15/05/2017

Diventerai una star

Cari amici di Ranocchiate, quanto è bello è essere interisti?
Per noi, che ancora speriamo che la nostra squadra ci possa ancora regalare uno scatto d’orgoglio, certamente poco: ma per gli altri, quelli che giocano contro di noi, è certamente un momento di rinascita.

Mai, in vita mia, ho letto tanta soddisfazione negli occhi degli avversari nel sottolineare il nostro andamento piuttosto che fare caso al proprio: che si tratti di avere un “triplete” in ballo o un andamento decisamente paragonabile al nostro, si trova sempre spazio per ridere della nostra situazione attuale.

Noi, da bravi cabarettisti, facciamo in modo che ci sia sempre del materiale di cui discutere, giusto per fare in modo che non ci si annoi: questa settimana, ad esempio, abbiamo esonerato Pioli a tre giornate dal termine per richiamare alla guida Vecchi (che però, c’è da dire, col Crotone ha pure vinto), abbiamo forse chiuso per Pepe, assunto Sabatini nel team Jiangsu e ci stiamo preparando per un veramente gradito ritorno, quello di Lele Oriali.

Però ho la sensazione di aver dimenticato qualcosa…

Perdindirindina, dovevamo giocare in campionato contro il Sassuolo!
Che se ne siano dimenticati anche i nostri eroi?

Me lo domando perché, anche ieri, siamo riusciti nella nostra miglior caratteristica, rendere delle star calciatori che fino al giorno prima non conosceva pressocchè nessuno: ad esempio, chi di voi ricorda l’anno in cui siamo riusciti nella fantastica impresa di perdere 2-0 contro il Parma, quasi fallito, con doppietta di PAOLO DE CEGLIE?!

Ecco, ieri abbiamo innalzato una nuova stella nell’olimpo: Pietro Iemmello.
Perché sarebbe stato banale prendere gol da Politano, Berardi, Defrel, Matri, giocatori fin troppo conosciuti…

Voglio essere chiaro, penso che Iemmello sia un buon giocatore, capace di impegnarsi probabilmente più di qualunque altro giocatore attualmente nella nostra rosa, ma essere l’Inter e prendere due gol da squadre oggettivamente inferiori alla nostra, è diventata una cosa su cui non so più nemmeno come poterci ridere su.

Mi rendo conto che ultimamente questi post-partita raccontino veramente poco della partita in sé, ma l’unica cosa che mi sento di sottolineare sono le parole e l’impegno di un giocatore come Eder, sempre pronto a stare dietro le quinte, ma capace di farsi trovare sempre pronto, quando viene chiamato a scendere in campo.

Ad maiora, per quello che vale

Diventerai una star

Cari amici di Ranocchiate, quanto è bello è essere interisti?
Per noi, che ancora speriamo che la nostra squadra ci possa ancora regalare uno scatto d’orgoglio, certamente poco: ma per gli altri, quelli che giocano contro di noi, è certamente un momento di rinascita.

Mai, in vita mia, ho letto tanta soddisfazione negli occhi degli avversari nel sottolineare il nostro andamento piuttosto che fare caso al proprio: che si tratti di avere un “triplete” in ballo o un andamento decisamente paragonabile al nostro, si trova sempre spazio per ridere della nostra situazione attuale.

Noi, da bravi cabarettisti, facciamo in modo che ci sia sempre del materiale di cui discutere, giusto per fare in modo che non ci si annoi: questa settimana, ad esempio, abbiamo esonerato Pioli a tre giornate dal termine per richiamare alla guida Vecchi (che però, c’è da dire, col Crotone ha pure vinto), abbiamo forse chiuso per Pepe, assunto Sabatini nel team Jiangsu e ci stiamo preparando per un veramente gradito ritorno, quello di Lele Oriali.

Però ho la sensazione di aver dimenticato qualcosa…

Perdindirindina, dovevamo giocare in campionato contro il Sassuolo!
Che se ne siano dimenticati anche i nostri eroi?

Me lo domando perché, anche ieri, siamo riusciti nella nostra miglior caratteristica, rendere delle star calciatori che fino al giorno prima non conosceva pressocchè nessuno: ad esempio, chi di voi ricorda l’anno in cui siamo riusciti nella fantastica impresa di perdere 2-0 contro il Parma, quasi fallito, con doppietta di PAOLO DE CEGLIE?!

Ecco, ieri abbiamo innalzato una nuova stella nell’olimpo: Pietro Iemmello.
Perché sarebbe stato banale prendere gol da Politano, Berardi, Defrel, Matri, giocatori fin troppo conosciuti…

Voglio essere chiaro, penso che Iemmello sia un buon giocatore, capace di impegnarsi probabilmente più di qualunque altro giocatore attualmente nella nostra rosa, ma essere l’Inter e prendere due gol da squadre oggettivamente inferiori alla nostra, è diventata una cosa su cui non so più nemmeno come poterci ridere su.

Mi rendo conto che ultimamente questi post-partita raccontino veramente poco della partita in sé, ma l’unica cosa che mi sento di sottolineare sono le parole e l’impegno di un giocatore come Eder, sempre pronto a stare dietro le quinte, ma capace di farsi trovare sempre pronto, quando viene chiamato a scendere in campo.

Ad maiora, per quello che vale

Notizie flash

Ultimi articoli

01/12/2021
Inter - Spezia nel tempo di un caffè allo squaquaraus

ORE 17.30. Si sparge la voce che Sandrino Bastoncino sia rimasto vittima nella notte della sindorme di Montezuma, o gastroenterite acuta, insomma squaquaraus in termini strettamente tecnici.Genitore 1 Stefan è rimasto a casa ad assisterlo amorevolmente, mentre Genitore 2 Skri si è dovuto sobbarcare il compito di guidare la difesa. Ai suoi lati Dima e […]

01/12/2021
10 buoni motivi per non perdervi Inter - Spezia

Carissimi, buonasera.Siamo qui riuniti oggi, in questo giorno a metà della settimana, per celebrare l'ennesima notte di Champio..ah no?Per goderci un bel big match infrasettiman..ah no?Almeno un turno ad eliminazione diretta in Coppa Ital..nemmeno questo?!Ma cosa caaaaaaaaaahhhhhh, LO SPEZIA! Dai, noi siamo lanciatissimi, fortissimi, bellissimi, informissimi e loro hanno un terzo dei nostri punti, arrancano […]

28/11/2021
Venezia - Inter, il pagellone cantando sotto la pioggia

HANDA 10 - ARAMU MA CHE COMPORTAMENTO È QUESTO?!CIOÈ TUTTI I TUOI COMPAGNI DEL VENEZIA EDUCATI E TRANQUILLI E TU INVECE TI INVENTI IL TIRO ALLA HOLLY E BENJI DA LONTANISSIMO?Povero Handa. Ho fatto fatica con te su quel tuffo, davvero.Ora: so che la tentazione è tanta, ma visto che c'hai ripreso la mano, perché […]

28/11/2021
Venezia - Inter, dieci cialde croccanti post - partita

10 - La domenica mattina dopo una vittoria dell’Inter spiegata con una foto: 9 - Non posso usare questo spazio per prendere in giro chi è a meno dieci da noi, non posso usare questo spazio per prendere in giro chi è a meno dieci da noi, non posso usare questo spazio per prendere in […]

27/11/2021
Venezia - Inter nel tempo di un caffè

PRIMO TEMPO 0’- con Froggy sempre in campo si vincerebbe il campionato a febbraio. Bravo Simone che lo fa riposare per movimentare un po’ la cosa 4' - Kyine io ti capiscoAnche io vorrei la maglia di Skrigno, ma aspetta almeno la fine del primo tempo 6' - Ma a fine partita ci possono lasciare […]

27/11/2021
L'Inter in gita a Venezia

Cari Brati, io sono sempre stato solito immaginare lo spogliatoio interista come una classe di alunni del più diroccato ed ignorante istituto professionale, alla stregua di quelli presenti nella periferia di Caracas (che poi è effettivamente la scuola che ha frequentato Guarin🕊). Quindi ho pensato: perché non fargli fare, al quinto anno, una bella gita...a […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram