07/12/2016

Caro diario, Napoli-Inter e il Natale anticipato

Caro diario,

finalmente il giorno in cui ti riempio di più ha di nuovo fatto capolino… Lei ha appena giocato.

Napoli-Inter 3-0.

Tutto era iniziato quasi ingenuamente. La partita comincia e io stacco da una chiamata accademica durata qualche minuto di troppo. Guardo il risultato: 2 a 0. Natale è arrivato 23 giorni prima per il Napoli e l’Inter, vestita di rosso e con tanto di barba, aveva appena confezionato due bei regali.

Abbiamo avuto pure le occasioni per riaprirla (almeno 5 in tutto il corso della partita) ma la fortuna non è spesso amica di una Inter che non merita di averla, rispetto ad altre squadre di Milano. L'Amore non si tradisce ma spesso ci si domanda perché continuare a soffrire sapendo già a settembre di essere dinanzi l'ennesima annata anonima senza gioie. Forse perché con quella maglia ci sono nato, la sento cucita addosso più di molti che con quella ci giocano, prendono soldoni e si lamentano pure. Vorrei almeno scagliarmi contro qualcuno: Banega? Ma 6 mesi possono fare diventare una nullità il migliore in campo di 2 finali consecutive del Siviglia? Kondogbia? Per quel poverino sarebbe bello erigere una statua, tralasciando molte prestazioni non all'altezza, lo vedo sempre solo a centrocampo mentre tutti sono spinti in attacco. La difesa? Ecco forse sui terzini potrei inveire...ma Ansaldi al Genoa sembrava un predestinato fino a qualche tempo fa. Me la prendo allora con Mancini che sarebbe meglio vedere solo dietro una scrivania, troppi giocatori bruciati, troppe lamentale, troppo poco amore nel decidere di lasciare così tardi; me la prendo con una società che, forse per una visione romantica dello jesino, lo ha lasciato fino alla fine al suo posto (forse anche facendo danni nella preparazione atletica).

Non me la prendo con De Boer in balia di tanti musi lunghi pur facendomi vedere gioco che non vedevo da parecchio tempo; non me la prenderò con Pioli che ha un contratto striminzito da traghettatore; non me la prenderò mai con i tifosi perché in tutto questo chi ci “perde” soldi e corde vocali per questa passione siamo noi tifosi, da stadio, da abbonamento in curva, da abbonamento alle Pay TV.

Buonanotte caro diario, speriamo in giorni migliori.

A cura di Luigi Cardella

Caro diario, Napoli-Inter e il Natale anticipato

Caro diario,

finalmente il giorno in cui ti riempio di più ha di nuovo fatto capolino… Lei ha appena giocato.

Napoli-Inter 3-0.

Tutto era iniziato quasi ingenuamente. La partita comincia e io stacco da una chiamata accademica durata qualche minuto di troppo. Guardo il risultato: 2 a 0. Natale è arrivato 23 giorni prima per il Napoli e l’Inter, vestita di rosso e con tanto di barba, aveva appena confezionato due bei regali.

Abbiamo avuto pure le occasioni per riaprirla (almeno 5 in tutto il corso della partita) ma la fortuna non è spesso amica di una Inter che non merita di averla, rispetto ad altre squadre di Milano. L'Amore non si tradisce ma spesso ci si domanda perché continuare a soffrire sapendo già a settembre di essere dinanzi l'ennesima annata anonima senza gioie. Forse perché con quella maglia ci sono nato, la sento cucita addosso più di molti che con quella ci giocano, prendono soldoni e si lamentano pure. Vorrei almeno scagliarmi contro qualcuno: Banega? Ma 6 mesi possono fare diventare una nullità il migliore in campo di 2 finali consecutive del Siviglia? Kondogbia? Per quel poverino sarebbe bello erigere una statua, tralasciando molte prestazioni non all'altezza, lo vedo sempre solo a centrocampo mentre tutti sono spinti in attacco. La difesa? Ecco forse sui terzini potrei inveire...ma Ansaldi al Genoa sembrava un predestinato fino a qualche tempo fa. Me la prendo allora con Mancini che sarebbe meglio vedere solo dietro una scrivania, troppi giocatori bruciati, troppe lamentale, troppo poco amore nel decidere di lasciare così tardi; me la prendo con una società che, forse per una visione romantica dello jesino, lo ha lasciato fino alla fine al suo posto (forse anche facendo danni nella preparazione atletica).

Non me la prendo con De Boer in balia di tanti musi lunghi pur facendomi vedere gioco che non vedevo da parecchio tempo; non me la prenderò con Pioli che ha un contratto striminzito da traghettatore; non me la prenderò mai con i tifosi perché in tutto questo chi ci “perde” soldi e corde vocali per questa passione siamo noi tifosi, da stadio, da abbonamento in curva, da abbonamento alle Pay TV.

Buonanotte caro diario, speriamo in giorni migliori.

A cura di Luigi Cardella

Notizie flash

Ultimi articoli

07/05/2022
Inter - Empoli, il pagellone della follia

HANDA/SKRI/DE VRIJ/DIMA 7x4+5-2:3 -H: "Ciao a tutti ragazzi"in coro "Ehi Samir"H: "Avete presente quella volta che ho parato 3 tiri in un minuto contro il Milan e mi avete detto che mi dovevate un favore?"SK: "Si, certo"DE: "E che c'entra adesso?"DI: "Io manco c'ero…"H: "Dima tu sei l'ultimo arrivato quindi il tuo pensiero non conta. […]

16/05/2022
Cagliari - Inter, dieci gufetti post - partita

🦉 - Io di vivere con questa ansia fino al 22 maggio non me lo meritavo. 🦉 - La settimana degli interisti (ricordatevi che le messe contro costano di più): 🦉 - Chissà se ieri sono tornati a casa tranquilli o se hanno trovato molto traffico. 🦉 - Sampdoria e Sassuolo: 🦉 - Scamacca fai […]

15/05/2022
Cagliari - Inter nel tempo di un caffè

Primo tempo 0’ - Seguirò questa partita con una boccia di voglia di morire in succo di fianco 5’ - Sono cinque minuti che cerco “come smettere di seguire il calcio” su wikihow ma non ho trovato niente 6’ - se trovo qualcosa vi faccio sapere 7' - Uh, stasera c'è lo speciale su Sanremo […]

15/05/2022
Cagliari-Inter, il prepartita dell'ultima spiaggia

Le sentite le vibes estive? Eddai che le sentite!Il primo anticiclone africano, il sole che tramonta tardi, gli aperitivi all'aperto, le camicie sbottonate, l'odore d'ascella che bypassa anche la FFP2, la voglia di spiaggia...EDDAI CHE LA SENTITE!Per altro, quale posto migliore della Sardegna per parlare di spiagge?Ah già, uno ci sarebbe. Anche abbastanza famoso: Comunque, […]

14/05/2022
Cronistoria di una finale di Coppa Italia vista dal lato sbagliato dell'Olimpico

di Guglielmo Poggi Ho trentun anni, ho sovente guidato in stato di ebrezza e sono cresciuto in unquartiere di Roma dove per divertimento si praticava la cinghiamattanza (cerca su google);eppure, la grande preoccupazione di mia madre è che io vada a vedere una partita allo stadio.Quello che non sa, è che più degli ultras avversari, […]

12/05/2022
Juventus - Inter, il pagellone del godimento mistico

HANDA ? - Pronti, via e succede un miracolo: È VIVOOOOOSiamo finalmente riusciti a scoprire il vero motivo del suo calo in questa stagione: non gli andava di parare, s'era scocciato.D'altronde, siamo bravi tutti adesso a criticarlo mentre prova a governare il suo nuovo superpotere: ma ve li ricordate i bei tempi andati di Rolando, […]

12/05/2022
Juventus - Inter, dieci pensieri post - Coppa Italia

🏆- Buongiorno a voi vincitori della Coppa Italia, come state? Io ore di sonno in corpo quattro ma per vedere la diretta di Hakan Calhanoglu su Instagram questo e altro. 🏆- Complimenti però anche a Leonardo Bonucci che è riuscito finalmente a bonucciare in campo contro l’Inter dopo 277 minuti. 🏆- Aggiornamento domanda posta negli […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram