Dalbert's Inferno - Il ritorno del Sommo Poeta

Forse seimila miglia di lontano
ci ferve l'ora funesta, e in questo stato
consiglio ai nostri di parlare piano.

Che quello ch'è successo e raccontato,
d'un capitan deposto e subissato,
li pseudo tifadòr c'han banchettato.

Però 'l trentaseienne indiavolato,
portando Doria in nostra gran fortezza,
ci fa tornar pensiero al campionato.

Lo neo fasciato da nostra aurea potenza,
s'avvede del momento poco fausto,
ma inver Samir fa solo da presenza.

Lo caro Enrico del canto nostro ipocausto, (ANNATEVE A CERCA CHE SIGNIFICA)
fa sua fascia sinistra e spesso chiude,
finendo nella gloria morto esausto.

Lo Skrigno oggi s'apre in modo rude,
portando lo Manolo a segnare,
non che sia tolta sua infita virtude.

Mentre lo Stefanon fa Quagliarel' penare,
trovando anche giocate da signore,
coi piedi che sa bene destreggiare.

Poi tu o'mago sovrappositore,
tu che m'hai fatto spesso Lui invocare,
la butti dentro scacciando il terrore.

Che dire, infastidito da uccel cantare,
lo Gaglia poco e trova giullar da carta in manica,
finisce la serata anche lui ad esultare.

Metronomo da grandi fauci a dar la carica,
ch'ogni azione urlava ad orchestrare,
lo Croco anche oggi per te una dedica,

visto il tuo grande cuore a festeggiare,
lo nostro capitan alli trentuno,
dimostra quanto tu sia facile ad amare.

Finito effetto ebbrezza di capodan raduno,
ritrova forza e spirito guerriero,
lo Ninja, ci ritorna dubbio alcuno,

che non è come di spazio marmellata,
e quella palla a giugno li lasciata,
la forza e 'l cuor non aveva in se celata.

E tu Matteo vogliamo ritrovare,
folletto dal mancino avvelenato,
altro che Messi c'hai fatto innamorare.

Sappiamo che quell'altro t'ha eclissato,
e tu sai che il tuo amico è elitario,
ma Toro, noi fortunati che t'abbiam trovato.

E t'ho voluto bene come un Brate,
che Ivan mi veniva di percosse,
le tue continue infinite passeggiate,

e ora che siam a mordicchiar le osse,
tu t'ergi a nostro ancor trascinatore,
apetterò ancor a portarti da Minosse.

Andonio mio bellissimo dolore,
ci provi anch'oggi tanto per cambiare,
già vedi il ritorno dello spagnol calore.

Vecino che tu sia entrato o meno,
di questi tempi non si nota invero,
avrai la testa ad Adani in mezzo al fieno.

E tu luccichio dei cori sansiresi,
la tua ballata con su il didietro,
s'è fatta strada nei sogni par telecinesi.

Biondissimo trainator te n'hanno dette,
e tu con testa bassa e illuminavi,
le nostre strade pronte anche stanotte,

perché in mezzo a tutti questi ignavi,
sei l'unico pronto fermo e col sorriso,
riscaldi cor e muscoli anche ai nostri slavi.

Dalbert's Inferno - Il ritorno del Sommo Poeta

Forse seimila miglia di lontano
ci ferve l'ora funesta, e in questo stato
consiglio ai nostri di parlare piano.

Che quello ch'è successo e raccontato,
d'un capitan deposto e subissato,
li pseudo tifadòr c'han banchettato.

Però 'l trentaseienne indiavolato,
portando Doria in nostra gran fortezza,
ci fa tornar pensiero al campionato.

Lo neo fasciato da nostra aurea potenza,
s'avvede del momento poco fausto,
ma inver Samir fa solo da presenza.

Lo caro Enrico del canto nostro ipocausto, (ANNATEVE A CERCA CHE SIGNIFICA)
fa sua fascia sinistra e spesso chiude,
finendo nella gloria morto esausto.

Lo Skrigno oggi s'apre in modo rude,
portando lo Manolo a segnare,
non che sia tolta sua infita virtude.

Mentre lo Stefanon fa Quagliarel' penare,
trovando anche giocate da signore,
coi piedi che sa bene destreggiare.

Poi tu o'mago sovrappositore,
tu che m'hai fatto spesso Lui invocare,
la butti dentro scacciando il terrore.

Che dire, infastidito da uccel cantare,
lo Gaglia poco e trova giullar da carta in manica,
finisce la serata anche lui ad esultare.

Metronomo da grandi fauci a dar la carica,
ch'ogni azione urlava ad orchestrare,
lo Croco anche oggi per te una dedica,

visto il tuo grande cuore a festeggiare,
lo nostro capitan alli trentuno,
dimostra quanto tu sia facile ad amare.

Finito effetto ebbrezza di capodan raduno,
ritrova forza e spirito guerriero,
lo Ninja, ci ritorna dubbio alcuno,

che non è come di spazio marmellata,
e quella palla a giugno li lasciata,
la forza e 'l cuor non aveva in se celata.

E tu Matteo vogliamo ritrovare,
folletto dal mancino avvelenato,
altro che Messi c'hai fatto innamorare.

Sappiamo che quell'altro t'ha eclissato,
e tu sai che il tuo amico è elitario,
ma Toro, noi fortunati che t'abbiam trovato.

E t'ho voluto bene come un Brate,
che Ivan mi veniva di percosse,
le tue continue infinite passeggiate,

e ora che siam a mordicchiar le osse,
tu t'ergi a nostro ancor trascinatore,
apetterò ancor a portarti da Minosse.

Andonio mio bellissimo dolore,
ci provi anch'oggi tanto per cambiare,
già vedi il ritorno dello spagnol calore.

Vecino che tu sia entrato o meno,
di questi tempi non si nota invero,
avrai la testa ad Adani in mezzo al fieno.

E tu luccichio dei cori sansiresi,
la tua ballata con su il didietro,
s'è fatta strada nei sogni par telecinesi.

Biondissimo trainator te n'hanno dette,
e tu con testa bassa e illuminavi,
le nostre strade pronte anche stanotte,

perché in mezzo a tutti questi ignavi,
sei l'unico pronto fermo e col sorriso,
riscaldi cor e muscoli anche ai nostri slavi.

Notizie flash

Ultimi articoli

23/01/2023
Inter - Empoli, il prepartita della goduria

Quelli più scaramantici tra voi diranno che non devo crogiolarmi troppo nella goduria perché il karma è un attimo che torna indietro come un boomerang. Ora però, vorrei fare una domanda a tutti voi: andando a memoria, ricordate, in tutto il vostro percorso da interisti, una sola volta in cui il karma non ci abbia […]

24/01/2023
Inter - Empoli, dieci rossi post-partita

🤬 - Stamattina con una gran voglia di disdire anche io qualsiasi cosa, ve lo giuro. ❤️ - È comunque il 24 di gennaio, buon BrozoDay a tutti, TORNA KAPETANE MOJ MI MANCHI 🤬 - Non avessi già espatriato l’avrei fatto di corsa stamattina. N.B. L’espatrio non protegge dagli effetti collaterali di Inter - Empoli 🤬 - Comunque volevo […]

23/01/2023
Inter - Empoli nel tempo di un caffè scadente

0’ - Non credevo che avrei mai ringraziato DAZN per qualcosa. Poi chiamano Strama. E allora ditelo.. PRIMO TEMPO: 1'- L'intesa tra Lauti e Tucu è commovente, nel senso che mi sto già disperando 4’ - sono quattro minuti che cantiamo ‘Milan merda’. Spero di cuore che ci stiate sentendo da casa perché non ho […]

19/01/2023
Milan - Inter, il pagellone trionfale

ONANA 10 – Lo so che i puristi storceranno il naso per il voto, ma come si dice “la prestazione perfetta per un portiere è quella in cui non deve compiere nessun intervento”.Ah, non si dice? In effetti l’ho appena inventata adesso, ora potrete usarla nelle vostre conversazioni con i cuginastri per mostrare superiorità moral/culturale. […]

19/01/2023
Milan - Inter, dieci cialde extra croccanti con tripla farcitura post-Supercoppa

🧇 - Buongiorno Supercampioni, vi siete girati? 🧇 - Il mood da ieri sera: 🧇 - Tomori con Lautaro più in difficoltà del nostro sito crashato a fine partita. 🧇 - POV: sei la difesa del Milan 🧇 - Per fortuna che Alex Cordaz a una certa si è ricordato di riattivare Fifino Visualizza questo post su Instagram Un post […]

18/01/2023
Milan - Inter nel tempo di un caffè arabica

0’ - ma che abbiamo fatto di male nella vita per meritarci questoPerò grazie Mediaset per non averci fatto sentire il discorso motivazionale di Padre Pioli PRIMO TEMPO: 1’ - Sto già iper ventilando perché se perdiamo oggi me la prenderò tantissimo 2’ - Chala guarda la porta del Milan come io guardo una lasagna […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram