15/05/2017

Diventerai una star

Cari amici di Ranocchiate, quanto è bello è essere interisti?
Per noi, che ancora speriamo che la nostra squadra ci possa ancora regalare uno scatto d’orgoglio, certamente poco: ma per gli altri, quelli che giocano contro di noi, è certamente un momento di rinascita.

Mai, in vita mia, ho letto tanta soddisfazione negli occhi degli avversari nel sottolineare il nostro andamento piuttosto che fare caso al proprio: che si tratti di avere un “triplete” in ballo o un andamento decisamente paragonabile al nostro, si trova sempre spazio per ridere della nostra situazione attuale.

Noi, da bravi cabarettisti, facciamo in modo che ci sia sempre del materiale di cui discutere, giusto per fare in modo che non ci si annoi: questa settimana, ad esempio, abbiamo esonerato Pioli a tre giornate dal termine per richiamare alla guida Vecchi (che però, c’è da dire, col Crotone ha pure vinto), abbiamo forse chiuso per Pepe, assunto Sabatini nel team Jiangsu e ci stiamo preparando per un veramente gradito ritorno, quello di Lele Oriali.

Però ho la sensazione di aver dimenticato qualcosa…

Perdindirindina, dovevamo giocare in campionato contro il Sassuolo!
Che se ne siano dimenticati anche i nostri eroi?

Me lo domando perché, anche ieri, siamo riusciti nella nostra miglior caratteristica, rendere delle star calciatori che fino al giorno prima non conosceva pressocchè nessuno: ad esempio, chi di voi ricorda l’anno in cui siamo riusciti nella fantastica impresa di perdere 2-0 contro il Parma, quasi fallito, con doppietta di PAOLO DE CEGLIE?!

Ecco, ieri abbiamo innalzato una nuova stella nell’olimpo: Pietro Iemmello.
Perché sarebbe stato banale prendere gol da Politano, Berardi, Defrel, Matri, giocatori fin troppo conosciuti…

Voglio essere chiaro, penso che Iemmello sia un buon giocatore, capace di impegnarsi probabilmente più di qualunque altro giocatore attualmente nella nostra rosa, ma essere l’Inter e prendere due gol da squadre oggettivamente inferiori alla nostra, è diventata una cosa su cui non so più nemmeno come poterci ridere su.

Mi rendo conto che ultimamente questi post-partita raccontino veramente poco della partita in sé, ma l’unica cosa che mi sento di sottolineare sono le parole e l’impegno di un giocatore come Eder, sempre pronto a stare dietro le quinte, ma capace di farsi trovare sempre pronto, quando viene chiamato a scendere in campo.

Ad maiora, per quello che vale

Diventerai una star

Cari amici di Ranocchiate, quanto è bello è essere interisti?
Per noi, che ancora speriamo che la nostra squadra ci possa ancora regalare uno scatto d’orgoglio, certamente poco: ma per gli altri, quelli che giocano contro di noi, è certamente un momento di rinascita.

Mai, in vita mia, ho letto tanta soddisfazione negli occhi degli avversari nel sottolineare il nostro andamento piuttosto che fare caso al proprio: che si tratti di avere un “triplete” in ballo o un andamento decisamente paragonabile al nostro, si trova sempre spazio per ridere della nostra situazione attuale.

Noi, da bravi cabarettisti, facciamo in modo che ci sia sempre del materiale di cui discutere, giusto per fare in modo che non ci si annoi: questa settimana, ad esempio, abbiamo esonerato Pioli a tre giornate dal termine per richiamare alla guida Vecchi (che però, c’è da dire, col Crotone ha pure vinto), abbiamo forse chiuso per Pepe, assunto Sabatini nel team Jiangsu e ci stiamo preparando per un veramente gradito ritorno, quello di Lele Oriali.

Però ho la sensazione di aver dimenticato qualcosa…

Perdindirindina, dovevamo giocare in campionato contro il Sassuolo!
Che se ne siano dimenticati anche i nostri eroi?

Me lo domando perché, anche ieri, siamo riusciti nella nostra miglior caratteristica, rendere delle star calciatori che fino al giorno prima non conosceva pressocchè nessuno: ad esempio, chi di voi ricorda l’anno in cui siamo riusciti nella fantastica impresa di perdere 2-0 contro il Parma, quasi fallito, con doppietta di PAOLO DE CEGLIE?!

Ecco, ieri abbiamo innalzato una nuova stella nell’olimpo: Pietro Iemmello.
Perché sarebbe stato banale prendere gol da Politano, Berardi, Defrel, Matri, giocatori fin troppo conosciuti…

Voglio essere chiaro, penso che Iemmello sia un buon giocatore, capace di impegnarsi probabilmente più di qualunque altro giocatore attualmente nella nostra rosa, ma essere l’Inter e prendere due gol da squadre oggettivamente inferiori alla nostra, è diventata una cosa su cui non so più nemmeno come poterci ridere su.

Mi rendo conto che ultimamente questi post-partita raccontino veramente poco della partita in sé, ma l’unica cosa che mi sento di sottolineare sono le parole e l’impegno di un giocatore come Eder, sempre pronto a stare dietro le quinte, ma capace di farsi trovare sempre pronto, quando viene chiamato a scendere in campo.

Ad maiora, per quello che vale

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

05/10/2022
Inter - Barcellona, dieci cialde croccanti post - partita

🧇 - Posso scrivere questo post - partita o stiamo ancora giocando il recupero e non lo so? 🧇 - Con la benedizione di Froggy è tutto più semplice (e con Nainggolan allo stadio con un cappello da pescatore). 🧇 - Inter contro la Roma: Inter contro il Barcellona: 🧇 - Peccato però, avevo già preparato l’applauso ammirato a […]

04/10/2022
Inter - Barça nel tempo di un caffè salvavita

E quindi dobbiamo davvero giocare contro il Barcelona del Mercato Faraonico e delle speranze rilanciate.Davvero davvero.In effetti lo so da un bel po’, ad essere sinceri.Ma non sono pronto. PRIMO TEMPO: 2’ - Primo pallone toccato, perso in 2 secondi nettiAdesso siamo apposto per 25 minuti. 3’ - Vedo Xavi e vedo il ragazzo prodigio […]

04/10/2022
Inter – Barcelona, 4 chiacchiere prepartita con il mister del futuro

Vivere ad Appiano ultimamente è come starnutire a Wuhan a gennaio 2020: ti guardano tutti male.Lauti e Correa non sono più liberi di fare un asado come ai vecchi tempi, Barella passa il tempo a litigare con sè stesso, Brozo sbuffa e sbraccia anche dal divano di casa. In questo clima di serenità, la dirigenza […]

02/10/2022
Inter – Roma, il Pagellone della migliore prestazione stagionale

HANDANOVIC 10 – Quale altro voto potremmo dare al nostro portierone? Resosi conto che quei cattivoni dei tifosi nerazzurri lo prendono in giro per via delle sue parate laser, Samir ha deciso dare il via ad una nuova performance: buttarsi mandandosi la palla in porta.Siamo a livelli altissimi, al punto che pure Fabio Balaso, libero […]

02/10/2022
Inter - Roma, dieci pensieri sempre più brutti post - partita

🤬 - Buongiornissimo e buona domenica con la solita playlist dei brani consigliati oggi, Maestro Bini per Ranocchiate Edition 🤬 - Descrivere la sosta nazionali senza parolacce non è stato un problema, scrivere questi dieci pensieri anche senza parole brutte non so se ce la faccio. 🤬 - La Banter Era I era più dignitosa. 🤬 - Un’ora di […]

01/10/2022
Inter - Roma nel tempo di un caffè bruciato

KRISTJAN ASLLANI TITOLARE SIGNORI Stavo pensando ad una cosa raga, appena il tizio del corto muso ha detto di togliere i titolari a Milan o Inter le due squadre di Milano hanno cominciato ad essere falcidiate da infortuni. Siamo vicini ad Ambra Angiolini, questo qui ci manda tutti in terapia. PRIMO TEMPO 0’ - BigRom […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram