Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord

Oggi mi sono svegliato con l'idea di fare un pagellone su Atalanta-Inter (1-1) del 29 ottobre 2013, cioé 7 anni e qualche giorno fa.
Tanto il livello è simile, il risultato anche, e per quanto mi riguarda, l'unica cosa che mi ricordo con piacere e interesse della nostra ultima partita, è uno sguardo malvagio di Brozovic a Gasperini.

HANDANOVIC 5.5: A parte qualche problemino sulle uscite di cui ormai si parla da ben una stagione, Samir si conferma come uno dei migliori portieri della Serie A. Per fortuna in varie occasioni c'è lui a pararci il di dietro, purtroppo accusa un infortunio (alcuni parlano di un attacco di cagarella negli spogliatoi) e durante l'intervallo viene sostituito. CHE ANSIA. ADESSO SIAMO NELLE MANI DI CARRIZO, ODDIO NO VI PREGO COSA ABBIAMO FATTO DI MALE, VERRA' PURE A NOI LA CAGARELLA.

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord 1 Ranocchiate
due notizie così nel giro di un minuto. Siamo dei miracolati per aver portato un punto a casa.


CARRIZO 1000000: JUAN PABLONEEEEEE CARRIZOOOOOOOOOO è lui l'eroe a sorpresa di questa partita. Solidità, sicurezza, e anche una paratona da pochi centimetri su un tiro di Yepes ormai quasi destinato a finire in rete.
Forse quello che ti ha detto tutte quelle brutte parole dopo il 3-3 di Bellomo a Torino era un mio sosia, o un mio omonimo, o un mio sosionimo.... insomma JPC credimi, non ero io. Io ti ho sempre sostenuto e lo farò per sempre. SAN CARRIZO TI SONO DEVOTO.

SAMUEL 6: La sfida tra il Muro e il Carro Armato Denis mi riporta con la memoria alle partite che facevo da piccolo a Battle City, il gioco della Nintendo con i carrarmatini che sparavano in mezzo al labirinto di mattoni.
Quanti anni saranno passati? Boh, almeno quindici.
Comunque se la cava bene, ma purtroppo gli anni che passano si vedono a malincuore anche su Wally... in occasione del gol non è proprio impeccabil....NO WALTER ASPETTA SCHERZAVO NON MI ENTRARE A PIEDI UNITI SULLE CAVIGLIE.
*rumore di ossa spaccate*
Complimenti a Denis. Un grande attaccante. Per prendere quel pallone è arrivato proprio dove nessun altro sarebbe riuscito...

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord 2 Ranocchiate
Samuel vs Denis

ROLANDO 7: pilastro indiscusso della nostra difesa. Non sappiamo da dove sia spuntato questo fenomeno ma #RISCATT assolutamente alla fine della stagione.
Ti promettiamo che non faremo più battute con Aldo Baglio.
Forse.
Ok no, è impossibile, continueremo.
Però sembra proprio quel tipo di giocatore su cui puntare per il futuro. Tanto brutto quanto forte.

JUAN JESUS 6: Beh che dire, il povero JJ in difesa ci dà meno sicurezza di Carrizo in porta. Sicuramente anche lui ha sbagliato i tacchetti, non si è capito come sia possibile ma ogni due secondi qualcuno dei nostri scivola a terra come un incapace. (Morbo di Puppenatz, secondo alcuni)

IL DIVINO JOHNNY 6.5: Questa è la classica partita beffa in cui prendiamo gol da qualche sconosciuto a caso alla sua primissima presenza in Serie A.
Un perfetto signor nessuno spuntato a caso dal settore giovanile che salta fuori dalla panchina e vive il suo momento di gloria, segnandoci il suo primo gol prima di sprofondare nell'oblio per sempre.
Che ne so, un Roberto Gagliardini (per fortuna non è entrato, non so chi sia ma dal nome sembrava pericoloso).
Per fortuna invece puntiamo sulla tradizione e ci becchiamo il settimo gol in carriera da German Denis, così almeno sappiamo già come reagire e vabbè, pazienza, andrà meglio la prossima volta.

GUARIN 10 per il salvataggio sulla linea e 5 per tutto il resto: Corre e fa cose a caso per tutta la partita senza capirne bene il motivo.
Per fortuna, durante un particolare momento del suo girovagare insensato, si ritrova sulla linea di porta e salva un gol già fatto dell'Atalanta. Ci accontentiamo. Nel secondo tempo viene sostituito e al suo posto entra Icardi, perché forse Walterone aveva capito che non era più il caso di farsi del male da soli.

CAMBIASSO 6: Merita la sufficienza senza aver fatto granché, perché comunque è pur sempre uno degli eroi del Triplete, e poi perché per non entrare in modo assassino su quel nano indemoniato del "frasquito" Maxi Moralez ci voleva tantissimo self control.
Bravo Cuchu, è per questo che ci piaci.

RICKY MARAVILLA 1000000: Io lo so che sbaglio ad amarti così tanto e a godere come un pazzo per ogni tuo gol (o anche per ogni tua giocata con la suola, o anche per ogni tuo scatto con una velocità superiore a 0,000000000000000000001 km/h.) Probabilmente ci resterò sempre male nella vita, se continuo a fidarmi di persone assolutamente incostanti e inaffidabili come te, però che ci posso fare, Ricky, ti voglio bene e con sto gollettino mi hai fatto godicchiare alla grande.

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord 3 Ranocchiate
RA11 official fan club <3

NAGATOMO 6.5: in questo modulo di Walterone sembra veramente Gareth Bale (ve lo ricordate? quello del Tottenham. Ora pare che sia diventato fortissimo, quindi almeno possiamo dire di averlo scoperto noi).
Beh non ci sarà da stupirsi se anche Yuto San seguirà i suoi passi. Quest'anno va in doppia cifra. Segnatevelo.

Sì, sto parlando proprio del nostro giappo, non di Bale.

KOVACIC 100: WALTER LO SO CHE A TE I GIOCATORI CHE SANNO ANCHE GIOCARE A CALCIO FANNO SCHIFO PERO' TI PREGO NON MI ROVINARE ANCHE MATEO. Sì, è impaurito e spaesato per tutto il tempo, va ai 2 all'ora peggio di Alvarez, perde ogni contrasto contro quei buzzurri muratori bergamaschi di Colantuono, però allo stesso tempo QUANTO E' ADORABILE E FORTE. Letteralmente l'unico che sa inventare qualcosa in questo centrocampo. Proteggiamolo a tutti i costi.

PALACIO 5.5: Trenza adorato, lo sappiamo che sei un fenomeno, ma se qualcuno ti vedesse giocare contro questo Consigli penserebbe che sei una pippa qualunque. Tranquillo, Rodri, noi veri interisti capiamo perfettamente la situazione. Contro di lui è impossibile fare gol.

ICARDI 7: MITTTTTTTTTTTT assoluto. Entra e spacca la partita. Ci ferma solo il palo perché siamo degli sfigatoni clamorosi però intanto il segnale è stato lanciato: Walter fallo giocare sto mittino perché è fortissimo. Merita spazio. (Lo stesso discorso vale per Patrick Olsen. MITT A PATRICK OLSEN. In futuro saranno due bandiere dell'Inter, fate pure uno screen.)

TAIDER s.v.: ultimo cambio a caso nel finale. Si può usare come scusa quando sei 1-1 e puoi dire "tanto volevo difendermi"
L'importante era non prendere gol al 90' da LIVAJA

MAZZARRI 6: Guarda Walter, io lo so che alla fine con questo calcio grezzo e inguardabile magari a volte le partite le porti pure a casa... Però 'sta difesa a tre, il 3511, sto accento toscano.... MI MANCA STRAMACCIONI. #RIPIGL STRAMA, PER SEMPRE NEL MIO CUORE.

È VOSTROOOOOOO, È VOSTROOOOOOOOOOOOO

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord

Oggi mi sono svegliato con l'idea di fare un pagellone su Atalanta-Inter (1-1) del 29 ottobre 2013, cioé 7 anni e qualche giorno fa.
Tanto il livello è simile, il risultato anche, e per quanto mi riguarda, l'unica cosa che mi ricordo con piacere e interesse della nostra ultima partita, è uno sguardo malvagio di Brozovic a Gasperini.

HANDANOVIC 5.5: A parte qualche problemino sulle uscite di cui ormai si parla da ben una stagione, Samir si conferma come uno dei migliori portieri della Serie A. Per fortuna in varie occasioni c'è lui a pararci il di dietro, purtroppo accusa un infortunio (alcuni parlano di un attacco di cagarella negli spogliatoi) e durante l'intervallo viene sostituito. CHE ANSIA. ADESSO SIAMO NELLE MANI DI CARRIZO, ODDIO NO VI PREGO COSA ABBIAMO FATTO DI MALE, VERRA' PURE A NOI LA CAGARELLA.

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord 4 Ranocchiate
due notizie così nel giro di un minuto. Siamo dei miracolati per aver portato un punto a casa.


CARRIZO 1000000: JUAN PABLONEEEEEE CARRIZOOOOOOOOOO è lui l'eroe a sorpresa di questa partita. Solidità, sicurezza, e anche una paratona da pochi centimetri su un tiro di Yepes ormai quasi destinato a finire in rete.
Forse quello che ti ha detto tutte quelle brutte parole dopo il 3-3 di Bellomo a Torino era un mio sosia, o un mio omonimo, o un mio sosionimo.... insomma JPC credimi, non ero io. Io ti ho sempre sostenuto e lo farò per sempre. SAN CARRIZO TI SONO DEVOTO.

SAMUEL 6: La sfida tra il Muro e il Carro Armato Denis mi riporta con la memoria alle partite che facevo da piccolo a Battle City, il gioco della Nintendo con i carrarmatini che sparavano in mezzo al labirinto di mattoni.
Quanti anni saranno passati? Boh, almeno quindici.
Comunque se la cava bene, ma purtroppo gli anni che passano si vedono a malincuore anche su Wally... in occasione del gol non è proprio impeccabil....NO WALTER ASPETTA SCHERZAVO NON MI ENTRARE A PIEDI UNITI SULLE CAVIGLIE.
*rumore di ossa spaccate*
Complimenti a Denis. Un grande attaccante. Per prendere quel pallone è arrivato proprio dove nessun altro sarebbe riuscito...

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord 5 Ranocchiate
Samuel vs Denis

ROLANDO 7: pilastro indiscusso della nostra difesa. Non sappiamo da dove sia spuntato questo fenomeno ma #RISCATT assolutamente alla fine della stagione.
Ti promettiamo che non faremo più battute con Aldo Baglio.
Forse.
Ok no, è impossibile, continueremo.
Però sembra proprio quel tipo di giocatore su cui puntare per il futuro. Tanto brutto quanto forte.

JUAN JESUS 6: Beh che dire, il povero JJ in difesa ci dà meno sicurezza di Carrizo in porta. Sicuramente anche lui ha sbagliato i tacchetti, non si è capito come sia possibile ma ogni due secondi qualcuno dei nostri scivola a terra come un incapace. (Morbo di Puppenatz, secondo alcuni)

IL DIVINO JOHNNY 6.5: Questa è la classica partita beffa in cui prendiamo gol da qualche sconosciuto a caso alla sua primissima presenza in Serie A.
Un perfetto signor nessuno spuntato a caso dal settore giovanile che salta fuori dalla panchina e vive il suo momento di gloria, segnandoci il suo primo gol prima di sprofondare nell'oblio per sempre.
Che ne so, un Roberto Gagliardini (per fortuna non è entrato, non so chi sia ma dal nome sembrava pericoloso).
Per fortuna invece puntiamo sulla tradizione e ci becchiamo il settimo gol in carriera da German Denis, così almeno sappiamo già come reagire e vabbè, pazienza, andrà meglio la prossima volta.

GUARIN 10 per il salvataggio sulla linea e 5 per tutto il resto: Corre e fa cose a caso per tutta la partita senza capirne bene il motivo.
Per fortuna, durante un particolare momento del suo girovagare insensato, si ritrova sulla linea di porta e salva un gol già fatto dell'Atalanta. Ci accontentiamo. Nel secondo tempo viene sostituito e al suo posto entra Icardi, perché forse Walterone aveva capito che non era più il caso di farsi del male da soli.

CAMBIASSO 6: Merita la sufficienza senza aver fatto granché, perché comunque è pur sempre uno degli eroi del Triplete, e poi perché per non entrare in modo assassino su quel nano indemoniato del "frasquito" Maxi Moralez ci voleva tantissimo self control.
Bravo Cuchu, è per questo che ci piaci.

RICKY MARAVILLA 1000000: Io lo so che sbaglio ad amarti così tanto e a godere come un pazzo per ogni tuo gol (o anche per ogni tua giocata con la suola, o anche per ogni tuo scatto con una velocità superiore a 0,000000000000000000001 km/h.) Probabilmente ci resterò sempre male nella vita, se continuo a fidarmi di persone assolutamente incostanti e inaffidabili come te, però che ci posso fare, Ricky, ti voglio bene e con sto gollettino mi hai fatto godicchiare alla grande.

Atalanta-Inter, il pagellone della nostalgia amarcord 6 Ranocchiate
RA11 official fan club <3

NAGATOMO 6.5: in questo modulo di Walterone sembra veramente Gareth Bale (ve lo ricordate? quello del Tottenham. Ora pare che sia diventato fortissimo, quindi almeno possiamo dire di averlo scoperto noi).
Beh non ci sarà da stupirsi se anche Yuto San seguirà i suoi passi. Quest'anno va in doppia cifra. Segnatevelo.

Sì, sto parlando proprio del nostro giappo, non di Bale.

KOVACIC 100: WALTER LO SO CHE A TE I GIOCATORI CHE SANNO ANCHE GIOCARE A CALCIO FANNO SCHIFO PERO' TI PREGO NON MI ROVINARE ANCHE MATEO. Sì, è impaurito e spaesato per tutto il tempo, va ai 2 all'ora peggio di Alvarez, perde ogni contrasto contro quei buzzurri muratori bergamaschi di Colantuono, però allo stesso tempo QUANTO E' ADORABILE E FORTE. Letteralmente l'unico che sa inventare qualcosa in questo centrocampo. Proteggiamolo a tutti i costi.

PALACIO 5.5: Trenza adorato, lo sappiamo che sei un fenomeno, ma se qualcuno ti vedesse giocare contro questo Consigli penserebbe che sei una pippa qualunque. Tranquillo, Rodri, noi veri interisti capiamo perfettamente la situazione. Contro di lui è impossibile fare gol.

ICARDI 7: MITTTTTTTTTTTT assoluto. Entra e spacca la partita. Ci ferma solo il palo perché siamo degli sfigatoni clamorosi però intanto il segnale è stato lanciato: Walter fallo giocare sto mittino perché è fortissimo. Merita spazio. (Lo stesso discorso vale per Patrick Olsen. MITT A PATRICK OLSEN. In futuro saranno due bandiere dell'Inter, fate pure uno screen.)

TAIDER s.v.: ultimo cambio a caso nel finale. Si può usare come scusa quando sei 1-1 e puoi dire "tanto volevo difendermi"
L'importante era non prendere gol al 90' da LIVAJA

MAZZARRI 6: Guarda Walter, io lo so che alla fine con questo calcio grezzo e inguardabile magari a volte le partite le porti pure a casa... Però 'sta difesa a tre, il 3511, sto accento toscano.... MI MANCA STRAMACCIONI. #RIPIGL STRAMA, PER SEMPRE NEL MIO CUORE.

È VOSTROOOOOOO, È VOSTROOOOOOOOOOOOO

Notizie flash

Ultimi articoli

10/07/2021
Come affrontare i 10 disturbi più tipici dell'interismo

+++ Attenzione: questa satira potrebbe contenere tracce di articolo: ci scusiamo per il disagio ++++ SIGNORE! SIGNORI! MAMME, ZIE, PADRI ZII, FRATELLI CUGINI, QUASI NIPOTI! ACCORRETE TUTTI! Cari amici di Ranocchiate, prima di cominciare la nuova stagione, abbiamo pensato che fosse arrivato il momento adatto per una importante riflessione.Ogni giorno un interista soffre. Secondo uno […]

11/06/2021
Dieci pensieri su #Euro2020

10 - Sono talmente in astinenza da calcio che ho guardato pure tutte le amichevoli, anche in contemporanea. 9 - A questo proposito, far giocare Tino Lazaro e Christian Eriksen alla stessa ora è illegale, a meno che i due non giochino nella stessa squadra (tipo l’Inter). 8 - Possiamo passare direttamente al punto in […]

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram