Inter-Napoli, il pagellone della psicostasia

HANDANOVIC 100000: In meno di una settimana passa dallo stato di mummia a quello di eroe della Patria (#RIPIGL BIRAGHI MI MANCHI) con una serie di interventi uno più bello dell'altro.

Parata incredibile su Insigne con annesso urlo alla dottor Frankenstein "è vivoooo è vivoooooooo la creatura si muove!!!", chi l'avrebbe mai detto, bastavano un paio di fulmini e di "creatura, guarda che a gennaio io compro Cragno" per farle prendere vita.

Come se non bastasse, per festeggiare questa mobilità ritrovata, fa un'altra parata da batman su Politano, sicuramente l'impresa più grande della sua carriera, visto che il gol dell'ex di CrPoli era quotato 0,87 alla Snai (cioé era talmente scontato che se segnava Polimessi dovevi pagare tu loro).
Perché va bene prendere insulti a raffica per tre giorni, ma il gol dell'ex da quel folletto malefico anche no.

Nel finale, arriva un altro grande classicone del repertorio del nostro glaciale Vice, nel suo bellissimo completo color arancione-EuropaLeague, che ci regala un bel #BATTEZZ dei suoi sul tiro di Petagna sul palo.
Perché alla fine le tradizioni non si abbandonano mai. Bravo Handa, sei il migliore anche per queste cose.

SKRINIAR 6: Suuuuu con la vita che abbiamo vinto, anche con la difesa a 3,4,5,6 ma chi se ne fregaaaaaaaaaaa. Ogni volta ci tocca scomodare i professori di filosofia etica, sembra un braccio di ferro tra dio e il demonio, ecco, finalmente abbiamo capito perché Skriniar se l'è tatuato sul petto.

Adesso va a finire che ci dobbiamo pure sentire in colpa perché abbiamo battuto il Napoli. Mai una volta che possiamo finire una partita in pace.
E il minutaggio di Eriksen, e il piano C, e borga droia, anche basta.
Vinciamo una cavolo di partita e basta per una volta.

Quando prendiamo l'eurogol da quello scappato di casa di Sottil che fa pure le linguacce in mondovisione va tutto bene, ce lo meritiamo, però noi non possiamo vincere una partita brutta e sporca per 1-0 senza dover consultare prima la Corte Costituzionale, la corte europea dei diritti dell'uomo, il televoto del pubblico di Forum e poi come se non bastasse dobbiamo strapparci via il cuore dal petto, prostrarci di fronte a tutto il pantheon degli Dei egizi che a quel punto lo peseranno su una bilancia, e lo metteranno a confronto con una piuma e con i 4 punti tolti al Napoli con la Juventus, e solo dopo lunghe consultazioni ci diranno finalmente se sì, possiamo prenderci 'sta cazzo di vittoria, e farci addirittura scappare un umile "yeee abbiamo vinto" , o se invece meritiamo per sempre la dannazione eterna e la cacciata dall'Eden per non aver riscattato Alex Telles nel 2016.

Sì ok ma anche basta.

DE VRIJ 6: Classico mood interista: vedere il cambio Mertens-Petagna e pensare "nooooo preferivo Mertens vi prego" magari contro Ciro Mertens possiamo salvarci, ma è impossibile non prendere il classico gol da quel bisonte stupido e tonto, simbolo dell'anticalcio, ignorante, antipatico e pure....scusate di cosa stavamo parlando? Ah già dei gol subiti, che alla fine non ne abbiamo subiti.
E scusate se è poco, contro un certo Lozano, uno dei tre calciatori più forti del mondo dopo Ansu Fati e Anatolij Trubin.

BASTONI 6: Cerca continue rassicurazioni dopo i suoi incubi dovuti a tutti i racconti e le orripilanti spiegazioni su quel mostro chiamato Chucky la Bambola Assassina.
Skriniar e De Vrij ci provano in tutti i modi a tranquillizzarlo:

- "Dai Ale non preoccuparti, è soltanto un film!"
-"Ma io ho paura di Caressa"
-"Ah beh in effetti lui fa paura a tutti."


YOUNG 10: Anche lui ci tiene a regalare una gioia al suo vecchio amico Politano (ma hanno mai fatto almeno un allenamento insieme loro due? non ricordo)
Boh, alla fine non importa, l'amicizia va oltre questi dettagli, e fargli fare un gol è il minimo che possiamo fare per lui, dopo che lo abbiamo praticamente obbligato ad andare via, e oltretutto abbiamo anche fatto saltare il trasferimento nella sua squadra del cuore, per colpa di quel casino con Spinazzola. (Che per la cronaca adesso ovviamente è l'esterno sinistro più forte d'Italia, d'Europa, del Mondo e dell'intero Universo).

DARMIAN 10: Schierato ancora titolare, al posto del giustamente soppiantato Hakimi, il buon don Matteo Darmy esemplifica sempre al meglio ciò che vuol dire essere un vero interista:

Pare che al rigore assegnato a nostro favore abbia chiesto "Cos'è un rigore?" aggiungendo educatamente un "la prego signor arbitro tiri giù quel braccio, non faccia gesti deplorevoli che fanno parte di un passato storico che non ci appartiene"
Purtroppo quel manigoldo di Massa insiste e nonostante le continue lamentele di Darmian "Ha preso solo il piede! Non ha toccato la palla! Dai ma che rigore è? poverini, non lo assegni!" alla fine conferma la sua decisione.

Apriti cielo, a quel punto Insigne si lascia andare in una reazione ancora più pacata e educata: "Cortesemente signor direttore di gara mi spieghi questa sua decisione che mi trova a dir poco in disaccordo con lei" incalzato dallo stesso Darmian, accorso in suo sostegno.
Ma niente da fare, purtoppo il capitano del Napoli viene espulso da quel cattivone di Massa, un uomo dai costumi rozzi e volgari.

Darmian pensa addirittura di abbandonare il campo in segno di protesta e serve un po' di tempo per convincerlo a finire la partita. Mentre Insigne, ormai esasperato esce dal terreno di gioco lasciandosi scappare un polemico "O TEMPORA, O MORES." (ma non condanniamolo per aver citato Cicerone, ogni tanto ci sta perdere la pazienza)

BARELLA 10: Pallido, contuso, emaciato, con gli occhi neri, ormai si sta trasformando sempre di più in una Gothic Lolita.
Più che un calciatore sembra una pallina di pongo, la creatura di Handa-Frankenstein in confronto a lui era Chiara Ferragni uscita dalle terme a Cortina, eppure mbare resiste, sempre titolare, altri novanta minuti in campo regalandoci quantità e qualità.
Si sente Conte dalla panchina che lo incoraggia in stile Rocky: NON FA MALE, NON FA MALEEEEEE e continua a maltrattarlo e, un po' come nell'esperimento di Milgram, stiamo diventando indifferenti al dolore.

Non fa neanche più notizia quando in ogni partita lo vediamo lì che si contorce e rotola a terra dopo ogni contrasto con gli avversari e noi lì a dire "ma sì non è niente, ora si rialza"
lui che urla "AAAAAAARGHHHHH AAAAAAAAAH" e noi lì "ma siiiiiiii ma non è nienteeeeeeee, ci vuole ben altro per uno come lui, questo è praticamente come fargli il solletico"
Ti vogliamo bene Bare, te lo giuro.

GAGLIARDINI 10: Sente non poco la pressione, giocare contro il Napoli, con la maglia albiceleste, nello stadio San Siro Armando Maradona, non è facile per GagliarD10s che ci tiene a omaggiare il suo mentore e a non fare brutta figura.
E ovviamente Gaglia non delude le aspettative, la sua era una finta umiltà daiiii ci credevate davvero???? Erano frasi di circostanza... Ma chi è questo Maradona? è solo Gaglia il GOAT

BROZOVIC 10: Ha raggiunto livelli di scazzo mai visti prima (e lo diciamo dopo ogni partita) Prova a farsi buttare fuori in tutti i modi per andare finalmente a rilassarsi e a fare un po' di shopping in zona gialla, ma purtroppo Massa ignora un suo placcaggio su Zielinski (borga droia, non si fa così, dategli 'sta ammonizione)
Poi cade a terra stremato, ma Conte non vuole sentire ragioni

-NON FA MALE NON FA MALEEEE
-intanto Barella tutto sanguinante "Dai Brozo non è niente resisti!"
-"Dai non è angora l'oddandaseiesimo non buoi farmi sbregare una sosdiduzione già adesso, di brego"

Brozo si sdraia a terra per protesta

"Daiii ghe mi sono rimasdi solo gli sgalda banghineeeee"


LUKAKU 4: ROMELU, MA NON TI VERGOGNI?
Romelu, come hai osato, dovevi sbagliarlo apposta il rigore.
Contro il Siviglia e lo Shakhtar non te li eri fatti sti problemi, ora di colpo ti è venuta la voglia di farci vincere???
La prossima volta lascialo di nuovo tirare a Lautaro, egoistaaaaaaaaaa

Ora per colpa tua ci tocca frustarci continuamente tutti i giorni da qui alla partita contro lo Spezia.
COME MINIMO dobbiamo farli vincere e lasciare il primo gol in Serie A a Lucianino Agoumé. COME MINIMO.
E non so nemmeno se basterebbe per espiare il nostro peccato originale da interisti, per colpa di questa vittoria assolutamente immeritata con un rigore giusto, un'espulsione giusta e un portiere che addirittura osa muoversi e fare delle parate boh... mi hai deluso Big Rom questo brutto gesto da uno come te non me lo aspettavo.

LAUTARO 6: E c'è ancora gente che osava infierire sul povero Napoli in dieci tenendo due attaccanti e magari finendola in goleada. Non c'è più rispetto... vergogna.
Altro che piuma sulla bilancia, il vostro cuore pesa come un bidone dell'immondizia.
E comunque se proprio vogliamo dirla tutta è inutile indignarsi per sto 4-5-1 o quello che era. Anche lasciando in campo Lauty, le alternative per tirare il fiato e coprirsi un po' erano EriksAHAHAHAHAHAHHAHAH oppure proprio quello che ha fatto Conte.

HAKIMI 6: Ho sentito citare di nuovo il cambio Icardi-Santon, meno male che tu non c'eri Achraf e quindi non sai di cosa si sta parlando...

SENSI 10: Entra in campo e porta quel poco di imprevedibilità che solo i bambini possono portare, dando il suo contributo nell'occasione del rigore (SENSI, MA NON TI VERGOGNI?) e facendo valere i suoi centimetri per perdere tutti i duelli fisici con Petagna.
(E OTTENENDO UN SACCO DI CALCI DI PUNIZIONE, MUHAHAHA POTERE AI PICCOLIIIII)

Inter-Napoli, il pagellone della psicostasia 1 Ranocchiate

D'AMBROSIO 10: Ci sta sempre bene nei minuti finali: per vincerla, per non perderla, per pareggiarla, lui c'è.

CONTE 10: Oggi vado controcorrente e dico che lo capisco. Era difficile scegliere delle sostituzioni tra ERIKSAAHAHAHHAHAH, Vidal e Vecino rotti che si facevano i selfie in panchina, Sensi che di giovedì ha scuola, Nainggolan con la Scaldasonno de longhi e la fiaschetta di whisky...

Godiamoci la vita e facciamo finta di prenderci un po' di consapevolezza e autostima anche da queste partitacce, che c'è gente che prende doppietta da Destro e si sente comunque nel Dream Team di France football.
Per cinque minuti siamo stati anche primi in classifica, meglio di così...
SALUTATE LA CINQUEMINUTISTA


Inter-Napoli, il pagellone della psicostasia

HANDANOVIC 100000: In meno di una settimana passa dallo stato di mummia a quello di eroe della Patria (#RIPIGL BIRAGHI MI MANCHI) con una serie di interventi uno più bello dell'altro.

Parata incredibile su Insigne con annesso urlo alla dottor Frankenstein "è vivoooo è vivoooooooo la creatura si muove!!!", chi l'avrebbe mai detto, bastavano un paio di fulmini e di "creatura, guarda che a gennaio io compro Cragno" per farle prendere vita.

Come se non bastasse, per festeggiare questa mobilità ritrovata, fa un'altra parata da batman su Politano, sicuramente l'impresa più grande della sua carriera, visto che il gol dell'ex di CrPoli era quotato 0,87 alla Snai (cioé era talmente scontato che se segnava Polimessi dovevi pagare tu loro).
Perché va bene prendere insulti a raffica per tre giorni, ma il gol dell'ex da quel folletto malefico anche no.

Nel finale, arriva un altro grande classicone del repertorio del nostro glaciale Vice, nel suo bellissimo completo color arancione-EuropaLeague, che ci regala un bel #BATTEZZ dei suoi sul tiro di Petagna sul palo.
Perché alla fine le tradizioni non si abbandonano mai. Bravo Handa, sei il migliore anche per queste cose.

SKRINIAR 6: Suuuuu con la vita che abbiamo vinto, anche con la difesa a 3,4,5,6 ma chi se ne fregaaaaaaaaaaa. Ogni volta ci tocca scomodare i professori di filosofia etica, sembra un braccio di ferro tra dio e il demonio, ecco, finalmente abbiamo capito perché Skriniar se l'è tatuato sul petto.

Adesso va a finire che ci dobbiamo pure sentire in colpa perché abbiamo battuto il Napoli. Mai una volta che possiamo finire una partita in pace.
E il minutaggio di Eriksen, e il piano C, e borga droia, anche basta.
Vinciamo una cavolo di partita e basta per una volta.

Quando prendiamo l'eurogol da quello scappato di casa di Sottil che fa pure le linguacce in mondovisione va tutto bene, ce lo meritiamo, però noi non possiamo vincere una partita brutta e sporca per 1-0 senza dover consultare prima la Corte Costituzionale, la corte europea dei diritti dell'uomo, il televoto del pubblico di Forum e poi come se non bastasse dobbiamo strapparci via il cuore dal petto, prostrarci di fronte a tutto il pantheon degli Dei egizi che a quel punto lo peseranno su una bilancia, e lo metteranno a confronto con una piuma e con i 4 punti tolti al Napoli con la Juventus, e solo dopo lunghe consultazioni ci diranno finalmente se sì, possiamo prenderci 'sta cazzo di vittoria, e farci addirittura scappare un umile "yeee abbiamo vinto" , o se invece meritiamo per sempre la dannazione eterna e la cacciata dall'Eden per non aver riscattato Alex Telles nel 2016.

Sì ok ma anche basta.

DE VRIJ 6: Classico mood interista: vedere il cambio Mertens-Petagna e pensare "nooooo preferivo Mertens vi prego" magari contro Ciro Mertens possiamo salvarci, ma è impossibile non prendere il classico gol da quel bisonte stupido e tonto, simbolo dell'anticalcio, ignorante, antipatico e pure....scusate di cosa stavamo parlando? Ah già dei gol subiti, che alla fine non ne abbiamo subiti.
E scusate se è poco, contro un certo Lozano, uno dei tre calciatori più forti del mondo dopo Ansu Fati e Anatolij Trubin.

BASTONI 6: Cerca continue rassicurazioni dopo i suoi incubi dovuti a tutti i racconti e le orripilanti spiegazioni su quel mostro chiamato Chucky la Bambola Assassina.
Skriniar e De Vrij ci provano in tutti i modi a tranquillizzarlo:

- "Dai Ale non preoccuparti, è soltanto un film!"
-"Ma io ho paura di Caressa"
-"Ah beh in effetti lui fa paura a tutti."


YOUNG 10: Anche lui ci tiene a regalare una gioia al suo vecchio amico Politano (ma hanno mai fatto almeno un allenamento insieme loro due? non ricordo)
Boh, alla fine non importa, l'amicizia va oltre questi dettagli, e fargli fare un gol è il minimo che possiamo fare per lui, dopo che lo abbiamo praticamente obbligato ad andare via, e oltretutto abbiamo anche fatto saltare il trasferimento nella sua squadra del cuore, per colpa di quel casino con Spinazzola. (Che per la cronaca adesso ovviamente è l'esterno sinistro più forte d'Italia, d'Europa, del Mondo e dell'intero Universo).

DARMIAN 10: Schierato ancora titolare, al posto del giustamente soppiantato Hakimi, il buon don Matteo Darmy esemplifica sempre al meglio ciò che vuol dire essere un vero interista:

Pare che al rigore assegnato a nostro favore abbia chiesto "Cos'è un rigore?" aggiungendo educatamente un "la prego signor arbitro tiri giù quel braccio, non faccia gesti deplorevoli che fanno parte di un passato storico che non ci appartiene"
Purtroppo quel manigoldo di Massa insiste e nonostante le continue lamentele di Darmian "Ha preso solo il piede! Non ha toccato la palla! Dai ma che rigore è? poverini, non lo assegni!" alla fine conferma la sua decisione.

Apriti cielo, a quel punto Insigne si lascia andare in una reazione ancora più pacata e educata: "Cortesemente signor direttore di gara mi spieghi questa sua decisione che mi trova a dir poco in disaccordo con lei" incalzato dallo stesso Darmian, accorso in suo sostegno.
Ma niente da fare, purtoppo il capitano del Napoli viene espulso da quel cattivone di Massa, un uomo dai costumi rozzi e volgari.

Darmian pensa addirittura di abbandonare il campo in segno di protesta e serve un po' di tempo per convincerlo a finire la partita. Mentre Insigne, ormai esasperato esce dal terreno di gioco lasciandosi scappare un polemico "O TEMPORA, O MORES." (ma non condanniamolo per aver citato Cicerone, ogni tanto ci sta perdere la pazienza)

BARELLA 10: Pallido, contuso, emaciato, con gli occhi neri, ormai si sta trasformando sempre di più in una Gothic Lolita.
Più che un calciatore sembra una pallina di pongo, la creatura di Handa-Frankenstein in confronto a lui era Chiara Ferragni uscita dalle terme a Cortina, eppure mbare resiste, sempre titolare, altri novanta minuti in campo regalandoci quantità e qualità.
Si sente Conte dalla panchina che lo incoraggia in stile Rocky: NON FA MALE, NON FA MALEEEEEE e continua a maltrattarlo e, un po' come nell'esperimento di Milgram, stiamo diventando indifferenti al dolore.

Non fa neanche più notizia quando in ogni partita lo vediamo lì che si contorce e rotola a terra dopo ogni contrasto con gli avversari e noi lì a dire "ma sì non è niente, ora si rialza"
lui che urla "AAAAAAARGHHHHH AAAAAAAAAH" e noi lì "ma siiiiiiii ma non è nienteeeeeeee, ci vuole ben altro per uno come lui, questo è praticamente come fargli il solletico"
Ti vogliamo bene Bare, te lo giuro.

GAGLIARDINI 10: Sente non poco la pressione, giocare contro il Napoli, con la maglia albiceleste, nello stadio San Siro Armando Maradona, non è facile per GagliarD10s che ci tiene a omaggiare il suo mentore e a non fare brutta figura.
E ovviamente Gaglia non delude le aspettative, la sua era una finta umiltà daiiii ci credevate davvero???? Erano frasi di circostanza... Ma chi è questo Maradona? è solo Gaglia il GOAT

BROZOVIC 10: Ha raggiunto livelli di scazzo mai visti prima (e lo diciamo dopo ogni partita) Prova a farsi buttare fuori in tutti i modi per andare finalmente a rilassarsi e a fare un po' di shopping in zona gialla, ma purtroppo Massa ignora un suo placcaggio su Zielinski (borga droia, non si fa così, dategli 'sta ammonizione)
Poi cade a terra stremato, ma Conte non vuole sentire ragioni

-NON FA MALE NON FA MALEEEE
-intanto Barella tutto sanguinante "Dai Brozo non è niente resisti!"
-"Dai non è angora l'oddandaseiesimo non buoi farmi sbregare una sosdiduzione già adesso, di brego"

Brozo si sdraia a terra per protesta

"Daiii ghe mi sono rimasdi solo gli sgalda banghineeeee"


LUKAKU 4: ROMELU, MA NON TI VERGOGNI?
Romelu, come hai osato, dovevi sbagliarlo apposta il rigore.
Contro il Siviglia e lo Shakhtar non te li eri fatti sti problemi, ora di colpo ti è venuta la voglia di farci vincere???
La prossima volta lascialo di nuovo tirare a Lautaro, egoistaaaaaaaaaa

Ora per colpa tua ci tocca frustarci continuamente tutti i giorni da qui alla partita contro lo Spezia.
COME MINIMO dobbiamo farli vincere e lasciare il primo gol in Serie A a Lucianino Agoumé. COME MINIMO.
E non so nemmeno se basterebbe per espiare il nostro peccato originale da interisti, per colpa di questa vittoria assolutamente immeritata con un rigore giusto, un'espulsione giusta e un portiere che addirittura osa muoversi e fare delle parate boh... mi hai deluso Big Rom questo brutto gesto da uno come te non me lo aspettavo.

LAUTARO 6: E c'è ancora gente che osava infierire sul povero Napoli in dieci tenendo due attaccanti e magari finendola in goleada. Non c'è più rispetto... vergogna.
Altro che piuma sulla bilancia, il vostro cuore pesa come un bidone dell'immondizia.
E comunque se proprio vogliamo dirla tutta è inutile indignarsi per sto 4-5-1 o quello che era. Anche lasciando in campo Lauty, le alternative per tirare il fiato e coprirsi un po' erano EriksAHAHAHAHAHAHHAHAH oppure proprio quello che ha fatto Conte.

HAKIMI 6: Ho sentito citare di nuovo il cambio Icardi-Santon, meno male che tu non c'eri Achraf e quindi non sai di cosa si sta parlando...

SENSI 10: Entra in campo e porta quel poco di imprevedibilità che solo i bambini possono portare, dando il suo contributo nell'occasione del rigore (SENSI, MA NON TI VERGOGNI?) e facendo valere i suoi centimetri per perdere tutti i duelli fisici con Petagna.
(E OTTENENDO UN SACCO DI CALCI DI PUNIZIONE, MUHAHAHA POTERE AI PICCOLIIIII)

Inter-Napoli, il pagellone della psicostasia 2 Ranocchiate

D'AMBROSIO 10: Ci sta sempre bene nei minuti finali: per vincerla, per non perderla, per pareggiarla, lui c'è.

CONTE 10: Oggi vado controcorrente e dico che lo capisco. Era difficile scegliere delle sostituzioni tra ERIKSAAHAHAHHAHAH, Vidal e Vecino rotti che si facevano i selfie in panchina, Sensi che di giovedì ha scuola, Nainggolan con la Scaldasonno de longhi e la fiaschetta di whisky...

Godiamoci la vita e facciamo finta di prenderci un po' di consapevolezza e autostima anche da queste partitacce, che c'è gente che prende doppietta da Destro e si sente comunque nel Dream Team di France football.
Per cinque minuti siamo stati anche primi in classifica, meglio di così...
SALUTATE LA CINQUEMINUTISTA


Notizie flash

Ultimi articoli

10/12/2020
INTER – SHAKHTAR di Terza Categoria – IL MISTERIOSO PIANO DELLA VIGILIA

Università di Milano – vigilia della partita - ore 9.00 Darmian arriva assonnato in università. Le ultime lezioni prima di Natale, i preappelli di dicembre. Lo stress di certo non aiuta il giovane ragazzo. Ma tra tutte queste cose, in realtà, è solo una che occupa la mente di un bravo terzino di terza categoria. […]

18/01/2021
Inter - Juventus, dieci pensieri post - partita

10 - STIAMO ANCORA GODENDO? STIAMO ANCORA GODENDO. 9 - Ma chi se ne frega del ghep con la Juve non ancora colmato, ma abbiamo vinto, noi godiamo e basta, ciaone. 8 - CHRIS PERDONAMI NON HO MAI PENSATO CONTE MITT ERIKSEN PER TUTTA LA PARTITA MA TI AMO LO SAI SCUSAAAAAA 7 - Il […]

17/01/2021
Inter - Juventus nel tempo di un caffè a parti invertite

Primo tempo 1' - Si comincia. Però sono un po' distratto. Sto ancora cercando di capire che tipo di interista sono 3' - Ok, obiettivamente sono il tipo Non sono pronto. Qualcuno mi salvi. Non voglio guardare il rettangolo verde. 6' - Punizione dai 30 metri. DAJE CHRISTIANNNNN Ah no. 10' - Gol Juve. Non […]

17/01/2021
I 10 tipi di tifoso prima di Inter - Juventus

(La redazione di Ranocchiate si scusa per l'assenza di censura nel nominare la...Juventus, ecco. Il dovere di cronaca ci impone stomaco duro). Cari amici di Ranocchiate, è giunto il momento.Derby d'Italia.Inter contro Juve.Ronaldo contro Lukaku.Conte contro Pirlo."Mai stati in B" contro "non escludo il ritorno". In vista di questa partita, abbiamo deciso di analizzare i […]

14/01/2021
Fiorentina-Inter, un pagellone di ordinaria crisi

HANDANOVIC 10: Uno ci sperava anche in Radu titolare, ma vuoi mettere con la gioia di vederlo squattare sulla linea di porta mentre osserva rassegnato il solito eurogol imprendibile che si infila nell'angolino? (Babacar insegna) Complimenti Kouamé, si vede che sei passato dall'Inter.Gol stagionali? Due. Entrambi a noi. Beneeeeeeeee SKRINIAR 11: Per fortuna a Firenze […]

13/01/2021
Fiorentina - Inter, dieci pensieri post-partita

10 - Non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di Eriksen, non puoi parlare solo di […]

13/01/2021
Fiorentina - Inter nel tempo di una Coppa Italia

PRIMO TEMPO: 0' - Nemmeno inizia la partita con la Fiorentina che Sensi è già out prima della partita Troppo sole a Firenze, deve fare i compiti...non si poteva proprio. 6' - Giallo per Eysseric dopo 6 minuti E subito mi assalgono i ricordi di Football Manager e dei trofei vinti insieme.Sigh. 8' - Ho […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram