22/10/2020

Inter-Gladbach, il pagellone del RoadToGdansk Bis

HANDANOVIC 6: Stanco di arbitraggi di parte, di rigori regalati, di difensori brizzolati e chi più ne ha più ne metta, Handa capisce che c'è bisogno di dare un segnale: Si inventa una corsa assolutamente a caso verso la nostra trequarti con annessa entrataccia a caso sull'avversario lanciato a rete. Un eroico Ilunga Mwepu dei nostri tempi, perché un vero capitano si vede nel momento del bisogno, e Samir c'era.
Con questo gesto di coraggio non richiesto sicuramente ci ha dato tutta la carica necessaria per acciuffare il pareggio.

D'AMBROSIO 5.5: Una partita difficile per lui visto che deve resistere a tutti gli attacchi dei bestioni tedeschi, pagati prima della partita da Tino Lazaro per vendicarsi su Danilone.
Ma per spaventare D'Ambrosio ci vuole ben altro. Vogliamo parlare di quello che è successo ad Hakimi? Bastava falsificare un tampone e via. Ormai DD33 i suoi rivali li fa sparire in smartworking.

Ma era necessario continuare con questa scia di infortuni? con mezza squadra già fuori?
L'ho fatto per me. Mi piaceva farlo. Ed ero molto bravo. E… mi sono sentito… mi sono sentito vivo.

DE VRIJ 6: Mentre Skri è a casa a badare alla bimba (Auguriiii!!!) Stefan si gode la vita da single. Casino con gli amici fino a tardi, sporcizia, dieci gol a partita, rutto libero, ci prova con chiunque gli capiti davanti con la scusa del "Ehi vuoi salire da me a vedere il mio trofeo come Serie A Best Defender 2019/2020?" e intanto Skriniar a casa tra ninne nanne e pannolini.
Questo si chiama patriarcato.

KOLAROV 1: Perché magari lui l'ha superata la partitaccia nel derby MA IO NO.

MATTEO EMMEDDI' DARMIAN 10: Eccolo qui il nostro Achraf Hakimi del discount.
Anche se è stato comprato per caso all'MD da Pierino Ausilio come un panettone in offerta il 4 febbraio, bisogna essere onesti e dire che nonostante lo scetticismo iniziale è stato il migliore in campo.

E pensare che prima della partita non volevano nemmeno farlo entrare allo stadio. Ha provato anche lui a far vedere la sua pagina di Wikipedia e poi ha scoperto di essere così anonimo da non averne una.

Invece poi zitto zitto, con quell'aria pacioccosa da giovane Froggy ha sorpreso e convinto tutti. Ma in fondo è normale, se sei amico del Sommo poi in campo vai bene.

Discrete doti difensive, discrete doti offensive, nulla di particolare, perciò abbastanza da metterlo nella top 3 dei terzini degli ultimi anni.

Infatti avrete sentito anche voi la voce di Pierino dalle tribune dello stadio, che urlava a Marotta "MA VAIIII MA VIENIIII MA GUARDA QUA CHE COLPACCIO, MA CHE AFFARE, PAGATO DUE SOLDI. IO SONO UN GENIO.
BEPPE LO VUOI UN PEZZO DI PANETTONE?"

VIDAL 1 ma anche 10: Vedendolo giocare sono più bipolare di Tino Lazaro davanti alla tv che deve scegliere chi tifare tra Borussia e Inter.
Un attimo prima sono lì tipo "ma siii, grandeeee, che recuperoooo bravo King Arturo CTM!!!" un secondo dopo "NOOOOO GOBBO DI MERDA MA VAFFANCULO TE E CHI TI HA VOLUTO".
Tutto questo ripetuto circa 15 volte durante la partita.
Comunque alla fine l'importante è che abbiamo preso un punto per uno così Tino se ne può andare a dormire contento.

BARELLA 5.5: Gioca abbastanza bene ma ogni tanto gli viene l'ansia da prestazione pensando che ci contenderemo la qualificazione all'Europa League contro il Real Madrid.
Stai tranquillo Bare, ce la faremo.
Questa volta ci arriveremo sul serio a Gdansk.

PERISIC 5,5: Essendo un fresco vincitore della Champions sa cosa bisogna fare per portare a casa la coppa. E poi decide di fare tutto l'opposto.

"hey Bros, hai visto? Ci hanno affidato un ruolo da protagonisti..."

"Ho visto Perry, Borga droia..."


"Ora dovremo dare tutto".
Poi si guardano e si mettono a ridere, perché hanno finito abbastanza bottiglie di rakja e fatto abbastanza tuffi di testa nell'adriatico da sapere già come andrà a finire anche questa partita.

ERIKSEN 10: Amore sono tre partite di fila che ti stiamo dando soltanto 10 come voto. I fan da casa stanno iniziando a preoccuparsi.

BROZOVIC 6: Gioca con la serietà di chi sa che finire il girone al terzo posto significherebbe giocare due partite in più in questa stagione.
Ma anche di chi si ricorda che arrivare ultimi significherebbe giocarne almeno due in meno.

SANCHEZ 10: Prende alla lettera le indicazioni di Conte: Non se ne parla proprio di provare a giocare a calcio, e bisogna salutare tutti e rientrare a casa prima delle 23.
Erano le indicazioni di Giuseppe Conte, non di Antonio.
Però di questi tempi seguire le regole conviene sempre. Bravo Alexis.

LUKAKU 10: Ennesimi gol, ennesima prestazione della madonna, e si deve anche sentire le critiche perché "Il nostro gioco è basato tutto su Lukaku".
Ditelo un po' voi a quello col parrucchino che è stato novanta minuti al telefono a piangere dicendo "Gaglia come stai??? Tesorino mi manchi, qui è uno schifo senza di te, non so più come farla girare sta squadra..."
Dipendenti da chi? Non c'è più rispetto per i veri trascinatori.

LAUTARO 8: Entra per dare la svolta a una partita troppo poco grezy, e infatti dopo il suo ingresso diventa grezyssima. Perché a noi l'1-0 tranquillo ci faceva schifo, e che gusto c'è a finire la partita senza un bel palo.

Grazie Lauti perché con una squadra normale e vincente saremmo tutti dei mollaccioni nella vita, ma invece grazie a tanti anni di Inter adesso...no niente lo siamo lo stesso, però prima o poi un giorno ne usciremo fuori di colpo come dei moderni Rambo.

BASTONI 10: Tu non te la sei passata bene in sti giorni ma fidati che nemmeno noi lo abbiamo fatto. Bentornato

CONTE 1: Anto' io ti perdono tutto ma a Boscolo Chio almeno cinque minuti gleli dovevi far giocare. E su questo non ammetto alibi.

Inter-Gladbach, il pagellone del RoadToGdansk Bis 1 Ranocchiate
MITT POTENTISSIMO
(transfermarkt guardate che in sta foto se va bene faceva le medie)


Inter-Gladbach, il pagellone del RoadToGdansk Bis

HANDANOVIC 6: Stanco di arbitraggi di parte, di rigori regalati, di difensori brizzolati e chi più ne ha più ne metta, Handa capisce che c'è bisogno di dare un segnale: Si inventa una corsa assolutamente a caso verso la nostra trequarti con annessa entrataccia a caso sull'avversario lanciato a rete. Un eroico Ilunga Mwepu dei nostri tempi, perché un vero capitano si vede nel momento del bisogno, e Samir c'era.
Con questo gesto di coraggio non richiesto sicuramente ci ha dato tutta la carica necessaria per acciuffare il pareggio.

D'AMBROSIO 5.5: Una partita difficile per lui visto che deve resistere a tutti gli attacchi dei bestioni tedeschi, pagati prima della partita da Tino Lazaro per vendicarsi su Danilone.
Ma per spaventare D'Ambrosio ci vuole ben altro. Vogliamo parlare di quello che è successo ad Hakimi? Bastava falsificare un tampone e via. Ormai DD33 i suoi rivali li fa sparire in smartworking.

Ma era necessario continuare con questa scia di infortuni? con mezza squadra già fuori?
L'ho fatto per me. Mi piaceva farlo. Ed ero molto bravo. E… mi sono sentito… mi sono sentito vivo.

DE VRIJ 6: Mentre Skri è a casa a badare alla bimba (Auguriiii!!!) Stefan si gode la vita da single. Casino con gli amici fino a tardi, sporcizia, dieci gol a partita, rutto libero, ci prova con chiunque gli capiti davanti con la scusa del "Ehi vuoi salire da me a vedere il mio trofeo come Serie A Best Defender 2019/2020?" e intanto Skriniar a casa tra ninne nanne e pannolini.
Questo si chiama patriarcato.

KOLAROV 1: Perché magari lui l'ha superata la partitaccia nel derby MA IO NO.

MATTEO EMMEDDI' DARMIAN 10: Eccolo qui il nostro Achraf Hakimi del discount.
Anche se è stato comprato per caso all'MD da Pierino Ausilio come un panettone in offerta il 4 febbraio, bisogna essere onesti e dire che nonostante lo scetticismo iniziale è stato il migliore in campo.

E pensare che prima della partita non volevano nemmeno farlo entrare allo stadio. Ha provato anche lui a far vedere la sua pagina di Wikipedia e poi ha scoperto di essere così anonimo da non averne una.

Invece poi zitto zitto, con quell'aria pacioccosa da giovane Froggy ha sorpreso e convinto tutti. Ma in fondo è normale, se sei amico del Sommo poi in campo vai bene.

Discrete doti difensive, discrete doti offensive, nulla di particolare, perciò abbastanza da metterlo nella top 3 dei terzini degli ultimi anni.

Infatti avrete sentito anche voi la voce di Pierino dalle tribune dello stadio, che urlava a Marotta "MA VAIIII MA VIENIIII MA GUARDA QUA CHE COLPACCIO, MA CHE AFFARE, PAGATO DUE SOLDI. IO SONO UN GENIO.
BEPPE LO VUOI UN PEZZO DI PANETTONE?"

VIDAL 1 ma anche 10: Vedendolo giocare sono più bipolare di Tino Lazaro davanti alla tv che deve scegliere chi tifare tra Borussia e Inter.
Un attimo prima sono lì tipo "ma siii, grandeeee, che recuperoooo bravo King Arturo CTM!!!" un secondo dopo "NOOOOO GOBBO DI MERDA MA VAFFANCULO TE E CHI TI HA VOLUTO".
Tutto questo ripetuto circa 15 volte durante la partita.
Comunque alla fine l'importante è che abbiamo preso un punto per uno così Tino se ne può andare a dormire contento.

BARELLA 5.5: Gioca abbastanza bene ma ogni tanto gli viene l'ansia da prestazione pensando che ci contenderemo la qualificazione all'Europa League contro il Real Madrid.
Stai tranquillo Bare, ce la faremo.
Questa volta ci arriveremo sul serio a Gdansk.

PERISIC 5,5: Essendo un fresco vincitore della Champions sa cosa bisogna fare per portare a casa la coppa. E poi decide di fare tutto l'opposto.

"hey Bros, hai visto? Ci hanno affidato un ruolo da protagonisti..."

"Ho visto Perry, Borga droia..."


"Ora dovremo dare tutto".
Poi si guardano e si mettono a ridere, perché hanno finito abbastanza bottiglie di rakja e fatto abbastanza tuffi di testa nell'adriatico da sapere già come andrà a finire anche questa partita.

ERIKSEN 10: Amore sono tre partite di fila che ti stiamo dando soltanto 10 come voto. I fan da casa stanno iniziando a preoccuparsi.

BROZOVIC 6: Gioca con la serietà di chi sa che finire il girone al terzo posto significherebbe giocare due partite in più in questa stagione.
Ma anche di chi si ricorda che arrivare ultimi significherebbe giocarne almeno due in meno.

SANCHEZ 10: Prende alla lettera le indicazioni di Conte: Non se ne parla proprio di provare a giocare a calcio, e bisogna salutare tutti e rientrare a casa prima delle 23.
Erano le indicazioni di Giuseppe Conte, non di Antonio.
Però di questi tempi seguire le regole conviene sempre. Bravo Alexis.

LUKAKU 10: Ennesimi gol, ennesima prestazione della madonna, e si deve anche sentire le critiche perché "Il nostro gioco è basato tutto su Lukaku".
Ditelo un po' voi a quello col parrucchino che è stato novanta minuti al telefono a piangere dicendo "Gaglia come stai??? Tesorino mi manchi, qui è uno schifo senza di te, non so più come farla girare sta squadra..."
Dipendenti da chi? Non c'è più rispetto per i veri trascinatori.

LAUTARO 8: Entra per dare la svolta a una partita troppo poco grezy, e infatti dopo il suo ingresso diventa grezyssima. Perché a noi l'1-0 tranquillo ci faceva schifo, e che gusto c'è a finire la partita senza un bel palo.

Grazie Lauti perché con una squadra normale e vincente saremmo tutti dei mollaccioni nella vita, ma invece grazie a tanti anni di Inter adesso...no niente lo siamo lo stesso, però prima o poi un giorno ne usciremo fuori di colpo come dei moderni Rambo.

BASTONI 10: Tu non te la sei passata bene in sti giorni ma fidati che nemmeno noi lo abbiamo fatto. Bentornato

CONTE 1: Anto' io ti perdono tutto ma a Boscolo Chio almeno cinque minuti gleli dovevi far giocare. E su questo non ammetto alibi.

Inter-Gladbach, il pagellone del RoadToGdansk Bis 2 Ranocchiate
MITT POTENTISSIMO
(transfermarkt guardate che in sta foto se va bene faceva le medie)


Notizie flash

Ultimi articoli

20/10/2021
Inter - Sheriff, dieci coccodrilli post - partita

🐊 Quanto è bello svegliarsi alla mattina quando sai di essere stata la prima squadra a battere lo Sheriff Tiraspol in Champions League. Ciao Real Madrid, tu questo non lo sai fare. 🐊 Comunque mi state simpatici, amici dell’ONU datevi una mossa e riconoscete questo bellissimo stato con una popolazione magnifica, non vedo l’ora di […]

19/10/2021
Uno sceriffo strapazzato nel tempo di un caffè

Terza partita del girone e siamo già qua, a dover strappare con i denti 3 punti per non vedere già andare in frantumi il sogno europeo. Tutto molto interista. Almeno però negli ultimi anni aspettavamo l’ultima giornata. Beh, godiamoci lo spettacolo dello Sceriffo. Primo tempo 4’ - Prima discesa degli uomini dello Sceriffo e sto […]

19/10/2021
10 cose più probabili di una vittoria con lo Sheriff Tiraspol

10 – Mauro Ica**i e Max Allegri decidono di fondare una società di consulenza matrimoniale 9 – Il dR.anocchio scopre una nuova fondamentale porzione anatomica del ginocchio umano e decide di chiamarla capsula di Sensi 8 – Il Napoli vince lo scudetto a punteggio pieno 7 – Fifino Dumfries si ritira, si dà alla boxe […]

17/10/2021
Lazio - Inter, il pagellone rissoso

HANDA 6+10 - Una prestazione normale per il vicecap, che mi toglie la possibilità di difenderlo a spada tratta perché sul 3-1 decide di abbandonarci a noi stessi lasciando entrare la palla in porta. Ma nel megarissone dà il meglio di sé: lo trovi in tutte le situazioni più calde e a fine partita è […]

17/10/2021
Lazio - Inter, dieci pensieri post - partita

10 - Simon Kjaer che festeggia la qualificazione della Danimarca ai Mondiali con addosso la 10 di Chris l’unica cosa bella della sosta nazionali. 9 - Però è stato bello pensare che mi mancasse il campionato per quasi due settimane. 8 - GRAZIE SIGNORA BEST MANAGER NARA WANDA PER IL DRAMA DELLA SERATA che bello […]

16/10/2021
Lazio - Inter nel tempo di un'infamata

Primo tempo 0’ - Se non altro Pardo mi conferma che non sono l’unico ad aver perplessità a intendere la nostra formazione. 10’ - Rigoreeeeeee Mamma Mbare che giocatore che sei diventato!E ora chi cazzo lo tira il rigore? 11’ - PERRYYYYYYYYYYYY RIGORE PERFETTOChi ha bisogno 18’ - Comunque Felipe Anderson ogni volta che vede […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram