31/01/2021

Inter - Benevento, il pagellone della goleada evitata

HANDANOVIC n.c.: c'è qualcosa di diverso in lui. Sono lontane le sere dei 10/15 tiri subiti a partita: dopo aver scoperto il segreto per la pace interiore "Non puoi subire gol se gli avversari non tirano in porta", ora riposa beato nella nostra area di rigore. Il Benevento non affonda mai, lui si guadagna il suo terzo clean sheet consecutivo.

SKRINIAR - BASTONI - DE VRIJ 10+++: serata tranquilla per la nostra famiglia arcobaleno preferita, e come poteva essere altrimenti con Froggy a dirigere il reparto difensivo e le nostre esistenze. Genitore 1 e genitore 2 si danno il cambio nel tenere a bada il piccolo Jerry che già non vede l’ora di raccontare ai suoi amichetti di scuola della serata passata a giocare a pallone insieme al Sommo zio.

SUA MAESTÀ ANDREA RANOCCHIA ∞: DOMINATORE INCONTRASTATO DELLA NOSTRA DIFESA. CACCIATORPEDINIERE LANCIATO SU QUEI MATTI DEL BENEVENTO CHE OSANO ADDIRITTURA ATTACCARE, il nostro Froggy scende in campo da titolare e porta con sè 90 minuti di Eriksen, un 4-0 e i 3 punti più facili di quest'anno.
Coincindenze?!
Gli haters diranno che commette fallo su Lapadula, dimenticando però che le divinità sono protette da immunità diplomatica (MINIMO)

Inter - Benevento, il pagellone della goleada evitata 1 Ranocchiate

HAKIMI 55: Come il numero di maglia che non ha preso per non distruggere la concorrenza in Serie A. Oggi non gioca la sua miglior partita, ma non sbaglia praticamente nulla.
BRAVO ACHRAF HAI CAPITO COME VANNO LE COSE IN ITALIA FINALMENTE

BARELLA 54784847738: Niccolò, ha una incredibile capacità.
O Nicolò. VABBÈ AVETE CAPITO, MBARE.
Ha una incredibile capacità, dicevo: spostare sempre più lontano il limite delle sue potenzialità.
Ma come facevamo a centrocampo prima di prendere lui?
Ah già, non facevamo.

CHRI CHRI ERIKSEN boh fate voi: Là in mezzo al campo c’è un nuoooovo campione, e noi potremmo dire VE L’AVEVAMO DETTO ma non lo faremo. Il Mago di Danimarca tira fuori dal cilindro una prestazione come lui: bellissima e maledettamente sexy ma l’avete visto sotto la pioggia dai mlmlmlmmlml, ah sì, la partita, scusate. È quello che ha corso di più, ha disegnato calcio, ha incendiato i nostri cuori, ha capito che quando fa i cross la palla la deve mandare a Froggy perché lui poi la mette dentro. Ogni volta che toccava un pallone partivano cori del tipo TIRAAAA BRAVOOOOO MADONNA CHE GIOCATORE. Eh, ma è solo il Benevento!!1!!1!!!MUTI, Christian Eriksen al 97esimo, 2 a 1 è finitaaaa.
Chris, we love you to the moon and back, ci possiamo sposare?

Inter - Benevento, il pagellone della goleada evitata 2 Ranocchiate

GAGLIARDINI 1000: COME LAUTI? NON RIESCI A SBLOCCARTI? CI PENSO IO VÀ, HAI IL POTERE.
E ADESSO VOGLIO VEDERE COME SALGONO TUTTI SUL SUO CARRO.
(no dai raga davvero qualcuno salga, si sta bene)

PERRY 10+: in assenza di Brozo tocca a lui tenere alta la bandiera croata in questa partita aspetta no , ma alta quanto? Perché se è troppo alta poi mi fa male il braccio uffff sbuffff. Ma si Perry, fregatene, hai fatto il Triplete.
Perry best moment della partita: quando alla domanda “chi sarà l’allenatore in campo?” risponde: Brozovic e Ranocchia. E ALLORA LO VEDI CHE TE LO SEI MERITATO IL TRIPLETE BRAVO PERRY

LAUTARO 97: Vi dirò, avevo intuito che Lautaro avesse voglia di provare a segnare.
Ho iniziato a sospettarlo quando al 23' ha recuperato palla pressando come un dannato, è ripartito palla al piede ed ha tentato un tiro a giro degno del miglior Santiago Munez. poco dopo avrebbe l'occasione per segnare, ma non tira perché "ECCO ADESSO NON VOGLIO IO" .
Poi segna, esulta e riprende a giocare con il piglio del toro impazzito, diventando determinante anche sul gol del 3-0 di Lukaku.
Il tempo che passerà fra questo momento e la prossima crisi sarà breve, ma intenso.

LUKAKU 10: passa tutta la partita a fare a botte con la difesa con la difesa del Benevento
Poi si scoccia, sfrutta i primi due buoni palloni che gli arrivano per fare doppietta e rende persino possibile un miracolo: l'ingresso del Mittissimo Pinamonti.

PINAMONTI 100: nessuno si aspetta niente da lui. Ma lui, per tutta risposta…si, non fa nulla.
Però al primo pallone utile tenta subito un bel colpo di testa. Sarebbe anche entrato, se il Benevento non avesse schierato il portiere.
MITTALTREVOLTE

SENSI 10: è una partita talmente tranquilla che Conte/Stellini decidono addirittura di farlo entrare in campo: riprende minuti, salute alcuni compagnetti e torna a casa sano e felice...
PERCHÉ STAI BENE, VERO STEFANO?

SANCHEZ 7777: Entra al posto di un galvanizzato Lautaro per un fine più importante: ricordarsi che le gioie durano poco. Sia che ti chiami Alexis, sia che ti chiami Lautaro.
Lui comunque, nel dubbio, azzecca un ottimo assist.
DZEKOCHICTMMMMMM

BROZO 10: non entra, lo vediamo solo per pochi secondi, ma riesce a essere iconico lo stesso. Maestro insegnaci.

VIDAL 10: ma si dai, diamolo anche a te sto 10, VOLEMOSE BENE.
Una raccomandazione, King: stavolta se ti sale la monta quando vedi Chiellini, andate ad appartarvi, sai, è un po' brutto fare la candela.

STELLINI 1000000: state cercando qualcuno capace di trascendere il limite del Possibile e dell'impossibile, raggiungendo il POSSIMPIBILE?
Ecco, lui è l'uomo giusto.
90 minuti di Froggy, Chri Chri e RG5, 4-0 secco al Benevento ED HA PURE MITT A PINAMONTI!
Fico, basta cercare. È lui l'uomo giusto per diventare Presidente del Consiglio.

Inter - Benevento, il pagellone della goleada evitata

HANDANOVIC n.c.: c'è qualcosa di diverso in lui. Sono lontane le sere dei 10/15 tiri subiti a partita: dopo aver scoperto il segreto per la pace interiore "Non puoi subire gol se gli avversari non tirano in porta", ora riposa beato nella nostra area di rigore. Il Benevento non affonda mai, lui si guadagna il suo terzo clean sheet consecutivo.

SKRINIAR - BASTONI - DE VRIJ 10+++: serata tranquilla per la nostra famiglia arcobaleno preferita, e come poteva essere altrimenti con Froggy a dirigere il reparto difensivo e le nostre esistenze. Genitore 1 e genitore 2 si danno il cambio nel tenere a bada il piccolo Jerry che già non vede l’ora di raccontare ai suoi amichetti di scuola della serata passata a giocare a pallone insieme al Sommo zio.

SUA MAESTÀ ANDREA RANOCCHIA ∞: DOMINATORE INCONTRASTATO DELLA NOSTRA DIFESA. CACCIATORPEDINIERE LANCIATO SU QUEI MATTI DEL BENEVENTO CHE OSANO ADDIRITTURA ATTACCARE, il nostro Froggy scende in campo da titolare e porta con sè 90 minuti di Eriksen, un 4-0 e i 3 punti più facili di quest'anno.
Coincindenze?!
Gli haters diranno che commette fallo su Lapadula, dimenticando però che le divinità sono protette da immunità diplomatica (MINIMO)

Inter - Benevento, il pagellone della goleada evitata 3 Ranocchiate

HAKIMI 55: Come il numero di maglia che non ha preso per non distruggere la concorrenza in Serie A. Oggi non gioca la sua miglior partita, ma non sbaglia praticamente nulla.
BRAVO ACHRAF HAI CAPITO COME VANNO LE COSE IN ITALIA FINALMENTE

BARELLA 54784847738: Niccolò, ha una incredibile capacità.
O Nicolò. VABBÈ AVETE CAPITO, MBARE.
Ha una incredibile capacità, dicevo: spostare sempre più lontano il limite delle sue potenzialità.
Ma come facevamo a centrocampo prima di prendere lui?
Ah già, non facevamo.

CHRI CHRI ERIKSEN boh fate voi: Là in mezzo al campo c’è un nuoooovo campione, e noi potremmo dire VE L’AVEVAMO DETTO ma non lo faremo. Il Mago di Danimarca tira fuori dal cilindro una prestazione come lui: bellissima e maledettamente sexy ma l’avete visto sotto la pioggia dai mlmlmlmmlml, ah sì, la partita, scusate. È quello che ha corso di più, ha disegnato calcio, ha incendiato i nostri cuori, ha capito che quando fa i cross la palla la deve mandare a Froggy perché lui poi la mette dentro. Ogni volta che toccava un pallone partivano cori del tipo TIRAAAA BRAVOOOOO MADONNA CHE GIOCATORE. Eh, ma è solo il Benevento!!1!!1!!!MUTI, Christian Eriksen al 97esimo, 2 a 1 è finitaaaa.
Chris, we love you to the moon and back, ci possiamo sposare?

Inter - Benevento, il pagellone della goleada evitata 4 Ranocchiate

GAGLIARDINI 1000: COME LAUTI? NON RIESCI A SBLOCCARTI? CI PENSO IO VÀ, HAI IL POTERE.
E ADESSO VOGLIO VEDERE COME SALGONO TUTTI SUL SUO CARRO.
(no dai raga davvero qualcuno salga, si sta bene)

PERRY 10+: in assenza di Brozo tocca a lui tenere alta la bandiera croata in questa partita aspetta no , ma alta quanto? Perché se è troppo alta poi mi fa male il braccio uffff sbuffff. Ma si Perry, fregatene, hai fatto il Triplete.
Perry best moment della partita: quando alla domanda “chi sarà l’allenatore in campo?” risponde: Brozovic e Ranocchia. E ALLORA LO VEDI CHE TE LO SEI MERITATO IL TRIPLETE BRAVO PERRY

LAUTARO 97: Vi dirò, avevo intuito che Lautaro avesse voglia di provare a segnare.
Ho iniziato a sospettarlo quando al 23' ha recuperato palla pressando come un dannato, è ripartito palla al piede ed ha tentato un tiro a giro degno del miglior Santiago Munez. poco dopo avrebbe l'occasione per segnare, ma non tira perché "ECCO ADESSO NON VOGLIO IO" .
Poi segna, esulta e riprende a giocare con il piglio del toro impazzito, diventando determinante anche sul gol del 3-0 di Lukaku.
Il tempo che passerà fra questo momento e la prossima crisi sarà breve, ma intenso.

LUKAKU 10: passa tutta la partita a fare a botte con la difesa con la difesa del Benevento
Poi si scoccia, sfrutta i primi due buoni palloni che gli arrivano per fare doppietta e rende persino possibile un miracolo: l'ingresso del Mittissimo Pinamonti.

PINAMONTI 100: nessuno si aspetta niente da lui. Ma lui, per tutta risposta…si, non fa nulla.
Però al primo pallone utile tenta subito un bel colpo di testa. Sarebbe anche entrato, se il Benevento non avesse schierato il portiere.
MITTALTREVOLTE

SENSI 10: è una partita talmente tranquilla che Conte/Stellini decidono addirittura di farlo entrare in campo: riprende minuti, salute alcuni compagnetti e torna a casa sano e felice...
PERCHÉ STAI BENE, VERO STEFANO?

SANCHEZ 7777: Entra al posto di un galvanizzato Lautaro per un fine più importante: ricordarsi che le gioie durano poco. Sia che ti chiami Alexis, sia che ti chiami Lautaro.
Lui comunque, nel dubbio, azzecca un ottimo assist.
DZEKOCHICTMMMMMM

BROZO 10: non entra, lo vediamo solo per pochi secondi, ma riesce a essere iconico lo stesso. Maestro insegnaci.

VIDAL 10: ma si dai, diamolo anche a te sto 10, VOLEMOSE BENE.
Una raccomandazione, King: stavolta se ti sale la monta quando vedi Chiellini, andate ad appartarvi, sai, è un po' brutto fare la candela.

STELLINI 1000000: state cercando qualcuno capace di trascendere il limite del Possibile e dell'impossibile, raggiungendo il POSSIMPIBILE?
Ecco, lui è l'uomo giusto.
90 minuti di Froggy, Chri Chri e RG5, 4-0 secco al Benevento ED HA PURE MITT A PINAMONTI!
Fico, basta cercare. È lui l'uomo giusto per diventare Presidente del Consiglio.

Notizie flash

Ultimi articoli

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

23/05/2021
Inter-Udinese nel tempo di un caffè medagliato

Primo tempo 1' - Comincia la partita con meno ansia dell'ultimo decennio interista. Il mio cervello è in ansia perché non può provare ansia. 5' - Per oggi c'è solo una missione: CAPITANO FAI GOL (Non serve dirlo ma ci riferivamo a Froggy… Però se anche Handanovic voglie togliersi lo sfizio del gol dell'ex va […]

23/05/2021
Diario di avvicinamento ad Inter - Udinese

Martedì 18 Maggio Le partite contro l’Udinese mi hanno sempre messo tanta ansia. Sarà per i colori, sarà perchè la loro squadra è un esercito di #MITT e #PIGL con rimpiazzi infiniti, sarà perché SIAMO CAMPIONI D’ITALIA QUINDI CIAO CIAO ANSIA NON TI CONOSCO!P.s.: Se PER CASO un paio di giocatori dell’Udinese tipo De Paul […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram