Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski

Ci sono giocatori di cui è impossibile non innamorarsi, giocatori che ammiri all'estero e in nazionale pensando, "cazzo quanto sarebbe bello vederlo all'Inter".
Poi succede per davvero.
E capisci che forse non era il caso.

Si potrebbe riassumere così la storia di Lukas Podolski, uno straordinario talento che ha incantato con le maglie del suo Colonia, del Bayern, dell'Arsenal e soprattutto della Nazionale tedesca.
Collezionando tanti momenti belli, troppo belli per essere raccontati in questa rubrica che si riserva il lusso di raccontare esclusivamente il peggio del peggio.

Arriva all'Inter nel gennaio 2015, nel periodo del Mancini bis. I rinforzi, per raddrizzare una stagione iniziata male da Mazzarri, sono di quelli importanti:

Podolski, Shaqiri, Brozovic e Santon.

L'emozione si respira nell'aria, e fin da subito l'atmosfera è di quelle bollenti.

No dico, DAVVERO bollenti

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 1 Ranocchiate

 

Poldi arriva in prestito per 6 mesi, con un diritto di riscatto moooooolto ipotetico. Certo è un po' bollito, ma uno che un anno fa si è proclamato campione del mondo non può essere tanto male.
Vero?

La squadra ha talmente bisogno di aiuto che Podolski viene mandato in campo appena dopo il suo arrivo, è il 6 gennaio e a Torino si gioca Juventus-Inter.

Eccolo mentre il suo taglio viene ignorato da Icardi e assiste spaesato alla storica lite Osvaldo-Maurito, con tanto di cazzottone a Mancini nello spogliatoio.

Poldi però è troppo signore per incazzarsi e lascia che siano i suoi compagni a sbrigarsela tra loro.

La partita successiva è quella contro il Genoa. Ce la ricorderemo per la pallonata di Capitan Andreolli a Mancini, che in quel periodo era proprio destinato a prendere botte.

Però la prendiamo sul ridere, perché alla fine quell'Inter era troppo divertente. Con il Kuz, Felipe e tutti gli altri. Podolski trova anche l'assist da calcio d'angolo per il gol di Vidic.

Contro la Fiorentina invece non gli va troppo bene dalla bandierina.

L'intesa tra Podolski e Shaqiri aumenta sempre di più, lo sa bene la Samp in Coppa Italia. Peccato che tutto il resto della squadra non cresca con loro, ma quelli sono dettagli.

Il momento di gloria di Poldi è sicuramente il suo gol all'Udinese,arrivato appena 30 secondi dopo il suo ingresso in campo

Alla fine l'Inter riesce a raggiungere il suo obiettivo stagionale, cioé l'ottavo posto per non fare l'Europa League, ma nonostante questo Podolski non viene riscattato e deve fare ritorno all'Arsenal.

Peccato perché a Milano nei suoi 6 mesi di Erasmus si era trovato proprio bene.

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 2 Ranocchiate

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 3 Ranocchiate

Shaqi invece viene spedito subito via, pare per cattivi comportamenti e robe così. Sciocchezze.

Va allo STOKE CITY dove ci regala emozioni formando un super attacco con MARKO ARNAUTOVIC.

AH! INTER! TI SEI PENTITA VERO?

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 4 Ranocchiate

Sì ok lo so che lo Stoke City è retrocesso da ultimo in classifica.... Che noiosi. Non sapete proprio divertirvi 🙁

E di Podolski che ne è stato? Beh lui ovviamente non ha perso il sorriso ed è andato a svernare. Prima al Galatasaray, dove è diventato un idolo come Felipe Melo e Nagatomo (COME DARGLI TORTO? BUONGUSTAI)

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 5 Ranocchiate
Nel tempo libero fa il kebabbaro a Colonia. Se passate da quelle parti....

E nel frattempo è emigrato anche in Giappone.

Sembra proprio che se la passi bene.

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 6 Ranocchiate

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski

Ci sono giocatori di cui è impossibile non innamorarsi, giocatori che ammiri all'estero e in nazionale pensando, "cazzo quanto sarebbe bello vederlo all'Inter".
Poi succede per davvero.
E capisci che forse non era il caso.

Si potrebbe riassumere così la storia di Lukas Podolski, uno straordinario talento che ha incantato con le maglie del suo Colonia, del Bayern, dell'Arsenal e soprattutto della Nazionale tedesca.
Collezionando tanti momenti belli, troppo belli per essere raccontati in questa rubrica che si riserva il lusso di raccontare esclusivamente il peggio del peggio.

Arriva all'Inter nel gennaio 2015, nel periodo del Mancini bis. I rinforzi, per raddrizzare una stagione iniziata male da Mazzarri, sono di quelli importanti:

Podolski, Shaqiri, Brozovic e Santon.

L'emozione si respira nell'aria, e fin da subito l'atmosfera è di quelle bollenti.

No dico, DAVVERO bollenti

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 7 Ranocchiate

 

Poldi arriva in prestito per 6 mesi, con un diritto di riscatto moooooolto ipotetico. Certo è un po' bollito, ma uno che un anno fa si è proclamato campione del mondo non può essere tanto male.
Vero?

La squadra ha talmente bisogno di aiuto che Podolski viene mandato in campo appena dopo il suo arrivo, è il 6 gennaio e a Torino si gioca Juventus-Inter.

Eccolo mentre il suo taglio viene ignorato da Icardi e assiste spaesato alla storica lite Osvaldo-Maurito, con tanto di cazzottone a Mancini nello spogliatoio.

Poldi però è troppo signore per incazzarsi e lascia che siano i suoi compagni a sbrigarsela tra loro.

La partita successiva è quella contro il Genoa. Ce la ricorderemo per la pallonata di Capitan Andreolli a Mancini, che in quel periodo era proprio destinato a prendere botte.

Però la prendiamo sul ridere, perché alla fine quell'Inter era troppo divertente. Con il Kuz, Felipe e tutti gli altri. Podolski trova anche l'assist da calcio d'angolo per il gol di Vidic.

Contro la Fiorentina invece non gli va troppo bene dalla bandierina.

L'intesa tra Podolski e Shaqiri aumenta sempre di più, lo sa bene la Samp in Coppa Italia. Peccato che tutto il resto della squadra non cresca con loro, ma quelli sono dettagli.

Il momento di gloria di Poldi è sicuramente il suo gol all'Udinese,arrivato appena 30 secondi dopo il suo ingresso in campo

Alla fine l'Inter riesce a raggiungere il suo obiettivo stagionale, cioé l'ottavo posto per non fare l'Europa League, ma nonostante questo Podolski non viene riscattato e deve fare ritorno all'Arsenal.

Peccato perché a Milano nei suoi 6 mesi di Erasmus si era trovato proprio bene.

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 8 Ranocchiate

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 9 Ranocchiate

Shaqi invece viene spedito subito via, pare per cattivi comportamenti e robe così. Sciocchezze.

Va allo STOKE CITY dove ci regala emozioni formando un super attacco con MARKO ARNAUTOVIC.

AH! INTER! TI SEI PENTITA VERO?

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 10 Ranocchiate

Sì ok lo so che lo Stoke City è retrocesso da ultimo in classifica.... Che noiosi. Non sapete proprio divertirvi 🙁

E di Podolski che ne è stato? Beh lui ovviamente non ha perso il sorriso ed è andato a svernare. Prima al Galatasaray, dove è diventato un idolo come Felipe Melo e Nagatomo (COME DARGLI TORTO? BUONGUSTAI)

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 11 Ranocchiate
Nel tempo libero fa il kebabbaro a Colonia. Se passate da quelle parti....

E nel frattempo è emigrato anche in Giappone.

Sembra proprio che se la passi bene.

Giocatori che non sono stati: l'Erasmus milanese di Lukas Podolski 12 Ranocchiate

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram