27/08/2019

Inter-Lecce il pagellone del buona la prima

HANDANOVIC 6:
È l'inizio di campionato più noioso di sempre: vittoria facile contro una neopromossa, di lunedì sera, su dazn e segnando addirittura due gol per tempo. Nemmeno un preliminare a luglio contro lo Stjarnan o il Vaslui, nemmeno una piccola crisi. Uno che le ha passate tutte come Samir sa bene che in queste condizioni la nostra squadra rischia di annoiarsi e deconcentrarsi .
Per fortuna prova a ravvivare un po' la situazione e si inventa un'uscita a cazzo su Lapadula, per dare la sveglia a tutti.
Ha funzionato.

D'AMBROSIO 7: Conte gli comunica la sua volontà di puntare sulla supremazia e sull'esperienza del Capitano. "Danilo, oggi sei in banghina."
Due secondi dopo Stefanone accusa un problema nel riscaldamento. Il resto è storia.

ANDREA RANOCCHIA L'UNICO E SOMMO CAPITANO 10:
Plot twist incredibile a San Siro, quando all'annuncio delle formazioni il 13 è a sorpresa tra i titolari. Grazie Conte, sei un po' paraculo, ma è stata una bella mossa. Tu sai come farti amare.
Da lì in poi la partita è tutta in discesa con il Lecce che non può che arrendersi allo strapotere di AR13. Partita di personalità e concentrazione assoluta per il Capitano, impeccabile come al solito. Vista la buona prova degli attaccanti, decide con umiltà di non rubare la scena e si limita a stare in difesa.

SKRINIAR 6: Ancora un po' confuso dalla difesa a 3 (e tranquillo, dopo Gasperini e Mazzarri lo siamo sempre anche noi) non gioca forse la sua migliore partita, ma è comunque cattivo e preciso come al solito.
Bravo a impedire il gol mentre Handa è fuori dai pali. Anche in questo caso Ranocchia gli ha lasciato l'onore del salvataggio, anche se comunque era lì alle sue spalle, pronto a intervenire se necessario.

VECINO 6: Un po' emozionato dal giocare proprio contro Luka Modric, protagonista del calciomercato con questo clamoroso passaggio al Lecce. Il nostro Mate Charruo preferito dopo Diego Forlan è impegnato ad arginare il croato con la numero 4, ma non si risparmia comunque nelle sue solite sortite offensive.

BROZOVIC 77:  Dite la verità, nei primi minuti anche a voi è sembrato un po' distratto e impacciato.. gli hanno smontato la Bratellanza povero Brozo.
A un certo punto è arrivata la svolta: Politano e Barella gli hanno fatto ciao con la manina da bordocampo. "Dai Brozo ci siamo noi, i tuoi bratellini". Gol bellissimo e quasi doppietta, forse addirittura quasi tripletta se Lukaku non lo avesse sabotato su quel contropiede. Ma di questo ne parleremo alla fine.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Più brutti o più scarsi?

Un post condiviso da Ranocrazia (@ranocrazia) in data:

ASAMOAH 6.5:  Ma dai Asa avevi le praterie davanti con Rispoli e non lo hai puntato nemmeno una volta. C'era Perisic al primo rosso che si sgolava come un disperato. "PUNTALOOO, PUNTALOOOO, FAGLI IL DOPPIOPASSO, DOPPIOPASSALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO"

SENSOLINO 8: Ma quanto cazzo è forte Sensolino? Per caso nel Sassuolo c'è qualche altro nano da prendere in prestito? così abbiamo l'acquisto pronto per il 2020/21
Stefanino oltre a essere il nuovo amichetto del gigante di ferro Romelu, entra di diritto nell'Olimpo dei giocatori capaci di segnare al debutto, come Ricardo Quaresma (#RIPIGL) e Pazzini. Con queste premesse la sua avventura all'Inter non può che proseguire bene

ANTHONY CANDREW 9: Abbiamo detto el Trivela, il Pazzo, Stefanino. Alla lista dei super debuttanti si aggiunge anche Anthony Candrew. Il classe '98 di Boston debutta in Serie A ma gioca come se fosse un veterano. Il feeling con Conte è già incredibile, un gol così da fuori area non si vedeva dai tempi di Kondogbia da centrocampo, o da Maicon nel derby, o da Obi nel derby (a proposito, un saluto all'eroe che ci ha concesso l'onore di una foto con la maglia originale di Obi).
E basta, sto tergiversando perché dopo due anni e 84 minuti non ho fatto altro che criticarlo e dire che è scarso. Scusa Tonino, stavolta hai vinto tu.

LAUTARO 6.5: è nervoso oggi signor Lautaro? Ritorna in campo come ci eravamo lasciati, dando botte a tutti. Perché diciamoci la verità, Lukaku è grande e grosso ma si vede che è un gigante buono, Lautaro è infido e bastardo dentro. Si sbatte tantissimo dimostrando, come sempre, che anche quando non trova il gol riesce sempre a portarsi un bel voto a casa. (E poi fa gol a casa con Agustijna, cit. Brate Maksim)

LUKAKU 4: Grasso e ingombrante. Fa annullare il gol a Politano perché solo entrando in area di rigore copre automaticamente la traiettoria di qualsiasi tiro, respinge anche il tiro del povero Gaglia che era quasi riuscito a segnare a una squadra che non fosse il Genoa, fa gol su una respinta a un tiro di Martinez prendendosi tutti i complimenti per lui. VERGOGNIAAAAAAAAA INDIGNIAZIONEEEEEEEE LUKAKU OUT RIPIGL SCINOKIO.

BARELLA 6.: I sardi ci hanno già fatto capire che alla prossima non gli risparmieranno le entratacce .Ansietta per domenica.

ANDONIO GONDE 10: Prima partita e Ranocchia già titolare? Girone di ritorno? Froggy punta? Nonostante fosse già entrato abbastanza nel cuore di molti interisti, Conte ha voluto giocare di strategia e ha regalato a un San Siro meraviglioso il piacere di vedere il Sommo Andrea titolare. Risultato? ovazione del pubblico, partita in discesa, 4-0 agevole. È il tuo portafortuna, ADESSO MITT TITOLARE SEMPRE

p.s. Do svidánia Joao, faremo un post con calma perché siamo troppo scossi negativamente al momento 🙁

Inter-Lecce il pagellone del buona la prima

HANDANOVIC 6:
È l'inizio di campionato più noioso di sempre: vittoria facile contro una neopromossa, di lunedì sera, su dazn e segnando addirittura due gol per tempo. Nemmeno un preliminare a luglio contro lo Stjarnan o il Vaslui, nemmeno una piccola crisi. Uno che le ha passate tutte come Samir sa bene che in queste condizioni la nostra squadra rischia di annoiarsi e deconcentrarsi .
Per fortuna prova a ravvivare un po' la situazione e si inventa un'uscita a cazzo su Lapadula, per dare la sveglia a tutti.
Ha funzionato.

D'AMBROSIO 7: Conte gli comunica la sua volontà di puntare sulla supremazia e sull'esperienza del Capitano. "Danilo, oggi sei in banghina."
Due secondi dopo Stefanone accusa un problema nel riscaldamento. Il resto è storia.

ANDREA RANOCCHIA L'UNICO E SOMMO CAPITANO 10:
Plot twist incredibile a San Siro, quando all'annuncio delle formazioni il 13 è a sorpresa tra i titolari. Grazie Conte, sei un po' paraculo, ma è stata una bella mossa. Tu sai come farti amare.
Da lì in poi la partita è tutta in discesa con il Lecce che non può che arrendersi allo strapotere di AR13. Partita di personalità e concentrazione assoluta per il Capitano, impeccabile come al solito. Vista la buona prova degli attaccanti, decide con umiltà di non rubare la scena e si limita a stare in difesa.

SKRINIAR 6: Ancora un po' confuso dalla difesa a 3 (e tranquillo, dopo Gasperini e Mazzarri lo siamo sempre anche noi) non gioca forse la sua migliore partita, ma è comunque cattivo e preciso come al solito.
Bravo a impedire il gol mentre Handa è fuori dai pali. Anche in questo caso Ranocchia gli ha lasciato l'onore del salvataggio, anche se comunque era lì alle sue spalle, pronto a intervenire se necessario.

VECINO 6: Un po' emozionato dal giocare proprio contro Luka Modric, protagonista del calciomercato con questo clamoroso passaggio al Lecce. Il nostro Mate Charruo preferito dopo Diego Forlan è impegnato ad arginare il croato con la numero 4, ma non si risparmia comunque nelle sue solite sortite offensive.

BROZOVIC 77:  Dite la verità, nei primi minuti anche a voi è sembrato un po' distratto e impacciato.. gli hanno smontato la Bratellanza povero Brozo.
A un certo punto è arrivata la svolta: Politano e Barella gli hanno fatto ciao con la manina da bordocampo. "Dai Brozo ci siamo noi, i tuoi bratellini". Gol bellissimo e quasi doppietta, forse addirittura quasi tripletta se Lukaku non lo avesse sabotato su quel contropiede. Ma di questo ne parleremo alla fine.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Più brutti o più scarsi?

Un post condiviso da Ranocrazia (@ranocrazia) in data:

ASAMOAH 6.5:  Ma dai Asa avevi le praterie davanti con Rispoli e non lo hai puntato nemmeno una volta. C'era Perisic al primo rosso che si sgolava come un disperato. "PUNTALOOO, PUNTALOOOO, FAGLI IL DOPPIOPASSO, DOPPIOPASSALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO"

SENSOLINO 8: Ma quanto cazzo è forte Sensolino? Per caso nel Sassuolo c'è qualche altro nano da prendere in prestito? così abbiamo l'acquisto pronto per il 2020/21
Stefanino oltre a essere il nuovo amichetto del gigante di ferro Romelu, entra di diritto nell'Olimpo dei giocatori capaci di segnare al debutto, come Ricardo Quaresma (#RIPIGL) e Pazzini. Con queste premesse la sua avventura all'Inter non può che proseguire bene

ANTHONY CANDREW 9: Abbiamo detto el Trivela, il Pazzo, Stefanino. Alla lista dei super debuttanti si aggiunge anche Anthony Candrew. Il classe '98 di Boston debutta in Serie A ma gioca come se fosse un veterano. Il feeling con Conte è già incredibile, un gol così da fuori area non si vedeva dai tempi di Kondogbia da centrocampo, o da Maicon nel derby, o da Obi nel derby (a proposito, un saluto all'eroe che ci ha concesso l'onore di una foto con la maglia originale di Obi).
E basta, sto tergiversando perché dopo due anni e 84 minuti non ho fatto altro che criticarlo e dire che è scarso. Scusa Tonino, stavolta hai vinto tu.

LAUTARO 6.5: è nervoso oggi signor Lautaro? Ritorna in campo come ci eravamo lasciati, dando botte a tutti. Perché diciamoci la verità, Lukaku è grande e grosso ma si vede che è un gigante buono, Lautaro è infido e bastardo dentro. Si sbatte tantissimo dimostrando, come sempre, che anche quando non trova il gol riesce sempre a portarsi un bel voto a casa. (E poi fa gol a casa con Agustijna, cit. Brate Maksim)

LUKAKU 4: Grasso e ingombrante. Fa annullare il gol a Politano perché solo entrando in area di rigore copre automaticamente la traiettoria di qualsiasi tiro, respinge anche il tiro del povero Gaglia che era quasi riuscito a segnare a una squadra che non fosse il Genoa, fa gol su una respinta a un tiro di Martinez prendendosi tutti i complimenti per lui. VERGOGNIAAAAAAAAA INDIGNIAZIONEEEEEEEE LUKAKU OUT RIPIGL SCINOKIO.

BARELLA 6.: I sardi ci hanno già fatto capire che alla prossima non gli risparmieranno le entratacce .Ansietta per domenica.

ANDONIO GONDE 10: Prima partita e Ranocchia già titolare? Girone di ritorno? Froggy punta? Nonostante fosse già entrato abbastanza nel cuore di molti interisti, Conte ha voluto giocare di strategia e ha regalato a un San Siro meraviglioso il piacere di vedere il Sommo Andrea titolare. Risultato? ovazione del pubblico, partita in discesa, 4-0 agevole. È il tuo portafortuna, ADESSO MITT TITOLARE SEMPRE

p.s. Do svidánia Joao, faremo un post con calma perché siamo troppo scossi negativamente al momento 🙁

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

05/10/2022
Inter - Barcellona, dieci cialde croccanti post - partita

🧇 - Posso scrivere questo post - partita o stiamo ancora giocando il recupero e non lo so? 🧇 - Con la benedizione di Froggy è tutto più semplice (e con Nainggolan allo stadio con un cappello da pescatore). 🧇 - Inter contro la Roma: Inter contro il Barcellona: 🧇 - Peccato però, avevo già preparato l’applauso ammirato a […]

04/10/2022
Inter - Barça nel tempo di un caffè salvavita

E quindi dobbiamo davvero giocare contro il Barcelona del Mercato Faraonico e delle speranze rilanciate.Davvero davvero.In effetti lo so da un bel po’, ad essere sinceri.Ma non sono pronto. PRIMO TEMPO: 2’ - Primo pallone toccato, perso in 2 secondi nettiAdesso siamo apposto per 25 minuti. 3’ - Vedo Xavi e vedo il ragazzo prodigio […]

04/10/2022
Inter – Barcelona, 4 chiacchiere prepartita con il mister del futuro

Vivere ad Appiano ultimamente è come starnutire a Wuhan a gennaio 2020: ti guardano tutti male.Lauti e Correa non sono più liberi di fare un asado come ai vecchi tempi, Barella passa il tempo a litigare con sè stesso, Brozo sbuffa e sbraccia anche dal divano di casa. In questo clima di serenità, la dirigenza […]

02/10/2022
Inter – Roma, il Pagellone della migliore prestazione stagionale

HANDANOVIC 10 – Quale altro voto potremmo dare al nostro portierone? Resosi conto che quei cattivoni dei tifosi nerazzurri lo prendono in giro per via delle sue parate laser, Samir ha deciso dare il via ad una nuova performance: buttarsi mandandosi la palla in porta.Siamo a livelli altissimi, al punto che pure Fabio Balaso, libero […]

02/10/2022
Inter - Roma, dieci pensieri sempre più brutti post - partita

🤬 - Buongiornissimo e buona domenica con la solita playlist dei brani consigliati oggi, Maestro Bini per Ranocchiate Edition 🤬 - Descrivere la sosta nazionali senza parolacce non è stato un problema, scrivere questi dieci pensieri anche senza parole brutte non so se ce la faccio. 🤬 - La Banter Era I era più dignitosa. 🤬 - Un’ora di […]

01/10/2022
Inter - Roma nel tempo di un caffè bruciato

KRISTJAN ASLLANI TITOLARE SIGNORI Stavo pensando ad una cosa raga, appena il tizio del corto muso ha detto di togliere i titolari a Milan o Inter le due squadre di Milano hanno cominciato ad essere falcidiate da infortuni. Siamo vicini ad Ambra Angiolini, questo qui ci manda tutti in terapia. PRIMO TEMPO 0’ - BigRom […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram