18/09/2021

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT

Scrivo queste righe all’indomani della partita contro il Real Madrid, in un mix di delusione e rassegnazione. Come dice il poeta:


Lasciatemi così

Come una cosa posata in un angolo

E dimenticata

Tipo Sensi, lasciato un attimo in un angolo vicino alla bandierina e poi...


Quando ti volti a guardarlo però,

non lo trovi più


O meglio, lo trovi rotto come una bomboniera del battesimo. Del resto, basta un alito di vento per mandare uno psoas in pezzi e poi stai tutta la giornata a raccogliere i pezzettini di legamenti sparsi per casa.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 1 Ranocchiate
Hulk Smash, Sensi Crash

Sapere che siamo solo all'inizio di una serie di fantastiliardi di partite nei prossimi 20 giorni non migliora l’umore, ancora meno pensando ai risultati contro Samp e Real.
Non mancheranno occasioni per crogiolarsi nel dolore, ma ora occupiamoci di Inter - Bologna, una sfida dal profumo di ex, MITT, vittorie insperate, sconfitte brucianti, rimpianti e tuttisanti.

Sconfitte Brucianti
Di sconfitte brucianti contro i rossoblu ce ne sono state tante, ma 3 al di sopra di tutte:

Roma, 7 giugno 1964. Inter - Bologna 0 - 2.
57 anni fa, in una galassia lontana lontana, due squadre arrivarono in testa alla classifica dopo 38 giornate a 54 punti. Inter e Bologna, appunto. Se ci fossero state le regole attuali, l’Inter avrebbe vinto il campionato, grazie agli scontri diretti a favore (pareggio in casa, vittoria esterna a Bologna).
Il regolamento però era diverso, ovviamente, e si giocò lo spareggio.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 2 Ranocchiate
Scudetti regalati a squadre che non lo vinceranno più.
Season 1, Episode 1: Inter - Bologna 7 giugno 1964

Una settimana dopo la vittoria della prima Coppa dei Campioni, l’Inter a Roma perse il titolo nazionale contro i rossoblu, con due gol subiti nell’ultimo quarto d’ora. Il primo gol, tra l’altro, su autorete di Facchetti. Insomma, fu la conclusione triste di un’ottima stagione, in un periodo trionfale, quello della Grande Inter degli anni 60.
L’episodio rientra nella serie: Scudetti regalati a squadre che non lo vinceranno mai più (seguiteci per altri episodi su: Cagliari, Verona e Sampdoria).


Inter - Bologna 0 - 1, 3 febbraio 2019

Da tempo ci facciamo promotori della necessità di escludere il mese di febbraio dai calendari, o di evitare di giocare gare di campionato, o quanto meno di non farle giocare all’Inter.
Putrtroppo la Lega è rimasta sempre sorda a queste richieste. Il buon Luciano protestò il 3 febbraio del 2019 mandando in campo contemporaneamente Cedric, Dalbert e nel secondo tempo Joao il bello.
Non trovo parole migliori per descrivere questa partita di quelle di un terzo poeta:

(Concorso per i solutori più abili: chi indovina le 3 citazioni dell’articolo conquista il diritto di un viaggio all’interno dei legamenti di Sensi in compagnia del dr.Anocchio. Viaggio di sola andata perchè i legamenti si romperanno irrimediabilmente nel corso della visita)

Sono state giornate furibonde

Senza atti d’amore

Senza calma di vento

Solo passaggi e passaggi

Passaggi di merda

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 3 Ranocchiate
A proposito di tuttisanti: Santander


Finisce infatti con l’Inter che ha all'attività un solo tiro in porta, il colpo di testa del Sommo entrato nel finale a fare il centravanti.
Un tiro aveva fatto pure il Bologna, ma era andato dentro (Santander al 33'). Uno dei punti più bassi dell'esperienza spallettiana all'Inter. E ancora non si era "infortunato" lo scaldapanchine del PSG.


Inter - Bologna 1 – 2, 5 Luglio 2020.

Inter no crazy, no more, aveva garantito mr. AnDonio nella conferenza stampa di presentazione.
E le cose erano andate abbastanza bene nel suo primo anno, con la nostra squadra a lottare di nuovo per il vertice dopo tanti anni.
Quel pomeriggio di Luglio comincia bene, con il gol di Big Rom dopo venti minuti. E la ripresa sembra andare anche meglio: espulsione di Soriano al 57’, rigore conquistato da Candreva al 61’.
Lautaro però è piuttosto nervoso, senza gol da addirittura da 3 partite, allora Big Rom (che quando non ci sono di mezzo i soldi ha un cuore grande) gli fa: Vai Lauti, tiralo tu.
Mr. AnDonio non la prende benissimo in panchina, a metà tra il sergente Hartman e Malesani: Che CA**O è sto libro Cuore del CA**O? Rom, muovi le chiappe e vai a tirare il rigore!

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 4 Ranocchiate
NO LAUTI, NOOOOO!

Niente da fare, tocca a Lauti. E, come sapete, tira addosso a Skoroupski.
Da lì in avanti, gli eventi precipitano: Mihajlovic fa entrare un MITT (Juwara) e un EX (Palacio) NELLO STESSO MOMENTO.
E voi sapete bene che l’equazione:


Rigore Sbagliato + MITT + EX

ha una sola soluzione:

Sconfitta Assicurata.

Infatti, dopo poco pareggia Juwara, al primo gol in serie A. Poi Musa Barrow porta avanti il Bologna.

ConDe ancora non ha capito come sia potuto succedere. Noi, da inguaribili ottimisti, pensiamo che sia andata tutto sommato bene che non abbia segnato pure Palacio.


La Vittoria Insperata

In chiusura, il ricordo della più bella vittoria contro il Bologna, a livello personale almeno.

Inter - Bologna 2-1, 11 Febbraio 2018.

In piena crisi invernale, ci troviamo a giocare contro il Bologna in un pomeriggio grigio come i piccioni di piazza Duomo e senza Icardi in pausa annuale (vedasi alla voce scinokio).
Non vinciamo in campionato da Dicembre.
Eder segna dopo 2 minuti, ma a spegnere gli entusiasmi ci pensa Palacio al 25’.
Si profila il quinto 1 a 1 di fila, ma ecco che dalla panchina si scalda l’unico, inimitabile, rimpiantissimo Rafinha.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 5 Ranocchiate
Rafi dove sei? Gli sceicchi ti hanno riempito le articolazioni di banconote, ma il tuo cuore resterà sempre nerazzurro!

Gli bastano 4 minuti per fare da sponda-assist a Karamoh, che dal limite lascia partire un tiraggir di sinistro che Mirante vede solo quando si gonfia la rete.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 6 Ranocchiate
Mirante, mir' a Karamoh!

Da questa partita comincia la rimonta al quarto posto: lo conquisteremo solo all’ultima giornata.

Cosa Ci Aspetta

Cosa aspettarsi dunque per l’Inter - Bologna che verrà?
Il Bologna ha ceduto Palacio, ma ha preso Arnautovic. Con tutto il rispetto e l'affetto per il Trenza, si tratta di un upgrade non da poco, dato che Arni racchiude in sè tre caratteristiche:

Era un nostro MITT
Non è più un MITT, perchè gioca ormai titolare e tiene pure 32 anni. Quindi diciamo che è un EX-MITT
È un EX.

Quindi è un (EX)2 MITT. Le conseguenze di questa inedita combinazione sono incalcolabili, ma gli scienziati del MIT (Mittanza Institute of Technology) non prevedono niente di buono.

Per riequilibrare la situazione, esistono solo 3 possibilità:

Far partire il Sommo titolare, possibilmente nel ruolo di centravanti

Far giocare DD33 come seconda punta, considerata la sua vena realizzativa nella seconda metà di Settembre (4 gol nelle ultime 4 stagioni)

Far invadere il Meazza da un esercito di lontre festanti.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 7 Ranocchiate
Non sono state maltrattate lontre nella stesura di questo articolo.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT

Scrivo queste righe all’indomani della partita contro il Real Madrid, in un mix di delusione e rassegnazione. Come dice il poeta:


Lasciatemi così

Come una cosa posata in un angolo

E dimenticata

Tipo Sensi, lasciato un attimo in un angolo vicino alla bandierina e poi...


Quando ti volti a guardarlo però,

non lo trovi più


O meglio, lo trovi rotto come una bomboniera del battesimo. Del resto, basta un alito di vento per mandare uno psoas in pezzi e poi stai tutta la giornata a raccogliere i pezzettini di legamenti sparsi per casa.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 8 Ranocchiate
Hulk Smash, Sensi Crash

Sapere che siamo solo all'inizio di una serie di fantastiliardi di partite nei prossimi 20 giorni non migliora l’umore, ancora meno pensando ai risultati contro Samp e Real.
Non mancheranno occasioni per crogiolarsi nel dolore, ma ora occupiamoci di Inter - Bologna, una sfida dal profumo di ex, MITT, vittorie insperate, sconfitte brucianti, rimpianti e tuttisanti.

Sconfitte Brucianti
Di sconfitte brucianti contro i rossoblu ce ne sono state tante, ma 3 al di sopra di tutte:

Roma, 7 giugno 1964. Inter - Bologna 0 - 2.
57 anni fa, in una galassia lontana lontana, due squadre arrivarono in testa alla classifica dopo 38 giornate a 54 punti. Inter e Bologna, appunto. Se ci fossero state le regole attuali, l’Inter avrebbe vinto il campionato, grazie agli scontri diretti a favore (pareggio in casa, vittoria esterna a Bologna).
Il regolamento però era diverso, ovviamente, e si giocò lo spareggio.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 9 Ranocchiate
Scudetti regalati a squadre che non lo vinceranno più.
Season 1, Episode 1: Inter - Bologna 7 giugno 1964

Una settimana dopo la vittoria della prima Coppa dei Campioni, l’Inter a Roma perse il titolo nazionale contro i rossoblu, con due gol subiti nell’ultimo quarto d’ora. Il primo gol, tra l’altro, su autorete di Facchetti. Insomma, fu la conclusione triste di un’ottima stagione, in un periodo trionfale, quello della Grande Inter degli anni 60.
L’episodio rientra nella serie: Scudetti regalati a squadre che non lo vinceranno mai più (seguiteci per altri episodi su: Cagliari, Verona e Sampdoria).


Inter - Bologna 0 - 1, 3 febbraio 2019

Da tempo ci facciamo promotori della necessità di escludere il mese di febbraio dai calendari, o di evitare di giocare gare di campionato, o quanto meno di non farle giocare all’Inter.
Putrtroppo la Lega è rimasta sempre sorda a queste richieste. Il buon Luciano protestò il 3 febbraio del 2019 mandando in campo contemporaneamente Cedric, Dalbert e nel secondo tempo Joao il bello.
Non trovo parole migliori per descrivere questa partita di quelle di un terzo poeta:

(Concorso per i solutori più abili: chi indovina le 3 citazioni dell’articolo conquista il diritto di un viaggio all’interno dei legamenti di Sensi in compagnia del dr.Anocchio. Viaggio di sola andata perchè i legamenti si romperanno irrimediabilmente nel corso della visita)

Sono state giornate furibonde

Senza atti d’amore

Senza calma di vento

Solo passaggi e passaggi

Passaggi di merda

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 10 Ranocchiate
A proposito di tuttisanti: Santander


Finisce infatti con l’Inter che ha all'attività un solo tiro in porta, il colpo di testa del Sommo entrato nel finale a fare il centravanti.
Un tiro aveva fatto pure il Bologna, ma era andato dentro (Santander al 33'). Uno dei punti più bassi dell'esperienza spallettiana all'Inter. E ancora non si era "infortunato" lo scaldapanchine del PSG.


Inter - Bologna 1 – 2, 5 Luglio 2020.

Inter no crazy, no more, aveva garantito mr. AnDonio nella conferenza stampa di presentazione.
E le cose erano andate abbastanza bene nel suo primo anno, con la nostra squadra a lottare di nuovo per il vertice dopo tanti anni.
Quel pomeriggio di Luglio comincia bene, con il gol di Big Rom dopo venti minuti. E la ripresa sembra andare anche meglio: espulsione di Soriano al 57’, rigore conquistato da Candreva al 61’.
Lautaro però è piuttosto nervoso, senza gol da addirittura da 3 partite, allora Big Rom (che quando non ci sono di mezzo i soldi ha un cuore grande) gli fa: Vai Lauti, tiralo tu.
Mr. AnDonio non la prende benissimo in panchina, a metà tra il sergente Hartman e Malesani: Che CA**O è sto libro Cuore del CA**O? Rom, muovi le chiappe e vai a tirare il rigore!

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 11 Ranocchiate
NO LAUTI, NOOOOO!

Niente da fare, tocca a Lauti. E, come sapete, tira addosso a Skoroupski.
Da lì in avanti, gli eventi precipitano: Mihajlovic fa entrare un MITT (Juwara) e un EX (Palacio) NELLO STESSO MOMENTO.
E voi sapete bene che l’equazione:


Rigore Sbagliato + MITT + EX

ha una sola soluzione:

Sconfitta Assicurata.

Infatti, dopo poco pareggia Juwara, al primo gol in serie A. Poi Musa Barrow porta avanti il Bologna.

ConDe ancora non ha capito come sia potuto succedere. Noi, da inguaribili ottimisti, pensiamo che sia andata tutto sommato bene che non abbia segnato pure Palacio.


La Vittoria Insperata

In chiusura, il ricordo della più bella vittoria contro il Bologna, a livello personale almeno.

Inter - Bologna 2-1, 11 Febbraio 2018.

In piena crisi invernale, ci troviamo a giocare contro il Bologna in un pomeriggio grigio come i piccioni di piazza Duomo e senza Icardi in pausa annuale (vedasi alla voce scinokio).
Non vinciamo in campionato da Dicembre.
Eder segna dopo 2 minuti, ma a spegnere gli entusiasmi ci pensa Palacio al 25’.
Si profila il quinto 1 a 1 di fila, ma ecco che dalla panchina si scalda l’unico, inimitabile, rimpiantissimo Rafinha.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 12 Ranocchiate
Rafi dove sei? Gli sceicchi ti hanno riempito le articolazioni di banconote, ma il tuo cuore resterà sempre nerazzurro!

Gli bastano 4 minuti per fare da sponda-assist a Karamoh, che dal limite lascia partire un tiraggir di sinistro che Mirante vede solo quando si gonfia la rete.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 13 Ranocchiate
Mirante, mir' a Karamoh!

Da questa partita comincia la rimonta al quarto posto: lo conquisteremo solo all’ultima giornata.

Cosa Ci Aspetta

Cosa aspettarsi dunque per l’Inter - Bologna che verrà?
Il Bologna ha ceduto Palacio, ma ha preso Arnautovic. Con tutto il rispetto e l'affetto per il Trenza, si tratta di un upgrade non da poco, dato che Arni racchiude in sè tre caratteristiche:

Era un nostro MITT
Non è più un MITT, perchè gioca ormai titolare e tiene pure 32 anni. Quindi diciamo che è un EX-MITT
È un EX.

Quindi è un (EX)2 MITT. Le conseguenze di questa inedita combinazione sono incalcolabili, ma gli scienziati del MIT (Mittanza Institute of Technology) non prevedono niente di buono.

Per riequilibrare la situazione, esistono solo 3 possibilità:

Far partire il Sommo titolare, possibilmente nel ruolo di centravanti

Far giocare DD33 come seconda punta, considerata la sua vena realizzativa nella seconda metà di Settembre (4 gol nelle ultime 4 stagioni)

Far invadere il Meazza da un esercito di lontre festanti.

Inter - Bologna, il prepartita degli Ex MITT 14 Ranocchiate
Non sono state maltrattate lontre nella stesura di questo articolo.

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram