero in un mare di nulla.

28’ - Boh brati sono stupefatto.

Che il nostro eterno contrappasso morale sia finito?

32’ - Ok. Io cerco sempre di mantenere la lucidità, perlomeno quella poca che mi porto solitamente appresso.

Ma che minchia sto guardando?
Ma che siamo? Il Chievo?
541? Hakimi per Lautaro.
Con l’uomo in più?
Lukaku allibito almeno quanto me.

Boh.

34’ - Miracolo di Handanovic sull’avvelenatissima dell’ex Politano.

LA STIAMO GESTENDO BENE ANDÒ

40’ - Mai vista una squadra giocare così.
In vantaggio.
In superiorità numerica.

Aiuto.

41’ - Politano di nuovo non ci punisce per pochissimo.

Si ma non reggiamo così.

44’ - Altra parata salvifica di Handanovic che mura Di Lorenza che - grazie signore - non vede Petagna solo soletto in mezzo.

45’ + 1’ - PALO CLAMOROSO DI PETAGNA.

Non mi sono mai sentito in imbarazzo all’idea di vincere una partita.

45’ + 4’ - E invece questo mercoledì ci tocca sentirci delle merde anche dopo una vittoria.

GRAZIE INTER.

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram