05/07/2020

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere

Cari amici di Ranocchiate, buona domenica.
Non so voi, ma io inizio a sentirmi provato: non ho ancora metabolizzato la partita col Sassuolo che abbiamo preso Hakimi, vinto all’ultimo col Parma e con un sonoro 6-0 contro il Brescia.
Poi la Lazio ha resuscitato il Milan, la Giuve stravince il derby della Mole e si dice persino che Ridge sia ancora vivo: la caratteristica principale di questo periodo la conoscevo già in effetti, ma viverla è tutt’altra cosa.
Va tutto maledettamente di fretta.

Ne mancano solo 9, oggi tocca di nuovo a noi: riceviamo un Bologna che fra ex giocatori ed altri che non segnerebbero nemmeno al torneo del mio quartiere, potrebbe succedere davvero di tutto.

In principio fu Ronaldo "O' Fenomeno", in seguito Kondogbia sostituto al 28° da De Boer, Gabigol e Karamoh: i rossoblu sono indissolubilmente legati a momenti magici per i nostri colori (anche perché credo che in qualche perverso modo ci amino, considerato il numero di giocatori poi passati dai nostri ai loro colori e viceversa).

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere 1 Ranocchiate


Sospetto che Gianni Morandi sia riuscito ad infiltrarsi dalle parti di Viale della Liberazione e compaia ogni qual volta un giocatore dell’Inter pensa alla cessione con un « BUONGIORNISSIMO, BOLOGNA??? » ma purtroppo non ne ho le prove.

Vi confesserò una cosa però: sarà l’astinenza da calcio degli scorsi mesi, ma sono felice come un bambino; si va talmente tanto veloci che non c’é tempo né di gioire né di abbattersi, con buona pace della mia solita ansietta.
Mi viene persino da pensare che le 17.15 di Domenica su Dazn non sia una brutta combinazione alla fine (se avete di meglio da fare a quest’ora avete decisamente una vita migliore della mia).

A tra poco, Bologna: magari questa é la volta buona per Agoumé, che ne dici?
Nel dubbio, #mitt.

P.S: non vi azzardate a mettere in campo 11 Medel, che quello é un nostro schema.

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere

Cari amici di Ranocchiate, buona domenica.
Non so voi, ma io inizio a sentirmi provato: non ho ancora metabolizzato la partita col Sassuolo che abbiamo preso Hakimi, vinto all’ultimo col Parma e con un sonoro 6-0 contro il Brescia.
Poi la Lazio ha resuscitato il Milan, la Giuve stravince il derby della Mole e si dice persino che Ridge sia ancora vivo: la caratteristica principale di questo periodo la conoscevo già in effetti, ma viverla è tutt’altra cosa.
Va tutto maledettamente di fretta.

Ne mancano solo 9, oggi tocca di nuovo a noi: riceviamo un Bologna che fra ex giocatori ed altri che non segnerebbero nemmeno al torneo del mio quartiere, potrebbe succedere davvero di tutto.

In principio fu Ronaldo "O' Fenomeno", in seguito Kondogbia sostituto al 28° da De Boer, Gabigol e Karamoh: i rossoblu sono indissolubilmente legati a momenti magici per i nostri colori (anche perché credo che in qualche perverso modo ci amino, considerato il numero di giocatori poi passati dai nostri ai loro colori e viceversa).

"A tal deg", Inter - Bologna è una partita da non perdere 2 Ranocchiate


Sospetto che Gianni Morandi sia riuscito ad infiltrarsi dalle parti di Viale della Liberazione e compaia ogni qual volta un giocatore dell’Inter pensa alla cessione con un « BUONGIORNISSIMO, BOLOGNA??? » ma purtroppo non ne ho le prove.

Vi confesserò una cosa però: sarà l’astinenza da calcio degli scorsi mesi, ma sono felice come un bambino; si va talmente tanto veloci che non c’é tempo né di gioire né di abbattersi, con buona pace della mia solita ansietta.
Mi viene persino da pensare che le 17.15 di Domenica su Dazn non sia una brutta combinazione alla fine (se avete di meglio da fare a quest’ora avete decisamente una vita migliore della mia).

A tra poco, Bologna: magari questa é la volta buona per Agoumé, che ne dici?
Nel dubbio, #mitt.

P.S: non vi azzardate a mettere in campo 11 Medel, che quello é un nostro schema.

Notizie flash

Ultimi articoli

03/05/2021
Crotone - Inter, il pagellone dei Campioni d'Italia

HANDA 7: Accendo in ritardo la partita e me lo ritrovo che si lancia ad anticipare un avversario del Crotone come fosse il superman de no altri. Col passare dei minuti il Crotone non si vede più dalle sue parti e può dedicarsi al suo passatempo preferito: la lettura del capolavoro "100 portieri meno #bdun […]

02/05/2021
Crotone - Inter, dieci pensieri post-partita

10 - Mille sfumature di Christian Eriksen per cominciare bene questi dieci pensieri e benedire la vostra giornata. 9 - I pali delle porte entrano di diritto nella top 3 della lista delle cose che odio di più al mondo. 8 - EEEEEE SE NEEE VAAAAAAAAAA LA CAPOLISTA SE NE VAAAAAAAAAAA LA CAPOLISTA SE NE […]

01/05/2021
Crotone - Inter nel tempo di un peperoncino danese

Considerazioni pre partita a caldo: 1) Una volta ci cantavano "avete solo la nebbia". Ora c'è la nebbia pure a Crotone… È proprio vero che chi disprezza ama. 2) Loro hanno Rino Gaetano come inno e noi Povia. Piango assai. Primo tempo 1’ - Ma, che, davvero? Sensi.Titolare. Sono confuso. 3’ - Tutto molto confondente. […]

01/05/2021
Crotone - Inter, 10 cose che ci fanno ben sperare

Siamo interisti e stiamo per vincere uno Scudetto dopo undici anni. AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA QUESTO PAZZO COGLI*NE COSA STA DICENDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO????? FERMATELOOOOO!!! NON FATELO ANDARE AVANTI!! Dai ragazz*. Non fate come lo Zio Beppe! Vi capisco, ne abbiamo viste di cotte e di crude nella nostra storia nerazzurra e ammetto di essere anch'io uno di quelli che finché […]

29/04/2021
I dolori del giovane Brozo: Moja voljena Hvratska!

Tuto komincia 29 anni fa.Ero epico spermatozoo hvratski nato per kaso: tuti brati morti e durante giro mensijle io ritrovato in pancia mamma Brozo.All'inizio tuto bello: mangijo e dormo. Dormo e mangijo. Poi quando nato cambija tuto: noi bambini Hvratska diversi da bambini qui Italia. Lí se non parli in mesetto dicono tu rotto. Ricordo […]

26/04/2021
Inter - Hellas Verona, il pagellone della santa trinità

HANDA 10: Ci ha preso gusto. Da vero capitano, si innalza a difesa dell'interismo vecchia scuola anche a costo di rovinarsi la carriera: ecco perché aspetta che la palla ricada con la stessa sicurezza con cui aspetto il prossimo disastro ferroviario che mi complicherà la vita.Lui lo fa per noi. Credo.È bello incominciare a urlare […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram