Dalbert's Inferno - Il ritorno del Sommo Poeta

Forse seimila miglia di lontano
ci ferve l'ora funesta, e in questo stato
consiglio ai nostri di parlare piano.

Che quello ch'è successo e raccontato,
d'un capitan deposto e subissato,
li pseudo tifadòr c'han banchettato.

Però 'l trentaseienne indiavolato,
portando Doria in nostra gran fortezza,
ci fa tornar pensiero al campionato.

Lo neo fasciato da nostra aurea potenza,
s'avvede del momento poco fausto,
ma inver Samir fa solo da presenza.

Lo caro Enrico del canto nostro ipocausto, (ANNATEVE A CERCA CHE SIGNIFICA)
fa sua fascia sinistra e spesso chiude,
finendo nella gloria morto esausto.

Lo Skrigno oggi s'apre in modo rude,
portando lo Manolo a segnare,
non che sia tolta sua infita virtude.

Mentre lo Stefanon fa Quagliarel' penare,
trovando anche giocate da signore,
coi piedi che sa bene destreggiare.

Poi tu o'mago sovrappositore,
tu che m'hai fatto spesso Lui invocare,
la butti dentro scacciando il terrore.

Che dire, infastidito da uccel cantare,
lo Gaglia poco e trova giullar da carta in manica,
finisce la serata anche lui ad esultare.

Metronomo da grandi fauci a dar la carica,
ch'ogni azione urlava ad orchestrare,
lo Croco anche oggi per te una dedica,

visto il tuo grande cuore a festeggiare,
lo nostro capitan alli trentuno,
dimostra quanto tu sia facile ad amare.

Finito effetto ebbrezza di capodan raduno,
ritrova forza e spirito guerriero,
lo Ninja, ci ritorna dubbio alcuno,

che non è come di spazio marmellata,
e quella palla a giugno li lasciata,
la forza e 'l cuor non aveva in se celata.

E tu Matteo vogliamo ritrovare,
folletto dal mancino avvelenato,
altro che Messi c'hai fatto innamorare.

Sappiamo che quell'altro t'ha eclissato,
e tu sai che il tuo amico è elitario,
ma Toro, noi fortunati che t'abbiam trovato.

E t'ho voluto bene come un Brate,
che Ivan mi veniva di percosse,
le tue continue infinite passeggiate,

e ora che siam a mordicchiar le osse,
tu t'ergi a nostro ancor trascinatore,
apetterò ancor a portarti da Minosse.

Andonio mio bellissimo dolore,
ci provi anch'oggi tanto per cambiare,
già vedi il ritorno dello spagnol calore.

Vecino che tu sia entrato o meno,
di questi tempi non si nota invero,
avrai la testa ad Adani in mezzo al fieno.

E tu luccichio dei cori sansiresi,
la tua ballata con su il didietro,
s'è fatta strada nei sogni par telecinesi.

Biondissimo trainator te n'hanno dette,
e tu con testa bassa e illuminavi,
le nostre strade pronte anche stanotte,

perché in mezzo a tutti questi ignavi,
sei l'unico pronto fermo e col sorriso,
riscaldi cor e muscoli anche ai nostri slavi.

Dalbert's Inferno - Il ritorno del Sommo Poeta

Forse seimila miglia di lontano
ci ferve l'ora funesta, e in questo stato
consiglio ai nostri di parlare piano.

Che quello ch'è successo e raccontato,
d'un capitan deposto e subissato,
li pseudo tifadòr c'han banchettato.

Però 'l trentaseienne indiavolato,
portando Doria in nostra gran fortezza,
ci fa tornar pensiero al campionato.

Lo neo fasciato da nostra aurea potenza,
s'avvede del momento poco fausto,
ma inver Samir fa solo da presenza.

Lo caro Enrico del canto nostro ipocausto, (ANNATEVE A CERCA CHE SIGNIFICA)
fa sua fascia sinistra e spesso chiude,
finendo nella gloria morto esausto.

Lo Skrigno oggi s'apre in modo rude,
portando lo Manolo a segnare,
non che sia tolta sua infita virtude.

Mentre lo Stefanon fa Quagliarel' penare,
trovando anche giocate da signore,
coi piedi che sa bene destreggiare.

Poi tu o'mago sovrappositore,
tu che m'hai fatto spesso Lui invocare,
la butti dentro scacciando il terrore.

Che dire, infastidito da uccel cantare,
lo Gaglia poco e trova giullar da carta in manica,
finisce la serata anche lui ad esultare.

Metronomo da grandi fauci a dar la carica,
ch'ogni azione urlava ad orchestrare,
lo Croco anche oggi per te una dedica,

visto il tuo grande cuore a festeggiare,
lo nostro capitan alli trentuno,
dimostra quanto tu sia facile ad amare.

Finito effetto ebbrezza di capodan raduno,
ritrova forza e spirito guerriero,
lo Ninja, ci ritorna dubbio alcuno,

che non è come di spazio marmellata,
e quella palla a giugno li lasciata,
la forza e 'l cuor non aveva in se celata.

E tu Matteo vogliamo ritrovare,
folletto dal mancino avvelenato,
altro che Messi c'hai fatto innamorare.

Sappiamo che quell'altro t'ha eclissato,
e tu sai che il tuo amico è elitario,
ma Toro, noi fortunati che t'abbiam trovato.

E t'ho voluto bene come un Brate,
che Ivan mi veniva di percosse,
le tue continue infinite passeggiate,

e ora che siam a mordicchiar le osse,
tu t'ergi a nostro ancor trascinatore,
apetterò ancor a portarti da Minosse.

Andonio mio bellissimo dolore,
ci provi anch'oggi tanto per cambiare,
già vedi il ritorno dello spagnol calore.

Vecino che tu sia entrato o meno,
di questi tempi non si nota invero,
avrai la testa ad Adani in mezzo al fieno.

E tu luccichio dei cori sansiresi,
la tua ballata con su il didietro,
s'è fatta strada nei sogni par telecinesi.

Biondissimo trainator te n'hanno dette,
e tu con testa bassa e illuminavi,
le nostre strade pronte anche stanotte,

perché in mezzo a tutti questi ignavi,
sei l'unico pronto fermo e col sorriso,
riscaldi cor e muscoli anche ai nostri slavi.

Notizie flash

Ultimi articoli

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

23/05/2021
Inter-Udinese nel tempo di un caffè medagliato

Primo tempo 1' - Comincia la partita con meno ansia dell'ultimo decennio interista. Il mio cervello è in ansia perché non può provare ansia. 5' - Per oggi c'è solo una missione: CAPITANO FAI GOL (Non serve dirlo ma ci riferivamo a Froggy… Però se anche Handanovic voglie togliersi lo sfizio del gol dell'ex va […]

23/05/2021
Diario di avvicinamento ad Inter - Udinese

Martedì 18 Maggio Le partite contro l’Udinese mi hanno sempre messo tanta ansia. Sarà per i colori, sarà perchè la loro squadra è un esercito di #MITT e #PIGL con rimpiazzi infiniti, sarà perché SIAMO CAMPIONI D’ITALIA QUINDI CIAO CIAO ANSIA NON TI CONOSCO!P.s.: Se PER CASO un paio di giocatori dell’Udinese tipo De Paul […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram