14/05/2020

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura

JULIO CESAR 6: Incolpevole sul pallonetto di Shevchenko. Poteva fare di più? difficile dirlo. Forse era rimasto traumatizzato da questa intro di Caressa nel prepartita:

SAMUEL 7: A un certo punto sembra una sfida 1 vs 1 tra lui e Bogush, il portiere ucraino. Su ogni calcio piazzato Wally arriva per primo ma non riesce mai a buttarla in rete. Questo comunque è tutto un extra, perché in difesa anche questa volta è insuperabile come sempre

LUCIO 8: Fa da baluardo difensivo nell'assalto finale, quando tutti sono su all'attacco. Per fortuna almeno Julio Cesar rimane con lui, altrimenti dovrebbe fare anche il portiere. Ma in una serata così, in questo stato di grazia, se la caverebbe anche tra i pali.

MAICON & ZANETTI 6: Ed è subito la cara vecchia pazza Inter con la difesa a 3 Maicon-Lucio-Pupi. Come detto Lucio si carica sulle spalle tutto il reparto e per Zanetti e Maicon si tratta di partecipare all'assedio con tutta la loro furia agonistica. Due così non ci stavano proprio a uscire ai gironi.

CHIVU 6: Puntuale dietro, si perde un po' in avanti perché si ferma a controllare che sugli spalti tutti abbiano la mascherina

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 1 Ranocchiate
Fate come questi ultras della Dinamo e proteggete e voi stessi e gli altri con le mascherine, con la salute non si scherza ok?
un abbraccio a distanza dal vostro Christian Chivu 26

CAMBIASSO 6: Se la cava in un primo tempo non semplice, Mou lo sostitusice nell'intervallo ma sappiamo bene che non è una bocciatura, semplicemente l'inizio di una ripresa folle

STANKOVIC 10: per me da dieci dopo questo momento storico con i tifosi della dinamo

THIAGO MOTTA 6.5: Così come Sneijder, anche Thiago sta ancora recuperando dall'infortunio, ma entra in campo nonostante gli acciacchi per aiutare in una rimonta decisiva. E quelle lacrime nell'esultanza alla fine della partita... <3

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 2 Ranocchiate

MUNTARI 7: Un'altra delle mosse di Mou che si rivela vincente: il suo tiraccio ignorante dalla distanza diventa decisivo per il gol

BALOTELLI 6: Entra al posto di Chivu e si trova subito a suo agio nel nuovo assetto super offensivo, con la nostro nuovo stile di gioco chiamato: "andate avanti e fate cose a caso, in qualche modo li metteremo in difficoltà".
Niente tattica, niente difesa, il calcio che piace a Mario. (come appunto l'intuizione del suo tacco per Muntari)

SNEIJDER 10: Prestazione da dieci, in tutti i sensi. Mou ritrova il suo trequartista tanto desiderato e per la prima volta in questa Champions League può schierare davvero la squadra che ha in mente. Wesley rientra ancora incerottato ma nessuno potrebbe davvero accorgersene, gioca con la grinta e il ritmo di sempre. È una vera spina nel fianco per la Dinamo che non lo tiene mai, decisivo in zona assist, e, finalmente, in zona gol.
La sua rete è pura grinta: si avventa su quel pallone con la voglia di un vero campione, lanciandosi con coraggio e riuscendo ad arrivare dove sembrava impossibile.

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 3 Ranocchiate

ETO'O 6: Non esce particolarmente sotto i riflettori, ma il suo lavoro è fondamentale per la squadra, e Mourinho lo sa bene. Se può sperimentare e attaccare così tanto, lo deve anche allo spirito di sacrificio del camerunense.

MILITO 8: Il primo gol in Champions della sua carriera arriva in una partita speciale. 30 anni di attesa e sopratutto di gol per questo momento. Argentina, Spagna, Serie B, Serie A, Champions: a prescindere dalla categoria Diego ha sempre continuato a fare ciò che gli riusciva meglio: segnare. E anche questa volta non ha deluso le aspettative. Forse non il più bello dei suoi gol, dal punto di vista estetico, ma quel pallone che entra piano piano spiazzando il portiere è emozionante come il passo finale di una maratona

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 4 Ranocchiate

MOURINHO 8: Questa sera inizia a intravedere l'Inter cha vorrebbe lui, quella che sta immaginando e replicando un po' per volta in campo.
In un campo difficile e contro un avversario rognoso, si aggrappa, e ci aggrappiamo anche noi, ai suoi uomini più decisivi.
Il secondo tempo è pazza Inter e pazzo Mou.
Possiamo solo immaginare cosa sia successo in quello spogliatoio all'intervallo, ma di sicuro sarà stato da brividi.

Ora siamo padroni del nostro destino, la cavalcata continua.

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura

JULIO CESAR 6: Incolpevole sul pallonetto di Shevchenko. Poteva fare di più? difficile dirlo. Forse era rimasto traumatizzato da questa intro di Caressa nel prepartita:

SAMUEL 7: A un certo punto sembra una sfida 1 vs 1 tra lui e Bogush, il portiere ucraino. Su ogni calcio piazzato Wally arriva per primo ma non riesce mai a buttarla in rete. Questo comunque è tutto un extra, perché in difesa anche questa volta è insuperabile come sempre

LUCIO 8: Fa da baluardo difensivo nell'assalto finale, quando tutti sono su all'attacco. Per fortuna almeno Julio Cesar rimane con lui, altrimenti dovrebbe fare anche il portiere. Ma in una serata così, in questo stato di grazia, se la caverebbe anche tra i pali.

MAICON & ZANETTI 6: Ed è subito la cara vecchia pazza Inter con la difesa a 3 Maicon-Lucio-Pupi. Come detto Lucio si carica sulle spalle tutto il reparto e per Zanetti e Maicon si tratta di partecipare all'assedio con tutta la loro furia agonistica. Due così non ci stavano proprio a uscire ai gironi.

CHIVU 6: Puntuale dietro, si perde un po' in avanti perché si ferma a controllare che sugli spalti tutti abbiano la mascherina

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 5 Ranocchiate
Fate come questi ultras della Dinamo e proteggete e voi stessi e gli altri con le mascherine, con la salute non si scherza ok?
un abbraccio a distanza dal vostro Christian Chivu 26

CAMBIASSO 6: Se la cava in un primo tempo non semplice, Mou lo sostitusice nell'intervallo ma sappiamo bene che non è una bocciatura, semplicemente l'inizio di una ripresa folle

STANKOVIC 10: per me da dieci dopo questo momento storico con i tifosi della dinamo

THIAGO MOTTA 6.5: Così come Sneijder, anche Thiago sta ancora recuperando dall'infortunio, ma entra in campo nonostante gli acciacchi per aiutare in una rimonta decisiva. E quelle lacrime nell'esultanza alla fine della partita... <3

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 6 Ranocchiate

MUNTARI 7: Un'altra delle mosse di Mou che si rivela vincente: il suo tiraccio ignorante dalla distanza diventa decisivo per il gol

BALOTELLI 6: Entra al posto di Chivu e si trova subito a suo agio nel nuovo assetto super offensivo, con la nostro nuovo stile di gioco chiamato: "andate avanti e fate cose a caso, in qualche modo li metteremo in difficoltà".
Niente tattica, niente difesa, il calcio che piace a Mario. (come appunto l'intuizione del suo tacco per Muntari)

SNEIJDER 10: Prestazione da dieci, in tutti i sensi. Mou ritrova il suo trequartista tanto desiderato e per la prima volta in questa Champions League può schierare davvero la squadra che ha in mente. Wesley rientra ancora incerottato ma nessuno potrebbe davvero accorgersene, gioca con la grinta e il ritmo di sempre. È una vera spina nel fianco per la Dinamo che non lo tiene mai, decisivo in zona assist, e, finalmente, in zona gol.
La sua rete è pura grinta: si avventa su quel pallone con la voglia di un vero campione, lanciandosi con coraggio e riuscendo ad arrivare dove sembrava impossibile.

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 7 Ranocchiate

ETO'O 6: Non esce particolarmente sotto i riflettori, ma il suo lavoro è fondamentale per la squadra, e Mourinho lo sa bene. Se può sperimentare e attaccare così tanto, lo deve anche allo spirito di sacrificio del camerunense.

MILITO 8: Il primo gol in Champions della sua carriera arriva in una partita speciale. 30 anni di attesa e sopratutto di gol per questo momento. Argentina, Spagna, Serie B, Serie A, Champions: a prescindere dalla categoria Diego ha sempre continuato a fare ciò che gli riusciva meglio: segnare. E anche questa volta non ha deluso le aspettative. Forse non il più bello dei suoi gol, dal punto di vista estetico, ma quel pallone che entra piano piano spiazzando il portiere è emozionante come il passo finale di una maratona

Dinamo Kiev-Inter, il pagellone della follia pura 8 Ranocchiate

MOURINHO 8: Questa sera inizia a intravedere l'Inter cha vorrebbe lui, quella che sta immaginando e replicando un po' per volta in campo.
In un campo difficile e contro un avversario rognoso, si aggrappa, e ci aggrappiamo anche noi, ai suoi uomini più decisivi.
Il secondo tempo è pazza Inter e pazzo Mou.
Possiamo solo immaginare cosa sia successo in quello spogliatoio all'intervallo, ma di sicuro sarà stato da brividi.

Ora siamo padroni del nostro destino, la cavalcata continua.

Notizie flash

Ultimi articoli

10/12/2020
INTER – SHAKHTAR di Terza Categoria – IL MISTERIOSO PIANO DELLA VIGILIA

Università di Milano – vigilia della partita - ore 9.00 Darmian arriva assonnato in università. Le ultime lezioni prima di Natale, i preappelli di dicembre. Lo stress di certo non aiuta il giovane ragazzo. Ma tra tutte queste cose, in realtà, è solo una che occupa la mente di un bravo terzino di terza categoria. […]

24/01/2021
Udinese - Inter, dieci pensieri post - partita

10 - Quando ho aperto DAZN per vedere la partita mi è apparso lui, PIGL. 9- SEI ANNI DI NOI <3<3<3<3<3<3<3 8 - L'anno scorso a quest'ora il nostro unico pensiero era Eriksen all'Inter sì, anzi no, mio cuggino ha detto forse ma solo se arriva a piedi.Eravamo felici e non lo sapevamo. 7 - […]

23/01/2021
Udinese - Inter nel tempo di un'occasione sprecata

Sono proprio curioso di vedere questa partita. Curioso di vedere come ci autodistruggeremo dopo la partita incantata di settimana scorsa. 1' - Ma perché Sky mi mostra il risultato di Milan-Atalanta come se tutto dipendesse da questa partita quando il titolo di campione d'inverno vale quasi quanto quello di pisello più lungo della casa nel […]

23/01/2021
Udinese - Inter: La settimana da Dio a.G (ante Gotti)

Lunedì FELICITA' Il post sbornia più piacevole della storia.Ti svegli e ti domandi se non sia stato tutto un sogno.No, non lo è stato.Vai a scuola/università/lavoro pervaso da totale serenità interiore: i sorrisi sono più sinceri, i colori più vividi, gli sfottò gustosi come un frutto di stagione."Qualcuno ha visto Cristiano Ronaldo? Doveva essere in […]

18/01/2021
Inter-Pirlolandia, il pagellone al bacio

HANDANOVIC 10: La serata si mette già male quando un gruppo di malavitosi teppisti fa partire uno spettacolo di petardi che nemmeno a capodanno a Napoli.Handa chiama subito le guardie per denunciare questi molestatori della quiete pubblica e del suo riposino, mentre De Vrij e Bastoni cantano e ballano OIII VITAAA OI VITA MIAAAAA"Samir, guarda […]

18/01/2021
Inter - Juventus, dieci pensieri post - partita

10 - STIAMO ANCORA GODENDO? STIAMO ANCORA GODENDO. 9 - Ma chi se ne frega del ghep con la Juve non ancora colmato, ma abbiamo vinto, noi godiamo e basta, ciaone. 8 - CHRIS PERDONAMI NON HO MAI PENSATO CONTE MITT ERIKSEN PER TUTTA LA PARTITA MA TI AMO LO SAI SCUSAAAAAA 7 - Il […]

17/01/2021
Inter - Juventus nel tempo di un caffè a parti invertite

Primo tempo 1' - Si comincia. Però sono un po' distratto. Sto ancora cercando di capire che tipo di interista sono 3' - Ok, obiettivamente sono il tipo Non sono pronto. Qualcuno mi salvi. Non voglio guardare il rettangolo verde. 6' - Punizione dai 30 metri. DAJE CHRISTIANNNNN Ah no. 10' - Gol Juve. Non […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram