Dalbert's Inferno, II canto del campionato

Per correr miglior acque alza le vele
ormai Lucianon pieno d'ingegno,
che lascia dietro a se campo si crudele.

E canterò di quell'unico regno
dove l'interismo è dolce come miele
e di salire al ciel diventa degno.

Lui prova a metter l'ali e a prender volo
schierando tre in difesa lode a Skrigno,
provando ad infilar Mazzarri e il Toro.

Par non aspettasse altro Mauro bello,
che causa movimenti a collaudare,
si trovi a dar a Ivan il suo fardello.

Che bella rete inver ci pare strano,
che Politan pareva di ballare,
passar davanti e partita aver in mano.

Bel gioco spunti e attenzion ci vuol poco,
pensando ai punti persi nel pantano,
che in meno di mezz'ora noi siam già foco.

Tonino guarda un po' come si crossa,
che Matteuccio pesca in area e in gioco,
il caro Stefanon la insacca lesta.

Il primo tempo giubilo e focoso,
si chiude con sorrisi e certezze,
con Epic che passeggia sul prato petaloso.

Ma noi sappiam quant'è pericolosa e infame,
l'invidia dell'allenator cacciato,
vedi il caro Gasperin reflusso e catrame.

Mazzarri allor al balzo l'occasione,
visto il meteo non ha il modo di giustificar,
e minaccia tutti di doppia sessione.

Pur ver che noi rientriamo male,
e sfortuna volse infortunar gli esterni,
che il Toro entra e subito a penare.

Poi Iceman prende una botta di vento,
oppure un bug di Fifa brutto invero,
tanto che spettator credono a stento.

Il Gallo butta dentro a porta vuota,
tirando su il Toro per le corna,
instillando il dubbio nel nostro pilota.

E qui la nostra morta poesì resurga,
o santa (satan) #crisiinter, che poi tuo sono,
affonda i nostri canti e via di purga.

O' Dalbert che sol ora mi sovvien,
nemmeno a te possiamo dar la colpa,
che ancora il nostro Handa non trattien.

Eppure al solito mica noi crolliam,
in mezzo e dopo anche il lor pareggio
invani i tentativi ad allungar.

Che mai sia data colpa al condottier,
tu interista provi anche rimorso,
ma è colpa nè di Sexy nè di Pier.

Conclusasi anche questa senza trionfo,
son tutti pronti a chiedere lo scalpo,
sicuri che alla prossima sia tonfo.

Ma or son qui che v'avviso amici,
i bui tempi di Kuz son passati,
che arriva il Ninja e sarem felici.

E giovedì s'avvede nostro fato,
nei giron infernali coi marzian,
a dir la nostra ove ott'anni fa abbiam trionfato

Dalbert's Inferno, II canto del campionato

Per correr miglior acque alza le vele
ormai Lucianon pieno d'ingegno,
che lascia dietro a se campo si crudele.

E canterò di quell'unico regno
dove l'interismo è dolce come miele
e di salire al ciel diventa degno.

Lui prova a metter l'ali e a prender volo
schierando tre in difesa lode a Skrigno,
provando ad infilar Mazzarri e il Toro.

Par non aspettasse altro Mauro bello,
che causa movimenti a collaudare,
si trovi a dar a Ivan il suo fardello.

Che bella rete inver ci pare strano,
che Politan pareva di ballare,
passar davanti e partita aver in mano.

Bel gioco spunti e attenzion ci vuol poco,
pensando ai punti persi nel pantano,
che in meno di mezz'ora noi siam già foco.

Tonino guarda un po' come si crossa,
che Matteuccio pesca in area e in gioco,
il caro Stefanon la insacca lesta.

Il primo tempo giubilo e focoso,
si chiude con sorrisi e certezze,
con Epic che passeggia sul prato petaloso.

Ma noi sappiam quant'è pericolosa e infame,
l'invidia dell'allenator cacciato,
vedi il caro Gasperin reflusso e catrame.

Mazzarri allor al balzo l'occasione,
visto il meteo non ha il modo di giustificar,
e minaccia tutti di doppia sessione.

Pur ver che noi rientriamo male,
e sfortuna volse infortunar gli esterni,
che il Toro entra e subito a penare.

Poi Iceman prende una botta di vento,
oppure un bug di Fifa brutto invero,
tanto che spettator credono a stento.

Il Gallo butta dentro a porta vuota,
tirando su il Toro per le corna,
instillando il dubbio nel nostro pilota.

E qui la nostra morta poesì resurga,
o santa (satan) #crisiinter, che poi tuo sono,
affonda i nostri canti e via di purga.

O' Dalbert che sol ora mi sovvien,
nemmeno a te possiamo dar la colpa,
che ancora il nostro Handa non trattien.

Eppure al solito mica noi crolliam,
in mezzo e dopo anche il lor pareggio
invani i tentativi ad allungar.

Che mai sia data colpa al condottier,
tu interista provi anche rimorso,
ma è colpa nè di Sexy nè di Pier.

Conclusasi anche questa senza trionfo,
son tutti pronti a chiedere lo scalpo,
sicuri che alla prossima sia tonfo.

Ma or son qui che v'avviso amici,
i bui tempi di Kuz son passati,
che arriva il Ninja e sarem felici.

E giovedì s'avvede nostro fato,
nei giron infernali coi marzian,
a dir la nostra ove ott'anni fa abbiam trionfato

Ultimi articoli

24/05/2020
L'universo alternativo in cui abbiamo vinto il campionato

24/05/2020Che tristezza le domeniche senza Serie A. Ma per fortuna c'è un continuum spazio temporale diverso in cui tutto è andato secondo i piani, un universo in cui siamo CAMP19NI D'ITALIA Un universo un cui alle ore 15.00 di questa domenica è andata in scena, come da programma, Atalanta-Inter e in cui ci siamo aggiudicati, […]

24/05/2020
Inter-Atalanta tra rigori, risse, triplette e follie

7 aprile 2013. Sette anni fa a San Siro va in scena una delle partite più belle degli ultimi anni.L'Inter guidata dal suo mitico condottiero Strama si trova tanto per cambiare in Crisi e scende in campo con un avveniristico 3-5-2 con Handa in porta, the wall difensivo con Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; centrocampo con […]

24/05/2020
Crotone-Inter e la mossa volante di Kondogbia

9 aprile 2017 L'Inter è ospite in trasferta a Crotone per la prima volta nella storia e decide di rendere onore a questo avvenimento epico indossando la maglia Sprite delle grandi occasioni. Dopotutto noi siamo ancora in piena "rincorsa Champions" che in realtà è più un "cerchiamo di evitarci i preliminari di Europa League". Che […]

24/05/2020
Torino-Inter tra gol dell'ex e milze

8 aprile 2018 L'Inter di Spalletti continua la sua pazza corsa verso la qualificazione in Champions, ogni partita è un testa a testa, la tensione è incredibile, non possiamo permetterci passi falsi. Ogni giornata è il panico puro, con gli occhi alla Marotta a guardare da un lato quello che facciamo noi e da un […]

22/05/2020
Inter-Bayern 2010: il pagellone degli Eroi di Madrid

JULIO CESAR 10: Quando arrivi a giocarti una finale sai che gli interventi saranno pochi ma decisivi. Ecco i due migliori di Julione di questa sera: prima la parata su Muller, al termine di una bella combinazione dell'attacco bavarese, poi un riflesso sul più classico dei tiri a giro di Robben.Parte da un suo rinvio […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram