Il ritorno della più grande competizione europea nel tempo di un caffè

Eccoci. Finalmente. Abbiamo atteso giorni, settimane, mesi lunghissimi, sviliti e senza obiettivi, procrastinando l'inevitabile crisi in campionato pur di riempire tutto questo tempo inutile.
Ma, finalmente, il gran giorno è arrivato. Oggi, finalmente, si torna a giocare il calcio che conta davvero.
E lo si fa con lui, Andrea Ranocchia, capitano morale nella vita di tutti i giorni, capitano in campo quando si giocano le partite che contano. 200 partite in nerazzurro oggi.

Bentornata Europa League!

Primo tempo

3' - Giochiamo con la classica squadra dell'est che potrebbe benissimo giocare in Brasilerao.
Tanta tecnica, tanto palleggio, poco fisico.

E gli Hapoel Beer Sheva feels diventano subito fortissimi.

8' - Pericolosa incursione tutta tecnica di Marcelinho.
Il capitano c'è.

Ausilio in tribuna è tutto curvo sul personale taccuino a scrivere nomi strani.

13' - Chi s'aspettava che questi sapessero giocare a calcio meglio di Biraghi?

14' - Nessuno, Piero, proprio nessuno...

19' - Giochiamo con l'attacco più basso della storia del calcio giocato e continuiamo a buttare palloni alti in area.

Bene così.

22' - Lautaro, diffidato, ranza senza pietà un avversario. Giallo.

Siamo tornati a Francoforte per caso?
È l'aria dell'Europa League che gli fa sto effetto?

24' - BIRAGHI! Grande numero di Moses sulla destra che ubriaca Cicinho, Marceliho e Ronaldinho e mette un gran pallone in mezzo.

Biraghi tira anche bene.
Ma non gli daremo mai la soddisfazione di ammetterlo.

31' - Ogni piccolo tocco palla di Eriksen apre le porte dell'Olimpo del calcio.
Peccato che la palla arrivi poi a Biraghi.

35' - 8 falli fischiati a noi, 1 al Ludogorets.

Com'è che solo noi non riusciamo ad avere arbitri casalinghi in Europa?

Secondo tempo

4' - Cicinho steso a terra da un cross di Biraghi.
Non giocherà bene ma almeno è abile a menomare gli avversari.

5' - SANCHEZ! Magia di tacco su cross di Moses che viene deviata sul palo.

La sensazione è che basta alzare il ritmo per infilarli una o due volte.
Il problema è alzare il ritmo.

12' - Mood attuale: OH BIRAGHI HA APPENA SALTATO UN UOMO (ok, in realtà ha solo spostato la palla) E MESSO UN CROSS DECENTE, UCCIDETEMI ORA COSÌ POSSONO MORIRE CON GLI OCCHI PIENI DI BELLEZZA IMPOSSIBILE

15' - Lista delle cose che Biraghi farebbe piuttosto di saltare l'uomo quando è lanciato sulla sinistra e si trova un avversario davanti:
- stendere l'avversario con un cross
- accartocciarsi sul pallone cadendo
- un cigar-party con Che Guevara e Fidel Castro
- prendere la tessera del PD

18' - ERIKSEN! Mancino da fuori al volo meraviglioso su cui Iliev si supera strozzandomi il gol in gola.

21' - OK, dopo un inizio incoraggiante stiamo tornando a giocare demmerda.

26' - ECCOLOOOOOOO! CHRISTIAN ERIKSEEEEEEEEEEN!
Sponda perfetta di Lukaku che serve al danese un pallone al limite dell'area con non può sbagliare.
Finally 1 a 0.

27' - Barella entra al posto di Moses? Giochiamo col 4312?
Mi prendete per il culo?

28' - MADONNA ERIKSEEEEEEN! UNA MINA OSCENA CHE A MOMENTI SFONDA LA TRAVERSA ZIO PORCONE.

35' - Standing ovation per Conte che ha finalmente deciso di sostituire Biraghi.

45' + 1' - Ti amo, Chri. È ufficiale.
Se poi mi batti gli angoli così.

45' +2' - L'arbitro decide di andare al VAR review per motivi non chiarissimi e trova il televisore già spento.
Spettacolo.

Ci assegna pure un rigore, doppio spettacolo.

45' + 4' - Lukaku contro Iliev. Come al solito il gigante è glaciale, portiere spiazzato.
2 a 0 tutti a casa.

Il ritorno della più grande competizione europea nel tempo di un caffè

Eccoci. Finalmente. Abbiamo atteso giorni, settimane, mesi lunghissimi, sviliti e senza obiettivi, procrastinando l'inevitabile crisi in campionato pur di riempire tutto questo tempo inutile.
Ma, finalmente, il gran giorno è arrivato. Oggi, finalmente, si torna a giocare il calcio che conta davvero.
E lo si fa con lui, Andrea Ranocchia, capitano morale nella vita di tutti i giorni, capitano in campo quando si giocano le partite che contano. 200 partite in nerazzurro oggi.

Bentornata Europa League!

Primo tempo

3' - Giochiamo con la classica squadra dell'est che potrebbe benissimo giocare in Brasilerao.
Tanta tecnica, tanto palleggio, poco fisico.

E gli Hapoel Beer Sheva feels diventano subito fortissimi.

8' - Pericolosa incursione tutta tecnica di Marcelinho.
Il capitano c'è.

Ausilio in tribuna è tutto curvo sul personale taccuino a scrivere nomi strani.

13' - Chi s'aspettava che questi sapessero giocare a calcio meglio di Biraghi?

14' - Nessuno, Piero, proprio nessuno...

19' - Giochiamo con l'attacco più basso della storia del calcio giocato e continuiamo a buttare palloni alti in area.

Bene così.

22' - Lautaro, diffidato, ranza senza pietà un avversario. Giallo.

Siamo tornati a Francoforte per caso?
È l'aria dell'Europa League che gli fa sto effetto?

24' - BIRAGHI! Grande numero di Moses sulla destra che ubriaca Cicinho, Marceliho e Ronaldinho e mette un gran pallone in mezzo.

Biraghi tira anche bene.
Ma non gli daremo mai la soddisfazione di ammetterlo.

31' - Ogni piccolo tocco palla di Eriksen apre le porte dell'Olimpo del calcio.
Peccato che la palla arrivi poi a Biraghi.

35' - 8 falli fischiati a noi, 1 al Ludogorets.

Com'è che solo noi non riusciamo ad avere arbitri casalinghi in Europa?

Secondo tempo

4' - Cicinho steso a terra da un cross di Biraghi.
Non giocherà bene ma almeno è abile a menomare gli avversari.

5' - SANCHEZ! Magia di tacco su cross di Moses che viene deviata sul palo.

La sensazione è che basta alzare il ritmo per infilarli una o due volte.
Il problema è alzare il ritmo.

12' - Mood attuale: OH BIRAGHI HA APPENA SALTATO UN UOMO (ok, in realtà ha solo spostato la palla) E MESSO UN CROSS DECENTE, UCCIDETEMI ORA COSÌ POSSONO MORIRE CON GLI OCCHI PIENI DI BELLEZZA IMPOSSIBILE

15' - Lista delle cose che Biraghi farebbe piuttosto di saltare l'uomo quando è lanciato sulla sinistra e si trova un avversario davanti:
- stendere l'avversario con un cross
- accartocciarsi sul pallone cadendo
- un cigar-party con Che Guevara e Fidel Castro
- prendere la tessera del PD

18' - ERIKSEN! Mancino da fuori al volo meraviglioso su cui Iliev si supera strozzandomi il gol in gola.

21' - OK, dopo un inizio incoraggiante stiamo tornando a giocare demmerda.

26' - ECCOLOOOOOOO! CHRISTIAN ERIKSEEEEEEEEEEN!
Sponda perfetta di Lukaku che serve al danese un pallone al limite dell'area con non può sbagliare.
Finally 1 a 0.

27' - Barella entra al posto di Moses? Giochiamo col 4312?
Mi prendete per il culo?

28' - MADONNA ERIKSEEEEEEN! UNA MINA OSCENA CHE A MOMENTI SFONDA LA TRAVERSA ZIO PORCONE.

35' - Standing ovation per Conte che ha finalmente deciso di sostituire Biraghi.

45' + 1' - Ti amo, Chri. È ufficiale.
Se poi mi batti gli angoli così.

45' +2' - L'arbitro decide di andare al VAR review per motivi non chiarissimi e trova il televisore già spento.
Spettacolo.

Ci assegna pure un rigore, doppio spettacolo.

45' + 4' - Lukaku contro Iliev. Come al solito il gigante è glaciale, portiere spiazzato.
2 a 0 tutti a casa.

Notizie flash

Ultimi articoli

26/09/2021
Inter - Atalanta, dieci pensieri post - partita

10 - Giuro che per i prossimi dieci anni organizzerò una gita fuori porta ogni volta che si giocherà Inter - Atalanta, io non la voglio più vedere questa partita porcap. Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Ranocrazia (@ranocrazia) 9 - Per rilassarmi dopo Inter - Atalanta ho passato il resto della […]

25/09/2021
Inter - Atalanta del tempo di 2+2 infarti

Primo tempo 2’ - Pronti via e c’è subito una palla gol per il pienone di Dzeko, ma giustamente non vogliamo affrettare troppo le cose e decidiamo di restare sullo 0-0. 4’ - LAUTAROOOOOOOOOOOOOOOOO Golazo del toro su assist (ancora) di un favoloso Mbare <3Anche Dzeko meraviglioso a inizio azione.Anche Darmian bravissimo a darla subito […]

25/09/2021
Inter-Atalanta, il prepartita QUASI tutto nerazzurro

C’è stato un periodo (all’apparenza cent’anni fa ma, di fatto, meno di due) in cui Milano, nelle settimane di Champions, diventava la casa di ben tre squadre: Inter, Primavera dell’Inter e Atalanta.Tutte a tinte nerazzurre, sì: perché i cuginetti rossoneri si trovavano temporaneamente (ma nemmeno troppo) in gita nelle periferie del calcio europeo tra rancore, […]

22/09/2021
Fiorentina - Inter, il pagellone di San Matteo

HANDA 100 - La Fiorentina è dappertutto nel primo tempo, ma Handa è cresciuto con noi a pane e assedi.Nico Gonzalez si presenta al tiro al secondo minuto e…parte il flashback! Esatto, un flashback."Puoi pararla Samir. Se vuoi sopravvivere in questa squadra, dovrai cavartela da solo".Il Vicecap ricorda i giorni passati a parare palline da […]

22/09/2021
Fiorentina - Inter, dieci santini postpartita

😇Nella vita vorrei avere la stessa determinazione che ci mette la Fiorentina nel cercare di distruggerci. 😇La partita è finita, si prega gentilmente la difesa nerazzurra di rilasciare Dusan Vlahovic. 😇 io dopo il primo tempo di Fiorentina Inter vs io dopo il secondo tempo di Fiorentina Inter 😇21 settembre 2021, Denzel Dumfries detto Fifino […]

21/09/2021
Fiorentina - Inter nel tempo di un caffè

PRIMO TEMPO: 0' - Benassi terzino.In teoria è una mossa che non dovrebbe crearci grossi problemi. Allora perché sono terrorizzato? 2' - OOOOOOOOO FIORENTINA MA CHE È?!Smettetela di correre così che ansio già abbastanza da solo: Nico Gonzalez a tu per tu con Handa, vince Samir. 9' - Grande parata di Handa su VlahovicPuoi posare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram