15/05/2017

Diventerai una star

Cari amici di Ranocchiate, quanto è bello è essere interisti?
Per noi, che ancora speriamo che la nostra squadra ci possa ancora regalare uno scatto d’orgoglio, certamente poco: ma per gli altri, quelli che giocano contro di noi, è certamente un momento di rinascita.

Mai, in vita mia, ho letto tanta soddisfazione negli occhi degli avversari nel sottolineare il nostro andamento piuttosto che fare caso al proprio: che si tratti di avere un “triplete” in ballo o un andamento decisamente paragonabile al nostro, si trova sempre spazio per ridere della nostra situazione attuale.

Noi, da bravi cabarettisti, facciamo in modo che ci sia sempre del materiale di cui discutere, giusto per fare in modo che non ci si annoi: questa settimana, ad esempio, abbiamo esonerato Pioli a tre giornate dal termine per richiamare alla guida Vecchi (che però, c’è da dire, col Crotone ha pure vinto), abbiamo forse chiuso per Pepe, assunto Sabatini nel team Jiangsu e ci stiamo preparando per un veramente gradito ritorno, quello di Lele Oriali.

Però ho la sensazione di aver dimenticato qualcosa…

Perdindirindina, dovevamo giocare in campionato contro il Sassuolo!
Che se ne siano dimenticati anche i nostri eroi?

Me lo domando perché, anche ieri, siamo riusciti nella nostra miglior caratteristica, rendere delle star calciatori che fino al giorno prima non conosceva pressocchè nessuno: ad esempio, chi di voi ricorda l’anno in cui siamo riusciti nella fantastica impresa di perdere 2-0 contro il Parma, quasi fallito, con doppietta di PAOLO DE CEGLIE?!

Ecco, ieri abbiamo innalzato una nuova stella nell’olimpo: Pietro Iemmello.
Perché sarebbe stato banale prendere gol da Politano, Berardi, Defrel, Matri, giocatori fin troppo conosciuti…

Voglio essere chiaro, penso che Iemmello sia un buon giocatore, capace di impegnarsi probabilmente più di qualunque altro giocatore attualmente nella nostra rosa, ma essere l’Inter e prendere due gol da squadre oggettivamente inferiori alla nostra, è diventata una cosa su cui non so più nemmeno come poterci ridere su.

Mi rendo conto che ultimamente questi post-partita raccontino veramente poco della partita in sé, ma l’unica cosa che mi sento di sottolineare sono le parole e l’impegno di un giocatore come Eder, sempre pronto a stare dietro le quinte, ma capace di farsi trovare sempre pronto, quando viene chiamato a scendere in campo.

Ad maiora, per quello che vale

Diventerai una star

Cari amici di Ranocchiate, quanto è bello è essere interisti?
Per noi, che ancora speriamo che la nostra squadra ci possa ancora regalare uno scatto d’orgoglio, certamente poco: ma per gli altri, quelli che giocano contro di noi, è certamente un momento di rinascita.

Mai, in vita mia, ho letto tanta soddisfazione negli occhi degli avversari nel sottolineare il nostro andamento piuttosto che fare caso al proprio: che si tratti di avere un “triplete” in ballo o un andamento decisamente paragonabile al nostro, si trova sempre spazio per ridere della nostra situazione attuale.

Noi, da bravi cabarettisti, facciamo in modo che ci sia sempre del materiale di cui discutere, giusto per fare in modo che non ci si annoi: questa settimana, ad esempio, abbiamo esonerato Pioli a tre giornate dal termine per richiamare alla guida Vecchi (che però, c’è da dire, col Crotone ha pure vinto), abbiamo forse chiuso per Pepe, assunto Sabatini nel team Jiangsu e ci stiamo preparando per un veramente gradito ritorno, quello di Lele Oriali.

Però ho la sensazione di aver dimenticato qualcosa…

Perdindirindina, dovevamo giocare in campionato contro il Sassuolo!
Che se ne siano dimenticati anche i nostri eroi?

Me lo domando perché, anche ieri, siamo riusciti nella nostra miglior caratteristica, rendere delle star calciatori che fino al giorno prima non conosceva pressocchè nessuno: ad esempio, chi di voi ricorda l’anno in cui siamo riusciti nella fantastica impresa di perdere 2-0 contro il Parma, quasi fallito, con doppietta di PAOLO DE CEGLIE?!

Ecco, ieri abbiamo innalzato una nuova stella nell’olimpo: Pietro Iemmello.
Perché sarebbe stato banale prendere gol da Politano, Berardi, Defrel, Matri, giocatori fin troppo conosciuti…

Voglio essere chiaro, penso che Iemmello sia un buon giocatore, capace di impegnarsi probabilmente più di qualunque altro giocatore attualmente nella nostra rosa, ma essere l’Inter e prendere due gol da squadre oggettivamente inferiori alla nostra, è diventata una cosa su cui non so più nemmeno come poterci ridere su.

Mi rendo conto che ultimamente questi post-partita raccontino veramente poco della partita in sé, ma l’unica cosa che mi sento di sottolineare sono le parole e l’impegno di un giocatore come Eder, sempre pronto a stare dietro le quinte, ma capace di farsi trovare sempre pronto, quando viene chiamato a scendere in campo.

Ad maiora, per quello che vale

Notizie flash

Ultimi articoli

28/02/2021
Inter - Genoa, dieci pensieri post-partita

10 - Premessa: non ho potuto vedere proprio tutta tutta la partita, ma ho letto il caffè, quindi ho l'autorizzazione a scrivere questo post. 9 - Eriksen ormai titolare fisso mi destabilizza, se poi me lo fa giocare pure per tutta la partita crollano tutte le mie certezze.Ma godo. 8 - Invia anche tu un […]

28/02/2021
Inter - Genoa nel tempo di un caffè a tinte bianconere

Ho un brutto presentimento.Giocare contro questo Genoa, dopo il passo falso della Juve. Non c’è niente di buono. In più ieri ha pure segnato Karamoh.Nuvole oscure ci attendono all’orizzonte. Mi manchi Yann. Primo tempo 1’ - NON CI CREDO LUKAKONEEEEEEE Progressione infinita sul lancio di Bastoni e punisce Perin senza pietà. 3’ - Che noia […]

28/02/2021
Inter - Genoa: 3 motivi per non perderti questa partita

Premessa: diamo a Cesare quel che è di Cesare. Il nostro allenatore – che è una pesantezza di uomo – già alle 17.15 di domenica scorsa diceva di essere concentrato solo sulla prossima partita, e alle 9 di lunedì mattina faceva già sputare fuoco a Vidal facendolo allenare con Zanetti. Ecco, ringraziamo il fatto che […]

22/02/2021
Milan - Inter, il pagellone che non ci si crede

HANDA 52: EUREKA! IL LASER FUNZIONA!Non esistono altre possibili spiegazioni al fatto che il tiro di Theo Hernandez non sia entrato: giuro, finché non è ripreso il gioco avrei giurato di essere stato vittima di un allucinazione.E invece no.E' TUTTO VERO.Poi però non gli basta e decide di fare 3 parate che valgono 3 gol […]

21/02/2021
Milan-Inter, dieci pensieri post-derby

10 - Buonasera buonasera buonasera buonasera, sono un'interista, sono a digiuno, e tra le 15 e le 17 circa sono morta e risorta un centinaio di volte, sono capolista e serenamente godo. 9 - MADOOOOOOOOO SIAMO PRIMI GRAZIE A UN DERBY CON TRE GOL RIFILATI AL MILAN IO GODISSIMO E SE NEEE VAAAAAAAA 8 - […]

21/02/2021
Il Derby nel tempo di tre schiaffi in faccia

Primo tempo 1’ - E niente sono già deluso. Ho aspettato invano lo scambio di strette di mano tra Lukaku e Ibra con possibile improvvisazione in scazzottata / la più bella royal rumble mai vista. E invece niente strette di mano e niente. Triste. 4’ - LA LULA COLPISCE ANCORAAAAAAAAAAAAAAAA Perché Romelu?Perché?Perché continui ad attentare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram