30/01/2020

Inter - Fiorentina, il pagellone della resurrezione

Handa 6.5: Fossi in quest’uomo, mi schiererei contro qualunque religione: fa un salvataggio impossibile su Vlahovic, non può nulla sulla incursione caprina di Caceres

GODIN 6.5: Decide di dedicarsi personalmente al nonnismo su Chiesa: d’altronde, senza Borja, toccava a lui.
E vi dirò, mi sembra ci abbia goduto anche .

ALTISSIMO 10: Regia degna del miglior Nolan, guida nuovamente la difesa alla conquista del turno successivo
Ma non è una gran notizia, si sa.

BASTONI 6: Dopo le leggerezze con Cagliari e Lecce, viene affidato alle sapienti mani del Sommo.
Lui, riacquistata la serenità interiore grazie ai divini influssi, sfiora persino il gol

CANDREW 6: Dottor Candrew e Mister Candreva, la sua è una prestazione più indecifrabile dei segnali di una ragazza confusa
Gioca sottotono, poi segna.
Corre tanto, perde un pallone che grida vendetta su Vlahovic.
ANTÒ OCCHIO A STA BARBA EH

VECINO 6: Toh, chi si rivede.
Sprazzi di buona tenuta per l’uruguagio più amato da Lele Adani: voci di corridoio danno il telecronista vicino alla creazione di un app virus che si attiva automaticamente in ogni telefono ad ogni gol urlando “LA GARRA CHARRUUAAA”
Secondo quanto giunto alla nostra redazione, Simone Inzaghi ha di conseguenza deciso di non usare più nessun cellulare.

BARELLA 8.5: L’allievo di Bennacer sfodera una prestazione degna di quelle del suo mentore nell’immaginario di tutti i tifosi milanisti: disarmante la sua incredibile capacità di essere sempre al posto giusto nel momento giusto, prestazione degna del miglior Kuzmanovic sotto anfetamine. Segna il gol del 2-1 con un incredibile gol al volo dal limite dell'area sotto gli occhi soddisfatti dell'uomo danese del momento.

YOUNG 7: Mezzo voto in più perché quando ho saputo del suo arrivo ho pensato volesse entrare a far parte del club “ci sono quasi” della nostra fascia sinistra.
Sfodera invece una prestazione ordinata e attenta.
So già che mi innamorerò di lui e poi mi farà del male.

SANCHEZ 5.5: io sono convinto che se lo United avesse evitato di ricordargli che è di loro proprietà avrebbe giocato bene.

LUKAKU 5.5: “Romelu è un pendolo che oscilla costantemente fra Baghera e Baloo”.
Oggi è in versione orso pacioso, ma si sacrifica per la squadra come sempre, offrendo anche alla telecamera 2-3 espressione che mi aspetto diventino meme nel più breve tempo possibile.

LAUTARO 6.5: Il Gol di Candrew è praticamente tutta farina del suo sacco, in cui riesce a divincolarsi fra i centrali e Terracciano con la stessa nonchalance con cui mi destreggio ogni giorno fra le ansie.
Chiude la partita senza giurare vendetta a nessuno.
Dai signor giudice sportivo, lo guardi: ha imparato la lezione, gli faccia giocare il derby.

ERIKSEN 6: Ammettiamolo. Al momento del suo ingresso in campo, è stato come sfogare un urlo strozzato da un mese: orgasmico.
E lui, da giocatore ambizioso qual è, cerca subito il gol su calcio d’angolo, il tiro da lontano, il passaggio decisivo.
E tu stai lì, con quel sorrisetto ebete tipico del post-coito.
È tutto così fottutamente bello.

MOSES S.V: (ma, se posso, vedere quella macchietta nera che corre sulla fascia mi ha fatto molto ridere)

ESPOSITO S.V

GONDE 6.5: Young, Moses, ERIKSEN.
Li ficca tutti in campo. Lui se lo gode, noi pure.

E ci prendiamo anche la qualificazione.

Inter - Fiorentina, il pagellone della resurrezione

Handa 6.5: Fossi in quest’uomo, mi schiererei contro qualunque religione: fa un salvataggio impossibile su Vlahovic, non può nulla sulla incursione caprina di Caceres

GODIN 6.5: Decide di dedicarsi personalmente al nonnismo su Chiesa: d’altronde, senza Borja, toccava a lui.
E vi dirò, mi sembra ci abbia goduto anche .

ALTISSIMO 10: Regia degna del miglior Nolan, guida nuovamente la difesa alla conquista del turno successivo
Ma non è una gran notizia, si sa.

BASTONI 6: Dopo le leggerezze con Cagliari e Lecce, viene affidato alle sapienti mani del Sommo.
Lui, riacquistata la serenità interiore grazie ai divini influssi, sfiora persino il gol

CANDREW 6: Dottor Candrew e Mister Candreva, la sua è una prestazione più indecifrabile dei segnali di una ragazza confusa
Gioca sottotono, poi segna.
Corre tanto, perde un pallone che grida vendetta su Vlahovic.
ANTÒ OCCHIO A STA BARBA EH

VECINO 6: Toh, chi si rivede.
Sprazzi di buona tenuta per l’uruguagio più amato da Lele Adani: voci di corridoio danno il telecronista vicino alla creazione di un app virus che si attiva automaticamente in ogni telefono ad ogni gol urlando “LA GARRA CHARRUUAAA”
Secondo quanto giunto alla nostra redazione, Simone Inzaghi ha di conseguenza deciso di non usare più nessun cellulare.

BARELLA 8.5: L’allievo di Bennacer sfodera una prestazione degna di quelle del suo mentore nell’immaginario di tutti i tifosi milanisti: disarmante la sua incredibile capacità di essere sempre al posto giusto nel momento giusto, prestazione degna del miglior Kuzmanovic sotto anfetamine. Segna il gol del 2-1 con un incredibile gol al volo dal limite dell'area sotto gli occhi soddisfatti dell'uomo danese del momento.

YOUNG 7: Mezzo voto in più perché quando ho saputo del suo arrivo ho pensato volesse entrare a far parte del club “ci sono quasi” della nostra fascia sinistra.
Sfodera invece una prestazione ordinata e attenta.
So già che mi innamorerò di lui e poi mi farà del male.

SANCHEZ 5.5: io sono convinto che se lo United avesse evitato di ricordargli che è di loro proprietà avrebbe giocato bene.

LUKAKU 5.5: “Romelu è un pendolo che oscilla costantemente fra Baghera e Baloo”.
Oggi è in versione orso pacioso, ma si sacrifica per la squadra come sempre, offrendo anche alla telecamera 2-3 espressione che mi aspetto diventino meme nel più breve tempo possibile.

LAUTARO 6.5: Il Gol di Candrew è praticamente tutta farina del suo sacco, in cui riesce a divincolarsi fra i centrali e Terracciano con la stessa nonchalance con cui mi destreggio ogni giorno fra le ansie.
Chiude la partita senza giurare vendetta a nessuno.
Dai signor giudice sportivo, lo guardi: ha imparato la lezione, gli faccia giocare il derby.

ERIKSEN 6: Ammettiamolo. Al momento del suo ingresso in campo, è stato come sfogare un urlo strozzato da un mese: orgasmico.
E lui, da giocatore ambizioso qual è, cerca subito il gol su calcio d’angolo, il tiro da lontano, il passaggio decisivo.
E tu stai lì, con quel sorrisetto ebete tipico del post-coito.
È tutto così fottutamente bello.

MOSES S.V: (ma, se posso, vedere quella macchietta nera che corre sulla fascia mi ha fatto molto ridere)

ESPOSITO S.V

GONDE 6.5: Young, Moses, ERIKSEN.
Li ficca tutti in campo. Lui se lo gode, noi pure.

E ci prendiamo anche la qualificazione.

Notizie flash

Ultimi articoli

17/01/2022
Atalanta - Inter, dieci pensieri post - partita

10 - OOOOOOH finalmente una non vittoria, tutto questo tempo e persino dicembre e gennaio senza un minimo di profumo di CRISIINTER mi stava troppo destabilizzando. 9 - Ah, dobbiamo sempre recuperare una partita?E comunque non abbiamo perso?Quindi non siamo ancora in CRISIINTER?Ah, ok. 8 - Io: madonna ma basta che schifo io con questi […]

16/01/2022
Atalanta - Inter nel tempo di un caffè

Primo tempo 0’ - Eccoci qui di nuovo per la più bella partita dell’anno per tutti coloro che non tifano. Per me, interista in terra bergamasca, una tassa, un supplizio che mi tocca pagare ogni anno. 8’ - Siamo già a 3 occasioni per l’Atalanta che la prospettiva ha fatto sembrare gol. 15’ - Dzeko […]

16/01/2022
Le 5 statistiche più ansiogene di Atalanta - Inter

Sarà la Supercoppa vinta contro la J**e, dopo aver recuperato uno svantaggio con un rigore a favore e vinta al 120’ con un gol del giocatore più umile della storia, sarà la vittoria con la Lazio che ha avuto tanto il sapore della #VENDETT, sarà che si parla di scippare ai nostri acerrimi nemici il […]

13/01/2022
Inter - Juventus, il pagellone del fallo tattico

HANDA 10 - Quanti feels ieri sera con il vicecap: vederlo con quel capello brizzolato da anni di Inter e di tasche piene di sassi mi ha riportato alla mente Francesco Toldo, mio primo amore calcistico.Forse non tutti se ne saranno accorti, ma ieri Handa ha fatto il primo vero tentativo di carriera postcalcistica: la […]

13/01/2022
Inter - Juventus, dieci leoni post - Supercoppa

🦁 ALZALAAAAAAAAAAAA ALZALA CAPITANO ALZALAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA 🦁Abbiamo perso anni di vita (come al solito), la salute fisica (che novità), la salute mentale (firts time?) ma ECCOCI QUI DOPO IL MINUTO 120:01 A FESTEGGIARE IL 12 GENNAIO E IL 13 GENNAIO E IL 14 GENNAIO ECC ECC UN TROFEO NON SO SE VI RENDETE CONTO UN T […]

12/01/2022
Inter - Juventus nel tempo di una supercoppa

Primo tempo 0’ - Eccoci qui, prontissimi, per la competizione meno interessante della stagione ma pur sempre l’occasione di esultare in faccia direttamente ai bianconeri. 1’ - Subito Dzeko su cross di Perry.Siamo più caldi del motore truccato del motorino di un bullo di provincia 5’ - De Vrij di testa su calcio d’angolo.È ROVENTE […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram