03/12/2016

Guida alla Clownterapia: come ti faccio rinascere il Napoli in 120 secondi

La nostra squadra avrà anche una marea di difetti. Ormai ne parlano tutti di continuo. Noi vogliamo essere positivi e sottolineare perché siamo un unicum in Serie A e nel mondo del calcio.

È scientificamente provato come le risate, la felicità e l'allegria siano un toccasana per la salute. E questo ovviamente vale anche nel calcio.

Anche Robin Williams fece un film su questa nobile arte che regala tanti sorrisi e buon umore.

Come nel caso di Zielinski: appena due minuti di gara e può già festeggiare il suo primo gol in azzurro.

Tutto grazie a noi!

Tutto grazie a noi!

Milioni di persone che possono gioire grazie a noi, ogni settimana. Non è bellissimo?

Genoa, Sassuolo, Lazio.. Quante piazze che hanno dovuto mandare giù bocconi amari, riusciranno a scacciare i loro fantasmi?

Quanti momenti memorabili per il Chievo, per il Cagliari, per lo Sparta Praga, per l’Hapoel Beer Sheva...

Giocatori con lacrime strappa storie che un giorno, seduti davanti al caminetto, (Sì, pure a Beer Sheva hanno il caminetto, problemi?)
racconteranno le loro imprese ai nipotini:

“Ero io, uno contro uno contro Nagatomo…”

“Allora Kondogbia mi regala il pallone e lo aggiro..”

"Faccio un mezzo liscio e GOOOOOOL! Tripletta a San Siro!"

Siamo una squadra che entrerà nella storia. Magari non in quella dell’Inter, ma che differenza fa?

Cercavo una foto di Rog con la maglia da gara, ma non la trovavo. Da oggi grazie all'Inter ci saranno!

Cercavo una foto di Rog con la maglia da gara, ma non la trovavo.
Da oggi grazie all'Inter ci saranno!


“Non dimenticherò mai il mio esordio in Serie A. Devo dire grazie a Sarri, che mi ha tenuto fuori tre mesi, e soprattutto all’Inter. 
Vorrei dedicare questo momento alla mia famiglia e a Gabigol. Coraggio Gabriel, vedrai che quando la tua squadra sarà in vantaggio per 3-0 ti faranno entrare!” - Marko Rog dopo Napoli-Inter

Aspetta e spera Gabi

Aspetta e spera Gabi

A tratti ho avuto la sensazione che eravamo un po’ larghi. Ma alla fine sono contento di aver concesso qualcosa all’Inter, perché così Reina ha avuto modo di far capire che portiere è”  - Maurizio Sarri dopo Napoli-Inter

Questa l'ho letta veramente. Siamo arrivati al punto in cui i nostri avversari sono felici di subire tiri, così riacquistano un po’ di fiducia anche i portieri.

Da anni è una scena immancabile dopo ogni nostra sconfitta: Il giocatore ancora sudato che viene fermato dall'inviato di turno a bordo campo (Sì, per adesso gli tocca ancora sudare per batterci, in futuro chissà).

"Abbiamo battuto una grande squadra, ecc.. ecc..." Non si sa se lo pensino veramente, o se lo dicano solo per farsi belli. Ma ormai ci sentiamo dire che siamo grandi solo quando ci battono.

Ora il Napoli potrà andare ad affrontare il Benfica con il morale alle stelle.

Tutto questo per il bene del ranking italiano, ringraziateci.

Dite grazie ai nostri 11 fenomeni col nasone rosso e le scarpe giganti. Sarà stato per quelle che sbagliavano ogni tiro?

 

ALLEGRIAAAAA!

ALLEGRIAAAAA!

 

Per concludere, però, vorrei un po' di serietà, per dedicare un momento a lui:

Caro Manolo, se non sei riuscito a segnare nemmeno questa volta, sei messo proprio male. Ti aspettiamo al ritorno, coraggio.

Caro Manolo, se non sei riuscito a segnare nemmeno questa volta, sei messo proprio male. Ti aspettiamo al ritorno, coraggio.

Guida alla Clownterapia: come ti faccio rinascere il Napoli in 120 secondi

La nostra squadra avrà anche una marea di difetti. Ormai ne parlano tutti di continuo. Noi vogliamo essere positivi e sottolineare perché siamo un unicum in Serie A e nel mondo del calcio.

È scientificamente provato come le risate, la felicità e l'allegria siano un toccasana per la salute. E questo ovviamente vale anche nel calcio.

Anche Robin Williams fece un film su questa nobile arte che regala tanti sorrisi e buon umore.

Come nel caso di Zielinski: appena due minuti di gara e può già festeggiare il suo primo gol in azzurro.

Tutto grazie a noi!

Tutto grazie a noi!

Milioni di persone che possono gioire grazie a noi, ogni settimana. Non è bellissimo?

Genoa, Sassuolo, Lazio.. Quante piazze che hanno dovuto mandare giù bocconi amari, riusciranno a scacciare i loro fantasmi?

Quanti momenti memorabili per il Chievo, per il Cagliari, per lo Sparta Praga, per l’Hapoel Beer Sheva...

Giocatori con lacrime strappa storie che un giorno, seduti davanti al caminetto, (Sì, pure a Beer Sheva hanno il caminetto, problemi?)
racconteranno le loro imprese ai nipotini:

“Ero io, uno contro uno contro Nagatomo…”

“Allora Kondogbia mi regala il pallone e lo aggiro..”

"Faccio un mezzo liscio e GOOOOOOL! Tripletta a San Siro!"

Siamo una squadra che entrerà nella storia. Magari non in quella dell’Inter, ma che differenza fa?

Cercavo una foto di Rog con la maglia da gara, ma non la trovavo. Da oggi grazie all'Inter ci saranno!

Cercavo una foto di Rog con la maglia da gara, ma non la trovavo.
Da oggi grazie all'Inter ci saranno!


“Non dimenticherò mai il mio esordio in Serie A. Devo dire grazie a Sarri, che mi ha tenuto fuori tre mesi, e soprattutto all’Inter. 
Vorrei dedicare questo momento alla mia famiglia e a Gabigol. Coraggio Gabriel, vedrai che quando la tua squadra sarà in vantaggio per 3-0 ti faranno entrare!” - Marko Rog dopo Napoli-Inter

Aspetta e spera Gabi

Aspetta e spera Gabi

A tratti ho avuto la sensazione che eravamo un po’ larghi. Ma alla fine sono contento di aver concesso qualcosa all’Inter, perché così Reina ha avuto modo di far capire che portiere è”  - Maurizio Sarri dopo Napoli-Inter

Questa l'ho letta veramente. Siamo arrivati al punto in cui i nostri avversari sono felici di subire tiri, così riacquistano un po’ di fiducia anche i portieri.

Da anni è una scena immancabile dopo ogni nostra sconfitta: Il giocatore ancora sudato che viene fermato dall'inviato di turno a bordo campo (Sì, per adesso gli tocca ancora sudare per batterci, in futuro chissà).

"Abbiamo battuto una grande squadra, ecc.. ecc..." Non si sa se lo pensino veramente, o se lo dicano solo per farsi belli. Ma ormai ci sentiamo dire che siamo grandi solo quando ci battono.

Ora il Napoli potrà andare ad affrontare il Benfica con il morale alle stelle.

Tutto questo per il bene del ranking italiano, ringraziateci.

Dite grazie ai nostri 11 fenomeni col nasone rosso e le scarpe giganti. Sarà stato per quelle che sbagliavano ogni tiro?

 

ALLEGRIAAAAA!

ALLEGRIAAAAA!

 

Per concludere, però, vorrei un po' di serietà, per dedicare un momento a lui:

Caro Manolo, se non sei riuscito a segnare nemmeno questa volta, sei messo proprio male. Ti aspettiamo al ritorno, coraggio.

Caro Manolo, se non sei riuscito a segnare nemmeno questa volta, sei messo proprio male. Ti aspettiamo al ritorno, coraggio.

Ultimi articoli

24/05/2020
L'universo alternativo in cui abbiamo vinto il campionato

24/05/2020Che tristezza le domeniche senza Serie A. Ma per fortuna c'è un continuum spazio temporale diverso in cui tutto è andato secondo i piani, un universo in cui siamo CAMP19NI D'ITALIA Un universo un cui alle ore 15.00 di questa domenica è andata in scena, come da programma, Atalanta-Inter e in cui ci siamo aggiudicati, […]

24/05/2020
Inter-Atalanta tra rigori, risse, triplette e follie

7 aprile 2013. Sette anni fa a San Siro va in scena una delle partite più belle degli ultimi anni.L'Inter guidata dal suo mitico condottiero Strama si trova tanto per cambiare in Crisi e scende in campo con un avveniristico 3-5-2 con Handa in porta, the wall difensivo con Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; centrocampo con […]

24/05/2020
Crotone-Inter e la mossa volante di Kondogbia

9 aprile 2017 L'Inter è ospite in trasferta a Crotone per la prima volta nella storia e decide di rendere onore a questo avvenimento epico indossando la maglia Sprite delle grandi occasioni. Dopotutto noi siamo ancora in piena "rincorsa Champions" che in realtà è più un "cerchiamo di evitarci i preliminari di Europa League". Che […]

24/05/2020
Torino-Inter tra gol dell'ex e milze

8 aprile 2018 L'Inter di Spalletti continua la sua pazza corsa verso la qualificazione in Champions, ogni partita è un testa a testa, la tensione è incredibile, non possiamo permetterci passi falsi. Ogni giornata è il panico puro, con gli occhi alla Marotta a guardare da un lato quello che facciamo noi e da un […]

22/05/2020
Inter-Bayern 2010: il pagellone degli Eroi di Madrid

JULIO CESAR 10: Quando arrivi a giocarti una finale sai che gli interventi saranno pochi ma decisivi. Ecco i due migliori di Julione di questa sera: prima la parata su Muller, al termine di una bella combinazione dell'attacco bavarese, poi un riflesso sul più classico dei tiri a giro di Robben.Parte da un suo rinvio […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram