08/05/2017

Ci vorrebbe un Ranocchia

Cari amici di Ranocchiate, continua la lotta per non entrare in Europa League: anche oggi siamo riusciti a dare una grande dimostrazione di personalità, riuscendo a perdere contro il Genoa, certamente non una squadra che è riuscita a brillare per via delle sue prestazioni stagionali.

Oramai la lotta per l’ultimo posto utile alla qualificazione per l’Europa League sembra diventata una farsa: tutti la vogliono, tutti la cercano, per poi scendere in campo a fare figure poco degne dei blasoni che questi giocatori dovrebbero difendere.

Certo che a vedere scendere in campo D’Ambrosio, Medel, Andreolli e Nagatomo vien voglia di sperare che ci si stia giocando un torneo di briscola, piuttosto che una degna posizione nella massima serie calcistica italiana.

Il minuto 86 di questa partita, nel particolare, rispecchia alla perfezione la situazione attuale: rigore per l’Inter per fallo di mani in area di Burdisso (toh, chi si rivede), si presenta Candreva sul dischetto e…sbaglia, ovviamente.

Che poi è stato pure espulso Kondogbia, perché ormai è chiaro come il sole che abbiamo “mollato”, (come dichiarato dal buon Danilo in settimana) un po' tutti: società, allenatore, giocatori

Ma la cosa più grave è che, a questo punto arrivati, persino ai tifosi sia passata la voglia di sostenere una squadra che di squadra, in tutta onestà, ha ben poco.

Quasi quasi in tutto ciò mi ha fatto piacere che a siglare il gol della nostra sconfitta sia stato Goran Pettinaturaribelle Pandev, uno di quelli che all'Inter hanno sempre al meglio dimostrato la voglia di difendere la maglia, la nostra maglia, che ad oggi sembra aver perso di significato, un po' per tutti.

Proprio poco fa leggevo un articolo in cui si affermava che l’Inter, vista la situazione attuale, meriterebbe di retrocedere, magari proprio a favore di quel Crotone che, con tanto cuore, è stato capace di vincere e dimostrare cosa voglia dire onorare un obiettivo, mettendocela tutta, a prescindere da quanto difficile: certamente una provocazione, ma che al meglio inquadra la frustrazione di un intero ambiente, che non sembra però capace di reagire di fronte alle avversità.

Chi è causa del suo mal pianga sé stesso ricorda un vecchio adagio, e noi certamente quest’anno siamo stati il nostro peggior nemico

Ma oggi, come domani, rimarrà sempre questa la nostra miglior caratteristica: l’imprevedibilità.
Pazza Inter, amala.

Come? Vorreste saperne di più sulla partita?
State tranquilli, non è successo nulla di rilevante, magari sarà per la prossima volta

Ci vorrebbe un Ranocchia, per poter dimenticare

Ci vorrebbe un Ranocchia

Cari amici di Ranocchiate, continua la lotta per non entrare in Europa League: anche oggi siamo riusciti a dare una grande dimostrazione di personalità, riuscendo a perdere contro il Genoa, certamente non una squadra che è riuscita a brillare per via delle sue prestazioni stagionali.

Oramai la lotta per l’ultimo posto utile alla qualificazione per l’Europa League sembra diventata una farsa: tutti la vogliono, tutti la cercano, per poi scendere in campo a fare figure poco degne dei blasoni che questi giocatori dovrebbero difendere.

Certo che a vedere scendere in campo D’Ambrosio, Medel, Andreolli e Nagatomo vien voglia di sperare che ci si stia giocando un torneo di briscola, piuttosto che una degna posizione nella massima serie calcistica italiana.

Il minuto 86 di questa partita, nel particolare, rispecchia alla perfezione la situazione attuale: rigore per l’Inter per fallo di mani in area di Burdisso (toh, chi si rivede), si presenta Candreva sul dischetto e…sbaglia, ovviamente.

Che poi è stato pure espulso Kondogbia, perché ormai è chiaro come il sole che abbiamo “mollato”, (come dichiarato dal buon Danilo in settimana) un po' tutti: società, allenatore, giocatori

Ma la cosa più grave è che, a questo punto arrivati, persino ai tifosi sia passata la voglia di sostenere una squadra che di squadra, in tutta onestà, ha ben poco.

Quasi quasi in tutto ciò mi ha fatto piacere che a siglare il gol della nostra sconfitta sia stato Goran Pettinaturaribelle Pandev, uno di quelli che all'Inter hanno sempre al meglio dimostrato la voglia di difendere la maglia, la nostra maglia, che ad oggi sembra aver perso di significato, un po' per tutti.

Proprio poco fa leggevo un articolo in cui si affermava che l’Inter, vista la situazione attuale, meriterebbe di retrocedere, magari proprio a favore di quel Crotone che, con tanto cuore, è stato capace di vincere e dimostrare cosa voglia dire onorare un obiettivo, mettendocela tutta, a prescindere da quanto difficile: certamente una provocazione, ma che al meglio inquadra la frustrazione di un intero ambiente, che non sembra però capace di reagire di fronte alle avversità.

Chi è causa del suo mal pianga sé stesso ricorda un vecchio adagio, e noi certamente quest’anno siamo stati il nostro peggior nemico

Ma oggi, come domani, rimarrà sempre questa la nostra miglior caratteristica: l’imprevedibilità.
Pazza Inter, amala.

Come? Vorreste saperne di più sulla partita?
State tranquilli, non è successo nulla di rilevante, magari sarà per la prossima volta

Ci vorrebbe un Ranocchia, per poter dimenticare

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

23/05/2022
Inter - Sampdoria, dieci pensieri post - finale di stagione

10 - È FINITAAAAAAAAAA È FINITAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA BASTA INTEEEEEEEEEER BASTA CAMPIONATIII oh che bello, finalmente un po’ di meritato relax, fino alla prossima settim…come? Non si riprende la prossima settimana? Ad agosto? E io cosa faccio con la mia vita adesso scusate? 9 - Ma si, ma si, bravi anche a quelli là che vanno in […]

22/05/2022
Inter - Sampdoria nel tempo di un caffè bruciato

0’ - mi viene da vomitare 2' - La prima sbracciata della partita è di…PERRY?!No aspetta non ho capito c'è qualcosa di strano 10’ - grazie Candreva, mi devi dieci anni di vita 15’ - onde evitare di compiere insani gesti, oggi ho messo lo stendino davanti alla finestra perché per aprire la finestra dovrei […]

22/05/2022
Inter - Samp, il prepartita della partita più inutile di sempre

Nello scrivere queste righe mi trovo oggettivamente in difficoltà: è una settimana che il mio cuore non sa da che parte girarsi, che il cervello si ribella a sé stesso e il fegato fa strani rumori simili a quelli di una sega circolare.Un momento rosico, quello dopo piango, quello successivo nutro speranze...mi sento tipo Eriksen […]

16/05/2022
Cagliari – Inter, il Pagellone resiliente

HANDANOVIC 6.5 – Ad ogni partita ci chiediamo se Samir sarà Benji Price o Alan Crocker. La questione è irresolvibile, perchè abbiamo capito che Samir è un misto tra i due, e ad ogni azione può prevalere una delle due componenti.E’ sicuramente Benji quando a mano aperta devia nel primo tempo la botta da fuori […]

16/05/2022
Cagliari - Inter, dieci gufetti post - partita

🦉 - Io di vivere con questa ansia fino al 22 maggio non me lo meritavo. 🦉 - La settimana degli interisti (ricordatevi che le messe contro costano di più): 🦉 - Chissà se ieri sono tornati a casa tranquilli o se hanno trovato molto traffico. 🦉 - Sampdoria e Sassuolo: 🦉 - Scamacca fai […]

15/05/2022
Cagliari - Inter nel tempo di un caffè

Primo tempo 0’ - Seguirò questa partita con una boccia di voglia di morire in succo di fianco 5’ - Sono cinque minuti che cerco “come smettere di seguire il calcio” su wikihow ma non ho trovato niente 6’ - se trovo qualcosa vi faccio sapere 7' - Uh, stasera c'è lo speciale su Sanremo […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram