Cari amici di Ranocchiate, che settimana.

Non so voi, ma sono io di quelli che si annoia parecchio quando capitano quei periodi un po' statici.

Tutto gira bene o tutto gira male, odio quella stasi tipica delle fasi di passaggio: mi ricorda un po' le puntate riempitive delle serie tv, come la puntata di Walter White contro una mosca in Breaking Bad.

40 minuti persi che rivoglio indietro.

Ecco, l'Inter in questo senso può essere considerata un eterna attesa o una eterna rivoluzione, dipende se siete tipi da bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno: una cosa però è certa, non ci si annoia mai.

Soprattutto se ci mette lo zampino il Sommo.

I difensori centrali, quelli normali, vanno in rete di testa o di rapina da dentro l'area.

Andrea però questo non lo sa, e ha deciso di segnare con un gran tiro al volo dal limite dell'area.

Così, tanto per fare infiammare Ranocchiate e tutti i suoi sostenitori.

Ho perso la voce quel giorno, come se avesse segnato un mio familiare.

Ossigeno puro, in situazioni incerte come quella attuale.

Perché se dal campo i risultati continuano ad arrivare, è evidente che la vicenda Icardi è ancora una bomba ad orologeria tutt'altro che disinnescata.

Una immagine credo inquadri al meglio Mauro in questo momento: seduto a bordo-campo a fianco alla sua Wanda, mentre guarda i suoi compagni di squadra fare gruppo e combattere per andare oltre le vicende che lo riguardano: colui che è da molti anni il simbolo della nostra squadra e delle nostre potenzialità, è adesso diventato il simbolo dei nostri problemi interni.

Dice di avere dolore al ginocchio ma, soprattutto dopo quanto emerso dal recente referto medico stilato, il dubbio resta: ma lui dice di avere dolore.

E' proprio di queste ultime ore la notizia che questo fastidio lo potrebbe portare ad operarsi, saltando così il resto della stagione.

Strascichi e screzi di una inutile guerra monetaria interna o infausta coincidenza?

La verità la sa solo lui.

La pressione è sicuramente tanta, ma la determinazione, guardando al campo, sembra altrettanta.

E quindi eccoci al momento del "Test Viola" che, considerate le varie circostanze astrali che ci hanno portato a questa partita ed il fatto che il Franchi sia storicamente uno stadio ostico per i nostri, sarà un ottimo termometro per misurare lo stato di salute dei nostri.

Lancio un appello a nome di tutta la redazione di Ranocchiate al nostro allenatore, Luciano Spalletti:

LUCIA', #MITTARANOCCHIA PUNTA TITOLARE E LE VINCIAMO TUTTE.

Altro che Piatek.

 

Cari amici di Ranocchiate, che settimana.

Non so voi, ma sono io di quelli che si annoia parecchio quando capitano quei periodi un po' statici.

Tutto gira bene o tutto gira male, odio quella stasi tipica delle fasi di passaggio: mi ricorda un po' le puntate riempitive delle serie tv, come la puntata di Walter White contro una mosca in Breaking Bad.

40 minuti persi che rivoglio indietro.

Ecco, l'Inter in questo senso può essere considerata un eterna attesa o una eterna rivoluzione, dipende se siete tipi da bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno: una cosa però è certa, non ci si annoia mai.

Soprattutto se ci mette lo zampino il Sommo.

I difensori centrali, quelli normali, vanno in rete di testa o di rapina da dentro l'area.

Andrea però questo non lo sa, e ha deciso di segnare con un gran tiro al volo dal limite dell'area.

Così, tanto per fare infiammare Ranocchiate e tutti i suoi sostenitori.

Ho perso la voce quel giorno, come se avesse segnato un mio familiare.

Ossigeno puro, in situazioni incerte come quella attuale.

Perché se dal campo i risultati continuano ad arrivare, è evidente che la vicenda Icardi è ancora una bomba ad orologeria tutt'altro che disinnescata.

Una immagine credo inquadri al meglio Mauro in questo momento: seduto a bordo-campo a fianco alla sua Wanda, mentre guarda i suoi compagni di squadra fare gruppo e combattere per andare oltre le vicende che lo riguardano: colui che è da molti anni il simbolo della nostra squadra e delle nostre potenzialità, è adesso diventato il simbolo dei nostri problemi interni.

Dice di avere dolore al ginocchio ma, soprattutto dopo quanto emerso dal recente referto medico stilato, il dubbio resta: ma lui dice di avere dolore.

E' proprio di queste ultime ore la notizia che questo fastidio lo potrebbe portare ad operarsi, saltando così il resto della stagione.

Strascichi e screzi di una inutile guerra monetaria interna o infausta coincidenza?

La verità la sa solo lui.

La pressione è sicuramente tanta, ma la determinazione, guardando al campo, sembra altrettanta.

E quindi eccoci al momento del "Test Viola" che, considerate le varie circostanze astrali che ci hanno portato a questa partita ed il fatto che il Franchi sia storicamente uno stadio ostico per i nostri, sarà un ottimo termometro per misurare lo stato di salute dei nostri.

Lancio un appello a nome di tutta la redazione di Ranocchiate al nostro allenatore, Luciano Spalletti:

LUCIA', #MITTARANOCCHIA PUNTA TITOLARE E LE VINCIAMO TUTTE.

Altro che Piatek.

 

Notizie flash

Ultimi articoli

19/05/2024
Inter - Lazio nel tempo di un caffè

0’ - Non é iniziata la partita ed ho già visto una coreografia commovente e Patrick e SpongeBob allo stadioNon ci capisco nulla ma sto piangendo PRIMO TEMPO: 1' - NOI PATRICK VOI PATRIC 2’ - ma oggi dobbiamo essere felici o tristi? 3’ - Taty ma che vuoi oh?Lasciaci festeggiare per 3 minuti dico […]

19/05/2024
Inter - Lazio. Il prepartita della festa

UEEEEEEEEEEE Cazzarola Steven si parlava di festeggiamenti piuttosto importanti ma non pensavamo che avresti presa per vera la canzone delle lampadine che si canta ad ogni comunione sulla faccia della terra. LA NOSTRA FESTA NON DEVE FINIRE NON DEVE FINIRE E NON FINIRÀ AAAAAAAAAAALLELUJA ALLELUJA AAAAAAAAAAAA Vabbè ma se vogliamo continuare per noi va bene. […]

11/05/2024
Frosinone – Inter, il pagellone goleador

MR. HUNZIKER 10 –  Non si può lasciare la porta incustodita un secondo a Reggio Emilia, che i ragazzi tornano a casa con una sconfitta e, cosa ancora peggiore, il record di clean sheet a forte rischio. Allora Yann decide di prendere la situazione nel guantone e comincia a sfoderare tutto il repertorio di parate […]

10/05/2024
Frosinone - Inter nel tempo di cinque caffè

Primo tempo 1' - Mone ha le occhiaie da ansia anche oggi. Forse pensa a Laurientè 7' - un po' di Moneball per compiacere il pubblico 11’ - sembra un’amichevole estiva 11'- Con la differenza che il Frosinone si gioca la serie A 13' - Frat cambia i tacchetti per favore 16' -  cross poetico di […]

10/05/2024
Frosinone - Inter, qualche pensierino prepartita

💭 Sì andiamo in versione ridotta perché oh Lukaku può permettersi di sparire nelle partite che contano e noi non possiamo mettere qualche punto in meno al prepartita di FrosinoneCulone - Inter valevole per 'sta grandissima ceppa? Sempre con affetto eh Romè. 💭 Che poi a proposito di culoni, visto bella settimana? Manca solo che […]

05/05/2024
Sassuolo - Inter, il pagellone che ci aspettavamo

AUDERO 6 - "Aaaaah, che bello! Questa volta sarò io a portare a casa il clean sheet senza fare nulla!"Fu così che il giovane Emil si ritrovò a dover fare un mezzo pericolo su quel gran pezzo di sconosciuto di Lipani per poi venire fulminato da un tiro sotto l'incrocio di Laurientè, uno che si […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram