05/07/2020

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere

Cari amici di Ranocchiate, buona domenica.
Non so voi, ma io inizio a sentirmi provato: non ho ancora metabolizzato la partita col Sassuolo che abbiamo preso Hakimi, vinto all’ultimo col Parma e con un sonoro 6-0 contro il Brescia.
Poi la Lazio ha resuscitato il Milan, la Giuve stravince il derby della Mole e si dice persino che Ridge sia ancora vivo: la caratteristica principale di questo periodo la conoscevo già in effetti, ma viverla è tutt’altra cosa.
Va tutto maledettamente di fretta.

Ne mancano solo 9, oggi tocca di nuovo a noi: riceviamo un Bologna che fra ex giocatori ed altri che non segnerebbero nemmeno al torneo del mio quartiere, potrebbe succedere davvero di tutto.

In principio fu Ronaldo "O' Fenomeno", in seguito Kondogbia sostituto al 28° da De Boer, Gabigol e Karamoh: i rossoblu sono indissolubilmente legati a momenti magici per i nostri colori (anche perché credo che in qualche perverso modo ci amino, considerato il numero di giocatori poi passati dai nostri ai loro colori e viceversa).

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere 1 Ranocchiate


Sospetto che Gianni Morandi sia riuscito ad infiltrarsi dalle parti di Viale della Liberazione e compaia ogni qual volta un giocatore dell’Inter pensa alla cessione con un « BUONGIORNISSIMO, BOLOGNA??? » ma purtroppo non ne ho le prove.

Vi confesserò una cosa però: sarà l’astinenza da calcio degli scorsi mesi, ma sono felice come un bambino; si va talmente tanto veloci che non c’é tempo né di gioire né di abbattersi, con buona pace della mia solita ansietta.
Mi viene persino da pensare che le 17.15 di Domenica su Dazn non sia una brutta combinazione alla fine (se avete di meglio da fare a quest’ora avete decisamente una vita migliore della mia).

A tra poco, Bologna: magari questa é la volta buona per Agoumé, che ne dici?
Nel dubbio, #mitt.

P.S: non vi azzardate a mettere in campo 11 Medel, che quello é un nostro schema.

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere

Cari amici di Ranocchiate, buona domenica.
Non so voi, ma io inizio a sentirmi provato: non ho ancora metabolizzato la partita col Sassuolo che abbiamo preso Hakimi, vinto all’ultimo col Parma e con un sonoro 6-0 contro il Brescia.
Poi la Lazio ha resuscitato il Milan, la Giuve stravince il derby della Mole e si dice persino che Ridge sia ancora vivo: la caratteristica principale di questo periodo la conoscevo già in effetti, ma viverla è tutt’altra cosa.
Va tutto maledettamente di fretta.

Ne mancano solo 9, oggi tocca di nuovo a noi: riceviamo un Bologna che fra ex giocatori ed altri che non segnerebbero nemmeno al torneo del mio quartiere, potrebbe succedere davvero di tutto.

In principio fu Ronaldo "O' Fenomeno", in seguito Kondogbia sostituto al 28° da De Boer, Gabigol e Karamoh: i rossoblu sono indissolubilmente legati a momenti magici per i nostri colori (anche perché credo che in qualche perverso modo ci amino, considerato il numero di giocatori poi passati dai nostri ai loro colori e viceversa).

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere 2 Ranocchiate


Sospetto che Gianni Morandi sia riuscito ad infiltrarsi dalle parti di Viale della Liberazione e compaia ogni qual volta un giocatore dell’Inter pensa alla cessione con un « BUONGIORNISSIMO, BOLOGNA??? » ma purtroppo non ne ho le prove.

Vi confesserò una cosa però: sarà l’astinenza da calcio degli scorsi mesi, ma sono felice come un bambino; si va talmente tanto veloci che non c’é tempo né di gioire né di abbattersi, con buona pace della mia solita ansietta.
Mi viene persino da pensare che le 17.15 di Domenica su Dazn non sia una brutta combinazione alla fine (se avete di meglio da fare a quest’ora avete decisamente una vita migliore della mia).

A tra poco, Bologna: magari questa é la volta buona per Agoumé, che ne dici?
Nel dubbio, #mitt.

P.S: non vi azzardate a mettere in campo 11 Medel, che quello é un nostro schema.

Notizie flash

Ultimi articoli

10/07/2021
Come affrontare i 10 disturbi più tipici dell'interismo

+++ Attenzione: questa satira potrebbe contenere tracce di articolo: ci scusiamo per il disagio ++++ SIGNORE! SIGNORI! MAMME, ZIE, PADRI ZII, FRATELLI CUGINI, QUASI NIPOTI! ACCORRETE TUTTI! Cari amici di Ranocchiate, prima di cominciare la nuova stagione, abbiamo pensato che fosse arrivato il momento adatto per una importante riflessione.Ogni giorno un interista soffre. Secondo uno […]

11/06/2021
Dieci pensieri su #Euro2020

10 - Sono talmente in astinenza da calcio che ho guardato pure tutte le amichevoli, anche in contemporanea. 9 - A questo proposito, far giocare Tino Lazaro e Christian Eriksen alla stessa ora è illegale, a meno che i due non giochino nella stessa squadra (tipo l’Inter). 8 - Possiamo passare direttamente al punto in […]

05/06/2021
5 motivi per voler bene a Simone Inzaghi

1. PERCHÉ C'ERA ANCHE LUI IL 5 MAGGIO Dopo Antonio Conte, ospitiamo sulla nostra panchina un altro dei protagonisti di quella maledetta giornata che noi interisti non dimenticheremo mai.Se anche Inzaghi dovesse riuscire a vincere come il suo predecessore, avremo esorcizzato un altro pezzettino del 5 maggio.A quel punto, ci basterà soltanto vincere un Triplete […]

27/05/2021
Il nostro libro

Nonostante tutto quello che è successo ieri.Nonostante non si possa passare un giorno, nella vita di noi interisti, sereni.Nonostante l’interismo sia eterna dannazione.Nonostante abbiano deciso di rovinarci la festa.Nonostante tutto, noi abbiamo vinto lo scudetto. Cazzo.E, nonostante tutto, avevamo in programma il lancio di un libro, il nostro, per oggi. Il frutto di settimane di […]

24/05/2021
Inter - Udinese, dieci pensieri post - partita

10 - Io quando mi rendo conto che questa è l'ultima partita dell'Inter: 9 - Ma poi mi ricordo che L'ABBIAMO ALZATA NOI 8 - Ma questo non ci permette di far passare in sordina il fatto che Goeffrey Kondogbia e Sime Vrsaljko sono diventati Campioni di Spagna. 7 - Ecco, bravi, salutatelo e rimandatecelo […]

23/05/2021
Inter - Udinese, il pagellone del finale di stagione

HANDA 19: I latini dicevano "Vincit qui patitur", vince chi resiste.Tu non è che hai semplicemente resistito, hai lottato come uno spartano contro le sfighe, le più che lecite blasfemie, i ribaltoni e, a volte, anche contro la nostra stessa difesa. Anni di miracoli e di bocconi amari che ti hanno reso un degno leader […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram