06/01/2022

Bologna - Inter, il pagellone a tavolino

HANDANOVIC 10: Ennesimo clean sheet per il nostro vicecapitano, che allontana la concorrenza di Onana (What's my name?) con un'altra super partita delle sue.
Capiamo la voglia di allontanare critiche e scetticismo, ma era necessario rischiare Samir con un calendario così fitto di partite?
Perché non dare spazio a Radu? O magari a Cordaz? O a Palacio? Quando ci ricapitava un'occasione così? Boh.

SKRINIAR 10: Proseguiamo la nostra formazione noiosa con scelte noiose, ma il capitano AR13 dov'è? Inzaghi, questo premio Coach of the Month lo vuoi rivincere anche a gennaio o no?
L'unica spiegazione plausibile è che giocare la partitella contro froggy sarebbe stato troppo demoralizzante e difficile per i nostri attaccanti

DE VRIJ 10: L'unico momento esaltante della sua giornata è stato quando nel bel mezzo del torello si è presentato Marko Arnautovic completamente sbronzo di arnagin, con due bottiglie vuote e un pallone sottobraccio gridando "CE LA GIOCHIAMO A PALLONE ITALIA AUSTRIA SI ARRIVA AI DIECI, 1 VS 11 NON HO PAURA FATEVI SOTTO"
È stato poi allontanato dalla sicurezza del Dall'Ara dopo che si è messo a correre vomitando per il campo facendo gli "1,2,3 OLEEEEEE" al pubblico inesistente dello stadio come in quel magico 23/5/2010
RIPIGL Marko torna a casa tua

BASTONI 10: Allora praticamente se abbiamo capito bene può giocare con la Lazio soltanto se con lui in classe ci sono fino a 1 o 2 positivi, con terza dose e con mascherina FFP2, altrimenti gli toccherà farla in DAD. Discorso diverso per Sensi che è ancora alle elementari, ma per lui stiamo ancora cercando di decifrare le regole.

DUMFRIES 10: il provvidenziale Fifino ci salva da qualcosa che non avremmo mai e poi mai voluto vedere in tanti anni di tifo nerazzurro: una partita senza soffrire.
È così decide di sacrificare sull'altare degli Dei Maya il povero Dimarco, dandogli un pestone totalmente a caso durante la partitella di riscaldamento.
"Fifino, perché lo hai fatto?!"
"NO MORE NO CRAZY INTER"

BARELLA 10: Bare in realtà è ancora in hangover da capodanno, si è presentato fino a Bologna con i suoi occhiali da sole tattici ma per il resto non ha idea di cosa sia successo in questa giornata, il suo unico commento è stato "Fa sempre piacere rivedere il signor Mattarella, è un piacere tornare qui al Quirinale"

BROZOVIC 10:
"Marcelo, sveglia! Devi andare a Bologna!!"
"Ufff borga droia ma a fare che?"
"Eh c'è la partita!"
"Ma se non si gioca?"
"Eh ma dovete andare lo stesso"
"…Borga droia."

A questo punto Brozo fa partire la sbuffata più lunga di tutta la storia delle sbuffate: Prende fiato, inspira carica un potentissimo "SBUUUUUUUFFFFFFFFFFFFFFFF (..)
Si alza in piedi sbuffando, fa colazione sbuffando, si lava i denti sbuffando, si cambia sbuffando, esce di casa sbuffando, arriva in stazione sbuffando e sale sul treno (ovviamente sbuffando) e se la fa sbuffando fino a Bologna. Arriva in campo tutto sbuffante, sbraccia un po' sbuffando in campo e se ne torna indietro sbuffando. Arriva a casa sbuffando, prende l'ascensore sbuffando, apre la porta sbuffando, saluta i bambini con una sbracciata e sua moglie gli chiede "allora amore com'è stato il rientro dalle ferie oggi?" .
"…..UUFFFFFFFF uno schifo guarda."

VIDAL 10: Bologna Inter è stata una partita anomala, non solo perché abbiamo vinto (almeno in teoria) dopo una sosta, ma anche perché è stata la prima partita della nostra storia documentata direttamente su Instagram.
Vidal infatti è sceso in campo con uno speciale collegamento in mondovisione Italia-Chile che gli ha permesso di raccontare la giornata su Instagram a tutti i suoi fan. Li ha salutati con un bel "Questo soy yo nel estadio vuoto, 😎 Un beso dal vuestro King Arturo" e varie altre atrocità da boomer. Poi ha preso la Panda e si è messo a sgommare nel cerchio di centrocampo. Perché il King è un King e noi non siamo un cazzo.

PERISIC 10: Sono due giorni che stanno cercando di spiegargli che questa partita non si giocherà ma lui è in uno stato di forma talmente trascendentale che se ne frega e non ascolta nessuno. "Ivan, dobbiamo solo fare presenza, farci vedere in campo, aspettare e abbiamo vinto, va bene?"
Ma invece niente Borga Droja Perry è carico come una molla, passa tutto il viaggio a spiegare ai compagni le tattiche di Mihajlovic e a come arginare le sovrapposizioni di De Silvestri, anche se loro dormono e nessuno lo ascolta. Arrivato allo stadio si fa 30 giri di campo di riscaldamento, chiama tutti a raccolta e grida il suo discorso prepartita "ALLORA OGGI NON DOBBIAMO SEMPLICEMENTE VINCERE DOBBIAMO ANNIENTARLI CAPITO SIAMO I PIÙ FORTI DI TUTTI VOGLIO VEDERVI CON IL SANGUE CON LA SCHIUMA ALLA BOCCA AAAA SPACCHIAMO TUTTO CAPITO FORZA RAGAZZI DAI"
Si fa tutto il campo duecento volte scaraventando palloni a raffica nella porta indifesa che sarebbe stata del povero Skorupski. Al 45' tutti prendono armi (nel caso di Brozovic ovviamente non è solo un modo di dire) e bagagli e si mettono in viaggio verso Milano. Perry invece è ancora a Bologna, sta finendo la partita da solo. Il risultato adesso dovrebbe essere più o meno di 1046 a zero.
Ha appena segnato con un missile all'incrocio dei pali e sta esultando senza maglietta urlando "ICARDIIII DOVE SEI, VIENI ALLA JUVE, VIENI, VIENI QUA CHE TI ASPETTO"

LAUTARO 10: Entra in campo con la cassa bluetooth e le racchette da ping pong come durante l'assemblea di istituto a scuola, e si mette a organizzare una grigliatina di asado con Correa

SANCHEZ 10: Si imbuca alla sopracitata festa sudamericana con grigliata libera di carne, birre in lattina a volontà nel borsone frigo ufficiale della nazionale chilena, Vidal che intanto continua a sgommare col Pandino che manco in Fast and Furious. E in tutto questo gioca pure con la pallina e il bastone da riporto insieme al pitbull Gary Medel, che da vero King chileno se ne frega della quarantena ed è venuto lo stesso a salutare i suoi amigos. Che giornata indimenticabile in quel di Bologna.

INZAGHI 10: E SE NE VAAAA LA CAPOLISTA SE NE VAAAAAA
COACH OF THE MONTH, VAI MONE, DICEMBRE E GENNAIO NON CI FANNO PIÙ PAURA, VIVA LA SOSTA, VIVA IL NATALE.
TANTO LO SAPPIAMO CHE IL KARMA CE LA FARÀ PAGARE CON VENTORDICI POSITIVI E CHE STA PARTITA LA DOVREMO RIGIOCARE PERDENDOLA 5-0 CON CINQUE GOL DEL GABBIANO BARROW.
MA PER ADESSO CI GODIAMO IL MOMENTO.
E SE NE VAAAAAAAAAAAAA

Bologna - Inter, il pagellone a tavolino

HANDANOVIC 10: Ennesimo clean sheet per il nostro vicecapitano, che allontana la concorrenza di Onana (What's my name?) con un'altra super partita delle sue.
Capiamo la voglia di allontanare critiche e scetticismo, ma era necessario rischiare Samir con un calendario così fitto di partite?
Perché non dare spazio a Radu? O magari a Cordaz? O a Palacio? Quando ci ricapitava un'occasione così? Boh.

SKRINIAR 10: Proseguiamo la nostra formazione noiosa con scelte noiose, ma il capitano AR13 dov'è? Inzaghi, questo premio Coach of the Month lo vuoi rivincere anche a gennaio o no?
L'unica spiegazione plausibile è che giocare la partitella contro froggy sarebbe stato troppo demoralizzante e difficile per i nostri attaccanti

DE VRIJ 10: L'unico momento esaltante della sua giornata è stato quando nel bel mezzo del torello si è presentato Marko Arnautovic completamente sbronzo di arnagin, con due bottiglie vuote e un pallone sottobraccio gridando "CE LA GIOCHIAMO A PALLONE ITALIA AUSTRIA SI ARRIVA AI DIECI, 1 VS 11 NON HO PAURA FATEVI SOTTO"
È stato poi allontanato dalla sicurezza del Dall'Ara dopo che si è messo a correre vomitando per il campo facendo gli "1,2,3 OLEEEEEE" al pubblico inesistente dello stadio come in quel magico 23/5/2010
RIPIGL Marko torna a casa tua

BASTONI 10: Allora praticamente se abbiamo capito bene può giocare con la Lazio soltanto se con lui in classe ci sono fino a 1 o 2 positivi, con terza dose e con mascherina FFP2, altrimenti gli toccherà farla in DAD. Discorso diverso per Sensi che è ancora alle elementari, ma per lui stiamo ancora cercando di decifrare le regole.

DUMFRIES 10: il provvidenziale Fifino ci salva da qualcosa che non avremmo mai e poi mai voluto vedere in tanti anni di tifo nerazzurro: una partita senza soffrire.
È così decide di sacrificare sull'altare degli Dei Maya il povero Dimarco, dandogli un pestone totalmente a caso durante la partitella di riscaldamento.
"Fifino, perché lo hai fatto?!"
"NO MORE NO CRAZY INTER"

BARELLA 10: Bare in realtà è ancora in hangover da capodanno, si è presentato fino a Bologna con i suoi occhiali da sole tattici ma per il resto non ha idea di cosa sia successo in questa giornata, il suo unico commento è stato "Fa sempre piacere rivedere il signor Mattarella, è un piacere tornare qui al Quirinale"

BROZOVIC 10:
"Marcelo, sveglia! Devi andare a Bologna!!"
"Ufff borga droia ma a fare che?"
"Eh c'è la partita!"
"Ma se non si gioca?"
"Eh ma dovete andare lo stesso"
"…Borga droia."

A questo punto Brozo fa partire la sbuffata più lunga di tutta la storia delle sbuffate: Prende fiato, inspira carica un potentissimo "SBUUUUUUUFFFFFFFFFFFFFFFF (..)
Si alza in piedi sbuffando, fa colazione sbuffando, si lava i denti sbuffando, si cambia sbuffando, esce di casa sbuffando, arriva in stazione sbuffando e sale sul treno (ovviamente sbuffando) e se la fa sbuffando fino a Bologna. Arriva in campo tutto sbuffante, sbraccia un po' sbuffando in campo e se ne torna indietro sbuffando. Arriva a casa sbuffando, prende l'ascensore sbuffando, apre la porta sbuffando, saluta i bambini con una sbracciata e sua moglie gli chiede "allora amore com'è stato il rientro dalle ferie oggi?" .
"…..UUFFFFFFFF uno schifo guarda."

VIDAL 10: Bologna Inter è stata una partita anomala, non solo perché abbiamo vinto (almeno in teoria) dopo una sosta, ma anche perché è stata la prima partita della nostra storia documentata direttamente su Instagram.
Vidal infatti è sceso in campo con uno speciale collegamento in mondovisione Italia-Chile che gli ha permesso di raccontare la giornata su Instagram a tutti i suoi fan. Li ha salutati con un bel "Questo soy yo nel estadio vuoto, 😎 Un beso dal vuestro King Arturo" e varie altre atrocità da boomer. Poi ha preso la Panda e si è messo a sgommare nel cerchio di centrocampo. Perché il King è un King e noi non siamo un cazzo.

PERISIC 10: Sono due giorni che stanno cercando di spiegargli che questa partita non si giocherà ma lui è in uno stato di forma talmente trascendentale che se ne frega e non ascolta nessuno. "Ivan, dobbiamo solo fare presenza, farci vedere in campo, aspettare e abbiamo vinto, va bene?"
Ma invece niente Borga Droja Perry è carico come una molla, passa tutto il viaggio a spiegare ai compagni le tattiche di Mihajlovic e a come arginare le sovrapposizioni di De Silvestri, anche se loro dormono e nessuno lo ascolta. Arrivato allo stadio si fa 30 giri di campo di riscaldamento, chiama tutti a raccolta e grida il suo discorso prepartita "ALLORA OGGI NON DOBBIAMO SEMPLICEMENTE VINCERE DOBBIAMO ANNIENTARLI CAPITO SIAMO I PIÙ FORTI DI TUTTI VOGLIO VEDERVI CON IL SANGUE CON LA SCHIUMA ALLA BOCCA AAAA SPACCHIAMO TUTTO CAPITO FORZA RAGAZZI DAI"
Si fa tutto il campo duecento volte scaraventando palloni a raffica nella porta indifesa che sarebbe stata del povero Skorupski. Al 45' tutti prendono armi (nel caso di Brozovic ovviamente non è solo un modo di dire) e bagagli e si mettono in viaggio verso Milano. Perry invece è ancora a Bologna, sta finendo la partita da solo. Il risultato adesso dovrebbe essere più o meno di 1046 a zero.
Ha appena segnato con un missile all'incrocio dei pali e sta esultando senza maglietta urlando "ICARDIIII DOVE SEI, VIENI ALLA JUVE, VIENI, VIENI QUA CHE TI ASPETTO"

LAUTARO 10: Entra in campo con la cassa bluetooth e le racchette da ping pong come durante l'assemblea di istituto a scuola, e si mette a organizzare una grigliatina di asado con Correa

SANCHEZ 10: Si imbuca alla sopracitata festa sudamericana con grigliata libera di carne, birre in lattina a volontà nel borsone frigo ufficiale della nazionale chilena, Vidal che intanto continua a sgommare col Pandino che manco in Fast and Furious. E in tutto questo gioca pure con la pallina e il bastone da riporto insieme al pitbull Gary Medel, che da vero King chileno se ne frega della quarantena ed è venuto lo stesso a salutare i suoi amigos. Che giornata indimenticabile in quel di Bologna.

INZAGHI 10: E SE NE VAAAA LA CAPOLISTA SE NE VAAAAAA
COACH OF THE MONTH, VAI MONE, DICEMBRE E GENNAIO NON CI FANNO PIÙ PAURA, VIVA LA SOSTA, VIVA IL NATALE.
TANTO LO SAPPIAMO CHE IL KARMA CE LA FARÀ PAGARE CON VENTORDICI POSITIVI E CHE STA PARTITA LA DOVREMO RIGIOCARE PERDENDOLA 5-0 CON CINQUE GOL DEL GABBIANO BARROW.
MA PER ADESSO CI GODIAMO IL MOMENTO.
E SE NE VAAAAAAAAAAAAA

Notizie flash

Ultimi articoli

13/11/2022
Atalanta- Inter nel tempo di un ultimo caffè

Primo tempo 1’ - Palomino alla prima da titolare dell’anno dopo lo stop per il presunto caso di doping. Come gli miglioreremo ulteriormente la giornata? 5' - Dopo due sconfitte di fila, Atalanta in versione Olanda di Cruijff 12' - Ma quindi Bastoni era in mood Barella che si rotola e non si fa nulla […]

13/11/2022
Atalanta - Inter, il prepartita dell'ultima di campionato

Non so se essere più basito dal fatto che quella di oggi sia l'ultima partita dell'anno oppure dal fatto che ormai sia arrivato Natale. Cioè raga qui mancano qualcosa come 40 giorni o poco più e io ho ancora le t-shirt a maniche corte nel cesto del panni da lavare. Voi siete consci del fatto […]

10/11/2022
Inter - Bologna, il Pagellone del ritorno della grande Inter

ONANA 7 – La serata comincia con Musa Barrow (uno dei tanti che sembra avere un conto aperto con noi) che sfiora il gol, poi un tiro di Arna viene respinto con le cosce da Andrè, con un intervento che ricorda il sacrificio di Dambro in un derby di qualche anno fa. La differenza è […]

10/11/2022
Inter - Bologna, dieci ranocchie post-partita

🐸 - Abbiamo fatto 6 a 1 anche all’andata l’anno scorso, non serve giocare il ritorno che tanto sappiamo già come va a finire. 🐸- Ma poi non li potevate dividere sto gol, tipo 3 al Bologna e gli altri tre a Torino contro quelli là porcoilcaz 🐸 - Cose che non pensavo di vedere […]

09/11/2022
Inter - Bologna nel tempo di un caffè

0' - Milan e Roma pareggiano, lAtalanta perde, cosa potrebbe andare male oggi?Ah già, giochiamo noi. PRIMO TEMPO: 1’ - Vi diròVi diròVi diròChe la situa, dopo aver guardato FroggyCosì brutta non é 2' - Bare è già dolorante. Non so più se crederci o no 4' - Quasi gol del Bologna dopo un contropiede. […]

09/11/2022
Inter - Bologna, il prepartita delle speranze finite

Siamo fritti. Finiti. Distrutti. Se per una partita in casa contro il Bologna ci tocca scomodare il signore in copertina, ieri in visita alla Pinetina, significa che la situazione è davvero tragica. Non supereremo la notte. A conferma di quanto sto dicendo, arrivano immagini inedite dalla visita del Vate di ieri al centro di allenamento: […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram