Il ritorno della più grande competizione europea nel tempo di un caffè

Eccoci. Finalmente. Abbiamo atteso giorni, settimane, mesi lunghissimi, sviliti e senza obiettivi, procrastinando l'inevitabile crisi in campionato pur di riempire tutto questo tempo inutile.
Ma, finalmente, il gran giorno è arrivato. Oggi, finalmente, si torna a giocare il calcio che conta davvero.
E lo si fa con lui, Andrea Ranocchia, capitano morale nella vita di tutti i giorni, capitano in campo quando si giocano le partite che contano. 200 partite in nerazzurro oggi.

Bentornata Europa League!

Primo tempo

3' - Giochiamo con la classica squadra dell'est che potrebbe benissimo giocare in Brasilerao.
Tanta tecnica, tanto palleggio, poco fisico.

E gli Hapoel Beer Sheva feels diventano subito fortissimi.

8' - Pericolosa incursione tutta tecnica di Marcelinho.
Il capitano c'è.

Ausilio in tribuna è tutto curvo sul personale taccuino a scrivere nomi strani.

13' - Chi s'aspettava che questi sapessero giocare a calcio meglio di Biraghi?

14' - Nessuno, Piero, proprio nessuno...

19' - Giochiamo con l'attacco più basso della storia del calcio giocato e continuiamo a buttare palloni alti in area.

Bene così.

22' - Lautaro, diffidato, ranza senza pietà un avversario. Giallo.

Siamo tornati a Francoforte per caso?
È l'aria dell'Europa League che gli fa sto effetto?

24' - BIRAGHI! Grande numero di Moses sulla destra che ubriaca Cicinho, Marceliho e Ronaldinho e mette un gran pallone in mezzo.

Biraghi tira anche bene.
Ma non gli daremo mai la soddisfazione di ammetterlo.

31' - Ogni piccolo tocco palla di Eriksen apre le porte dell'Olimpo del calcio.
Peccato che la palla arrivi poi a Biraghi.

35' - 8 falli fischiati a noi, 1 al Ludogorets.

Com'è che solo noi non riusciamo ad avere arbitri casalinghi in Europa?

Secondo tempo

4' - Cicinho steso a terra da un cross di Biraghi.
Non giocherà bene ma almeno è abile a menomare gli avversari.

5' - SANCHEZ! Magia di tacco su cross di Moses che viene deviata sul palo.

La sensazione è che basta alzare il ritmo per infilarli una o due volte.
Il problema è alzare il ritmo.

12' - Mood attuale: OH BIRAGHI HA APPENA SALTATO UN UOMO (ok, in realtà ha solo spostato la palla) E MESSO UN CROSS DECENTE, UCCIDETEMI ORA COSÌ POSSONO MORIRE CON GLI OCCHI PIENI DI BELLEZZA IMPOSSIBILE

15' - Lista delle cose che Biraghi farebbe piuttosto di saltare l'uomo quando è lanciato sulla sinistra e si trova un avversario davanti:
- stendere l'avversario con un cross
- accartocciarsi sul pallone cadendo
- un cigar-party con Che Guevara e Fidel Castro
- prendere la tessera del PD

18' - ERIKSEN! Mancino da fuori al volo meraviglioso su cui Iliev si supera strozzandomi il gol in gola.

21' - OK, dopo un inizio incoraggiante stiamo tornando a giocare demmerda.

26' - ECCOLOOOOOOO! CHRISTIAN ERIKSEEEEEEEEEEN!
Sponda perfetta di Lukaku che serve al danese un pallone al limite dell'area con non può sbagliare.
Finally 1 a 0.

27' - Barella entra al posto di Moses? Giochiamo col 4312?
Mi prendete per il culo?

28' - MADONNA ERIKSEEEEEEN! UNA MINA OSCENA CHE A MOMENTI SFONDA LA TRAVERSA ZIO PORCONE.

35' - Standing ovation per Conte che ha finalmente deciso di sostituire Biraghi.

45' + 1' - Ti amo, Chri. È ufficiale.
Se poi mi batti gli angoli così.

45' +2' - L'arbitro decide di andare al VAR review per motivi non chiarissimi e trova il televisore già spento.
Spettacolo.

Ci assegna pure un rigore, doppio spettacolo.

45' + 4' - Lukaku contro Iliev. Come al solito il gigante è glaciale, portiere spiazzato.
2 a 0 tutti a casa.

Il ritorno della più grande competizione europea nel tempo di un caffè

Eccoci. Finalmente. Abbiamo atteso giorni, settimane, mesi lunghissimi, sviliti e senza obiettivi, procrastinando l'inevitabile crisi in campionato pur di riempire tutto questo tempo inutile.
Ma, finalmente, il gran giorno è arrivato. Oggi, finalmente, si torna a giocare il calcio che conta davvero.
E lo si fa con lui, Andrea Ranocchia, capitano morale nella vita di tutti i giorni, capitano in campo quando si giocano le partite che contano. 200 partite in nerazzurro oggi.

Bentornata Europa League!

Primo tempo

3' - Giochiamo con la classica squadra dell'est che potrebbe benissimo giocare in Brasilerao.
Tanta tecnica, tanto palleggio, poco fisico.

E gli Hapoel Beer Sheva feels diventano subito fortissimi.

8' - Pericolosa incursione tutta tecnica di Marcelinho.
Il capitano c'è.

Ausilio in tribuna è tutto curvo sul personale taccuino a scrivere nomi strani.

13' - Chi s'aspettava che questi sapessero giocare a calcio meglio di Biraghi?

14' - Nessuno, Piero, proprio nessuno...

19' - Giochiamo con l'attacco più basso della storia del calcio giocato e continuiamo a buttare palloni alti in area.

Bene così.

22' - Lautaro, diffidato, ranza senza pietà un avversario. Giallo.

Siamo tornati a Francoforte per caso?
È l'aria dell'Europa League che gli fa sto effetto?

24' - BIRAGHI! Grande numero di Moses sulla destra che ubriaca Cicinho, Marceliho e Ronaldinho e mette un gran pallone in mezzo.

Biraghi tira anche bene.
Ma non gli daremo mai la soddisfazione di ammetterlo.

31' - Ogni piccolo tocco palla di Eriksen apre le porte dell'Olimpo del calcio.
Peccato che la palla arrivi poi a Biraghi.

35' - 8 falli fischiati a noi, 1 al Ludogorets.

Com'è che solo noi non riusciamo ad avere arbitri casalinghi in Europa?

Secondo tempo

4' - Cicinho steso a terra da un cross di Biraghi.
Non giocherà bene ma almeno è abile a menomare gli avversari.

5' - SANCHEZ! Magia di tacco su cross di Moses che viene deviata sul palo.

La sensazione è che basta alzare il ritmo per infilarli una o due volte.
Il problema è alzare il ritmo.

12' - Mood attuale: OH BIRAGHI HA APPENA SALTATO UN UOMO (ok, in realtà ha solo spostato la palla) E MESSO UN CROSS DECENTE, UCCIDETEMI ORA COSÌ POSSONO MORIRE CON GLI OCCHI PIENI DI BELLEZZA IMPOSSIBILE

15' - Lista delle cose che Biraghi farebbe piuttosto di saltare l'uomo quando è lanciato sulla sinistra e si trova un avversario davanti:
- stendere l'avversario con un cross
- accartocciarsi sul pallone cadendo
- un cigar-party con Che Guevara e Fidel Castro
- prendere la tessera del PD

18' - ERIKSEN! Mancino da fuori al volo meraviglioso su cui Iliev si supera strozzandomi il gol in gola.

21' - OK, dopo un inizio incoraggiante stiamo tornando a giocare demmerda.

26' - ECCOLOOOOOOO! CHRISTIAN ERIKSEEEEEEEEEEN!
Sponda perfetta di Lukaku che serve al danese un pallone al limite dell'area con non può sbagliare.
Finally 1 a 0.

27' - Barella entra al posto di Moses? Giochiamo col 4312?
Mi prendete per il culo?

28' - MADONNA ERIKSEEEEEEN! UNA MINA OSCENA CHE A MOMENTI SFONDA LA TRAVERSA ZIO PORCONE.

35' - Standing ovation per Conte che ha finalmente deciso di sostituire Biraghi.

45' + 1' - Ti amo, Chri. È ufficiale.
Se poi mi batti gli angoli così.

45' +2' - L'arbitro decide di andare al VAR review per motivi non chiarissimi e trova il televisore già spento.
Spettacolo.

Ci assegna pure un rigore, doppio spettacolo.

45' + 4' - Lukaku contro Iliev. Come al solito il gigante è glaciale, portiere spiazzato.
2 a 0 tutti a casa.

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram