14/01/2018

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti

1) SIAMO ANCORA DENTRO:  La sconfitta della Roma (GRAZIE GASPERINI OGNI TANTO TI RENDI UTILE A QUALCOSA) significa che anche oggi usciremo dalla Zona Champions domani.
Nonostante le due partite da recuperare (che contro Udinese e Sampdoria sono ancora tutte da giocare e non completamente scontate),  la classifica potrebbe dire LAZIO 43, INTER 42, ROMA 42.
Siamo dunque alla pari contro una squadra con una rosa forse più attrezzata e probabilmente più amalgamata della nostra, con uno scontro diretto vinto per 1-3 in casa loro e uno in arrivo in casa nostra. La corsa alla qualificazione è ancora apertissima.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 1 Ranocchiate

2) UN PO’ DI RIPOSO: Questa sosta ci permette finalmente di tirare il fiato e recuperare energie. Ultimamente la rosa era spompata e qualche giorno di relax non può che averci fatto bene. Contemporaneamente potranno tornare gli infortunati come Danilo e Miranda. Non che questo sia un gravissimo problema. Infatti bisogna anche considerare un...

3) ...RANOCCHIA STRAORDINARIO: Diciamo la verità, tutti noi credevamo e ci auguravamo il meglio per Froggy, perché se lo merita. Ma questo rendimento è addirittura fin sopra le aspettative. La difesa con lui e Skriniar funziona a meraviglia e tra lui e Miranda forse il titolare che non ti aspetti è The Frog.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 2 Ranocchiate

4) ICARDI SEGNA SEMPRE: Inutile parlare di crisi, l’unica sbavatura grave è stata il rigore a Reggio Emilia. Può succedere. Forse pensava che Emilia fosse qualche bella ragazza e si è distratto.
Per il resto il nostro vicecapitano continua a segnare a raffica e tenerci a galla, come a Firenze.
Immobile ne ha dovuti fare 4 in un colpo solo per raggiungerlo e superarlo, ma Maurito punta al titolo di capocannoniere e può andare a prenderselo.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 3 Ranocchiate

5) LA DIFESA REGGE:
La difesa nerazzurra è una delle migliori del campionato e il rendimento anche in queste ultime giornate è altissimo. Difesa inviolata col Pordenone, con l’Udinese un po’ di sfortuna, col Sassuolo idem, col Milan beffati ai supplementari, con la Lazio 0-0 prezioso (I biancocelesti avevano sempre segnato da una sfilza lunghissima di partite) e infine con la Fiorentina ci ha beffato solo il Cholito al 92’. Altrimenti sarebbe stato un altro clean sheet per Super Handa (Portiere più in forma del campionato) & co.

6) LUCIANONE CI CREDE E CI GUIDA SEMPRE: Poco da aggiungere, a inizio anno eravamo tutti a elogiare lo stato di forma di alcuni giocatori che rendevano molto più del previsto grazie al nuovo mister. Ora che la squadra sta facendo un po’ peggio partono le critiche. Eppure era sotto gli occhi di tutti che, oggettivamente, in quel momento stavamo un po’ overperformando, per dirla alla Caressa

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 4 Ranocchiate

7) IL MERCATO: Qualcosa si farà. Abbiamo anche intascato due milioncini dal Liverpool. Magari non arriveranno nomi altisonanti, ma anche un giocatore in prestito è meglio di niente, e può far rifiatare per bene Perisic o Candreva. I grandi nomi non si spostano a gennaio, e soprattutto con un budget di 0€ è difficile.
Lisandro risolvera il problema numerico in difesa, Ramires e Rafinha potrebbero risolvere quello sul centrocampo. Anche se dovessero deludere si parla di prestiti con diritto di riscatto, e non ci rimettiamo nulla. Almeno allunghiamo un po' la rosa a disposizione del mister, e offriamo qualche soluzione in più anche dalla panchina.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 5 Ranocchiate

8) DALBERTONE: SEGNATEVELO, Dalbert sarà la sorpresa del girone di ritorno. Deve ancora solo completare l’ambientamento, ma una volta acquisita più familiarità e autostima potrà rendersi anche lui utile alla nostra causa. Il vero acquisto di gennaio.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 6 Ranocchiate


9)
 CALENDARIO: Eccezion fatta per il derby, che è una partita a sé, e la Lazio, ma all’ultima giornata, ci attendono molti scontri diretti in casa. Il fattore campo si potrà sentire, grazie alla grandiosa affluenza di pubblico per ogni partita. Nel girone di andata non abbiamo mai sfigurato negli scontri diretti, continuiamo su questo ottimo trend,magari per cercare di alzare addirittura l’asticella.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 7 Ranocchiate

10) LAZIO DI COPPE: La Lazio, principale rivale per il quarto posto, si trova impegnata in Coppa Italia dove ha una semifinale contro il Milan, e in Europa League dove è protagonista di un buon percorso. La squadra di Inzaghi potrebbe inseguire la gloria in queste competizioni e magari lasciare ai loro amichetti gemellati di Milano qualche punto in più in campionato.
È bello arrivare in Champions, ma non è meglio arrivarci alzando un trofeo? Cari laziali, pensateci!

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti

1) SIAMO ANCORA DENTRO:  La sconfitta della Roma (GRAZIE GASPERINI OGNI TANTO TI RENDI UTILE A QUALCOSA) significa che anche oggi usciremo dalla Zona Champions domani.
Nonostante le due partite da recuperare (che contro Udinese e Sampdoria sono ancora tutte da giocare e non completamente scontate),  la classifica potrebbe dire LAZIO 43, INTER 42, ROMA 42.
Siamo dunque alla pari contro una squadra con una rosa forse più attrezzata e probabilmente più amalgamata della nostra, con uno scontro diretto vinto per 1-3 in casa loro e uno in arrivo in casa nostra. La corsa alla qualificazione è ancora apertissima.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 8 Ranocchiate

2) UN PO’ DI RIPOSO: Questa sosta ci permette finalmente di tirare il fiato e recuperare energie. Ultimamente la rosa era spompata e qualche giorno di relax non può che averci fatto bene. Contemporaneamente potranno tornare gli infortunati come Danilo e Miranda. Non che questo sia un gravissimo problema. Infatti bisogna anche considerare un...

3) ...RANOCCHIA STRAORDINARIO: Diciamo la verità, tutti noi credevamo e ci auguravamo il meglio per Froggy, perché se lo merita. Ma questo rendimento è addirittura fin sopra le aspettative. La difesa con lui e Skriniar funziona a meraviglia e tra lui e Miranda forse il titolare che non ti aspetti è The Frog.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 9 Ranocchiate

4) ICARDI SEGNA SEMPRE: Inutile parlare di crisi, l’unica sbavatura grave è stata il rigore a Reggio Emilia. Può succedere. Forse pensava che Emilia fosse qualche bella ragazza e si è distratto.
Per il resto il nostro vicecapitano continua a segnare a raffica e tenerci a galla, come a Firenze.
Immobile ne ha dovuti fare 4 in un colpo solo per raggiungerlo e superarlo, ma Maurito punta al titolo di capocannoniere e può andare a prenderselo.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 10 Ranocchiate

5) LA DIFESA REGGE:
La difesa nerazzurra è una delle migliori del campionato e il rendimento anche in queste ultime giornate è altissimo. Difesa inviolata col Pordenone, con l’Udinese un po’ di sfortuna, col Sassuolo idem, col Milan beffati ai supplementari, con la Lazio 0-0 prezioso (I biancocelesti avevano sempre segnato da una sfilza lunghissima di partite) e infine con la Fiorentina ci ha beffato solo il Cholito al 92’. Altrimenti sarebbe stato un altro clean sheet per Super Handa (Portiere più in forma del campionato) & co.

6) LUCIANONE CI CREDE E CI GUIDA SEMPRE: Poco da aggiungere, a inizio anno eravamo tutti a elogiare lo stato di forma di alcuni giocatori che rendevano molto più del previsto grazie al nuovo mister. Ora che la squadra sta facendo un po’ peggio partono le critiche. Eppure era sotto gli occhi di tutti che, oggettivamente, in quel momento stavamo un po’ overperformando, per dirla alla Caressa

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 11 Ranocchiate

7) IL MERCATO: Qualcosa si farà. Abbiamo anche intascato due milioncini dal Liverpool. Magari non arriveranno nomi altisonanti, ma anche un giocatore in prestito è meglio di niente, e può far rifiatare per bene Perisic o Candreva. I grandi nomi non si spostano a gennaio, e soprattutto con un budget di 0€ è difficile.
Lisandro risolvera il problema numerico in difesa, Ramires e Rafinha potrebbero risolvere quello sul centrocampo. Anche se dovessero deludere si parla di prestiti con diritto di riscatto, e non ci rimettiamo nulla. Almeno allunghiamo un po' la rosa a disposizione del mister, e offriamo qualche soluzione in più anche dalla panchina.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 12 Ranocchiate

8) DALBERTONE: SEGNATEVELO, Dalbert sarà la sorpresa del girone di ritorno. Deve ancora solo completare l’ambientamento, ma una volta acquisita più familiarità e autostima potrà rendersi anche lui utile alla nostra causa. Il vero acquisto di gennaio.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 13 Ranocchiate


9)
 CALENDARIO: Eccezion fatta per il derby, che è una partita a sé, e la Lazio, ma all’ultima giornata, ci attendono molti scontri diretti in casa. Il fattore campo si potrà sentire, grazie alla grandiosa affluenza di pubblico per ogni partita. Nel girone di andata non abbiamo mai sfigurato negli scontri diretti, continuiamo su questo ottimo trend,magari per cercare di alzare addirittura l’asticella.

Cose da sosta: 10 motivi per essere ottimisti 14 Ranocchiate

10) LAZIO DI COPPE: La Lazio, principale rivale per il quarto posto, si trova impegnata in Coppa Italia dove ha una semifinale contro il Milan, e in Europa League dove è protagonista di un buon percorso. La squadra di Inzaghi potrebbe inseguire la gloria in queste competizioni e magari lasciare ai loro amichetti gemellati di Milano qualche punto in più in campionato.
È bello arrivare in Champions, ma non è meglio arrivarci alzando un trofeo? Cari laziali, pensateci!

Ultimi articoli

01/10/2020
Inter in B, il girone che non si vergogna?

Ci siamo, come in ogni stagione ritorna anche l'appuntamento con la seconda competizione europea.Pomeriggi soporiferi passati sul divano a vedere palle che girano, ex campioni ormai resi irriconoscibili dall'età, le stesse grafiche riciclate dal 2005, gli occhi alla Marotta per seguire i vari gironi/intrecci/incroci, insomma, nulla di appassionante in confronto alla nostra amata E.L. Per […]

01/10/2020
Benevento-Inter, il pagellone della trasgressione danese

HANDANOVIC 10: Per fortuna in mezzo a tutta questa esaltazione (KTM VIVA CHILE CONTETUMAREEEE) c'è ancora qualcuno che rimane serio. In fondo avete mai visto un qualsivoglia tifoso balcanico elogiare i suoi giocatori all'estero? Ecco. Ricordiamoci che il gioco del calcio resta prima di tutto una fonte estrema di scazzo. Così quando Samir vede i […]

30/09/2020
Benevento - Inter nel tempo di un aperitivo

1' - Oh. Che bell'orario della sequoia.18 di mercoledi, contro una neopromossa allenata da Pippo Inzaghi.Rischiamo di preLUUUUUUUKAKUUUUUUUUUCambio di campo, uno-due Sanchez/Hakimi con il cileno che la mette in mezzo per Romelone che realizza il più facile dei gol Fifa Style. 1 - 0 quindi.Ah.E si è sempre potuto fare o è legale da poco? […]

30/09/2020
Prepartido: Las diez cosas mas probabiles del Inter que gana contra el Buenoviento

HOLAAAA A TODOS LOS AMIGOS DE RANOCHIADES, UN SALVDO A TODA LA GENTE INTERISTA Y SPECIALMENTE A LOS INTERISTAS CHILENOS, LOS MEJORES DEL MUNDO! Hoy es el dia del partido.El Inter de Milan juega contra el Buenoviento de Pipo Insaghis.Este partido es el segundo que jugamos pero de verdad es el primero de la competencia […]

27/09/2020
Inter-Fiorentina, il pagellone del VAE VICTIS

HANDANOVIC 6: Handa ai compagni nel pre-partita: "ragazzi questo è il nostro anno, finalmente possiamo vincere il campionato, è da una vita che aspetto questo momento. Siamo cresciuti, siamo maturi, non siamo più quelli del passato. Andiamo lì fuori e dimostriamolo." E dopo tre minuti Kouamé e Bonaventura varcano insieme la linea di porta mano […]

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram