08/05/2017

Ci vorrebbe un Ranocchia

Cari amici di Ranocchiate, continua la lotta per non entrare in Europa League: anche oggi siamo riusciti a dare una grande dimostrazione di personalità, riuscendo a perdere contro il Genoa, certamente non una squadra che è riuscita a brillare per via delle sue prestazioni stagionali.

Oramai la lotta per l’ultimo posto utile alla qualificazione per l’Europa League sembra diventata una farsa: tutti la vogliono, tutti la cercano, per poi scendere in campo a fare figure poco degne dei blasoni che questi giocatori dovrebbero difendere.

Certo che a vedere scendere in campo D’Ambrosio, Medel, Andreolli e Nagatomo vien voglia di sperare che ci si stia giocando un torneo di briscola, piuttosto che una degna posizione nella massima serie calcistica italiana.

Il minuto 86 di questa partita, nel particolare, rispecchia alla perfezione la situazione attuale: rigore per l’Inter per fallo di mani in area di Burdisso (toh, chi si rivede), si presenta Candreva sul dischetto e…sbaglia, ovviamente.

Che poi è stato pure espulso Kondogbia, perché ormai è chiaro come il sole che abbiamo “mollato”, (come dichiarato dal buon Danilo in settimana) un po' tutti: società, allenatore, giocatori

Ma la cosa più grave è che, a questo punto arrivati, persino ai tifosi sia passata la voglia di sostenere una squadra che di squadra, in tutta onestà, ha ben poco.

Quasi quasi in tutto ciò mi ha fatto piacere che a siglare il gol della nostra sconfitta sia stato Goran Pettinaturaribelle Pandev, uno di quelli che all'Inter hanno sempre al meglio dimostrato la voglia di difendere la maglia, la nostra maglia, che ad oggi sembra aver perso di significato, un po' per tutti.

Proprio poco fa leggevo un articolo in cui si affermava che l’Inter, vista la situazione attuale, meriterebbe di retrocedere, magari proprio a favore di quel Crotone che, con tanto cuore, è stato capace di vincere e dimostrare cosa voglia dire onorare un obiettivo, mettendocela tutta, a prescindere da quanto difficile: certamente una provocazione, ma che al meglio inquadra la frustrazione di un intero ambiente, che non sembra però capace di reagire di fronte alle avversità.

Chi è causa del suo mal pianga sé stesso ricorda un vecchio adagio, e noi certamente quest’anno siamo stati il nostro peggior nemico

Ma oggi, come domani, rimarrà sempre questa la nostra miglior caratteristica: l’imprevedibilità.
Pazza Inter, amala.

Come? Vorreste saperne di più sulla partita?
State tranquilli, non è successo nulla di rilevante, magari sarà per la prossima volta

Ci vorrebbe un Ranocchia, per poter dimenticare

Ci vorrebbe un Ranocchia

Cari amici di Ranocchiate, continua la lotta per non entrare in Europa League: anche oggi siamo riusciti a dare una grande dimostrazione di personalità, riuscendo a perdere contro il Genoa, certamente non una squadra che è riuscita a brillare per via delle sue prestazioni stagionali.

Oramai la lotta per l’ultimo posto utile alla qualificazione per l’Europa League sembra diventata una farsa: tutti la vogliono, tutti la cercano, per poi scendere in campo a fare figure poco degne dei blasoni che questi giocatori dovrebbero difendere.

Certo che a vedere scendere in campo D’Ambrosio, Medel, Andreolli e Nagatomo vien voglia di sperare che ci si stia giocando un torneo di briscola, piuttosto che una degna posizione nella massima serie calcistica italiana.

Il minuto 86 di questa partita, nel particolare, rispecchia alla perfezione la situazione attuale: rigore per l’Inter per fallo di mani in area di Burdisso (toh, chi si rivede), si presenta Candreva sul dischetto e…sbaglia, ovviamente.

Che poi è stato pure espulso Kondogbia, perché ormai è chiaro come il sole che abbiamo “mollato”, (come dichiarato dal buon Danilo in settimana) un po' tutti: società, allenatore, giocatori

Ma la cosa più grave è che, a questo punto arrivati, persino ai tifosi sia passata la voglia di sostenere una squadra che di squadra, in tutta onestà, ha ben poco.

Quasi quasi in tutto ciò mi ha fatto piacere che a siglare il gol della nostra sconfitta sia stato Goran Pettinaturaribelle Pandev, uno di quelli che all'Inter hanno sempre al meglio dimostrato la voglia di difendere la maglia, la nostra maglia, che ad oggi sembra aver perso di significato, un po' per tutti.

Proprio poco fa leggevo un articolo in cui si affermava che l’Inter, vista la situazione attuale, meriterebbe di retrocedere, magari proprio a favore di quel Crotone che, con tanto cuore, è stato capace di vincere e dimostrare cosa voglia dire onorare un obiettivo, mettendocela tutta, a prescindere da quanto difficile: certamente una provocazione, ma che al meglio inquadra la frustrazione di un intero ambiente, che non sembra però capace di reagire di fronte alle avversità.

Chi è causa del suo mal pianga sé stesso ricorda un vecchio adagio, e noi certamente quest’anno siamo stati il nostro peggior nemico

Ma oggi, come domani, rimarrà sempre questa la nostra miglior caratteristica: l’imprevedibilità.
Pazza Inter, amala.

Come? Vorreste saperne di più sulla partita?
State tranquilli, non è successo nulla di rilevante, magari sarà per la prossima volta

Ci vorrebbe un Ranocchia, per poter dimenticare

Ultimi articoli

01/10/2020
Inter in B, il girone che non si vergogna?

Ci siamo, come in ogni stagione ritorna anche l'appuntamento con la seconda competizione europea.Pomeriggi soporiferi passati sul divano a vedere palle che girano, ex campioni ormai resi irriconoscibili dall'età, le stesse grafiche riciclate dal 2005, gli occhi alla Marotta per seguire i vari gironi/intrecci/incroci, insomma, nulla di appassionante in confronto alla nostra amata E.L. Per […]

01/10/2020
Benevento-Inter, il pagellone della trasgressione danese

HANDANOVIC 10: Per fortuna in mezzo a tutta questa esaltazione (KTM VIVA CHILE CONTETUMAREEEE) c'è ancora qualcuno che rimane serio. In fondo avete mai visto un qualsivoglia tifoso balcanico elogiare i suoi giocatori all'estero? Ecco. Ricordiamoci che il gioco del calcio resta prima di tutto una fonte estrema di scazzo. Così quando Samir vede i […]

30/09/2020
Benevento - Inter nel tempo di un aperitivo

1' - Oh. Che bell'orario della sequoia.18 di mercoledi, contro una neopromossa allenata da Pippo Inzaghi.Rischiamo di preLUUUUUUUKAKUUUUUUUUUCambio di campo, uno-due Sanchez/Hakimi con il cileno che la mette in mezzo per Romelone che realizza il più facile dei gol Fifa Style. 1 - 0 quindi.Ah.E si è sempre potuto fare o è legale da poco? […]

30/09/2020
Prepartido: Las diez cosas mas probabiles del Inter que gana contra el Buenoviento

HOLAAAA A TODOS LOS AMIGOS DE RANOCHIADES, UN SALVDO A TODA LA GENTE INTERISTA Y SPECIALMENTE A LOS INTERISTAS CHILENOS, LOS MEJORES DEL MUNDO! Hoy es el dia del partido.El Inter de Milan juega contra el Buenoviento de Pipo Insaghis.Este partido es el segundo que jugamos pero de verdad es el primero de la competencia […]

27/09/2020
Inter-Fiorentina, il pagellone del VAE VICTIS

HANDANOVIC 6: Handa ai compagni nel pre-partita: "ragazzi questo è il nostro anno, finalmente possiamo vincere il campionato, è da una vita che aspetto questo momento. Siamo cresciuti, siamo maturi, non siamo più quelli del passato. Andiamo lì fuori e dimostriamolo." E dopo tre minuti Kouamé e Bonaventura varcano insieme la linea di porta mano […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram